Archive | maggio 24th, 2017

AGGUATO FAVARA – Carmelo Nicotra si è salvato miracolosamente da una condanna a morte

E’ stato operato questa notte dai medici dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, Carmelo Nicotra classe 1982 di Favara, l’uomo rimasto ferito  ieri sera in via Torino dove poco dopo le ore 22:00 c’è stata una sparatoria. Il trentacinquenne favarese è stato raggiunto dai potenti proiettili di un fucile la guerra, verosimilmente un kalashnicov, che gli hanno perforato il gluteo frantumandogli l’osso del femore.  Tre i sicari, due hanno sparato e il terzo è rimasto su un Fiorino. Come scrive il sito favarese siciliaonpress.com, qualcosa comunque non ha funzionato. Due armi micidiali a breve distanza non avrebbero dato scampo a nessuno. Un solo colpo ha raggiunto Nicotra ferendolo. La vittima ha avuto la forza di scappare che lo ha salvato da morte certa. Carmelo Nicotra, assistito dall’avvocato Salvatore Cusumano, è stato sentito dai Carabinieri, che stanno  conducendo l’indagine sull’inquietante episodio che ha scosso l’intera città di Favara. Su Nicotra gli investigatori eseguiranno anche lo “stub”,  meglio conosciuto come la prova del guanto di paraffina, per accertare se abbia  fatto uso di armi da fuoco.

Per tutta la notte i Carabinieri della Tenenza di Favara ed i colleghi del Comando provinciale di Agrigento hanno perlustrato palmo a palmo il magazzino di via Torino, davanti il quale è avvenuta la sparatoria, e dove, forse, i killer aspettavano il loro bersaglio. Ma anche via Firenze, la strada sovrastante, dove è presente una lunga scia di gocce di sangue, che  fa presupporre  il fatto che Carmelo Nicotra sia fuggito, per sottrarsi all’intensa pioggia di fuoco. Ferito ma non grave, l’uomo è stato accompagnato, da una persona al momento rimasta sconosciuta,  fino al cancello d’ingresso dell’ospedale di contrada Consolida, dove è stato visto zoppicante e sanguinante. Arrivato al pronto soccorso i medici hanno constatato la ferita di arma da fuoco e, come prassi, hanno avvisato le forze dell’ordine. E’ stato facile, a questo punto, collegare gli avvenimenti.  Da parte degli investigatori c’è il più stretto riserbo su cosa abbia detto o meno Carmelo Nicotra durante il primo sommario interrogatorio, l’uomo, comunque, sarà sentito ancora nelle prossime ore.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Fuoriprogramma negli Stati Uniti, foto porno proiettata in classe

È così grande” questo è il gioco di parole che ha sfruttato nella sua presentazione multimediale uno studente dell’università St. Edward’s di Austin Joshua Robinson Levine. Il compito era quello di esporre davanti alla classe un progetto riguardante una problematica ambientale. La professoressa aveva, inoltre, chiarito “Non limitatevi al testo, dovrà essere un lavoro multimediale e quindi potete inserire foto, video, link e anche i meme”. Il giovane ha preso la palla al balzo e per l’introduzione ha scelto un’immagine che lascia ben poco spazio all’immaginazione: il ritratto di una ragazza a carponi con la bocca spalancata corredato dalla didascalia “E’ così grande?”. Il commento era, però, riferito alla vastità dei rischi ambientali imputabili all’oleodotto, Dakota acess Pipeline, ideato da Donald Trump.

Postato in Cronaca, Dal Mondo, In evidenza0 Comments

Silvana Saguto verso l’espulsione dall’Anm

Silvana Saguto, ex presidente della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo e finita sotto inchiesta a Caltanissetta, e Alfonso Papa, ex deputato del Pdl, oltre che magistrato, condannato in primo grado per conduzione per induzione, vanno verso l’espulsione dall’Associazione Nazionale Magistrati.

E’ quanto deliberato dal collegio dei probiviri. Il verbale della seduta in cui sono state prese le decisioni nei confronti di Silvana Saguto e Alfonso Papa è stato trasmesso al presidente dell’Anm Eugenio Albamonte.

Nel documento redatto dai probiviri, si fa notare che, nonostante l’invito a presentarsi davanti al Collegio per rendere dichiarazioni ritenute “opportune”, Silvana Saguto ha invece “fatto pervenire una memoria difensiva con la quale chiedeva il rinvio della trattazione a data da destinarsi”.

I probiviri dunque hanno deliberato all’unanimità di proporre al Cdc dell’Associazione Nazionale Magistrati “la sanzione disciplinare dell’espulsione dall’Anm”.

Per quel che riguarda, invece, il procedimento a carico di Papa, il Collegio osserva che il magistrato “più volte invitato a comparire per essere sentito e/o produrre documentazione a discolpa, di fatto non si è mai presentato”. Considerato, si legge ancora sul verbale, che “dagli atti acquisiti emerge un comportamento lesivo dei doveri di indipendenza, imparzialità e correttezza” e rilevate “condotte di eccezionale gravità sotto il profilo etico”, anche in questo caso il Collegio propone la sanzione disciplinare dell’espulsione da Anm

Postato in Cronaca, PALERMO0 Comments

RACALMUTO – Festival, talk letterari alla scoperta dei talenti della Strada degli Scrittori [VD TG]

Ampio spazio alla narrativa e alla saggistica, all’interno del Festival della Strada degli Scrittori. Nei mesi scorsi il Distretto turistico Valle dei Templi ha invitato scrittori e romanzieri locali ad inviare le loro opere, allo scopo di dare voce, durante il Festival, a quei talenti locali che vivono sulla Strada degli Scrittori. Il risultato dell’iniziativa è stato sorprendente: quasi un centinaio i manoscritti inviati, indice di un grandissimo fermento creativo e artistico del territorio. Tra i molti lavori ne sono stati scelti alcuni, i migliori, da far scoprire al pubblico.

Ed è nei talk letterari, coordinati dal giornalista Gero Miccichè, che gli autori locali si raccontano. Dopo i primi due incontri, svolti a Favara e a Porto Empedocle, giovedì 25 maggio alle ore 18,30 a Racalmuto, al Parco Messana, si terrà il talk letterario “Saggi sulla Strada”. Questa volta è la forma saggistica e non il contenuto, ad unire le quattro opere selezionate: “L’arte dello scrivere di Leonardo Sciascia” di Nino Agnello; “Emilio Isgrò / Immagine o Parola?” di Veronica Di Carlo; “Architettura, Cultura e Tradizioni di Caltanissetta” di  Salvatore La Placa; “La Meraviglia è quando tremi” di Danilo Serra.

L’incontro tratterà i temi oggetto di ogni opera selezionata e le riflessioni riguardanti i modi della scrittura saggistica, le sue differenze con la scrittura narrativa e funzionale. Un’occasione inoltre per approfondire figure come quella dell’artista concettuale e pittore Emilio Isgrò, noto per il linguaggio artistico della “cancellatura”, artista visivo ma anche poeta, scrittore, drammaturgo e regista, a cui ha dedicato il proprio saggio la giovane Veronica Di Carlo. Interessante anche il saggio di Nino Agnello sulla scrittura di Leonardo Sciascia, natìo del “paese della ragione”. Danilo Serra tratta invece  alcune grandi personalità della storia del pensiero in un saggio incentrato sulla difficile relazione tra la sapienza e la meraviglia nell’epoca contemporanea. Ma sarà un’occasione anche per parlare di urbanità, tradizioni e cultura dei luoghi, prendendo le mosse dal saggio di Salvatore La Placa su Caltanissetta.

“Questo festival –dichiara Veronica Di Carlo– rappresenta l’emblema del far rete mediante la cultura. Ingloba in sé arte, letteratura e musica, dando voce ai pensieri e ai punti di vista multipli che caratterizzano la società odierna, sempre più bombardata da immagini e parole, il cui proliferarsi annienta la capacità critica dell’essere umano. Quest’aspetto ultimo rappresenta anche la summa del mio saggio su Emilio Isgrò”.

All’incontro interverrà anche Lorella Farrauto, presidente dell’associazione socio-culturale no-profit “Cristalli di sale”, per illustrare le varie attività sociali dell’organizzazione, dal recupero scolastico, ai laboratori artistici, alle attività di beneficenza e organizzazione di spettacoli letterari-musicali fino al circolo ricreativo-letterario “Libellula” per sole donne, tramite il quale sono stati promossi e valorizzati vari testi dei sei autori della Strada degli Scrittori.

Postato in Attualita', Cultura, Eventi, In evidenza, RACALMUTO, Video0 Comments

M5s, i deputati Ars rinunciano alla pensione [VD TG]

Rinunciano alla pensione da onorevole i parlamentari dei 5 stelle dell’Assemblea regionale siciliana. Ad annunciarlo è l’intero gruppo parlamentare, composto da 14 deputati.

I portavoce davanti ai cronisti convocati nella sala stampa dell’Ars hanno firmato la “rinuncia al vitalizio” sulla gigantografia di una lettera indirizzata al Consiglio di presidenza, dove c’è scritto “Dichiaro di rinunciare irrevocabilmente al diritto alla pensione come previsto dal superiore regolamento”.

Per regolamento, ogni deputato matura il diritto alla pensione a compimento di 4 anni, 6 mesi e un giorno nei cinque anni di legislatura. “Il giorno del privilegio è il 6 giugno”, dice il portavoce Giancarlo Cancelleri.

 

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica, Video0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Inseguito da mandato di arresto europeo, arrestato 28enne

A Palma di Montechiaro la Polizia ha arrestato Onofrio Salvatore Cavaleri, 28 anni, inseguito da un mandato d’arresto europeo emesso dall’autorità giudiziaria tedesca per un tentato omicidio che sarebbe stato commesso lo scorso 14 maggio, a colpi d’arma da fuoco, in un negozio di Duisburg. Cavaleri è stato trasferito nel carcere Petrusa ad Agrigento a disposizione dei magistrati e in attesa dell’estradizione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Cardinale Montenegro nella terna per presidenza Cei: la spunta Bassetti

Il cardinale Gualtiero Bassetti è il nuovo presidente della Cei. Lo ha annunciato il cardinale Angelo Bagnasco al termine della messa di questa mattina. Bassetti era il primo nome nella terna proposta al Papa dai vescovi italiani.

In corsa c’erano anche il vescovo di Novara e il cardinale Francesco Montenegro, vescovo di Agrigento. Nomi che erano comunque circolati alla vigilia e tra le figure dell’episcopato maggiormente in primo piano. Montenegro, presidente di Caritas italiana, arrivava dalla Sicilia dei migranti con una diocesi che abbraccia Lampedusa e fu lui ad accompagnare il Papa nella sua prima visita pastorale proprio nell’isola siciliana.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dall'Italia, Eventi0 Comments

AGRIGENTO – Consigliere Spataro(Fi): “Agrigento capitale della coltura del degrado”

“Agrigento capitale della Cultura 2020? Sì, come no. Nel frattempo Agrigento è la capitale del degrado 2017, tra incuria, fatiscenza e indifferenza verso i cittadini tassati al massimo consentito dalla legge in mancanza di servizi civici adeguati”.
Così afferma il consigliere comunale di Agrigento, Pasquale Spataro, di Forza Italia, che, allegando delle foto testimonianza, denuncia il vergognoso stato di degrado che incombe tra la via Tortorelle, via Cuoco e via Rapisardi. Spataro sottolinea: “Nonostante le tante segnalazioni agli organi comunali preposti, nella zona in questione non vi è alcuna traccia della seppur minima opera di manutenzione. La dignità dei cittadini, e in particolare dei residenti delle vie Tortorelle, Cuoco e Rapisardi, è offesa e calpestata giorno dopo giorno. Sono urgenti dei massicci interventi di decespugliamento e bonifica, soprattutto in un ampio appezzamento di terreno che ricade nei luoghi. Il discerbamento è necessario al fine di prevenire il proliferare di insetti e ratti, a tutela della pubblica incolumità. Dispiace che bisogna ripetere ciò che sono principi basilari di manutenzione del territorio. Evidentemente l’amministrazione Firetto insegue la capitale della Cultura. I cittadini invece marciscono nella “Coltura” di sterpaglie e rischio infezioni ovunque. Si intervenga rapidamente nelle vie Tortorelle, Cuoco e Rapisardi” – conclude Pasquale Spataro.

coltura_agrigento2

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Politica0 Comments

NARO – Denunciato pensionato per omessa custodia di armi

A Naro i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento A G, sono le iniziali del nome, 76 anni, pensionato, per omessa custodia di armi. Nel corso di una ispezione domiciliare, è emerso che l’anziano non ha custodito con la necessaria diligenza due fucili da caccia ed una rivoltella. A conclusione degli accertamenti, le armi e le munizioni sono state poste sotto sequestro dai Carabinieri.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PALERMO – Il Questore vieta i funerali pubblici per il boss Giuseppe Dainotti

Il questore di Palermo,  Renato Cortese, ha vietato i funerali pubblici per il boss Giuseppe Dainotti, assassinato lunedì mattina in via D’Ossuna. Sarà possibile soltanto una messa privata, nella cappella del cimitero. Niente altro. Per evitare che si ripeta quel corteo che fece tanto scalpore dopo la la morte di un altro boss alla Zisa, Giuseppe Di Giacomo, ucciso nel marzo 2014. In quella occasione c’era anche il gonfalone di una confraternita ad accompagnare la bara portata in spalla per le strade del quartiere. Diventò un caso nazionale, alcuni commercianti erano stati anche costretti ad abbassare le saracinesche al passaggio del feretro.

 

 

 

 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98