Archive | aprile 5th, 2017

GIUSTIZIA – Csm nomina Ignazio Fonzo Procuratore aggiunto di Catania

Ignazio Fonzo è il nuovo Procuratore aggiunto di Catania. Lo ha deciso il plenum del Consiglio superiore della magistratura che oggi pomeriggio ha dato il via libera alla nomina. Fonzo lascia l’incarico di Procuratore aggiunto di Agrigento per tornare nella sua Catania, nella Procura guidata da Carmelo Zuccaro. “Capacità, laboriosità, diligenza, impegno”, ecco, le caratteristiche di Fonzo, come viene descritto nelle motivazioni del Csm. Fonzo “è magistrato che ha confermato di possedere ottime capacità professionali, dimostrando diligenza, impegno ed equilibrio nella sua attività, fin qui esercitata pressoché esclusivamente nel settore requirente, doti che, unite alla costanza del suo rendimento nel tempo, gli hanno consentito di ottenere risultati considerevoli, di maturare ampia esperienza e di acquisire notevoli capacità organizzative e di relazione con i colleghi di ufficio e con tutti i soggetti istituzionali con i quali è entrato in contatto”.

Il parere rimarca “l’ottima preparazione tecnico-giuridica del magistrato, unita alla maturata esperienza nello svolgimento delle funzioni requirenti, grazie anche alla sua pregressa attività presso l’Ufficio della Procura della Repubblica di Catania, quale componente della Direzione Distrettuale Antimafia”. Si rimarcano le “ottime ed aggiornate conoscenze'” in materia, che gli hanno consentito di “gestire al meglio le attività tabellarmente assegnategli, ivi comprese le comunicazioni di aggiornamento con i componenti i gruppi di lavoro dallo stesso coordinati” e la particolare cura nell’aggiornamento dottrinale e giurisprudenziale.

 

Fonzo si è anche occupato dei protocolli con il Commissariato per la gestione dell’emergenza immigrazione a Lampedusa e la locale Agenzia delle Dogane, che “hanno permesso di smaltire le centinaia di imbarcazioni sequestrate, senza oneri per la Pubblica Amministrazione Menzionato nelle motivazioni anche l’avvio di numerose procedure di demolizione di manufatti edilizi illeciti sorti all’interno della cosiddetta “Zona A ” della Valle dei Templi di Agrigento e per i quali risultavano emesse sentenze di condanna alla demolizione definitive anch’esse risalenti ad oltre 20 anni or sono. E proprio sul punto il Consiglio Giudiziario ha ritenuto che Fonzo meritasse una particolare menzione “poiché la sua attività organizzativa e direttiva ha in effetti avuto risultati concreti e tangibili, attesi dalla popolazione locale e nazionale anche da decenni e, si noti bene, nel caso degli ecomostri di Realmonte senza, peraltro, alcun costo a carico dell’Erario posto che a seguito dell’attivazione dei suddetti procedimenti i manufatti in questione sono stati demoliti direttamente dai proprietari a loro cura e spese”.

Postato in CATANIA, Cronaca, In evidenza0 Comments

Marco Romano è il nuovo vicedirettore responsabile di Giornale di Sicilia, Tgs, Rgs e Gds.it

Marco Romano è il nuovo vicedirettore responsabile del Giornale di Sicilia, di Tele e Radio Giornale di Sicilia e del sito www.gds.it. La comunicazione della nomina, a decorrere dal prossimo 10 aprile, fa seguito alle dimissioni di Giovanni Pepi.

Romano, 47 anni, fu assunto al giornale di via Lincoln nel 1992. Per anni cronista di politica, nel 2010 ha preso il timone della cronaca di Palermo prima di essere nominato, due anni dopo, vicecaporedattore.

Postato in Cronaca, PALERMO0 Comments

AGRIGENTO – Il viadotto Morandi si sbriciola

Un altro viadotto ad Agrigento, dopo il “Morandi” e il “Petrusa”, solleva preoccupazione. Si tratta del ponte “Maddalusa”, che cavalca la statale 640, consentendo il collegamento a sud, verso la contrada e la spiaggia “Maddalusa”, e a nord verso il “Baglio della Luna” e altre zone residenziali. Dal viadotto si sono distaccati calcinacci e pezzi di cornicione. Sul posto, allarmati da alcuni automobilisti in transito, sono intervenuti i Vigili del fuoco del Comando provinciale e la Polizia di Stato. Il traffico è stato temporaneamente bloccato in entrambi i sensi di marcia, in attesa dei primi interventi necessari. Dopo circa 20 minuti, la circolazione è stata riattivata. A breve si procederà a ulteriori riscontri tecnici al fine di accertare la solidità del viadotto. Nel frattempo è stata tagliata della vegetazione a ridosso del ponte e gravante su di esso.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

OPERAZIONE ULISSE – Svaligiarono banca Sella a Licata: arrestato ultimo rapinatore

I Carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno arrestato Tommaso Gnoffo, 56 anni, di Palermo, indagato di avere partecipato alla rapina a Licata alla filiale della Banca Sella il 18 gennaio 2016, e che fruttò circa 5mila euro. Il 12 agosto scorso 2016 i Carabinieri hanno arrestato gli altri presunti sei complici di Gnoffo, ritenuti responsabili anche della rapina a Ribera, alla Banca Popolare Sant’Angelo, il 10 dicembre 2015, con bottino di oltre 20mila euro. E i sei sono stati appena condannati in primo grado dal Tribunale di Sciacca. Tommaso Gnoffo è recluso nel carcere Pagliarelli a Palermo.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Morte Viviana Meli, chiesto il giudizio per 6 medici del “Sant’Elia”

Il 14 settembre 2012, dopo il trasferimento in elisoccorso, è morta al Reparto Rianimazione dell’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta Viviana Meli, 29 anni, di Palma di Montechiaro, vittima di un incidente stradale il giorno precedente, il 13 settembre, lungo la statale 115, tra il Villaggio Mosè e Palma di Montechiaro, dove si sono scontrate una Mercedes e una Renault Twingo. Ebbene, la donna sarebbe morta a causa di un’emorragia che sarebbe stata, con negligenza, dai medici i quali avrebbero rinviato un intervento chirurgico che avrebbe potuto salvarle la vita ed eseguendo invece un intervento di osteosintesi al femore del tutto rinviabile. Ecco perché la Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio di sei medici,  in servizio all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta nei reparti di pronto soccorso, ortopedia, urologia e rianimazione.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

INCIDENTE – Drammatico scontro sulla Ss 417 Catania-Gela, un morto

Ancora sangue sulle strade siciliane. Un grave incidente si è verificato intorno alle 20 di ieri sera, martedì, lungo la strada statale 417, all’altezza di Sigonella, che da Catania conduce a Gela, nei pressi del centro commerciale “Porte di Catania”.

Coinvolte tre auto ed un autoarticolato. Drammatico il bilancio: un morto, un uomo di 52 anni di Gela,Orazio Cosenza, e 5 feriti. Ancora non chiara la dinamica dell’impatto fatale.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i carabinieri, la polizia, i vigili urbani e i vigili del fuoco per estrarre dalle lamiere i feriti e l’uomo che ha perso la vita.

FOTO LIVESICILIA

Postato in CATANIA, Cronaca, In evidenza0 Comments

CALTAGIRONE – 5 mila in piazza per Patrizia e contro i femminicidi

Dopo l’assassinio di Patrizia Formica,  erano in tanti, forse cinquemila, ieri sera, alla fiaccolata di preghiera e solidarietà partita dal piazzale antistante la Chiesa di San Pietro (nel quartiere in cui era nata Patrizia) e conclusasi, dopo un corteo silenzioso, in Cattedrale. “La drammaticità degli eventi che la comunità calatina sta vivendo – ha detto il vescovo Calogero Peri – fa appello alla necessità che ci si interroghi, senza infingimenti e con interiore libertà, laici e credenti di ogni fede, sulla situazione presente inquieta e precaria”.

“In segno di condanna, costante memoria e monito – ha affermato il sindaco Ioppolo – dipingeremo di rosso una delle panchine di piazza Umberto. Ma è dai comportamenti quotidiani di ciascuno di noi che deve partire una significativa rivoluzione delle coscienze”.

Bandiere a mezz’asta nelle sedi Uil. Lo ha disposto il segretario generale etneo Parisi, ieri alla fiaccolata.

Postato in CATANIA, Cronaca, In evidenza0 Comments

MAFIA – Parla un pentito:”Messina Denaro operato al volto nel Nord Italia” [Vd Tg]

Siciliani e calabresi. Mafiosi e rappresentanti delle ‘ndrine custodi dei segreti di Matteo Messina Denaro. Medici del Nord Italia che curano il latitante e racconti di interventi di chirurgia plastica per cambiarne il volto.

C’è tutto questo nella nuova inchiesta sui presunti favoreggiatori del capomafia di Castelvetrano. Lo scrive il giornalista di Live Sicilia Riccardo Lo Verso.  L’indagine nasce dalle dichiarazioni di un pentito calabrese che ha già collaborato con i pm di Reggio Calabria e Genova. Ad un certo punto nei suoi verbali ha fatto capolino il superlatitante e così sono entrati in gioco i magistrati palermitani. Il pubblico ministero Maurizio Agnello avrebbe voluto archiviare il caso, ma il giudice per le indagini preliminari Lorenzo Matassa ritiene che le vicende vadano almeno valutate nel corso di un’udienza preliminare. Così ha ordinato l’imputazione coatta nei confronti di otto persone. Secondo il pm Agnello, ci sarebbe un vizio formale nell’ordinanza di imputazione coatta del giudice e ha pronto un ricorso in Cassazione perché “sarebbe stato violato il diritto di difesa” degli indagati. Schermaglie in punto di diritto.

Il pentito ha raccontato di avere condiviso dei periodi di detenzione con altri detenuti calabresi, ed è da loro che avrebbe appreso circostanze che riguardano la latitanza del capomafia trapanese. Si passa dall’intervento chirurgico eseguito in Piemonte o in Val D’Aosta da un medico di cui il collaboratore conosce l’identità, con il coinvolgimento della moglie. Ecco perché l’ipotesi di favoreggiamento riguarda anche la donna e alcuni personaggi di Campobello di Mazara e Castelvetrano.

I carabinieri del Ros hanno valutato positivamente la credibilità dei racconti del collaboratore, di cui non si conoscono i particolari, ma “limitatamente alla identificazione di persone, luoghi e periodi di detenzione”.  Rimane solo il dubbio se sarà l’ennesima pista senza sbocco alcuno. Di avviso opposto il gip secondo cui, “gli elementi di prova sono rilevanti in termini accusatori e sono comunque tali da essere valutate quantomeno in sede di udienza preliminare”.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, Video0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98