Archive | luglio 12th, 2017

SAN VITO LO CAPO – Evacuati in 700 da villaggio Calampiso

Un incendio è divampato in zona Grotticelli nel trapanese mettendo a rischio la riserva naturale orientata dello Zingaro. Il sindaco di Castellammare del Golfo, Niccolò Coppola, ha chiesto nuovamente l’invio di canadair che al momento risultano impegnati in altri incendi.

 

Un altro incendio, divampato a San Vito Lo Capo (Trapani), sta lambendo il villaggio turistico Calampiso dove ci sono circa 700 villeggianti che stanno evacuando la struttura a bordo di barche. Il sindaco Matteo Rizzo ha lanciato un appello sui social network per chiedere a chiunque sia in
possesso di imbarcazioni in buono stato di raggiungere il porticciolo per dare un aiuto nelle operazioni di evacuazione della megastruttura che si trova a San Vito Lo Capo. “E’ urgentissimo!”, scrive il sindaco.

Ieri dalle 23 circa un rogo partito da contrada Pilato ha devastato la montagna che sovrasta Castellammare del Golfo (Tp). L’incendio è ora circoscritto. Le circa 100 famiglie che erano state evacuate in zona Fraginesi sono rientrate in casa.

Migliaia di ettari di macchia mediterranea e colture sono andate in fumo e alcune abitazioni risultano danneggiate. Due canadair sono in azione: alcuni focolai ancora attivi fanno mantenere il massimo stato di allerta a forze dell’ordine, vigili del fuoco e protezione civile al lavoro su Monte Inici.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

AGRIGENTO – Droga in casa e furto di energia elettrica”, arrestato un 31 enne

Droga in casa e furto di energia elettrica”. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Agrigento, hanno arrestato Aidi Haitham. Il 31 enne è stato fermato per detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. I militari dell’Arma, dopo la perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto 15 grammi di hashish ed un coltello intriso della stessa sostanza stupefacente.

I carabinieri durante la perquisizione hanno anche notato che l’abitazione dell’uomo era provvista di energia elettrica pur non essendo  collegata alla rete Enel. I militari hanno seguito il percorso dei fili ed hanno scoperto che l’uomo era allacciato in modo precario e pericoloso all’illuminazione pubblica. La procura di Agrigento disponeva il regime degli arresti domiciliari per l’uomo, che dovrà rispondere anche del reato di furto di energia elettrica.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

TRAPANI – Inchiesta “Mare Monstrum”, il Riesame dispone nuovi domiciliari per Fazio

Il tribunale del riesame di Trapani, accogliendo il ricorso della Procura di Trapani, ha disposto nuovamente gli arresti domiciliari per l’ex deputato Girolamo Fazio, accusato di corruzione nell’ambito dell’inchiesta che ha coinvolto l’armatore Ettore Morace.

Il provvedimento non è esecutivo fino a quando si pronuncerà la Cassazione. Inizialmente posto ai domiciliari su richiesta dei pm di Palermo – l’indagine è poi stata trasferita a Trapani – , il gip decise di sostituire la misura con il divieto di dimora a Palermo. Contro la decisione ha fatto ricorso la procura di Trapani. Oggi la decisione del tribunale del riesame.

“Una triste pagina per la nostra città che oltre ad essere stata mortificata sul piano morale per le responsabilità di soggetti oggi interessati da provvedimenti giudiziari per corruzione, scopre che gli stessi soggetti per puro calcolo hanno pregiudicato la possibilità di dare alla città una espressione di governo democratico”. Lo afferma Piero Savona, già candidato sindaco di Trapani, commentando l’accoglimento da parte del tribunale del riesame di Trapani della richiesta di nuovi domiciliari per Girolamo Fazio. “Chi ha problemi giudiziari in materia di corruzione – aggiunge – dovrebbe evitare di coinvolgere le istituzioni rimettendo qualunque incarico e non condizionando i destini della collettività”.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

RACALMUTO – Festa del Monte 2017, stasera raduno dei Tammurinara

 Oggi a Racalmuto proseguono le iniziative collaterali inerenti la Festa di Maria Santissima del Monte con la tradizionale infiorata a cura dell’associazione “Un sogno per domani”. Alle 18 il secondo raduno dei Tammurinara di Sicilia in via Garibaldi. Alle 19, l’inizio della sfilata lungo le vie cittadine e alle 21, in piazza Crispi, l’esibizione finale.

E per la nostra programmazione, questa sera, alle ore 20.20, su Studio 98 potete seguire la registrazione integrale  del concerto-spettacolo della scuola di canto “Venus”.

Postato in Cultura, Eventi, RACALMUTO, Spettacolo0 Comments

AGRIGENTO – Maxi inchiesta “Self Service”, prima udienza in Appello per 8 imputati

Si è aperto, ieri, il processo davanti alla seconda sezione della Corte di Appello, relativo all’inchiesta denominata “Self Service” che ha disarticolato un presunto giro di tangenti all’Ufficio Tenico del Comune di Agrigento.

In primo grado, per la vicenda, sono stati condannati Luigi Zicari, funzionario dell’Utc, 4 anni, di reclusione; Sebastiano Di Francesco, ex dirigente dell’Utc, 2 anni di reclusione; Pietro Vullo, Roberto Gallo Afflitto e Gerlando Tuttomolondo, tutti a 2 anni di reclusione. Condannati anche due vigili urbani, Rosario Troisi, 1 anno e 4 mesi, e Calogero Albanese, 1 anno e 2 mesi. Condanna anche per un veterinario, Massimo Lorgio, 7 mesi di reclusione. I giudici della Corte di Appello hanno disposto l’acquisizione dei documenti e il rinvio al 24 ottobre della requisitoria.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

BASKET – Fortitudo Agrigento, Lorenzo Ambrosin è ufficialmente un giocatore biancazzurro!

La Fortitudo Moncada Agrigento comunica che Lorenzo Ambrosin è ufficialmente un giocatore biancazzurro. La guardia classe 97, 190 cm di altezza, proviene dal Basket club Jesolo, serie C Gold, con una media di 14.4 punti in gara. Non solo un realizzatore, ma decisivo anche a rimbalzo e in difesa. Lorenzo Ambrosin si è reso protagonista  nel settore giovanile dell’Umana Reyer Venezia dove è stato uno degli artefici dello scudetto Under 15 nella stagione 2011-2012.Nel  2014 è vicecampione italiano nella categoria under 17 e nel 2016 arriva ancora ad un passo dal titolo questa stavolta con l’under 20. Il suo talento non è mai passato inosservato. Sempre con la squadra under20 gioca nel 2015 l’Adidas Next Generation Tournament, il torneo giovanile organizzato dall’Eurolega. Oggi, Lorenzo Ambrosin è ufficialmente un giocatore della Fortitudo Moncada Agrigento.

LE PAROLE DI LORENZO AMBROSIN

“Sono felice. Per me è una grande opportunità. Ho sentito dire un gran bene sulla Fortitudo, inizialmente ho avuto paura per il salto di categoria, ma adesso sono carico ed ho voglia di iniziare questa nuova avventura. Voglio subito lanciare un messaggio ai tifosi, promettendo il mio massimo impegno e spero che loro siano sempre super numerosi”. 

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport0 Comments

AGRIGENTO – Falsi invalidi, chiesta confisca da 2 mln per Daniele Rampello

Il pm Carlo Cinque ha chiesto la confisca dei beni sequestrati e l’applicazione della sorveglianza speciale nei confronti di Daniele Rampello, 50 anni, di Raffadali, personaggio chiave dell’inchiesta denominata “La carica delle 104″, condotta dalla Digos di Agrigento  e coordinata dalla Procura della Repubblica, su un presunto giro di mazzette, favoritismi, certificati falsi e falsi invalidi, all’Asp della Città dei Templi.  Carlo Cinque ha chiesto, l’acquisizione definitiva di beni, stimati in circa 2,5 milioni di euro, riconducibili al Rampello e ad altri familiari. Inoltre, il pm, ha chiesto l’applicazione della misura della sorveglianza speciale per due anni nei confronti del raffadalese. Di diverso avviso la difesa di Rampello secondo la quale i beni oggetti del sequestro sarebbero stati acquisiti lecitamente. Tra questi una villa dotata di piscina coperta, sita a Raffadali, una villa in località Giallonardo, un immobile con 6 mini appartamenti e magazzini ad Agrigento, e un appartamento in Sardegna, precisamente ad Olbia. Rampello avrebbe fatto da procacciatori di clienti sul territorio coordinando poi tutto il resto. I falsi malati, insieme ai familiari, avrebbero pagato quello che serviva per arrivare allo scopo: ottenere lo status di invalido incassando previdenze dallo Stato. Non solo soldi ma anche vantaggi; i dipendenti pubblici invalidi e i loro familiari, ad esempio, hanno diritto a trasferimenti nelle proprie città scavalcando chiunque altro. Per arrivare all’obiettivo sarebbe stato necessario pagare i medici in cambio di false attestazioni e magari arrivare alle visite in ambulanza e in sedia a rotelle.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Scarcerazione Burgio, deciderà un’altra sezione del Riesame

Sarà un’altra sezione del Tribunale del Riesame a decidere la scarcerazione o meno di Giuseppe Burgio, 53 anni, imprenditore di Agrigento, finito in carcere a seguito di una inchiesta su una presunta bancarotta fraudolenta di decine di milioni. La Cassazione, accogliendo parzialmente le istanze dell’avv. Carmelita Danile, difensore del Burgio, ha annullato con rinvio l’ordinanza del Tribunale del Riesame che rigettava la richiesta di concessione degli arresti domiciliari all’ex re dei supermercati finito in manette il 27 ottobre dello scorso anno. Dunque nuove speranze per Burgio che spera in una attenuazione delle misura cautelare in carcere. L’avvocato Danile ha spiegato: “A distanza di 9 mesi le esigenze cautelari non possono che essersi attenuate. Inoltre con i beni che sono stati sequestrati non c’è possibilità di reiterazione del reato”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

CANICATTI’ – Omicidio Marco Vinci, Daniele Lodato rimane in cella

Il Tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza presentata dalla difesa di Daniele Lodato, il 35enne, di Canicattì, accusato dell’omicidio di Marco Vinci, il 22enne, anche lui canicattinese, ucciso alcune settimane fa , esattamente la notte tra il 17 ed il 18 giugno, in una piazza della cittadina agrigentina dopo che quest’ultimo aveva difeso una donna dagli apprezzamenti del Lodato. Dunque nessuna revoca del provvedimento di ordinanza di custodia in carcere per l’accusato che rimane recluso. L’avvocato Di Fede, difensore di Lodato ha dichiarato: “Ora valuteremo se ricorrere in Cassazione o attendere l’esito delle indagini”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

PIETRAPERZIA – Il sindaco cambia idea: il comune parte civile al processo contro i boss

Il sindaco Antonio Bevilacqua cambia idea e così Pietraperzia, per la prima volta nella storia, si costituisce parte civile a un processo di mafia, in una delle città dell’Ennese dove Cosa Nostra è da sempre radicata e forte. I dodici imputati del processo «Primavera» rispondono, a vario titolo, di associazione mafiosa, tentata estorsione, traffico d’armi e reati minori. La decisione del sindaco, esponente del M5S, è stata presa lunedì sera.

La giunta ha conferito incarico a titolo gratuito all’avvocato Mario Giarrusso, senatore grillino e componente della commissione parlamentare antimafia. Sino a domenica, infatti, Bevilacqua aveva deciso l’esatto contrario: nessuna costituzione di parte civile, per dare un segnale di apertura nei confronti di quanti, giovanissimi imparentati con gli imputati, rischiavano di essere risucchiati da un mondo che non appartiene loro, perché costretti a pagare colpe non loro.

Postato in Cronaca, ENNA, In evidenza, Politica0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98