Archive | settembre 5th, 2017

VERSO LE REGIONALI 2017 – La sinistra cerca unità Micari tende la mano a Fava

«A Claudio Fava dico incontriamoci e discutiamo, cercando di trovare le ragioni dell’unità e non le divisioni, nel tentativo di ricomporre il centrosinistra, contro le forze di destra in campo». Lo dice il rettore dell’ateneo di Palermo Fabrizio Micari, dopo l’appello di Campo progressista all’unità del centrosinistra per le regionali d’autunno.

«Ritroviamoci sui diritti, sui temi dell’accoglienza e sul lavoro per i giovani» aggiunge.

Non tarda ad arrivare la risposta del candidato della sinistra Claudio Fava: «Ringrazio il rettore per l’invito a un confronto ma discutiamo non solo di programmi in astratto ma in concreto di quale coalizione e quale candidato. Se il partito di Alfano esce dalla coalizione e si sceglie un cambio di rotta politico in Sicilia rispetto al governo Crocetta, io non ho difficoltà a confrontarmi con lui in primarie», dice il vice presidente dell’antimafia.

«In ogni caso – aggiunge Fava -sono assolutamente disponibile a un confronto con il rettore di Palermo nelle prossime ore. Avremo modo di ragionare insieme non solo su questa scadenza elettorale ma anche sul senso politico e sullo spirito con cui arriviamo a questo voto».

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

VERSO LE REGIONALI 2017 – Crocetta: «Sì, rinuncio a candidarmi, per me è il giorno della liberazione»

«Per me è un giorno di liberazione personale. Ho vissuto cinque anni di violenze». Lo ha detto il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, che ha confermato, in una conferenza stampa, la sua decisione di rinunciare alla ricandidatura.

«Quattro anni fa al primo rimpasto pensai di dimettermi e di ricandidarmi da solo. Un pensiero che ho fatto altre due volte. A Roma mi chiedono perché abbia cambiato 57 assessori, ma se me lo chiedete voi giornalisti siciliani non ci sto perché sapete bene che io non avrei mai cambiato nessuno e che tutto è dipeso dai partiti».

IO PIU’ VOTI DEI PARTITI. “Da solo io avrei avuto più voti di tutta la coalizione, lo dicono anche i sondaggi. Da ieri sera ho ricevuto tantissimi messaggi di stima e di approvazione – dice – C’erano sondaggi che ci davano più forti con la mia candidatura, un Presidente che veniva dato al 24 per cento da solo, non è un Presidente bruciato”.

AMAREZZA PALERMITANA. “Ho provato un’amarezza tutta palermitana. La cosa più spaventosa sono stati questi cinque anni di muro di gomma attorno da una parte delle istituzioni palermitane, che pensano di essere la Sicilia e che pensano di essere tutta Palermo. Ma non è così”. Il riferimento appare al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, king maker di queste elezioni regionali, l’uomo che ha scelto il nome del candidato della coalizione, Fabrizio Micari.

MURO DI GOMMA. “Da presidente della Regione mi sono trovato davanti un muro di gomma. Perchè ho cambiato tutti questi assessori? Sono l’unico ad avere avviato in Sicilia un progetto civico, messo in discussione già il giorno dopo le elezioni”.

 “Sono stato accolto da alcuni come se fossi stato il solito presidente della Regione, il gelese provinciale – ha aggiunto Crocetta -. Un muro di gomma attorno a istituzioni palermitane che pensano di essere la Sicilia, quando non è così, e che pensano di essere persino Palermo quando non è così. Cinque anni fa non è che abbiamo vinto solo in via Maqueda o in via Etnea. Abbiamo vinto nei quartieri popolari dove siamo riusciti a parlare il linguaggio della gente. Il primo giorno eletto mi sono trovato davanti a un muro di gomma”.

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

RIBERA – Arrestato giovane su mandato europeo per furto

I Carabinieri della Compagnia di Sciacca e della Tenenza di Ribera, a seguito di mirate attività investigative, hanno arrestato a Ribera Salvatore Schifani, 32 anni, inseguito da un mandato di arresto europeo emesso dalla Germania per reati di furto e altro commessi in terra tedesca. Schifani è recluso in carcere.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – Stefania Vella aderisce a Forza Italia

Ancora adesioni a Forza Italia agrigentina. A Porto Empedocle ha aderito al partito di Berlusconi, e, in particolare, al gruppo del deputato nazionale, Riccardo Gallo, Stefania Vella, giovane studentessa universitaria, già candidata alle scorse elezioni Amministrative al Consiglio comunale empedoclino con il Pdr-Sicilia Futura, e protagonista di una brillante affermazione in termini di consenso.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

PROMOZIONE – Calendario, è subito derby per il Ravanusa: la Libertas Racalmuto in trasferta con il Campobello

La Lnd Sicilia ha presentato questa mattina il calendario per la stagione 2017/2018. Per il Ravanusa subito un impegnativo derby contro l’Atletico Ribera. Debutto insidioso in trasferta per la Libertas Racalmuto contro il forte Campobello di Mazara di Stefano Pizzitola. La Gattopardo inizia a Castellammare il ripescato Casteltermini esordisce in casa contro la Nuova Sancis. Alla prima è subito stracittadina tra Partinicauadace- Don Bosco Partinico.

Questa la prima giornata di Promozione/A:

Altofonte-Città di Castellammare
Campobello-Libertas
Castellammare calcio-Gattopardo
Casteltermini-Nuova Sancis
Cinque Torri-Serradifalco
Partinicaudace-Don Bosco Partinico
Ravanusa-Atl. Ribera
Vallelunga-Salemi

 

Presentati stamane nella sede federale di Ficarazzi di Palermo i calendari dei campionati 2027/18 di Eccellenza (due gironi da 16 squadre ciascuno) e Promozione (quattro da sedici).

Entrambe le competizioni avranno inizio il 10 settembre e si concluderanno il 22 aprile, tenuto conto che la prima giornata di ritorno avverrà il 7 gennaio.

Sono previste quattro domeniche di sosta: il 24 ed il 31 dicembre per le festività di fine anno, quindi il 25 marzo e l’1 aprile in occasione del Torneo delle Regioni nonché per la Pasqua.

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO DI PROMOZIONE

Postato in In evidenza, Sport0 Comments

VERSO LE REGIONALI 2017 – Rosario Crocetta rinuncia alla candidatura alla Presidenza per un posto a Roma

Rosario Crocetta rinuncia alla candidatura e sosterrà Fabrizio Micari. Il governatore, come si legge sul Giornale di Sicilia in edicola, programma il suo futuro in politica. Ed è pronto a presentare una sua lista anche alle prossime Politiche. In un’intervista al Corriere della Sera precisa: “Non decido niente da solo. Torno a Palermo per parlare con i miei e concordare collegialmente il possibile ritiro della mia candidatura alla presidenza. Ma la mia lista ci sarà sia il 5 novembre che, per il Senato, alle prossime Politiche”. Lo afferma il governatore uscente della Sicilia Rosario Crocetta dopo l’incontro con il segretario del Pd Renzi.

“Lui non ha mai criticato – sottolinea -. Lo hanno fatto i renziani siciliani: troppe ambizioni personalistiche, una lotta politica interna per sostituirsi a me. Ma io lascio le cose a posto, e questa è una grande soddisfazione. Con il nostro lavoro il centrosinistra può e deve vincere. Sarò felice di consegnare una Sicilia così al mio successore”.

Postato in Dall'Italia, In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

CANICATTI’ – Cadavere di uomo nel cortile di un palazzo: vittima romeno forse ladro di appartamenti?

Il cadavere di un uomo è stato trovato nel cortile di un palazzo in centro a Canicattì. Non aveva documenti e non sarebbe residente nello stabile.

Le indagini sono condotte dalla polizia. La causa della morte sarebbe riconducibile ai traumi riportati dalla caduta da uno degli appartamenti se non dal tetto del palazzo. Secondo una delle piste seguite dagli investigatori potrebbe trattarsi di un tentativo di furto in abitazione conclusosi in maniera tragica. L’uomo trovato morto  nel cortile di un palazzo in centro a Canicattì era un romeno di 28 anni residente a Canicattì. Secondo la polizia il giovane potrebbe essere caduto mentre stava cercando di entrare in un appartamento che si affaccia sul cortile. 

FOTO. SICILIAREPORTER.COM

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Rissa tra ristoratori a Taormina [VIDEO]

Prima un litigio verbale tra un uomo e una donna, poi lo spintone e quindi l’arrivo dei rinforzi con pugni e calci proprio come una delle risse dei film western. Ma non si trattava di finzione ma di botte che si sono scambiati tra i tavoli per strada, il 28 agosto scorso, titolari e camerieri di due ristoranti a Taormina, il ‘Gambero Rosso’ e il ‘Mamma Rosa’, forse per un precedente litigio dovuto all’accaparramento di avventori. Durante le botte gli avventori sono fuggiti sia dal locale dove stava avvenendo la rissa sia da quelli vicini.

Il sindaco di Taormina Eligio Giardina oggi ha annunciato: ”Il comune si costituirà parte civile perché quello è accaduto è gravissimo e lede l’immagine di Taormina nel mondo”. La rissa è stata ripresa da una telecamera di sorveglianza. Le immagini sono state acquisite dalla polizia poi pubblicate dal sito Taormina Today finendo su Youtube dove sono state viste da migliaia di persone. Per la rissa la polizia ha denunciato sette persone.

“Spetta all’autorità giudiziaria – prosegue Giardina – prendere ora delle delle decisioni consequenziali, mi aspetto il pugno di ferro nei confronti di chi ha determinato un danno incalcolabile per il nostro Comune. Ci tengo a ribadire che la maggior parte dei ristoratori sono persone perbene e gente che sa fare bene il proprio mestiere. Questi coinvolti nella rissa, che non posso nemmeno definire ristoratori, hanno manifestato un comportamento deprecabile e una follia inutile. Infatti, certamente nella nostra città non mancano i turisti e i clienti, e tale reazione oltre che delinquenziale è assolutamente spropositata. Ci costituiremo parte civile per il buon nome della nostra città e per far capire che si è trattato di un episodio assolutamente sporadico. Chi viene qui conosce bene la nostra attenzione all’accoglienza e al rispetto dei visitatori”.

“Non ho il potere di chiudere questi locali anche se mi auguro che le autorità prendano i giusti provvedimenti perché questo episodio grave danneggia Taormina e gli operatori che operano bene in città”.

“Ho richiesto – spiega Giardina – la convocazione urgente di una riunione della Commissione provinciale per l’Ordine pubblico e la Sicurezza, nel corso della quale è emerso che il sindaco non ha potere di chiudere le due attività. La Questura mi ha assicurato che nei prossimi giorni interverrà in modo deciso”. “La chiusura dei locali – dice Mennella – doveva essere fatta subito, lo prevede la legge. Non è la prima volta che accade. Siamo indignati”

Postato in Cronaca, In evidenza, MESSINA, Video0 Comments

Denunciati tre cacciatori nel Nisseno

Durante lo scorso fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Caltanissetta hanno effettuato dei mirati servizi finalizzati a garantire il rispetto delle norme che regolano l’attività venatoria, con particolare riferimento alla corretta custodia, porto e impiego delle armi da sparo. Durante la notte fra il 2 e il 3 settembre, intorno alle ore 2, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Caltanissetta, allertati da alcune segnalazioni al 112, intervenivano il contrada Gibil Gabib, sorprendendo due cacciatori, padre e figlio di 74 e 28 anni, entrambi di Caltanissetta, che stavano cacciando in violazione del calendario venatorio.
Durante il controllo, i Carabinieri rinvenivano la selvaggina appena cacciata, costituita da due conigli selvatici, che venivano sequestrati, così come le armi e le munizioni detenute. Emergevano inoltre illeciti penali in materia di omesse comunicazioni all’Autorità di Ps in ordine alla cessione di armi tra i due. Ritirate le licenze di porto di fucile per le successive valutazioni da parte delle Autorità preposte. La mattina del 3 settembre, nel corso dei citati servizi, i Carabinieri di Serradifalco denunciavano un altro cacciatore, 38enne di Agrigento, colto nel cacciare senza rispettare la norma che impone di ridurre la capacità del serbatoio a due cartucce. Anche per il 38enne è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria e il sequestro di arma e munizioni.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

CALTANISSETTA – Treno investe due bovini sui binari

Un treno locale poco fuori la stazione di Caltanissetta Xirbi diretto a Caltanissetta centrale ha investito stamane due bovini lungo la linea ferrata. L’impatto ha causato la morte dei due capi di bestiame e ha spaventato i passeggeri del treno locale che comunque dopo l’arrivo della Polizia ferroviaria ha potuto raggiungere la destinazione. Sul caso indagano gli agenti della Polfer che stanno cercando di identificare il proprietario degli animali che saranno destinati alla macellazione.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98