Archive | Cronaca

PORTO EMPEDOCLE – Inchiesta “Dna”, la Cassazione scagiona Romeo

La Cassazione ha annullato la sentenza di condanna a 6 anni di reclusione per associazione mafiosa, inflitta in Appello dopo un rinvio dalla Cassazione, e ha restituito la libertà a Salvatore Romeo, 57 anni, di Porto Empedocle, inquisito nell’ambito dell’inchiesta antimafia cosiddetta “Dna”. Romeo è stato accusato di essere stato parte della famiglia mafiosa di Porto Empedocle nell’interesse di Gerlandino Messina.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SCIACCA – Sbronza di Carnevale, denunciato per abbandono d’incapace

A Sciacca la Polizia ha denunciato un uomo di 60 anni perché è uscito da casa per divertirsi fuori in occasione del Carnevale, non si è preoccupato dell’anziana madre, di 84 anni, da sola nell’abitazione, peraltro impossibilitata a camminare, si è ubriacato, ha smarrito le chiavi, ed è stato costretto a telefonare ai Vigili del fuoco per potere entrare a casa a notte fonda. Sono stati i Vigili del fuoco ad allarmare la Polizia, che ha denunciato il 60enne per abbandono d’incapace.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

MUSSOMELI – Operaio morto per trasfusione errata

Il giudice monocratico di Caltanissetta ha condannato tre persone per omicidio colposo, assolvendone altre sei, per la morte di un operaio nisseno, Angelo Giulietti, al quale venne trasfuso del sangue di un gruppo diverso dal suo mentre era ricoverato nell’ospedale “Longo” di Mussomeli.

Il giudice ha condannato a 2 anni e 6 mesi Filomena Morreale, tecnico di laboratorio dell’ospedale “Longo” di Mussomeli, mentre 2 anni a testa sono stati inflitti a Santa Noto, responsabile del centro trasfusionale di San Cataldo e a Salvatore Fiorenza, tecnico biomedico.

Assolti, invece, i medici Concettina Aurora Ingrascì, Salvatore Tripodi, Calogero Vullo, l’anestesista Angela Ferruzza, la caposala del “Longo” Antonietta Lo Conte e l’infermiere Salvatore Costanzo.

Giulietti, alla fine del 2009, era stato ricoverato nell’ospedale di Mussomeli per l’applicazione di una protesi all’anca e dovette essere sottoposto a una trasfusione; solo che si verificò un errore al momento in cui vennero selezionate e fornite le sacche di sangue dal centro trasfusionale di San Cataldo alla struttura ospedaliera di Mussomeli. Alla vedova dell’operaio e alle due figlie è stata riconosciuta una provvisionale di 200mila euro a testa, oltre al risarcimento danni che sarà stabilito dal Tribunale civile.

 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza, Salute0 Comments

Prove di G7, Maria Elena Boschi a Taormina

«Saremo pronti per il G7: abbiamo tutte le autorizzazioni necessarie per realizzare le due elipiste, i lavori cominceranno lunedì». Lo ha detto la sottosegretaria Maria Elena Boschi dopo un incontro nel municipio di Taormina dove a maggio si terrà l’evento. «Il consiglio dei ministri – ha ricordato – ha stanziato 15 milioni per il G7. Proseguiremo rapidamente e saremo pronti per maggio». «Se ci sarà Putin a Taormina? E’ un G7… », ha aggiunto Boschi rispondendo ai giornalisti sulla possibile presenza del leader russo in Sicilia a maggio.

«La sicurezza è uno dei temi oggetto della riunione che una volta a settimana teniamo a palazzo Chigi sul G7. Saranno 6 mila le persone impegnate, tra forze dell’ordine e militari, e siamo già a buon punto». 

«Abbiamo tempi stretti, ma per gli appalti avremo molta attenzione sulle procedure da seguire e la trasparenza». 
«Abbiamo stilato un protocollo con l’Anac – ha aggiunto – ed è un ulteriore elemento di garanzia. I soldi pubblici, come sempre, vanno spesi tutti bene e in modo trasparente». 

«Stiamo passando dalla fase della preoccupazione a quella del fare. Bisogna accelerare e andare più veloci ma sono prevalentemente ottimista. L’unica preoccupazione è il palazzo dei Congressi: è da fare e subito». Aveva affermato invece il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, poco prima dell’incontro con la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con il sindaco di Taormina - Ansa

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con il sindaco di Taormina – Ansa

BOSCHI4

Postato in CATANIA, Cronaca, Eventi, In evidenza, Salute0 Comments

RACALMUTO – Topolini alla scuola materna: a pulire sono insegnenti e genitori

E dopo l’intrusione dei topolini alla scuola Materna Lauricella di Racalmuto, con conseguente sospensione delle attività per la giornata di oggi su ordinanza del Sindaco. Sono stati in tanti nel darsi da fare per ripulire ciò che era stato imbrattato dai roditori. In mancanza dell’intervento dell’amministrazione comunale, ci hanno pensato i genitori degli alunni e le insegnanti a rimettere tutto in ordine dal punto di vista igienico-sanitario. A dichiararlo è la consigliera comunale nonché Vice presidente del Consiglio di Racalmuto, Maria Morgante. “Mi duole constatare l’assenza del Sindaco e della sua amministrazione nel porre interventi a rimedio, per la pulizia straordinaria e derattizzazione dell’istituto. Ma il buon senso ha voluto che genitori e insegnanti abbiano dato  la propria disponibilità per ridare decoro alla scuola , improvvisandosi manutentori che, purtroppo, senza il sollecito del Sindaco, a quanto pare, non sono arrivati e a loro va il mio ringraziamento”.

Postato in Cronaca, Politica, RACALMUTO, Scuola0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Colpo nella villa di un imprenditore: 15 mila euro il bottino

A Palma di Montechiaro, in periferia, nei pressi della statale 115, ignoti malviventi sono entrati furtivamente, forzando un ingresso, all’interno della villa di un imprenditore, approfittando della sua assenza temporanea, e, dopo avere rovistato dappertutto, hanno rubato 11mila euro in contanti e diverse attrezzature da lavoro, come martelli pneumatici, per un bottino complessivo di circa 15mila euro. Indaga la Polizia.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

CALTANISSETTA – Ignorava i rischi dell’intervento, paziente risarcita dal medico

Prima di una terapia o di un intervento chirurgico il medico deve fornire al paziente informazioni chiare e adeguate alle sue conoscenze. Altrimenti, il paziente ha diritto al risarcimento del danno anche se la prestazione sanitaria ha risolto la sua patologia. Lo afferma il Tribunale di Caltanissetta (giudice Gregorio Balsamo) in una sentenza diffusa dal Sole 24 Ore.

I fatti riguardano una donna che lamentava danni in conseguenza di un’operazione chirurgica causati, a suo dire, dalla condotta negligente dei sanitari a cui addebitava anche di non averle chiesto il consenso informato all’intervento e all’anestesia. L’azienda ospedaliera si dichiarava esente da responsabilità medica e affermava, comunque, di aver fornito alla paziente una corretta e completa informazione sui rischi dell’operazione.

La sentenza accoglie in parte l’istanza risarcitoria, esclude che il danno sia dovuto a negligenza dei medici ma rileva che nel modulo firmato dalla donna non erano specificate le «possibili conseguenze» dell’intervento, tra cui il danno permanente lamentato. La signora, conclude il giudice nisseno, ha subìto la violazione del diritto di decidere se sottoporsi o meno all’operazione e perciò va risarcita.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, Salute0 Comments

Danno immagine al boss, Rai condannata

La Rai è stata condannata a risarcire con 8mila euro il capomafia palermitano Giuseppe Graviano per danno all’immagine. L’ha deciso la prima sezione civile del tribunale di Roma accogliendo il ricorso del boss stragista che si è costituito in giudizio attraverso gli avvocati Francesco Vinci e Federico Vianelli.

Una vicenda singolare che nasce dal rifiuto di Graviano di farsi riprendere dalle telecamere della Rai durante un processo di corte d’assise in corso nel carcere di Rebibbia. Il consenso di imputati e testi è imposto dalla legge. Nonostante il boss avesse detto no, gli operatori effettuarono le riprese. Le immagini finirono in rete e il padrino di Brancaccio decise di intraprendere le vie legali.

Il presidente del collegio che celebrava il processo ha ribadito che Graviano non aveva prestato il consenso. La Rai dovrà anche pagare 3mila euro di spese legali.

Postato in Cronaca, PALERMO0 Comments

Il Comune di Grotte aderisce all’iniziativa di Caterpillar su Rai Radio 2 “M’illumino di meno”.

Domani, venerdi 24 febbraio 2017, viene celebrata la 13^ edizione di “M’Illumino di Meno”, una iniziativa del programma di Rai Radio 2 “Caterpillar” (in diretta dalle 18.00 alle 20.00). Nel corso degli anni, grazie a questa manifestazione, sono stati spenti i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. All’invito a spegnere le piazze e le illuminazioni pubbliche ha aderito, per questa 13^ edizione, anche il Comune di Grotte: rimarranno simbolicamente al buio il Municipio e parte di Piazza Marconi. Inoltre, nell’ottica di un considerevole risparmio energetico, prossimamente negli edifici comunali le attuali lampadine verranno sostituite con lampadine a led. Di seguito il comunicato dell’Amministrazione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Cultura, Eventi0 Comments

Spunta un secondo video hard di Kim Kardashian con l’ex fidanzato [FOTO]

Sono passati ben 10 anni dall’uscita del film porno, acquisito e commercializzato dalla Vivid, azienda molto famosa nel settore pornografico, che vedeva come protagonista Kim Kardashian e l’ex compagno Ray J.

Ora un sito americano ha pubblicato degli screenshot di un secondo video hard.

Il secondo video hard

A lanciare la notizia è RadarOnline , sito web che si occupa principalmente di gossip e news sulle dive hollywoodiane. In un articolo, messo in evidenza in “prima pagina”, annuncia di aver messo mano a un secondo video hard della regina dei social Kim Kardashian. Una clamorosa fuga di notizie che avrebbe già messo in crisi la coppia Kardashian-West.

Il primo video pubblicato aveva fatto storcere il naso al famoso rapper, ma preferì chiudere un occhio, guardando con l’altro il cospicuo risarcimento che la casa produttrice del porno diede alla moglie per risarcimento. Ora però Kanye West non pare voler soprassedere. E secondo alcune fonti pare abbia deciso di prendersi del tempo di riflessione.

Kim, intanto, non sembra essere scioccata da questo nuovo film porno, che rischia di finire online. Anzi, pare stia vivendo il tutto con molta tranquillità, sicura che i propri avvocati le faranno ottenere un altro risarcimento milionario.

Postato in Cronaca, Dal Mondo, Gossip, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98