Archive | aprile 20th, 2017

PALERMO – “Squillo” sudamericane, Blitz della polizia: sgominata una rete di incontri nelle case del centro

L’edicolante di via Libertà a Palermo in affari con la prostituzione. Un business redditizio  che non conosce crisi, pubblicizzato su internet con annunci allettanti  e foto di procaci ed esotiche ragazze sudamericane pronte a concedere piacevoli momenti di relax. Sul conto di Marco Cricchio, 38 anni e sua moglie venezuelana già in passato coinvolta in un’inchiesta sul sesso a pagamento , hanno indagato gli investigatori del commissariato, che sono andati ad arrestarlo sul posto di lavoro, l’uomo è finito agli arresti domiciliari, nelle’elenco degli indagati è finita anche la moglie che si sarebbe occupata di tenere i contatti con le prostitute. Su un sito web le proposte, poi gli appuntamenti negli appartamenti di via Sampolo, via dei Cantieri e via Sperlinga con ricambio mensile per le prostitute per non fornire punti di riferimento. Le ragazze ogni giorno incontravano diversi clienti, con tariffe che oscillavano tra i 40 e i 100 euro. Un giro di affari notevole che avrebbe permesso all’edicolante di ottenere buoni guadagni.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

CANICATTI’ – 118, Fontana incontra l’Assessore Gucciardi e riassicura: “L’ambulanza medicalizzata non si tocca”

“L’ambulanza medicalizzata a Canicattì non si tocca – dichiara il vicepresidente della commissione Sanità all’Ars, Vincenzo Fontana – che stamattina ha incontrato l’Assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, per affrontare il tema che nelle scorse settimane aveva creato malumori a Canicattì e nei comuni dell’ hinterland”.

“Nelle scorse settimane infatti – continua Fontana – si era diffusa la notizia che l’ambulanza in servizio al 118 dell’ospedale di Canicattì, sarebbe diventata MSD, mezzo soccorso di base e non medicalizzata”.

“Il problema non esiste – conclude il deputato agrigentino – ho ribadito all’Assessore l’importanza dell’ambulanza medicalizzata all’ospedale di Canicattì, sia per il numero di interventi che lo stesso registra, che per il numero di Comuni che usufruiscono di questo importante servizio. L’Assessore mi ha assicurato che l’ambulanza sarà medicalizzata. Sono soddisfatto ed orgoglioso di poter dare questa notizia ai tanti Sindaci che avevano sollevato la questione e ai cittadini che attendevano con ansia una risposta concreta”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

AGRIGENTO – “Alta Tensione”: confermato divieto dimora per Trupiano, 20 indagati.

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, rigettando le istanze della difesa, ha disposto la conferma della misura del divieto di dimora in provincia di Agrigento per Giovanni Trupiano, 60 anni, l’ex verificatore Enel finito al centro di un’inchiesta denominata “Alta tensione” e indagato per corruzione in atti contrari ai doveri d’ufficio e tentato estorsione in concorso.

L’altra figura chiave della vicenda è Domenico La Porta, 63 anni, a cui, nelle settiamane passate, il gip, in accoglimento delle istanze presentate dall’avvocato difensore, ha revocato il divieto di dimora, sostituendolo con l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria di Agrigento, con firma da apporre sui registri due volte la settimana. L’inchiesta ha portato i carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile della Città dei Templi ad indagare, su coordinamento della Procura della Repubblica, su una ventina di persone, tra loro diversi imprenditori.

Secondo le accuse i due ex verificatori Enel avrebbero chiesto soldi per “chiudere un occhio” sulle verifiche.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

CANICATTI’ – Rubati seimila euro nell’ufficio Anagrafe del Comune

Furto con flex per tagliare un armadio corazzato dell’ufficio Anagrafe del Comune di Canicattì. I ladri senza trovare alcuno ostacolo hanno agito durante la notte senza preoccuparsi dei sistemi d’allarme, anti intrusione e della videosorveglianza di cui è dotato il complesso monumentale dell’ex Badia che avrebbe dovuto ospitare il “Centro attività per la Legalità e prevenzione del crimine”. Dopo aver forzato una delle porte finestre esterne sono arrivati sino all’ufficio Anagrafe hanno tagliato con il flex l’armadio corazzato impossessandosi di valori e denaro contanti assieme al denaro presente nelle gettoniere dei dispenser di bibite e merendine. Secondo una stima in totale circa 6 mila euro. La scoperta alla riapertura degli uffici comunali quando è stato pure acclarato che nessuno dei sistemi di vigilanza funziona. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

GROTTE – Vittima di mafia, ministero condannato al risarcimento da 800 mila euro

Il tribunale di Palermo ha condannato il Fondo per le vittime della mafia e dunque il ministero dell’Interno. Ad una famiglia di Grotte è stato riconosciuto il diritto ad essere risarciti – con 800 mila euro – per l’omicidio del proprio congiunto. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Era il 1999 quando il tribunale di Agrigento condannò i due autori del delitto al pagamento di 200 mila euro a ciascun componente della famiglia che aveva perso il proprio caro. In tutto, 800 mila euro appunto.

Il Fondo per le vittime della mafia però si oppose e i familiari si sono, pertanto, rivolti al tribunale civile di Palermo. Tribunale che ha condannato il Fondo. Resta, naturalmente, da capire se il ministero, adesso, farà o meno ricorso. 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Rottamazione cartelle, a un giorno dalla scadenza va in tilt il sito di Riscossione Sicilia

A un giorno dalla scadenza per la rottamazione delle cartelle esattoriale è andato in tilt il sito di Riscossione Sicilia. Il portale web si è bloccato rendendo di fatto impossibile ai professionisti la consultazione delle posizioni debitorie e la trasmissione telematica delle pratiche.

Per questo motivo i dottori commercialisti lanciano un appello affinchè venga prorogato il termine per la presentazione delle cartelle da rottamare. Mentre in aula all’Ars il presidente della commissione Bilancio, Vincenzo Vinciullo, ha chiesto un intervento del governo per evitare che solo la Sicilia resti tagliata fuori da questa opportunità.

 “Gli enormi sforzi del personale dipendente dell’agente della riscossione ed il grande lavoro dei commercialisti rischia di essere vanificato dall’impossibilità di utilizzo del sito istituzionale dell’esattore, evidentemente non preparato a ricevere un così alto numero di accessi – dichiara il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Siracusa Massimo Conigliaro – ed è per tale ragione che, alla luce delle numerosissime proteste degli iscritti, la Conferenza degli Ordini dei Dottori Commercialisti di Sicilia, ha richiesto un immediato ed urgente intervento atto al rinvio dei termini di scadenza di almeno 30 giorni, al fine di consentire a tutti di concludere l’operazione senza ulteriori disagi e inadempienze”.

“Se a ciò si aggiunge – continua Conigliaro – che la recente proposta di legge di definizione delle liti fiscali pendenti non ancora perfezionata in Parlamento, prevede quale condizione di accesso alla procedura la preventiva rottamazione delle cartelle, appare di tutta evidenza la grande confusione normativa ed il conseguente disorientamento dei contribuenti e degli addetti ai lavori. Confidiamo nella deputazione regionale e nazionale affinché possa urgentemente rappresentare il nostro grave disagio.

Postato in Cronaca, In evidenza0 Comments

Riunione per “Agrigento 2020 Capitale della Cultura” [VIDEO]

Prima riunione, allargata al territorio, del Progetto Agrigento 2020 Capitale italiana della Cultura, voluta dal sindaco Lillo Firetto per fare il punto sul dossier che sarà presentato al Ministero dei Beni Culturali a sostegno della candidatura. Presenti i responsabili della WePlan la società che ha l’incarico di elaborare il Progetto, questo primo incontro ha messo assieme, attorno al tavolo, Istituzioni e Associazioni. Presenti tra gli altri, oltre che al primo cittadino di Agrigento, i sindaci di Naro, Favara, Realmonte, Licata, la Sovrintendenza, il Distretto Turistico, il responsabile dell’Ufficio Cultura della Diocesi, il direttore generale di Coop culture, il Fai e numerosi rappresentanti di Associazioni e Ordini professionali , si sono stabilite una serie di priorità sulle quali iniziare a lavorare in vista del traguardo 2020, data in cui la città compie 2600 anni di storia dalla sua fondazione, consapevoli che occorre fare squadra per essere competitivi. Ognuna delle varie Istituzioni e Organizzazioni presenti sul territorio lavorerà per offrire il meglio, dal barocco di Naro, al paesaggio della Scala dei turchi di Realmonte fino alle peculiarità di Favara interessato dagli straordinari interventi della Cultural Farm e ad Agrigento con la sua Valle dei templi, il centro storico e la Kolimbetra, tutto dovrà essere messo a frutto per riuscire a presentare una candidatura in grado di raggiungere l’ambito traguardo.

“Per Agrigento – ha detto il sindaco Lillo Firetto – il traguardo 2020, anno dei 2600 anni dalla fondazione è un incrocio in cui la storia incontra il futuro. Il futuro che stiamo costruendo è fatto di buona volontà ed orgoglio di essere nati qui!”      

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, In evidenza, Video0 Comments

INCHIESTA ANAS – Indagata ex assessore regionale Ester Bonafede

L’ex assessore regionale Ester Bonafede, attuale vice commissario dell’Udc in Sicilia, è indagato dai pm di Firenze in una tranche dell’inchiesta sugli appalti Anas. Nell’inchiesta risulterebbe coinvolto anche il marito, l’ex magistrato Carmelo Carrara, per anni in procura a Palermo, poi eletto sindaco di Terrasini nelle liste dell’Udc, attualmente avvocato, e la funzionaria regionale dell’assessorato al Turismo Anna Maria Spanò. La tranche siciliana dell’inchiesta non ruoterebbe tuttavia attorno ad appalti Anas ma a presunti illeciti nella realizzazione di un albergo diffuso a Sambuca di Sicilia (Agrigento). I lavori riguardano la ristrutturazione di una trentina di immobili nel centro storico del paese da parte di un imprenditore del settore turistico, per un importo complessivo di circa quattro milioni di euro cofinanziato al 50% con Fondi Europei. L’architetto Ester Bonafede è il direttore dei lavori.

Postato in Cronaca, In evidenza0 Comments

COMISO – Arrestate due ragazze con la pistola

I carabinieri di Comiso hanno arrestato due ragazze per la rapina a un’anziana avvenuta lo scorso mese di febbraio nelle vicinanze dell’ufficio postale di via Mancini.

L’anziana signora si era vista puntare una pistola alla tempia mentre era a bordo della sua auto da due persone a volto coperto, tradite dalla loro voce di donna. Bottino della rapina la borsa contenente 230 euro. Attraverso la visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza posti nelle varie abitazioni private della zona, i carabinieri hanno individuato le due donne autrici della rapina.

Ulteriori riscontri sono stati forniti in seguito alle perquisizioni domiciliari che hanno consentito di recuperare l’arma dei delitto utilizzata e gli indumenti indossati il giorno della rapina. Le due donne fermate, le 27enni Lorena Martinez e Ketty Giannelli, sono state sottoposte agli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G. di Ragusa.

Postato in Cronaca, In evidenza, RAGUSA0 Comments

CALTANISSETTA – Nascondeva l’hashish sotto le tegole, arrestato tunisino

I poliziotti dell’antidroga hanno arrestato il cittadino tunisino Kadrawi Adnan, di 26 anni, per spaccio di hashish. La droga, circa 800 grammi, insieme con 1.000 euro e un bilancino di precisione, sono stati trovati in casa dell’uomo in via Aiello. I poliziotti da tempo seguivano gli spostamenti dell’uomo, più volte individuato presso la Villa Cordova.

La droga era nascosta all’interno di un armadio in legno e sotto le tegole del tetto dell’abitazione. L’arrestato è stato condotto in questura e, dopo le formalità di rito, su disposizione del pm condotto presso il carcere Malaspina.

 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98