Archive | Cronaca

SCIACCA – Arresto per sconto pena estorsione

I Carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno arrestato Benedetto Bondì, 28 anni, di Sciacca, che sconterà 3 anni e 10 mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole del reato di estorsione in concorso, aggravato dalla recidiva, a danno di un negozio di abbigliamento nel centro storico di Sciacca. Gli altri coimputati di Bondì, nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Argante”, sono stati anche loro condannati.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

DROGA – Tra Agrigento e Aragona, patteggiamenti e richiesta della Procura

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, ha ratificato due condanne patteggiate nell’ambito di un’inchiesta antidroga tra Agrigento e Aragona. Sono stati inflitti, in particolare, 10 mesi di reclusione a Mario Attardo, 28 anni, di Aragona. E 1 anno e 10 mesi a Salvatore Capraro, 27 anni, di Villaseta Agrigento. Poi per altri 4 imputati è stato chiesto il rinvio a giudizio: Gaetano Faija, 25 anni, di Aragona, suo fratello Umberto Faija, 23 anni, Alessandro Bosco, 36 anni, di Favara, e Raimondo Sorce, 29 anni, di Favara. Poi patteggerà la condanna anche Salvatore Terrasi, 37 anni, di Aragona. Poi Massimo Trupia, 43 anni, di Agrigento, ha scelto di essere giudicato in abbreviato e la pubblico ministero Alessandra Russo ha chiesto a suo carico 1 anno e 4 mesi di reclusione. Giudicato in abbreviato è anche Alfonso Zammuto, 29 anni, di Aragona, e la Procura ne ha chiesto l’assoluzione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SAN LEONE – Civiltà (FI): “L’area adiacente al porticciolo sia belvedere”

Il capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, ha proposto all’amministrazione comunale che a San Leone sia resa belvedere l’area antistante l’ex collegio dei Padri Vocazionisti, oggi sede di un albergo. Lo stesso Civiltà spiega: “Tale area adiacente al porticciolo turistico di San Leone è stata oggetto in passato di interventi di riempimento a mare per creare uno spazio che potesse contenere diverse centinaia di posti auto. Il lavoro è stato frutto dell’impegno di imprenditori locali, e poi è stato abbandonato per mancanza delle dovute autorizzazioni. E così l’area è diventata, nel corso degli anni, ricettacolo di rifiuti e meta di assuntori di sostanze stupefacenti. Pertanto invitiamo il Comune e le autorità competenti a mettere in atto le misure necessarie al rilancio di una parte del litorale che potrebbe diventare belvedere, ove poter ammirare uno dei più incantevoli scorci del paesaggio isolano” – conclude Giovanni Civiltà.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica0 Comments

REALMONTE – Arresto per furto di energia elettrica

A Realmonte i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato ai domiciliari un macellaio di 46 anni, V V sono le iniziali del nome, e hanno denunciato la moglie di lui. Entrambi risponderanno di furto di energia elettrica allorchè il proprio esercizio commerciale avrebbe sottratto illecitamente energia elettrica dalla rete pubblica tramite un magnete.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Arresto per sconto pena furti

Ad Agrigento i Carabinieri hanno arrestato Calogero Salemi, 65 anni, che sconterà in carcere la condanna definitiva a 4 anni e 4 mesi di reclusione per 5 furti, aggravati in concorso, compiuti a Barrafranca, in provincia di Enna, il 23 aprile 2005.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – L’opposizione incalza l’amministrazione sulla concretezza: l’intervento dei Sindacati

A Porto Empedocle i consiglieri comunali Pullara, Filippazzo, Termini, Scimè, Lattuca, Caci, Todaro, Sacco, Di Emanuele e Bartolotta, riuniti nella conferenza capigruppo, hanno espresso vicinanza ai dipendenti comunali per la difficile situazione in cui versano, e hanno stigmatizzato l’operato del sindaco e della sua giunta, “auspicando che – affermano gli stessi consiglieri – con serietà e senso del dovere, si possa operare per il vero interesse dei lavoratori e della città, astenendosi dal fomentare sterili polemiche create col precipuo scopo di celare un’incapacità amministrativa intollerabile, che ha già paralizzato l’intera città. Il Consiglio comunale ancora una volta manifesta la propria disponibilità ad una collaborazione fattiva e costruttiva, ritenendola indispensabile per poter affrontare e risolvere le criticità dell’Ente. A tal fine esorta il Sindaco e la sua Giunta ad assumersi, senza falsi alibi, le responsabilità di una gestione amministrativa, fino ad adesso, lenta, confusa ed inefficiente.”

I dirigenti provinciali di Cgil, Cisl e Uil Funzione pubblica di Agrigento, Pietro Aquilino, Floriana Russo Introito e Fabrizio Danile, annunciano, e stigmatizzano, che la sindaca di Porto Empedocle, Ida Carmina, e i Capigruppo del Movimento Cinque Stelle, di Porto Empedocle nel Cuore e del Gruppo Misto, sono stati assenti alla seduta della Conferenza dei Capigruppo convocata per affrontare la questione del mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali. Aquilino, Russo Introito e Danile ringraziano la presidente del Consiglio, Marilù Caci, e la conferenza dei Capigruppo, per la sensibilità dimostrata nell’organizzare la seduta, e affermano: “Nel corso dell’incontro è intervenuto il Segretario Comunale il quale ha rappresentato nei minimi particolari la grave situazione finanziaria dell’Ente giudicandola pesante e di difficile soluzione in tempi brevi, precisando che non si può ipotizzare alcuna tempistica nei pagamenti, perché legata a diversi fattori tecnici interni ed esterni. Nel frattempo, la sindaca, assente all’incontro, alimenta le polemiche affermando che i lavoratori si fanno strumentalizzare dai sindacati, e che dopo il pagamento dello stipendio di febbraio si sarebbe aspettata i complimenti, come se pagare ciò che è dovuto debba essere considerata una cortesia. Pertanto invitiamo la sindaca a corrispondere le mensilità già maturate dei mesi di marzo e aprile.”

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

MAZZARINO – Oltre 10 mila piante di marijuana in una vigna a Mazzarino: 5 arresti [VIDEO]

La polizia ha arrestato a Mazzarino cinque persone, tre siciliani e due egiziani con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante un controllo, gli agenti hanno scoperto una piantagione di marijuana, nascosta tra i filari di una vigna, in un terreno di contrada Brigadieci a Mazzarino.

In manette sono finiti il palmese Salvatore Celona, 71 anni, i palermitani Alessandro Lucera di 41 e Davide Cardinale di 32, gli egiziani Mohamed Ahmed Gamal Bakr di 28 anni e Mahmoud Mohamed Hesham Metawaa di 18 anni, tutti domiciliati a Mazzarino. Celona dovrà anche rispondere di detenzione di un’arma clandestina e furto di energia elettrica.

Nella vigna erano presenti oltre 10 mila piante di marijuana. Sul posto era stata realizzata anche una serra, che completava il ciclo produttivo: dal semenzaio, alle varie fasi della crescita delle piante fino al prodotto essiccato e finito. Nel corso dell’operazione sono stati inoltre sequestrati 465 grammi di marijuana del tipo “super skunk”, di ottima qualità, già pronta per lo spaccio.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

Dott. Gaetano Geraci: “Allarme vaccinazioni contro il morbillo anche nell’Agrigentino”

Anche nella provincia agrigentina, come in tutta Italia, si è ridotto in modo preoccupante il numero delle vaccinazioni contro il morbillo, una malattia infettiva molto contagiosa. Ecco perché il direttore del servizio Epidemiologia dell’Azienda sanitaria, Gaetano Geraci, ha inviato una lettera a medici, pediatri e dirigenti sanitari “affinché – afferma Geraci – si avvii un’azione di prevenzione per contenere la diffusione del morbillo che può causare complicanze anche gravi, come otiti, polmoniti ed encefaliti. Nei centri vaccinali dell’Azienda sanitaria la vaccinazione è gratuita. A doversi vaccinare sono tutti i bambini e i giovani adolescenti che non sono stati vaccinati in precedenza e devono, inoltre, essere sottoposti alla somministrazione della seconda dose tutti i bambini di età uguale e superiore ai 5 anni. Inoltre, siano notificati tempestivamente i casi di morbillo, anche sospetti, per poter vaccinare subito tutti i contatti suscettibili e dunque per limitare il propagarsi della malattia.”

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Salute0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Condannato per 3mila piante di marijuana

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Alfonso Malato, ha condannato a 3 anni di reclusione Calogero Allegro, 29 anni, di Palma di Montechiaro, arrestato lo scorso 18 agosto 2016 dai Carabinieri per coltivazione, produzione e detenzione a fini di spaccio di marijuana. A Palma, in località “Giacobbe”, nel fondo agricolo di proprietà di Allegro, all’interno di una serra agricola, è stata scoperta in 9 campate una maxi piantagione di marijuana di circa 3 mila metri quadri, con 3 mila piante di canapa indiana fiorite ed in ottimo stato di vegetazione, dell’altezza variabile dai 2 ai 5 metri, pronte per essere raccolte, e per un valore di mercato stimato intorno ai 2 milioni di euro.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FAVARA – Arresto per furto al supermercato

A Favara i Carabinieri della locale Tenenza hanno arrestato un uomo di 38 anni, Francesco Geraci, sorpreso subito dopo il furto di alcuni generi alimentari all’interno del supermercato MD in viale Regione Siciliana. Sono stati i dipendenti dell’esercizio commerciale ad insospettirsi e a telefonare al 112. Il 38enne è stato sorpreso in flagranza di reato ed è adesso ristretto ai domiciliari. La merce rubata è stata restituita.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98