Archive | agosto 17th, 2017

Terrore a Barcellona, furgone contro i pedoni sulla Rambla: “Morti e feriti, attentatore armato e asserragliato in un ristorante”

Un furgone è piombato su una folla di decine di cittadini e turisti lungo la Ramblas nel centro di Barcellona: ci sono “morti e feriti”, così comunica ufficialmente la polizia. Per primo il giornale catalano La Vaguardia e poi anche la polizia hanno parlato di attentato terroristico. E poco fa, sempre La Vanguardia, ha riportato un bilancio ufficioso, “dodici vittime”, cifra non confermata dalle autorità che poco dopo le 19 comunicano un primo bilancio ufficiale: “un morto e 32 feriti”, di cui 11 gravi.

Il mezzo ha cominciato a correre lungo la Rambla de Canaletes, nella parte più vicina alla grande Plaça de Catalunya, all’altezza di Carrer Bonsuccés fino a raggiungere il mercato della Boqueria. Secondo numerosi testimoni il van procedeva a gran velocità su una traiettoria a zig-zag, apparentemente in un tentativo deliberato di investire il maggior numero di persone possibile. Una folle corsa di quasi seicento metri tra la gente a passeggio.

Il furgone poi si sarebbe schiantato contro uno dei chioschi che si trovano sul marciapiede che separa le corsie della Rambla destinate alle auto. Secondo alcuni testimoni, una o più persone armate sarebbero poi scese dal mezzo e fuggite a piedi e ora sarebbero asserragliate in un locale, un ristorante turco. Forse anche con ostaggi. La polizia starebbe trattando con gli autori dell’attacco. Secondo El Pais che cita fonti della Guardia Civil, l’uomo che ha affittato il furgone si chiama Driss Oukabir, e il quotidiano spagnolo ne ha diffuso una foto.

La tensione è altissima, la zona è stata circondata dai Mossos d’Esquadra, la polizia catalana. Sul posto ci sono molte ambulanze. Chiuse le stazioni della metropolitana della zona e un appello diffuso anche sui social impone a turisti e residenti di non avvicinarsi alla zona. Da subito l’azione è apparsa come un attentato ma solo dopo qualche ora la polizia catalana ha confermato ufficialmente la matrice terroristica.

Per sicurezza la polizia ha fatto chiudere tutti i negozi e i ristoranti della zona con all’interno la clientela e ha invitato tutti coloro che si trovano in città a non spostarsi se non per motivi urgenti e a lasciare libere le strade per agevolare la circolazione dei veicoli d’emergenza.

Attentato a Barcellona, furgone sulla folla della Rambla. La polizia: "Morti e feriti". Identificato uno dei terroristi

Driss Oukabir, l’uomo che ha affittato il furgone dell’attentato terroristico sulla Rambla di Barcellona

La polizia catalana ha intanto diffuso la descrizione di almeno uno dei presunti attentatori. Un uomo alto circa un metro e settanta, con una camicia bianca a righe blu; secondo quanto riferito da un’emittente radiofonica, all’interno del furgone sarebbe stato ritrovato un passaporto spagnolo, ma il nome del titolare è arabo. Sarebbe lui l’uomo ancora asserragliato nel locale con degli ostaggi e alcuni media in questi minuti hanno diffuso la notizia che l’uomo sarebbe stato preso. Smentita invece la notizia che è cominciata a circolare poco fa riguardo a una sparatoria nel mercato. Non è chiaro se l’uomo con gli ostaggi sia proprio Driss Oukabir, di cui cominciano a circolare altre informazioni, ad esempio che è origine maghrebina con permesso permesso di residenza in Spagna.

 

Postato in Cronaca, Dal Mondo, In evidenza0 Comments

Estradato Francesco Corallo, il re catanese delle slot ai Caraibi

Francesco Corallo, il re delle slot, rientra in Italia oggi, all’aeroporto di Roma Fiumicino, scortato da agenti dello SCIP – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Corallo è stato arrestato a Saint Martin (Antille olandesi) il 13 dicembre 2016, nell’ambito dell’operazione ‘Rouge et Noir’, unitamente al suo braccio destro Rudolf Theodoor Anna. Lo fa sapere una nota della Polizia. “Corallo, – ricorda la nota – in seguito alle indagini eseguite dallo S.C.I.C.O. della Guardia di Finanza di Roma con il coordinamento dello S.C.I.P., è stato ritenuto il promotore di un’associazione a delinquere a carattere transnazionale specializzata nel riciclaggio di grosse somme di denaro ricavate dal mancato versamento delle imposte sugli introiti delle slot machine”.

“L’operazione ‘Rouge et noir’, guidata dalla D.D.A. di Roma, – ragguaglia ancora la nota – ha consentito agli investigatori di far luce sul sistematico riciclaggio dei proventi illeciti realizzato mediante numerosi trasferimenti di denaro all’estero al fine di eludere il pagamento dei tributi erariali”. Nello specifico, le operazioni fraudolente del sodalizio criminale hanno coinvolto personaggi noti del mondo politico ed economico italiano ed hanno fruttato all’organizzazione guadagni per oltre 200 milioni di euro. Dopo le formalità espletate presso gli Uffici della Polizia di Frontiera Aerea di Fiumicino, Corallo, per il quale sono nel frattempo decorsi i termini di custodia cautelare secondo la normativa italiana, sarà sottoposto alle misure alternative alla detenzione dell’obbligo di dimora, dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e del divieto di espatrio. A Corallo saranno contestualmente notificati, ad opera di militari dello S.C.I.C.O. della Guardia di Finanza di Roma, numerosi decreti di sequestro di denaro, conti correnti, quote societarie, beni mobili ed immobili, anche siti all’estero, per un importo pressoché equivalente agli illeciti guadagni dallo stesso ottenuti.

 

Postato in CATANIA, Cronaca, Dal Mondo, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

REALMONTE – Teatro Costabianca, il 30 agosto la finalissima di Miss Agrigento 2017 [FOTO]

VOTA LA TUA MISS.
Mercoledì 30 agosto 2017, alle ore 21:30, FINALISSIMA di MISS AGRIGENTO. Vieni a vedere lo spettacolo e farai parte della GIURIA POPOLARE che eleggerà Miss Agrigento, al TEATRO COSTABIANCA di Realmonte.

 
Anche il pubblico voterà per l’elezione della reginetta della bellezza agrigentina, tutti gli spettatori potranno esprimere la loro preferenza e contribuire ad eleggere la propria beniamina.
Informazioni e biglietteria 0922.25.019
Ingresso € 3,50 (ridotto € 2,50 riservato alle richieste di biglietti da parte delle candidate al concorso).

Vota la tua preferita per il titolo di Miss Agrigento Web 2017 apponendo un “like” sulle foto nell’album della pagina Facebook…attento a non sbagliare.
Le votazioni per questa manche inizieranno dal momento della pubblicazione fino alle ore 24:00 del giorno 20 agosto 2017. La seconda manche si svolgerà dal 28 agosto alle ore 22:30 del 30 agosto. Vincerà la fascia di Miss Agrigento WEB la candidata che avrà ottenuto più voti sommando le due manches.
ATTENZIONE: L’organizzatore si riserva di squalificare dall’assegnazione di questo titolo in caso di abusi informatici di qualsiasi genere.

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenza, Spettacolo0 Comments

LICATA – In fiamme furgone di un panettiere

Un furgone, Renault Kangoo, è stato distrutto la notte scorsa da un incendio che si è registrato in cortile Scicolone, dove il mezzo era parcheggiato. L’auto è di proprietà di un panettiere di 42 anni e ad indagare sull’accaduto sono i carabinieri della compagnia di Licata, coordinati dal capitano Marco Currao.

Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco del distaccamento di corso Argentina, intervenuti sul posto pochi minuti prima dell’1.30 del mattino, dopo essere stati avvertiti da alcuni residenti della zona che segnalavano il furgone in fiamme. Il mezzo era completamente avvolto dal fuoco e non è stato possibile salvarlo: è andato completamente distrutto dal rogo.

Sul posto i pompieri sono rimasti fino alle 2.15 del mattino. Dopo avere spento le fiamme, infatti, hanno eseguito un sopralluogo insieme ai carabinieri. Accanto al Renault Kangoo non sono state trovate tracce di liquido infiammabile, perciò le cause del rogo restano da accertare. 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Diletta, vacanze sexy in giro per l’Italia [FOTO]

Ibiza, Liguria, Sicilia, Sardegna e adesso Puglia. Non sta ferma un attimo Diletta Leotta, sexy conduttrice di Sky Sport, in questa estate 2017. Bella, famosa, e pare ancora molto innamorata del dirigente Sky Matteo Mammì, Diletta sta volteggiando tra le spiagge più rinomate, regalando ai suoi follower scatti e video in cui appare in tutta la sua beltà. Il compagno non appare quasi mai sui profili social, Diletta preferisce farsi ritrarre con amiche e colleghe.

 

Postato in Dall'Italia, Gossip, In evidenza0 Comments

VILLAFRANCA SICULA – “Vertigini”, revocati gli arresti domiciliari al medico Montana

Nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Vertigini” su presunti casi di assenteismo al Comune di Villafranca Sicula, il Tribunale di Sciacca ha revocato gli arresti domiciliari al medico Gaetano Montana, 63 anni, indagato di aver certificato malattie di pazienti senza verificarne il reale stato di salute. Montana è stato ascoltato dal pubblico ministero Christian Del Turco, in presenza dei difensori, gli avvocati Giovanni Vaccaro e Paolo Mirabella. Il medico, secondo la difesa, “ha risposto esaurientemente alle domande degli inquirenti, mentre nell’interrogatorio di garanzia si era avvalso della facoltà di non rispondere non conoscendo gli atti”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

MISILMERI – Arresto per tentato omicidio a martellate

A Misilmeri, in provincia di Palermo, i Carabinieri hanno arrestato un uomo di 61 anni, Giuseppe Gianforti, per tentato omicidio. In via Nazionale, dopo una lite per un parcheggio in un residence, è andato a casa, ha afferrato un martello e ha colpito ripetutamente alla testa un altro pensionato di 59 anni, infierendo contro la vittima a terra. Alcuni condomini hanno telefonato ai Carabinieri che hanno arrestato l’aggressore. I sanitari del 118 hanno trasportato il ferito al Policlinico di Palermo. Non è in pericolo di vita, ha una frattura con infossamento osseo parietale sinistra da trauma a seguito di aggressione, con prognosi di 30 giorni. Giuseppe Gianforti è stato trasferito nel carcere Pagliarelli.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

SCIACCA – Sequestrò l’amica di “Facebook”, confermati i domiciliari

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella, ha convalidato l’arresto di Juan Carlos Peralta, di 31 anni, di Sciacca, e confermato i domiciliari cosi come richiesto dalla Procura della Repubblica. Il giovane, che nell’udienza di convalida si è avvalso della facoltà di non rispondere , è indagato per sequestro di persona e tentata violenza sessuale. Il 31 enne avrebbe conosciuto la donne del centro Italia su Facebook e le avrebbe fatto credere di avere un lavoro e la possibilità di ospitarla. Dopo pochi giorni, però la donna si sarebbe resa conto di avere a che fare con una persona molto diversa .

 

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SAN LEONE – Rubano un motorino: denunciati

Due giovani sono stati denunciati alla Procura per furto aggravato in concorso ed uno anche per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. Al 113  è arrivata una richiesta di aiuto. Un giovane, che aveva posteggiato il suo motociclo a San Leone , al momento di riprenderlo non lo ha più ritrovato. La volante “Atenea” della Polizia accorreva sul posto e incrociava la moto e riconosceva – ricostruiscono dalla Questura – C.S., alla guida. A bordo, c’era anche un altro giovane, pure lui identificato. All’alt i due scappavano , venendo bloccati in via Platone dove U.E., tentava una nuova fuga su una Vespa. Intanto, C.S., veniva bloccato e il motorino restituito al proprietario.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – Migranti, il Sindaco Ida Carmina dice no

Il clima è rovente, forse addirittura incandescente. Lunedì, «a sorpresa» – secondo le parole del sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina del M5S – sono arrivati 43 migranti minorenni, non accompagnati. E sono stati ospitati in un palazzo della via Roma.

Esattamente per come gli empedoclini temevano dall’inizio dello scorso maggio, è nato un nuovo centro d’accoglienza. Poche ore dopo averne avuto consapevolezza, Ida Carmina ha scritto su Facebook: «Chiedo il sostegno di tutti coloro che hanno a cuore le sorti di Porto Empedocle e vogliono lottare per il futuro proprio e dei propri figli. Intendo oppormi e porre in essere tutto ciò che sia possibile e necessario perché il territorio empedoclino e la sua cittadinanza abbiano il dovuto rispetto della dignità di popolo e dei suoi diritti di cittadinanza e perché sia considerata la prospettiva di sviluppo di Porto Empedocle, oltre che la sua capacità di accoglienza e la sua indole all’integrazione».

Ida Carmina si sarebbe già messa in contatto con i commercianti del centro storico per organizzare una forma di protesta contro l’apertura di questa struttura d’accoglienza.

Ma lo «scontro» si è ben presto fatto politico. «Il sindaco – ha scritto il presidente del consiglio comunale di Porto Empedocle, Marilù Caci – era perfettamente a conoscenza che i migranti sarebbero arrivati in città nel giro di pochi giorni, ma non ha fatto nulla, ma proprio nulla, per osteggiare preventivamente l’apertura della struttura in pieno centro».

Nell’immobile in via Genuardi, a ridosso della centrale via Roma, dove attualmente sono alloggiati 43 minori, è stato sradicato dalla parete il citofono. Inoltre, alcune automobili dei dipendenti in servizio nel centro d’accoglienza sarebbero state graffiate.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98