Archive | agosto 11th, 2017

RACALMUTO – Tolleranza zero dell’amministrazione comunale per il conferimento dei rifiuti nei cassonetti [VD TG]

Era il luglio del 2016 quando il sindaco Emilio Messana ordinava il divieto assoluto, per i cittadini e gli esercizi commerciali, di gettare nei cassonetti sacchetti contenenti rifiuti della frazione secca. Partiva la raccolta differenziata e dunque i rifiuti andavano separati, conferendo – secondo le disposizioni del primo cittadino – carta, cartone, plastica, vetro e metalli esclusivamente al centro comunale di raccolta. Da allora, però, qualcosa non ha mai funzionato.

Racalmuto, a distanza di più di un anno, resta sporca. Anzi, sporchissima. Soprattutto all’ingresso del paese – arrivando da Canicattì o da Caltanissetta – i cigli della strada sono contornati da rifiuti di ogni genere, sparpagliati ovunque e da sacchetti di immondizia in bella mostra. Per contrastare il degrado urbano, provocato dall’abbandono indiscriminato dei rifiuti, il consiglio comunale ha approvato l’integrazione al regolamento per la disciplina della video sorveglianza.

Le telecamere dell’impianto di video sorveglianza, denominato “Occhio discreto”, installate per garantire la sicurezza pubblica, verranno, dunque, utilizzate anche per “pizzicare” e sanzionare gli sporcaccioni.

Intanto, in questi giorni , come mostrano le immagini girate dal nostro operatore di ripresa, Maurizio Sferrazza, l’amministrazione comunale al completo in collaborazione con la Polizia Municipale, ha avviato dei controlli nei luoghi dove sono collocati i cassonetti per il conferimento della indifferenziata. I trasgressori verranno  puniti ai sensi della legge.” “La differenziata è un dovere oltre che un fatto culturale – dichiara al nostro microfono l’Assessore Giuseppe Sole. E comunque fare la differenziata comporta enormi benefici anche economici per l’intera comunità.[SERVIZIO TG 98]

 

 

Postato in Cronaca, In evidenza, RACALMUTO, Video0 Comments

REGIONE – In Sicilia resuscitate le Province , affossata la riforma di Crocetta

L’Assembla regionale siciliana con un blitz alla vigilia di Ferragosto rimette indietro il calendario e approva l’elezione diretta per il presidente dei Liberi consorzi, per il sindaco metropolitano e per i consiglieri di questi enti, che sono i discendenti delle vecchie Province. Se la legge entrerà in vigore le elezioni si dovrebbero svolgere in primavera, quando si voterà per le amministrative.

La legge prevede anche la reintroduzione delle indennità, che per il presidente saranno uguali a quelle del sindaco della città capoluogo. Per i consiglieri, invece, sono previsti dei rimborsi spese. La legge regionale insomma segna un ritorno al passato.

La Sicilia, infatti, aveva deciso di anticipare la riforma Delrio cancellando per prima le Province, ma da allora le elezioni indirette (cioè affidate agli amministratori locali) sono sempre state rinviate.

Esulta il centrodestra: «Abbiamo messo fine alla riforma più strampalata di Rosario Crocetta. Le ex province sono state massacrate da scelte scellerate del Pd per cinque anni. Ora si vede un pò di luce. Torna anche la democrazia con il voto a suffragio universale. Sono orgoglioso di essere stato il primo firmatario del disegno di legge che oggi con il voto d’Aula ha reintrodotto il voto diretto», afferma Vincenzo Figuccia, deputato di Forza Italia.

Il voto è arrivato dopo che l’aula aveva approvato le norme della cosiddetta finanziaria bis. A sorpresa i deputati hanno chiesto alla presidenza dell’Ars di mettere ai voti il disegno di legge, iscritto all’ordine del giorno da tempo, che reintroduce il voto diretto nelle ex Province. Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia, osserva: «Oggi restituiamo la parola ai cittadini. Con questa legge certifichiamo al tempo stesso la politica fallimentare del Pd, che sulla riforma ottenne l’improvvido sostegno dei 5 Stelle, anche nel settore degli enti locali».

Ribatte l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici: «La decisione del parlamento siciliano di approvare gli articoli della legge che ripristina l’elezione diretta a suffragio universale del sindaco metropolitano è una palese violazione della norma nazionale. E’ evidente che questa legge sarà inevitabilmente impugnata dal governo nazionale, determinando un ulteriore condizione di caos sulle ex province».

Postato in Cronaca, In evidenza, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Ordinanza sindacale a partire dall’11 agosto per la prevenzione di falò sulle spiagge

Il sindaco Lillo Firetto ha, su proposta del comandante della Polizia Municipale,Gaetano … firmato l’Ordinanza sindacale per la prevenzione dei falò sulle spiagge con divieto di detenzione e di trasporto di materiali atti all’accensione dei fuochi e di bevande alcooliche in bottiglie di vetro. Il provvedimento riguarda la notte tra il 14 e il 15 agosto. Dalle ore 8 dell’11 Agosto alle ore 6 del 15 Agosto è vietato:

La detenzione, a qualsiasi titolo, ed il trasporto, con qualsiasi mezzo, sulla spiaggia di legna, carbone, carbonella e qualsiasi altro materiale che possa anche astrattamente servire all’accensione di fuochi sulla spiaggia;

L’accensione di fuochi sulla spiaggia con qualsiasi tipo di combustibile;

Lo svolgimento di giochi sulla spiaggia che possano arrecare danno o molestie alle persone ( quali frisbee, palloni, tamburelli etc..);

Campeggiare o pernottare sulla spiaggia;

La produzione sulla spiaggia di suoni molesti a mezzo altoparlanti o di amplificatori di qualsiasi genere e, comunque, di rumori che possano arrecare pregiudizio alla normale percezione di segnali di allarme vocali o a mezzo di ausili sonori.

La vendita, in qualsiasi forma ( compresi i distributori automatici) e/o la somministrazione di bevande in recipienti di vetro nonchè consumare e/o abbandonare sulla spiaggia bevande di qualsiasi genere contenute in bottiglie di vetro o in contenitori realizzati con lo stesso materiale;

Le violazioni alle disposizioni comporteranno l’applicazione di una sanzione pecuniaria.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza0 Comments

FERRAGOSTO 2017 – La Provincia di Agrigento impegnata sul litorale di Realmonte

La Provincia di Agrigento in occasione del Ferragosto collaborerà nelle attività a sostegno della sicurezza delle persone che accorreranno numerose lungo il tratto di litorale di Realmente, tra la strada provinciale 68, e le spiagge di Punta Grande e Capo Rossello. A seguito della riunione convocata dal Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, il Gruppo Protezione Civile della Provincia, insieme all’Ufficio Protezione Civile del Comune di Realmonte, sarà impegnato in attività di prevenzione per garantire la sicurezza con la presenza di 6 unità dell’Ufficio di Protezione Civile coordinate dal funzionario responsabile Marzio Tuttolomondo, con il supporto della Croce Rossa Italiana, che ha reso a disposizione un’ambulanza. La Provincia ha predisposto inoltre il modulo antincendio e la torre faro. Il personale del Settore Infrastrutture Stradali e la Polizia Provinciale assicureranno il regolare deflusso del traffico e i controlli lungo la strada provinciale 68 dove, dalle ore 8 di lunedì 14 agosto sarà imposto il senso unico in direzione Realmonte fino a cessato bisogno.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza0 Comments

GELA – Spezza le gambe alla moglie, operaio arrestato

Un operaio di Gela di 46 anni dopo avere litigato per l’ennesima volta con la moglie l’ha picchiata, l’ha sequestrata in casa e per impedirle di uscire le ha spezzato le gambe con una sedia. A nulla sono valse le suppliche del giovanissimo figlio che, in lacrime, ha assistito al pestaggio della madre.

I carabinieri, chiamati dai vicini, sono intervenuti e hanno arrestato il marito con l’accusa di sequestro di persona e lesioni personali aggravate. La donna è stata soccorsa e ricoverata in ospedale. Ha riportato contusioni ed escoriazioni in varie parti del corpo nonché lesioni agli arti inferiori giudicate guaribili in 30 giorni.

L’episodio è avvenuto in un alloggio popolare del quartiere Marchitello, alla periferia ovest di Gela.

 

 

 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

SCIACCA – “Blindata” la processione della Madonna del Soccorso

Sarà una processione blindata quella della Madonna del Soccorso, patrona di Sciacca, a Ferragosto. Il Comune, infatti, posizionerà 35 blocchi in cemento nei luoghi più stretti per evitare che i fedeli possano fermarsi in sosta, misure antiterrorismo per rendere più sicuri gli assembramenti. Modifiche previste da una direttiva del Ministero degli Interni. Lungo il percorso saranno presenti dei presidi sanitari, i portatori dovranno consegnare copia di un documento alla Questura.

 

 

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi0 Comments

AGRIGENTO – Questura, presentata la nuova dirigente della Divisione Anticrimine Angela Maria Spatola

Presentata alla stampa ed alla cittadinanza, Angela Maria Spatola, primo dirigente della Questura di Agrigento, che andrà a guidare la sezione anticrimine subentrando al dott. Giovanni Giudice oggi in servizio a Perugia.

Accompagnata dal questore Maurizio Auriemma e della dirigente Fatima Celona, la “collega” Angela Maria Spatola ha risposto così alle domande dei giornalisti nel corso della odierna conferenza stampa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza0 Comments

MENFI – Arrivano le Ecoisole automatizzate

Saranno attive prima di ferragosto le Ecoisole automatizzate, predisposte per il conferimento differenziato dei rifiuti, che sono state installate a Menfi e nelle località balneari di Lido Fiori e Porto Palo. Consentiranno di smaltire la differenziata a tutte le ore e di risparmiare sulla bolletta. Per utilizzarle basterà la tessera sanitaria o un’apposita carta riservata a villeggianti e vacanzieri che ne faranno richiesta al Comune. Il Sindaco Enzo Lotà: Siamo i primi in Sicilia”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

RISCOSSIONE SICILIA – Fiumefreddo va al contrattacco: Pronto il mio esposto in Procura”

“Stamattina ho presentato un esposto-denuncia al procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, chiedendo l’acquisizione del verbale e della documentazione relativi alla votazione tenutasi all’Ars nella seduta del 9 agosto scorso, con cui si è votata la liquidazione di Riscossione Sicilia e la mia immediata decadenza come amministratore unico della partecipata regionale”, afferma Antonio Fiumefreddo, ad di Riscossione Sicilia, dopo che due giorni fa l’Ars ha approvato una norma in cui si avvia la liquidazione della società e si fa saltare l’ad.

“Ho chiesto, in particolare – spiega Fiumefreddo – che si accerti se non si sia consumato il delitto di falso atteso che alla votazione risultino presenti 61 deputati, ma dalla sommatoria dei voti contrari, di quelli favorevoli e degli astenuti, emerge che siano stati espressi 51 voti. Mancano 10 voti all’appello. Com’è possibile che il Presidente Ardizzone, chiamato ad assicurare la regolarità dei lavori d’aula, non si sia accorto di nulla. La circostanza – secondo Fiumefreddo – inficia gravemente il voto ed inquieta per ciò che potrebbe celare”.

“Intendo andare fino in fondo – annuncia – e perciò ho scritto anche al ministro dell’Interno perché, giusti i poteri che la legge gli assegna, vigili se in Sicilia non si sia consumata, nella fretta di consumare una vendetta, una condotta gravemente lesiva dei principi costituzionali che regolano il funzionamento dell’Ente. Ho scritto anche al Presidente Crocetta perché impugni la legge, chiaramente sprovvista dei criteri di astrattezza delle leggi,e anche ai sensi dell’art. 127 della Costituzione essendo in presenza di una legge diretta contro un cittadino limitato nelle sue libertà costituzionali”.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, Politica0 Comments

RACALMUTO – Lista Borsellino:” Campagna dell’ex maggioranza contro la raccolta differenziata”

“L’ex maggioranza sta conducendo una campagna contro la raccolta differenziata – scrivono in una nota la lista Borsellino – attraverso attacchi politici che oltre a discreditare il lavoro dell’amministrazione e degli uffici comunali, sta diffondendo la convinzione che differenziare i rifiuti non comporti alcun beneficio.”

“False le affermazioni secondo le quali quest’anno le bollette tari non hanno avuto alcuna riduzione rispetto al passato – afferma l’Assessore Valentina Zucchetto. Mediamente i cittadini stanno pagando il 20% in meno e per una normale famiglia racalmutese tale riduzione è davvero qualcosa di importante”.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, RACALMUTO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98