Archive | aprile 12th, 2017

PALERMO – La marcia della dignità per i disabili, Pif e l’Arcivescovo contro il Governatore

In centinaia stamattina si sono ritrovati davanti alla Cattedrale di Palermo per protestare contro la carenza di risorse destinate all’assistenza ai disabili. La marcia silenziosa, organizzata dal gruppo “Siamo handicappati no cretini”, proseguirà verso Palazzo d’Orleans, dove leggeranno un appello al Capo dello Stato.

Tra i presenti anche Pif, l’arcivescovo Corrado Lorefice, il presidente di Confcommercio Palermo, il Coordinamento H, il forum del III Settore, la pastorale diocesana e la Cgil.

Nel corso della marcia Lorefice ha chiesto un minuto di silenzio. “Non siamo qui per essere contro ha detto Loreficema per dare voce a chi non ne ha. Ognuno di noi è qui per tanti motivi. Nel Cristianesimo la fragilità è una potenza e una potenza di riscatto. Ma tutti possiamo essere accomunati dalla stessa istanza che nessuno si faccia strada con i poveri ma aiutiamo i poveri a farsi strada. Noi siamo qui per attraversare le coscienze per di quanti non possono assumersi la responsabilità o per il loro compito politico o amministrativo”.

C’è molta gente e mi fa molto piaceredice Giovanni Cupidi, uno degli attivisti -. Oggi non chiediamo nulla, è una marcia silenziosa perché tutto quello che dovevamo dire lo abbiamo già detto. I soldi annunciati da Crocetta non sono arrivati, che mi risulti. Ma aldilà di questo il provvedimento non serve a nulla. È solo una mancia elettorale, uno spreco. La legge non prevede tutte queste distinzioni. Prevede la disabilità e un piano per ogni persona, diverso a secondo dei casi. Noi proponiamo un metodo diverso, quello che prevede la legge 328 del 2000. Il piano triennale per la disabilita. Non vogliamo soldi – conclude – servono i servizi”.

Siamo contenti delle adesioni da parte del mondo della società civile – aggiunge Vincenzo Muratore, membro del gruppo “Siamo handicappati no cretini”e abbiamo scelto il silenzio perché siamo stanchi di parlare, gridare. Siamo convinti che a questo punto solo la presenza conti. Ancora non sanno quanti disabili ci siano. Non è stato completato il censimento e la presa in carico. Le richieste le abbiamo lanciate. Loro sanno tutto quello che vogliamo. E’ la nostra dignità che vi deve dare rispetto”.

 

Postato in Cronaca, Eventi, In evidenza, PALERMO0 Comments

SICILIA – Cimino annuncia emendamento su Precari nella Finanziaria regionale

Enti locali e procedure di stabilizzazione dei precari. Il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana, ha appena lanciato un appello affinchè ai Comuni in riequilibrio finanziario sia consentito di condurre i contratti dei lavoratori precari a 24 – 36 ore settimanali. Tale proposta è condivisa dal deputato e portavoce regionale di Sicilia Futura, Michele Cimino, che afferma: “Bisogna trasformare la proposta di Messana in una norma con la Finanziaria regionale, al fine di evitare disparità con i Comuni in dissesto finanziario dove il costo dei contrattisti viene sostenuto totalmente dalla Regione. Non ci possono essere distinzioni tra i precari. Pertanto presenterò un emendamento che garantisca la copertura economica dei contratti dei lavoratori stabilizzati nei Comuni in riequilibrio finanziario.”

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica0 Comments

AGRIGENTO – PD, Silvia Licata e Peppe Zambito in replica all’assessore Riolo

La segretaria cittadina del Partito Democratico di Agrigento, Silvia Licata, replica all’intervento dell’assessore e consigliere comunale del Pd di Agrigento, Gerlando Riolo, nel merito della questione rapporti tra Pd e Amministrazione comunale di Agrigento. Silvia Licata afferma : “Stupisce ancor di più al segretario cittadino del Pd apprendere che le preoccupazioni per l’uscita dalla maggioranza di un intero gruppo consiliare, con le conseguenti dimissioni dell’assessore a loro vicino, non siano condivise dal gruppo consiliare del Pd e dall’assessore Riolo che di quel gruppo fa parte. E stupisce ancor di più la richiesta di un incontro, di cui la segretaria con il capogruppo ha già concordato il suo svolgimento dopo le festività pasquali. Queste scomposte reazioni evidenziano nervosismo, quindi dobbiamo preoccuparci veramente. Nessuno potrà impedirci di discutere della città e del suo governo.”

E a proposito del sostegno del Partito Democratico alla Giunta Firetto ad Agrigento, il segretario provinciale del Pd di Agrigento, Peppe Zambito, afferma: “E’ maturo il tempo dei chiarimenti e pertanto ho chiesto al segretario regionale, Fausto Raciti, di esplicitare i termini di questo appoggio e di favorire il ritorno del dibattito sulla città nel circolo Pd di Agrigento, per evitare che la partecipazione del Partito democratico all’esperienza amministrativa si riduca alla semplice comunicazione delle scelte fatte e non, come credo giusto, ad una vera condivisione di un progetto per la città.”

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Apertura del percorso Ipogeo alla Kolymbetra [VIDEO]

Ad Agrigento nella Valle è stato inaugurato il percorso antico dell’ipogeo che collega il giardino della Kolymbetra al Parco Archeologico dei Templi.

L’intervento, che rientra all’interno del progetto di valorizzazione volto a raccontare la storia dell’antica città di Akragas, sostenuto e promosso dal Fai, Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con il Parco della Valle dei Templi, si è concentrato sulla messa in sicurezza dell’ipogeo per renderlo accessibile al pubblico, e ha permesso di raccogliere ulteriori informazioni sulla natura di questo ambiente sotterraneo.

I lavori hanno portato alla luce una canalina di scolo delle acque che ha confermato il carattere idraulico dell’ipogeo, che è alto circa 2 metri e largo 50 – 60 cm. Il percorso sotterraneo che abbraccia il Giardino della Kolymbethra alla Valle dei Templi è lungo 185 metri. Finalmente i visitatori, muniti di elmetto e organizzati in piccoli gruppi guidati da uno speleologo, potranno accedere all’ipogeo seguendo quello che un tempo era il corso dell’acqua, fino a riemergere nel parco archeologico.

Alla presentazione, oltre al direttore del Giardino della Kolymbetra, Giuseppe Lo Pilato e al Presidente Fai di Agrigento, Giuseppe Taibi, sono stati presenti, tra gli altri, il vicepresidente esecutivo del Fai, Marco Magnifico, il direttore del Parco, Giuseppe Parello, il cardinale Francesco Montenegro, la Soprintendente ai Beni Culturali di Agrigento, Gabriella Costantino e il Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede.

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, In evidenza, Video0 Comments

LICATA – Hashish e cocaina, denunciato un bracciante agricolo

A Licata la Polizia ha denunciato a piede libero alla Procura di Agrigento un bracciante agricolo di 32 anni sorpreso, nel corso di una perquisizione domiciliare, in possesso di 3 involucri contenenti hashish per 7,75 grammi e altri 2 con dentro cocaina per 1,05 grammi. All’uomo, A B sono le iniziali del nome, sono stati sequestrati anche 2 bilancini di precisione ed un cutter.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

LICATA – Abusi sessuali su disabile, arrestato bracciante agricolo

I poliziotti del Commissariato di Licata, diretto da Marco Alletto, e la Procura di Agrigento, tramite il sostituto Andrea Maggioni, hanno disposto ed eseguito l’arresto di un uomo di 70 anni di Licata, bracciante agricolo, che avrebbe abusato sessualmente di una ragazza affetta da disturbi psichici, tentando di abusare allo stesso modo anche della sorella di lei, di 13 anni di età. E’ stata la 13enne a raccontare quanto accaduto ai genitori, e i genitori hanno presentato denuncia. Il bracciante, ristretto ai domiciliari, risponderà di violenza sessuale continuata e consumata ai danni di una donna affetta da disturbi psichici, dal 2004 al 2016. Il settantenne è un familiare acquisito delle due ragazze, e a lui i genitori hanno affidato spesso le figlie quando sono stati a lavoro.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – L’assessore Gerlando Riolo interviene sul comunicato stampa del circolo Pd

L’assessore e consigliere comunale di Agrigento, Gerlando Riolo, del Partito Democratico, interviene a seguito dell’intervento diffuso alla stampa sabato scorso dal Circolo del Partito Democratico di Agrigento a firma della segretaria cittadina, Silvia Licata. Gerlando Riolo afferma: “Stupisce non poco apprendere da un comunicato della segretaria del Circolo PD di Agrigento, Silvia Licata, dello svolgimento di riunioni della Commissione provinciale per il Congresso che, piuttosto che occuparsi appunto del Congresso del Partito Democratico, discuta delle strategie politiche del Partito rispetto ai rapporti con la maggioranza consiliare al Comune di Agrigento e con l’Amministrazione attiva dello stesso Comune. Non è indifferente notare che il Partito Democratico al Comune di Agrigento, così come a livello nazionale e regionale, fa parte della maggioranza consiliare a pieno titolo, con il proprio gruppo consiliare, che appoggia in maniera serena e convinta l’Amministrazione, sviluppando una politica costruttiva, ottenendo risultati concreti, come nel mio settore, la solidarietà sociale. Definire pertanto divisiva questa esperienza amministrativa lascia perlomeno perplessi perché non si capisce come possa un Partito essere diviso per il fatto di essere al governo di una Città capoluogo. Ciò nonostante, io, nella veste di Assessore del Partito Democratico, sono sempre stato e continuo ad essere sempre disponibile a qualsiasi confronto con gli organismi del Partito a cui compete la funzione di dialogo e di analisi.”

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Inchiesta “Duty Free” , annullato licenziamento a Vincenzo Tascarella

Il Giudice del Lavoro di Agrigento ha annullato il licenziamento di Vincenzo Tascarella, 63 anni, funzionario dell’Agenzia delle Entrate di Agrigento, inquisito nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Duty Free” ruotante intorno a presunti illeciti commessi nella stessa Agenzia. Il giudice ha accolto le tesi difensive degli avvocati Sonia Vella e Lorenzo Infantino secondo cui la contestazione per il licenziamento è stata compiuta dall’Agenzia in ritardo di 24 ore rispetto ai termini di legge, che sono 40 giorni. Il Giudice ha inoltre disposto che a Tascarella sia corrisposta la retribuzione dal giorno in cui è stato sospeso.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SONDAGGIO DEMOPOLIS – Il M5s vola in Sicilia con il 37%

Se si votasse oggi in Sicilia per le Elezioni Politiche nazionali, il Movimento 5 Stelle conquisterebbe il 37% dei consensi, superando ampiamente il Partito Democratico, attestato nell’Isola al 20%. Forza Italia otterrebbe il 17%, Alternativa Popolare con i Centristi l’8,5%, Fratelli d’Italia il 6%. Sotto il 4% le altre liste.

È la fotografia sul peso dei partiti, scattata in Sicilia dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Netto appare il vantaggio del M5S, primo partito nell’Isola: nel voto per la Camera dei Deputati, il Movimento di Grillo, guidato in Sicilia da Giancarlo Cancelleri, ottiene una percentuale di circa 7 punti superiore rispetto all’attuale media nazionale rilevata da Demòpolis. Rispetto al successo delle Europee si ridimensiona il Partito Democratico, che appare penalizzato dalle vicende nazionali degli ultimi mesi: con il 20% si attesta comunque al di sopra del risultato ottenuto alle Politiche del 2013.

Minore rispetto al passato, con il 17%, appare in Sicilia il peso del partito di Berlusconi che – come emerge dal trend dell’Istituto Demopolis – sembra comunque beneficiare dell’effetto “Referendum”, guadagnando 3 punti negli ultimi 6 mesi. Resta ampiamente sopra la media nazionale l’area centrista di Alfano con l’8,5%; cresce ulteriormente la formazione di Giorgia Meloni. Sono numerosi i partiti sotto il 4% (tra cui MDP, la Lega, Sinistra Italiana), destinati ad avere un ruolo in Sicilia soprattutto nella competizione per il Senato per il quale si voterebbe oggi con un proporzionale puro su base regionale e con soglie di coalizione.

Il quadro delle intenzioni di voto si modifica sostanzialmente alle Amministrative e nelle elezioni per il rinnovo dell’ARS. “Diverse, con variazioni significative per ciascun partito – afferma il direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento – risulterebbero oggi le scelte di voto dei siciliani per le Elezioni Regionali, in programma il prossimo 5 novembre, nelle quali da sempre, in Sicilia, cresce il peso delle liste a forte caratterizzazione regionale”.

Si pensi, ad esempio, a Riparte Sicilia di Crocetta, al movimento Diventerà Bellissima di Musumeci, a Cantiere Popolare di Romano, ad Idea Sicilia di Lagalla, ai socialisti, agli autonomisti e agli indipendentisti, a Sicilia Futura di Cardinale e D’Agostino, ecc. “Non va neanche dimenticata – aggiunge Pietro Vento – l’estrema mobilità del voto dei siciliani che, nelle ultime tornate elettorali, hanno manifestato un grado di “infedeltà” ai partiti decisamente superiore a quello registrato a livello nazionale, cambiando spesso idea da un’elezione all’altra. È uno scenario in costante evoluzione, condizionato da un alto tasso di astensione: più di 4 elettori siciliani su 10 – conclude il direttore di Demopolis – non si recherebbero oggi alle urne per il rinnovo di Camera e Senato”.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98