Archive | maggio 5th, 2017

Barbara D’Urso e il lato B: il ballo con cui seduce tutti (a 60 anni) [VIDEO]

Video

Barbara D’Urso mostra un video su Instagram in cui è alle prese con una lezione di danza. Quello che colpisce, anche grazie ai tacchi molto alti, è il clamoroso Lato B di Carmelita considerando che tra pochi giorni, il 7 maggio, compirà 60 anni. La D’Urso ha annunciato che quella di oggi di Pomeriggio 5, il programma che lei conduce su Canale 5, andrà in onda da Roma anziché da Milano.

Video

Postato in Dall'Italia, Eventi, Gossip, In evidenza, Spettacolo0 Comments

“Monopoli – Akragas” , Di Napoli: “Siamo vivi, crediamo ancora nella salvezza diretta”

Il tecnico biancazzurro Di Napoli ha parlato questa mattina, presso la sala stampa dello stadio Esseneto, poche ore prima della partenza per Monopoli, dove l’Akragas si giocherà la salvezza diretta, domenica 7 maggio, allo stadio “Veneziani” contro i biancoverdi. “Sarà una gara da affrontare con la stessa cattiveria e determinazione di sempre. Dovremmo andare a Monopoli convinti di poter vincere. Affronteremo una squadra che ha fatto bene in quest’ultimo periodo. Noi, però, abbiamo bisogno di punti e andremo lì a giocarci la nostra gara. Se incombe il pensiero dei play-out? No. Il campionato termina domenica pomeriggio. Noi fino alla gara contro il Monopoli nutriamo ancora una speranza di ottenere la salvezza diretta. Dobbiamo essere positivi e consapevoli della nostra forza”. 

FONTE: FROZA AKRAGAS

Postato in AGRIGENTO, Sport0 Comments

SICULIANA – Ritrovati tre immigrati, salvata donna incinta

A Siculiana, su una scogliera sono stati scoperti e soccorsi tre immigrati, tra cui una donna incinta. Sul posto sono intervenuti i marinai della Guardia costiera di Porto Empedocle, la Guardia di Finanza ed i Carabinieri. La donna è stata ricoverata all’ospedale di Agrigento. I due uomini sono stati condotti nella caserma “Anghelone” della Polizia in via Crispi ad Agrigento per le procedure di identificazione. Sarebbero stati gli stessi migranti a telefonare alla Capitaneria di Porto Empedocle. Verosimilmente, i tre, sedicenti tunisini, sono stati lasciati sugli scogli da un peschereccio di passaggio.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

CASO ONG – Il Csm:”Pieno sostegno a tutte le indagini”. Ma convoca il procuratore Zuccaro

Il Csm è pronto a dare “ogni sostegno possibile” al procuratore di Catania Carmelo Zuccaro perché le sue indagini e quelle di altre procure sul traffico di migranti possano svolgersi “ con la massima efficacia e tempestività”. Ma l’opportunità delle sue esternazioni alla stampa e in tv sui presunti rapporti tra scafisti e Ong impegnate   nel soccorso in mare  dei migranti sarà vagliata dalla Prima Commissione, che la prossima settimana deciderà quando convocarlo.

Postato in CATANIA, Cronaca0 Comments

CALTANISSETTA – Identità rubata sul web, perdono per due ragazze

Avevano rubato l’identità di una coetanea sul web scrivendo nella sua pagina frasi offensive verso altre persone. Due studentesse di Caltanissetta per questo atto di “pirateria informatica” hanno rischiato una condanna ad un anno e sei mesi, cosi come aveva sollecitato il Pm. Ma davanti al Giudice si sono pentite, hanno chiesto scusa e per la vicenda hanno ottenuto il “perdono giudiziale”.  

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Scompare via Tito. sarà dedicata ai Martiri delle Foibe

Non ci sarà più una via intitolata a Tito a Palma di Montechiaro . Da oggi, la strada che per anni ha portato il nome del dittatore jugoslavo cambierà toponimo: si chiamerà via dei Martiri delle Foibe. E‘ quanto ha deciso il commissario straordinario che amministra il comune, Antonino La Mattina, per riparare ad un errore del passato. Stamattina sono arrivate le nuove tabelle toponomastiche che sono state installate al Villaggio Giordano, proprio nella strada dove fino a pochi anni fa  c’era il commissariato di Polizia.   

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi0 Comments

LICATA – Sorpresi a rubare profumi e cosmetici: arrestato 32enne disoccupato romeno e una 16enne denunciata

A Licata i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato ai domiciliari, in flagranza di reato, Iosif Liviu Preda, 32 anni, originario della Romania e domiciliato a Licata. Ed è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Palermo una studentessa di 16 anni, anche lei originaria della Romania. Entrambi rispondono di concorso in furto aggravato perché in via Gela sono stati sorpresi appena fuori il negozio “Acqua e Sapone”, in possesso di alcuni profumi e articoli cosmetici rubati nell’esercizio commerciale e nascosti in uno zaino.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Il ritorno di Raffale Lombardo in politica

Il ritorno di Raffaele Lombardo in politica. L’ex Governatore sarà la guest star, domenica 14 maggio a Enna alla convention nella quale il Movimento per l’Autonomia diventerà qualcos’altro. “Sono stato invitato tante volte in questi anni ma non sono mai andato. Questa volta non potevo dire di no”. “Lo organizzano tanti miei amici. Io sarò lì solo per dare una mano. Non è previsto un mio intervento. L’ex Presidente precisa pure che “visto che l’Mpa si identificava con me, non ci sarà una lista che si chiamerà cosi. Ne ci sarà un Lombarod in lista”. Nè lui , nè suo figlio che deputato uscente.

Domenica 14 ad Enna ci saranno gli amici da Gaetano Armao a Roberto Di Mauro, da Giovanni Greco ad Antonio Scavone e Pippo Compagnone ma la convenction segnerà anche il ritorno di Cateno De Luca che la politica ricorda ancora per le sue esuberanze come la protesta incatenato in mutande.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

LIEGI – Ucciso ristoratore di Favara

È stato ucciso a colpi di arma da fuoco. Rino Sorce, 51 anni, di Favara, alla periferia di Liegi, in Belgio. L’uomo, titolare della pizzeria “Grande fratello”, è stato freddato davanti al suo ristorante mercoledì alle 22,35.

Sorce, secondo le ricostruzioni dei media locali, era uscito dal locale e si stava dirigendo verso la sua auto. “Aveva appena chiuso il suo ristorante. Sono stati sparati diversi colpi”, dice il procuratore Damien Leboutte al quotidiano belga “Lameuse”.

Il 17 settembre 2016 un altro episodio simile era accaduto a Liegi: venne ucciso un empedoclino e ferito un favarese.

Postato in Cronaca, Dal Mondo, In evidenza0 Comments

SICILIA – Bocciata la riforma dell’acqua, tornano i Privati [VIDEO]

La Corte costituzionale boccia definitivamente il cuore della legge sull’acqua approvata dall’Ars due anni fa e che, nelle intenzioni di governo e maggioranza, doveva portare alla ripubblicizzazione del settore affidato in alcune province ai privati con conseguente incremento delle tariffe. Proprio la parte della legge regionale che prevedeva il taglio delle tariffe, da fissare con decreto del presidente della Regione, è stata dichiarata dai giudici incostituzionale. Così come la parte che riduceva gli anni dei contratti affidati ai privati e ridisegnava il sistema.  L’ex assessore Gaetano Armao attacca: “Altra figuraccia dell’Ars, la Corte costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità della legge regionale 19 del 2015, di cui avevamo denunciato per tempo l’irragionevolezza – dice Armao – dopo la vicenda dei sindaci defenestrati per mancata approvazione del bilancio, i manager ASP è un susseguirsi di norme incostituzionali. L’eliminazione del controllo preventivo da parte del Commissario dello Stato sancito dalla Corte costituzionale avrebbe dovuto determinare un supplemento di responsabilità da parte del Parlamento regionale. Siamo invece in preda ad un delirio dove politici senza scrupoli o pivelli senza conoscenze legiferano su tutto danneggiando i siciliani. Occorre istituire subito un organismo indipendente che impedisca questo scempio dell’autonomia, indicando sin da subito le norme che non possono essere votate per palese incostituzionalità”.

Ma il deputato dem Giovanni Panepinto attacca: “La sentenza della Corte Costituzionale che ha sostanzialmente cassato gli articoli che riguardano la gestione del servizio idrico in Sicilia e il modello tariffario – compresa la parte relativa al costo dell’acqua fornita da Siciliacque – di fatto azzera il referendum al quale hanno votato 27 milioni di italiani e calpesta l’Autonomia siciliana e le prerogative statutarie. È evidente che la grande lobby dell’acqua non pensi che sia una partita chiusa. Chi oggi festeggia questa sentenza dovrebbe ricordare che nel 2004 fu stipulata una convezione di 40 anni con una società per la gestione di risorse idriche, strutture e dighe pagate dai contribuenti siciliani. Credo che questa vicenda metta in discussione anche i rapporti fra il Partito Democratico, il governo regionale che non si è costituito di fronte ai giudici della Corte e che non ha applicato la legge in questi due anni, e il governo nazionale che ha impugnato la legge”.

Postato in Cronaca, In evidenza, Politica, Video0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98