Archive | maggio 9th, 2017

MENFI – Operazione ” Clean Environment” , la Gdf sequestra discarica abusiva di oltre 33 mila mq: 4 denunciati [FOTO][VIDEO]

La Guardia di Finanza di Sciacca (Ag) ha sequestrato in contrada Genovese, nel territorio del comune di Menfi, una discarica abusiva su un’area di oltre 33 mila metri quadrati, su cui insiste un impianto industriale in disuso.

Nel terreno, grande quanto cinque campi di calcio, sono stati trovati scarti da produzione di calce idrata e di intonaci per uso edile, nonché un esteso sversamento di catrame. L’area era gestita dalla società Focat s.r.l., fallita nel dicembre 2015, con sede amministrativa a Valderice (Tp) ed operante, sin dai primi anni 70, nel settore della produzione di calce.

Per la crisi di liquidità precedente alla dichiarazione di fallimento, la società si era trovata impossibilitata a sostenere i costi di smaltimento del materiale risultante dallo scarto di produzione, composto da sostanze altamente inquinanti. Una situazione economica che, secondo gli investigatori, aveva determinato il deposito degli scarti nel terreno antistante l’impianto da parte degli amministratori della Foca. L’accumulo dei materiali ha poi comportato la formazione di enormi depositi a diretto contatto con il suolo e l’aria, oltretutto privi della benché minima protezione dagli agenti atmosferici.

I successivi accertamenti hanno permesso di dimostrare in modo più puntuale come, in un momento di crisi aziendale che sarebbe poi diventato irreversibile, gli amministratori protempore della Focat avessero continuato ad operare sul mercato garantendosi una sostanziale riduzione dei costi aziendali che erano tenuti invece a sobbarcarsi per lo smaltimento dei rifiuti, in tal modo infrangendo deliberatamente le stringenti norme che tutelano l’ambiente dall’abbandono incontrollato degli scarti tossici e pericolosi.

Dalle analisi dei laboratori dell’Asp e dell’Arpa di Agrigento è emerso che che i rifiuti, composti per lo più da idrocarburi saturi ad alto peso molecolare, avessero un elevato impatto ambientale e perciò costituissero un potenziale pericolo per la sottostante falda acquifera e, dunque, per la salute umana. I quattro legali rappresentanti legali della Focat sono stati denunciati  per realizzazione di discarica abusiva.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

AGRIGENTO – Gabriella Battaglia nominata nuovo assessore nella giunta Firetto

Gabriella Battaglia, 45 anni, ingegnere, consigliere comunale eletto nella Lista Civica “Uniti per la Città” ma da tempo dichiaratasi Indipendente è  la nuova componente cui il sindaco Lillo Firetto  ha affidato le deleghe alla Polizia Urbana, Viabilità, manutenzione stradale e Mobilità sostenibile.  che, assieme alla vice sindaco Elisa Virone, ora va ad accrescere la componente femminile in seno alla Giunta Comunale.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

BASKET – Stagione finita per la Fortitudo Agrigento, la Kontatto Bologna vince la serie 3-1

Niente impresa al PalaDozza, la stagione della Fortitudo Moncada Agrigento si chiude con la sconfitta per 3-1 nella serie contro la Fortitudo Kontatto Bologna.  80 A 58 il risultato finale.

Postato in AGRIGENTO, Sport0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – A fuoco un camion grudell’Abate Meccanica

A Porto Empedocle, all’interno dello stabilimento dell’ItalCementi, ha subito un incendio un camion – gru dell’impresa di manutenzioni “Abate Meccanica”. Il rogo è stato spento dai Vigili del fuoco. Il titolare, l’imprenditore Salvo Abate, è stato già bersaglio di alcune intimidazioni. Abate aderisce all’associazione antiaracket “Libero Futuro” di Agrigento, e il presidente della stessa associazione, Gerlando Gibilaro, afferma: “L’associazione antiracket di Agrigento e la neonata Rete Nomafie esprimono solidarietà ad Abate e rivolgono un appello a tutto il mondo imprenditoriale sano affinché si affianchi a chi subisce ritorsioni e intimidazioni di tipo mafioso e decida finalmente di unirsi al movimento antiracket denunciando alle forze dell’ordine le imposizioni e le ritorsioni mafiose. Soltanto quando saremo in tanti e la denuncia sarà collettiva potremo porre fine alle imposizioni e ritorsioni mafiose.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Incidente in via Cavaleri Magazzeni, motociclista in Rianimazione

A San Leone, in via Cavaleri Magazzeni, un’automobile, che poi ha proseguito la sua corsa, avrebbe tagliato la strada ad una moto, una Bmw 1200, e il centauro, un agrigentino di 44 anni, rovinato a terra dopo aver strisciato un’altra automobile, è stato soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato all’ospedale “San Giovanni di Dio”.

L’uomo, un farmacista è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. E’ in Rianimazione, in prognosi riservata “.L’agrigentino avrebbe riportato lesioni al fegato, ai reni ed alla milza. Un brutto trauma, veniva ricostruito dai medici, anche alla colonna vertebrale.

Saranno determinati, a quanto pare, le prossime 48 ore.

Indagini sono in corso da parte della Squadra Volanti della Polizia, intervenuta sul posto per i rilievi di rito.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Viadotto Petrusa è chiuso da 6 mesi, la Cisl organizza un sit-in [Vd Tg]

Dopo l’inaugurazione e la cerimonia in pompa magna con la presenza dei ministri Alfano e Delrio del primo lotto della strada statale 640 la cosidetta “Strada dei scrittori”, continuano i disagi nei collegamenti interni, nello specifico con la chiusura del viadotto Petrusa, lungo la strada statale 122, che collegava Agrigento con Favara.

Il ponte, lungo poco più di 150 metri, era stato chiuso al traffico da Anas che aveva fatto sapere che in complessivi 15 giorni il viadotto Petrusa sarebbe stato smontato e poi sarebbero stati collocati i nuovi pezzi prefabbricati per comporre un nuovo e sicuro cavalcavia. Dal 28 marzo scorso però, data quest’ultima dell’inaugurazione del primo lotto della strada Agrigento – Caltanissetta, il cantiere del viadotto Petrusa è stato praticamente abbandonato, e da mesi ormai i cittadini sono costretti a percorrere strade provinciali alternative.

A seguito di ciò interviene la Cisl Agrigento che ha organizzato per il prossimo 13 maggio una manifestazione di protesta invitando le comunità di Agrigento e Favara, più direttamente interessate, a partecipare attivamente affinchè si accelerino i tempi di ricostruzione del ponte e di ripristino del transito.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

SAN LEONE – Arrestati 3 giovani palmesi per tentato furto ruote auto

Ad Agrigento, a San Leone, lungo Viale dei Pini, la Guardia di Finanza ha sorpreso e ha arrestato tre giovani di Palma di Montechiaro, di 25, 28 e 32 anni, intenti a rubare le ruote di una Fiat 500 parcheggiata. I tre, colti in flagranza di reato, sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Salvatore Falzone eletto Vice Presidente del Consiglio Comunale

Il Consiglio comunale di Agrigento ha votato l’elezione del secondo vice presidente di Sala Sollano, al posto del dimissionario Raffaele Sanzo, eletto con una lista civica a fianco del sindaco Firetto. Con 15 voti su 23 votanti è stato eletto il consigliere comunale eletto con la lista “Forza Silvio”, Salvatore Falzone, di Forza Italia. Falzone è nell’Ufficio di presidenza del Consiglio insieme al collega vice, Gianluca Urso, di Alternativa Popolare ma eletto al Consiglio con la lista “Forza Silvio”, e alla presidente, Daniela Catalano, anche lei di Alternativa Popolare. Nel frattempo, si è insediato, ancora al posto di Raffaele Sanzo, il neo consigliere comunale di Agrigento, l’avvocato Calogero Alonge, che, all’atto del giuramento, ha aderito al gruppo di Forza Italia.

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

MAFIA – Patrimoni illeciti , terreni e aziende confiscati tra Sutera e Montedoro

Personale della Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta ha eseguito due decreti di confisca emessi dalla Sezione misure di prevenzione de tribunale locale, su proposta del direttore della Dia, nei confronti di Calogero Grizzanti, 61enne di Sutera (Caltanissetta), e di Gaetano Falcone, 71enne di Montedoro (Caltanissetta). I decreti sono stati emessi a seguito di indagini patrimoniali che hanno consentito di aggredire i patrimoni illecitamente accumulati dagli stessi.


Grizzanti è risultato reggente della famiglia mafiosa di Sutera, nonché fra gli uomini d’onore appartenenti al sodalizio capeggiato da Giuseppe «Piddu» Madonia, operante nella provincia di Caltanissetta. Gaetano Falcone, fratello di Nicolò che è rappresentante della famiglia di Montedoro, è risultato vicino ai vertici di Cosa nostra operante in provincia di Caltanissetta, ed in particolare è emerso quale «uomo d’onore» della medesima famiglia. Le confische hanno ad oggetto beni immobili in provincia di Caltanissetta. In particolare, si tratta di quattro aziende, sei immobili, 68 terreni, nonché numerosi rapporti bancari ancora in corso di quantificazione. 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

CALTANISSETTA – Droga e truffe, Pm chiede processo per 27 persone

La Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio di 27 persone, accusate a vario titolo di essere coinvolte in un traffico di cocaina nel territorio nisseno e in un presunto giro di truffe e ricettazioni di veicoli. E’ stata la pm Sofia Scapellato a chiedere il processo nell’udienza preliminare in corso davanti al gup Francesco Lauricella; di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio sono accusati Calogero Giarratana, 54 anni, originario di Ribera e residente a Caltanissetta), Paolo Greco, 46 anni, nato a San Cataldo e residente a Resuttano, Carlo Salvatore Sanfilippo, 38 anni, di Caltanissetta, Davide Campo, 33 anni, nisseno, e Luigi Matera, 46 anni, nisseno.

Di associazione a delinquere finalizzata alla truffa rispondono Michele Giarratana, 43 anni, di Caltanissetta, Carmela Messina, 69 anni, originaria di San Cataldo e residente a Caltanissetta, Andrea Scarantino, 43 anni, nisseno, Rosario Felice Gagliano, 64 anni, di Caltanissetta, Orazio Arcidiacono, 48 anni, nativo di Catania e residente a Mascali. Secondo l’accusa i presunti truffatori si impossessarono dei documenti di un’anziana pensionata e li utilizzarono per acquistare automobili ottenendo i finanziamenti per i pagamenti rateizzati. La decisione del gup è attesa per il 22 maggio.

 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98