Archive | agosto 16th, 2017

ROMA – Donna strangolata e poi fatta a pezzi: il fratello ha confessato

Orrore a Roma. Maurizio Diotallevi, 62 anni, ha confessato dopo un lungo interrogatorio l’omicidio della sorella, Nicoletta. La donna, 58 anni, è stata fatta a pezzi e poi gettata in diversi cassonetti. La prima macabra scoperta: le gambe, probabilmente tagliate con una sega e legate tra loro con del nastro adesivo da pacchi, è stata fatta da una nomade, che è stata colta da malore mentre rovistava tra i rifiuti, martedì sera nel quartiere Parioli.

La Procura di Roma ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti dell’uomo, accusato di omicidio e occultamento di cadavere. Diotallevi è stato trasferito nel carcere di Rebibbia in attesa che il gip fissi l’udienza di convalida. In passato Diotallevi non avrebbe mai dato segnali di instabilità psichica.

Aveva denunciato la scomparsa della sorella –  Secondo gli investigatori la vittima sarebbe stata strangolata e poi fatta a pezzi. Sarà comunque l’autopsia a stabilire con certezza come sia stata uccisa e con cosa sia stata fatta a pezzi, se con un’ascia o con una sega. L’uomo due giorni fa aveva denunciato la scomparsa della sorella.

Trovati altri resti – L’agghiacciante ritrovamento è avvenuto su un tratto di viale Maresciallo Pilsudski, all’altezza di Villa Glori. Gli arti sono stati tagliati all’altezza dell’inguine. Altri resti sono stati rinvenuti in altri cassonetti della zona, in via Guido Reni, dove la coppia di fratelli abitava. Gli agenti hanno apposto i sigilli anche in un terzo cassonetto di via Pannini, dentro il quale ci sono gli effetti personali e gli abiti della donna.

Fratello “incastrato” dalle telecamere di zona – Gli inquirenti sono risaliti al fratello della vittima analizzando le immagini delle telecamere di zona, che hanno ripreso un uomo con un sacco vicino al cassonetto nella notte tra il 14 e il 15 agosto. Dalle riprese è stato infatti possibile risalire a parte della targa dell’auto usata dall’uomo. Gli uomini del commissariato di Villa Glori hanno prelevato il 62enne dalla sua abitazione in via Reni 22b, dove viveva con la sorella, attorno alle 13.30. Il fratello della vittima non ha proferito parola. 

Liti per questioni economiche – Dopo la morte della madre, avvenuta qualche anno fa, i fratelli abitavano assieme nel quartiere Flaminio. Tra i due c’erano spesso delle liti familiari. Alla base dell’omicidio ci sarebbero proprio le continue discussioni legate a questioni economiche. Sembra infatti che in casa lavorasse solo la donna e che l’uomo facesse spesso richieste di denaro.

La vicina: “Non me lo sarei mai aspettata” – “Nicoletta e Maurizio li conoscevo bene e mai mi sarei aspettata tutto questo”. È visibilmente sotto shock una vicina di casa. “La notte tra il 14 e il 15 ero qui, a casa – racconta -. Non ho sentito assolutamente nulla. Poi sono partita per il ferragosto e tornata stamattina. Quando ho visto tutta la polizia sotto casa pensavo stessero girando un film. Poi invece mi è arrivata la notizia scioccante”.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – Ferragosto, bimba finisce nel falò: è in gravi condizioni

A Porto Empedocle, in una  spiaggia, il giorno di Ferragosto, per una famiglia, originaria del nisseno,quella che doveva essere una festa trascorsa in allegria e spensieratezza si è trasformata in un vero e proprio dramma. Vittima una bambina di appena un anno e mezzo rimasta ustionata dopo che la stessa sarabbe finita sui tizzoni ardenti di un falò acceso la notte prima ma ancora acceso. Un attimo di distrazione dei genitori e la tragedia.  La bimba è stata portata dagli stessi genitori in auto all’ospedale Sant’Elia dove è giunta con ustioni gravissime di terzo grado. Da qui, i medici, vista la situazione molto delicata, hanno deciso il trasporto in elicottero della piccola al centro Grandi ustionati dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Le condizioni della piccola sono gravissime e la prognosi è riservata.

FOTO ARCHIVIO

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

FAVARA – “Farm Cultural Park”, dissequestrate le installazioni artistiche

La Procura della Repubblica di Agrigento ha dissequestrato le installazioni artistiche di Farm Cultural Park a Favara sequestrate per occupazione di suolo pubblico nel centro storico della città. Nel provvedimento di dissequestro, firmato dalla pubblico ministero Alessandra Russo, si legge: “Ferma la sussistenza di eventuali vincoli di tipo amministrativo, la Procura dispone il dissequestro dei beni e conseguentemente la restituzione degli stessi agli aventi diritto. Non vi sono ragioni che giustifichino un sequestro di tipo probatorio essendo già stati acquisiti, mediante foto, annotazioni di servizio e mediante denuncia querela agli atti, tutti gli elementi valutativi probatori delle condotte contestate”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Cultura, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Carabiniere minacciato e aggredito a San Leone. Un denunciato

I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Agrigento hanno denunciato alla Procura, per violenza, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, D N C, sono le iniziali del nome, 42 anni, di Agrigento. Durante la notte di Ferragosto, poco dopo l’una del 15 agosto, a San Leone, D N C, a lavoro come addetto alla sicurezza in un noto locale pubblico, avrebbe minacciato e aggredito un Carabiniere come ritorsione perché lo stesso Carabiniere ha svolto in passato altre attività investigative che hanno provocato la denuncia del fratello di D N C, sorpreso in possesso di hashish. Il Carabiniere aggredito ha subito ferite da trauma contusivo, con prognosi di 7 giorni. Poco dopo, D N C è stato rintracciato all’ospedale di Agrigento intento a ricevere un referto medico. D N C, dopo l’aggressione, avrebbe minacciato di morte il Carabiniere qualora avesse riferito quanto accaduto. Sono in corso indagini al fine di accertare se altri addetti alla sicurezza abbiano favorito la fuga dal locale dell’aggressore. I Carabinieri annunciano che si procederà alla richiesta di chiusura temporanea del locale pubblico. E sottolineano che “la gravità dell’episodio, nel corso del quale un Carabiniere è stato aggredito a causa della sua attività di servizio, avrebbe probabilmente richiesto nell’immediatezza l’applicazione di misure più adeguate”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Nella Valle dei Templi il “Malgrado Tutto Fest”

Ad Agrigento, domani, giovedì 17 agosto, nella Valle dei Templi, al teatro del Tempio di Giunone, alle ore 21, si svolgerà l’edizione 2017 del “Malgrado Tutto Fest”, sul tema “Libri, giornalismo, musica in Sicilia”. Interverranno Gaetano Savatteri, Giuseppe Parello, Giancarlo Macaluso, Giovanni Taglialavoro, Felice Cavallaro, Tommaso Parrinello, Lia Rocco, Raimondo Moncada ed Egidio Terrana, direttore di Malgrado Tutto. Conducono Simona Carisi e Valeria Iannuzzo. Nel corso della serata si esibiranno in concerto le “Patty Singers”.

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, Spettacolo0 Comments

RIBERA – “Accoltellò connazionale”, resta in carcere il ventiquattrenne

Il giudice del tribunale di Sciacca, Antonio Cucinella, ha convalidato l’arresto ed ha disposto la custodia cautelare in carcere per Ben Hassine Moldi, tunisino di 24 anni, accusato di aver accoltellato un connazionale ad Eboli e poi essere rientrato a Ribera dove abita. 

Il ventiquattrenne era stato arrestato, nei giorni scorsi, dai carabinieri di Santa Cecilia di Eboli e della tenenza di Ribera. L’udienza di convalida si è tenuta ieri, giorno di Ferragosto. Il tunisino, assistito dall’avvocato Giuseppe Tramuta, ha respinto ogni accusa, sostenendo di aver avuto soltanto una colluttazione con il connazionale, ma di non averlo accoltellato. 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

SCIACCA – “Spacciava droga ai clienti del villaggio turistico”, arrestato giovane animatore

Faceva l’animatore in un villaggio turistico di Sciacca e “spacciava” droga ai vacanzieri più giovani. Ha 20 anni, ed è originario della provincia di Bari, il ragazzo che è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sciacca.

I militari dell’Arma hanno proceduto – secondo quanto è stato ricostruito dal comando provinciale di Agrigento – alla perquisizione della stanza in cui il ragazzo alloggiava nel villaggio turistico. “Stanza dove, abilmente celata all’interno dei cassetti, i carabinieri hanno ritrovato 120 grammi di hashish e marijuana, oltre che un bilancino di precisione ed un coltello ancora sporco di droga, probabilmente usato, dunque, per suddividere le dosi”.

Tutto è stato, naturalmente, posto sotto sequestro. Il giovane animatore, dopo le formalitò di rito svolte in caserma è stato rilasciato su disposizione del magistrato di turno della locale Procura.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

“Polizia vi piscio in faccia”

“Polizia vi odio sempre di più e come ve lo dico in faccia lo scrivo, siete indegni fate schifo…mi fate sempre il solletico, io vi rido e vi piscio in faccia, è normale che poi vi fate odiare, perchè scassate la minchia”.

Un pluripregiudicato vittoriese che aveva ricevuto una sanzione amministrativa dalla polizia di Stato per infrazione al codice della strada ha insultato e minacciato sul proprio profilo Facebook gli agenti e le loro famiglie.

Per questo l’uomo, dopo gli accertamenti di rito, è stato denunciato dalla squadra mobile di Ragusa per diffamazione e minacce. L’uomo convocato per essere identificato si è presentato negli uffici della Questura con il suo avvocato, ammettendo le proprie responsabilità e chiedendo scusa per le parole utilizzate.

Quest’ultime dichiarazioni sono state inserite nel fascicolo che è stato trasmesso alla Procura di Ragusa.

Postato in Cronaca, In evidenza, RAGUSA0 Comments

AGRIGENTO – Ferragosto di inciviltà [VIDEO]

“Nonostante le raccomandazioni del prefetto e del questore di Agrigento e nonostante l’ordinanza del sindaco, che avrebbe dovuto impedire il montaggio di tende e di gazebo e i fuochi in spiaggia, migliaia di giovani agrigentini hanno trasgredito queste prescrirzioni”. Sono infuriati gli ambientalisti dell’associazione Mareamico di Agrigento, che stamattina si sono  ritrovati con le spiagge letteralmente sommerse dai rifiuti.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

BELMONTE MEZZAGNO – Rogo doloso in un’officina, incendiate 14 auto pronte per la rottamazione

Incendio ieri sera in una officina meccanica a Belmonte Mezzagno (Pa), in via Mattarella. Bruciate quattordici auto pronte per la rottamazione. in fiamme anche decine di pneumatici accatastati per lo smaltimento. L’officina è di Salvatore Ludovico Bisconti, 46 anni.

Qualcuno ha tranciato la rete metallica di recinzione dell’officina e ha dato fuco alle vetture parcheggiate. Trovate tracce di liquido infiammabile e una bottiglia di plastica con dentro della benzina. Tre squadre del vigili del fuoco hanno domato le fiamme dopo un intervento durato circa tre ore e protrattosi oltre la mezzanotte. Indagano i carabinieri, coadiuvati dai tecnici dei vigili del fuoco. L’area non ha sistema di videosorveglianza.

Postato in Cronaca, PALERMO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98