Archive | Cronaca

SICULIANA – Cacciatori di cavi di rame speronano l’auto dei Carabinieri e scappano: recuperati 1500 chili di fili

Una banda di malviventi, che aveva appena effettuato un furto di cavi di rame della linea elettrica di Torre Salsa, circa 1500 chili , in territorio di Siculiana, è stata intercettata nottetempo dai Carabinieri. I delinquenti hanno speronato l’auto dei Militari dell’Arma e si sono dati alla fuga. Ne è nato un inseguimento culminato con l’abbandono del fuoristrada sul quale viaggiava la banda e il recupero di un grosso quantitativo di rame rubato che è stato restituito ai tecnici dell’Enel. Ora è caccia ai banditi, almeno tre, che si sono dileguati tra le campagne. L’auto utilizzata dai malviventi è risultata rubata.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Assunzioni all’Asp, pronte le graduatorie

Le graduatorie sono state già composte. Presto, seppur a tempo determinato, ci sarà la possibilità di avere nuovi dirigenti di Medicina interna, di Farmacia, di Nefrologia, di Chirurgia vascolare, Anatomia patologica e di Ortopedia.

Mentre l’Asp cerca un dirigente medico Veterinario – e la selezione per questo incarico di sostituzione avviene all’interno della stessa azienda sanitaria provinciale – ci sono già dei punti fermi, le graduatorie appunto, per determinati incarichi di dirigenza medica e sanitaria non medica.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

LAMPEDUSA – Dirty Oil, riciclaggio di gasolio: arrestato latitante maltese

I finanzieri del comando provinciale della guardia di Finanza di Catania, grazie alla collaborazione dei colleghi della brigata di Lampedusa e di quelli della sezione navale di Catania, hanno arrestato a Lampedusa Darren Debono, 43enne cittadino maltese destinatario, nell’ambito dell’operazione “Dirty Oil”, di misura cautelare in carcere emessa dal tribunale etneo.

Dalle indagini è emerso che l’uomo era tra gli organizzatori dell’associazione a delinquere internazionale dedita al riciclaggio di gasolio libico, illecitamente asportato dalla raffineria libica di Zawyia e destinato a essere immesso nel mercato italiano ed europeo.

l maltese era il punto di contatto con il libico Fahmi Mousa Saleem Ben Khalifa, alias “il Malem” (il capo), capo di una milizia armata stanziata nella zona costiera al confine con la Tunisia, anche egli destinatario di misura cautelare in carcere nell’ambito della stessa operazione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

PORDENONE – Omicidio di Trifone e Costanza, il Pm ha chiesto l’ergastolo per Ruotolo

La condanna all’ergastolo con due anni di isolamento diurno è stato chiesto per Giosuè Ruotolo dal pubblico ministero Pier Umberto Vallerin nel processo per il duplice omicidio della coppia di fidanzati, Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi la sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone.
    “Ruotolo ha commesso gli omicidi per salvare la sua carriera”, ha affermato il pm nelle ultime battute della sua lunga requisitoria cominciata ieri davanti alla Corte d’Assise di Udine.
    “L’odio verso Trifone e la gelosia verso Teresa lo avevano assalito già da tempo. Togliendoli di mezzo sparivano due rivali, due minacce viventi, due persone verso cui covava odio già da tempo. E il suo futuro sarebbe tornato ad essere roseo”, ha aggiunto. Il processo riprenderà lunedì 23 ottobre con gli interventi delle parti civili.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

PALERMO – “Estorsione aggravata”, Miccoli condannato a tre anni e sei mesi

Il gup Walter Turturici ha condannato a tre anni e mezzo Fabrizio Miccoli, ex capitano del Palermo accusato di estorsione aggravata. Secondo la Procura, l’ex bomber rosanero, tra il 2010 ed il 2011, avrebbe incaricato il suo amico Mauro Lauricella, il figlio del presunto mafioso della Kalsa, Antonino, detto “U Scintilluni”, di recuperare 12 mila euro che sarebbero stati vantati da un suo amico per una vicenda legata alla gestione della discoteca “Paparazzi” di Isola delle Femmine. “Siamo basiti per una sentenza in totale disaccordo con quanto ha già stabilito il Tribunale di Palermo.  Adesso siamo al paradosso che viene condannato il presunto mandante di un’estorsione, mentre il presunto esecutore è stato assolto da questa accusa. Quindi per il Tribunale non c’è stata estorsione e per il Gup sì”, ha detto Giovanni Castronovo, avvocato di Miccoli.Per l’avvocato Castronovo: “Non ci sono dubbi sulla totale estraneità di Miccoli ai fatti contestati. Lo stato di diritto è leso. Siamo fiduciosi che in appello possa chiudersi questa pagina in antitesi rispetto alla figura di Fabrizio che si ricorda essere stato non solo un grande calciatore ma un uomo che per il Palermo e per la città ha fatto molto, e la città non se lo è dimenticato”.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

AGRIGENTO – Firmato protocollo in Prefettura d’intesa a favore degli ex lavoratori dello stabilimento italcementi.

Ieri è stato firmato in Prefettura di Agrigento da Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil, Prefetto, Sindaca di Porto Empedocle, Italcementi e Sicindustria un protocollo d’intesa a favore degli ex lavoratori dello stabilimento italcementi.

Si apre così per questi lavoratori, alcuni già privi e altri prossimi a perdere l’ammortizzatore sociale che tutela loro e le famiglie, la possibilità nel prossimo futuro di lavorare presso aziende che per conto del Comune realizzeranno delle opere pubbliche o presso aziende che per conto di Italcementi effettueranno dei lavori di manutenzione straordinarie nello stabilimento di Porto Empedocle.

La Prefettura di Agrigento, oltre ad essere la sede della firma del protocollo e dei successivi incontri, è garante dell’attuazione dell’accordo.

Il Comune di Porto Empedocle, inoltre, si impegna a favorire nuovi insediamenti produttivi creando un apposito ufficio, semplificando e snellendo gli iter autorizzativi ed adottando misure fiscali che incentivino le aziende.

Italcementi in questo accordo ribadisce l’impegno a favorire insediamenti produttivi, in una porzione dell’area industriale in suo possesso a Porto Empedocle, di terzi imprenditori che volessero investire assumendo tutti o in parte i lavoratori licenziati nel dicembre 2014.

Le parti sociali, OO.SS. Fillea-Filca-Feneal e Sicindustria, con le Istituzioni e le aziende interessate si impegnano a favorire lo start-up di nuove aziende attraverso contrattazioni aziendali e, nel caso di nuove assunzioni, creando idonee condizioni per rendere conveniente l’investimento da realizzare. Inoltre, sarà facilitato il processo di riqualificazione e formazione dei lavoratori che saranno assunti.

L’accordo prevede una vigenza di anni tre salvo rinnovo e riunioni semestrali per monitorare l’attuazione del protocollo d’intesa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

TV – Questa sera nuova puntata “A tu per tu” con Gero Acquisto(Uil)

Questa sera su Studio 98 canale 95 del digitale terrestre andrà in onda  una nuova puntata del nostro settimanale ” A tu per tu” con ospite in studio il segretario generale della Uil, Gero Acquisto su diverse tematiche. Appuntamento alle ore 21 stasera e domani (sabato) ore 15.45 e 23.10 e ancora domenica ore 15.45 e 21.00. Buona visione

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, Politica0 Comments

CALTANISSETTA – Trasporto rifiuti pericolosi: 3 denunce

Operazione “Oro rosso” a Caltanissetta, in tre denunciati per raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi senza autorizzazione: ieri la polizia ha fermato in contrada Calderaro gli agenti hanno fermato un autocarro munito di gru, fermo davanti una ditta di autodemolizioni, colmo di materiale ferroso, parti di motori, elettrodomestici e altri rifiuti in ferro e rame. A bordo del mezzo un 27enne privo di patente di guida e di assicurazione e con il mezzo non revisionato.

Analogamente in piazza Garibaldi è stato fermato e controllato un altro autocarro cassonato anch’esso colmo di parti di motori, elettrodomestici, rifiuti in ferro e altri metalli. A bordo due nisseni rispettivamente di 49 e 25 anni.

I tre fermati condotti in questura sono stati denunciati in stato di libertà per attività di raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi senza la prescritta autorizzazione. I due autocarri e tutto il materiale ferroso raccolto sono stati invece sequestrati. Al 27enne sono state inoltre contestate tre sanzioni amministrative previste dal codice della strada.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – “La carica delle 104”, altri ottanta indagati

Svolta nelle indagini relative al terzo filone dell’inchiesta denominata “La carica delle 104”. La Procura della Repubblica di Agrigento, guidata dal procuratore capo Luigi Patronaggio, ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 80 persone (31 medici, gli altri insegnanti o loro familiari). Scovati decine di certificati medici (alcuni partono dal 2007 e fino al 2012), che sarebbero stati costruiti ad hoc, per ottenere i trasferimenti a casa. Insegnanti o loro familiari affetti da invalidità ritenute “fasulle” o inesistenti, provate da medici compiacenti, per lasciare le scuole del Nord e farsi assegnare all’Agrigentino. Gli insegnanti avrebbero usufruito dei benefici della legge 104, a discapito, di chi ha veramente bisogno e soffre. Tutto nasce dalle indagini degli agenti della Digos, diretti dal vice questore aggiunto Patrizia Pagano, con il coordinamento del sostituto procuratore Andrea Maggioni, titolare del fascicolo d’inchiesta. I nuovi presunti falsi beneficiari sarebbero docenti di alcuni ordini scolastici.

Ad oggi sono oltre quattrocento i coinvolti nella maxi inchiesta sui falsi beneficiari in provincia di Agrigento. Ma il numero come si evince dal prosieguo delle indagini potrebbe anche salire. Tutto partì dalle denunce di alcuni insegnanti. Le successive indagini di Procura e Digos, portarono all’alba del 24 settembre del 2014, alla cattura di medici e procacciatori per produrre false attestazioni.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Raccolta differenziata, dalla prossima settimana distribuzione dei contenitori anche in via Atenea e nel centro urbano

“La distribuzione dei contenitori per la raccolta differenziata alle utenze commerciali del centro cittadino di Agrigento, inizierà nei prossimi giorni, in quanto al momento si sta procedendo ad ultimare la fornitura degli stessi contenitori nelle zone periferiche e in quelle con un’alta presenza di attività commerciali e della grande distribuzione”.

Lo precisa in una nota, la ditta Iseda, azienda capofila del raggruppamento di imprese che ha in appalto il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nel capoluogo.

“Entro la prossima settimana – precisa ancora Iseda – si inizierà con la distribuzione del materiale anche agli operatori commerciali di via Atenea e del resto del centro urbano. In queste ore, inoltre, si sta procedendo con la consegna a Villaseta, Monserrato e all’interno del Parco Archeologico della Valle dei Templi”.

L’azienda precisa inoltre che per quanto concerne la raccolta dei rifiuti differenziati a San Leone, Villaggio Mosè e Cannatello, si sta procedendo normalmente secondo il calendario fissato dal Comune e che al momento il problema riguarda solo l’organico per cui non è stato ancora deciso il luogo dove conferire.

“Per adesso – conclude l’Iseda – abbiamo detto ai commercianti di non lasciare l’organico come porta a porta in attesa di ricevere nuove disposizioni a riguardo e attivarci di conseguenza”.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98