Archive | settembre 12th, 2017

REGIONALI – Forza Italia, pressing su Vittorio Sgarbi [Vd Tg]

Vittorio Sgarbi smentisce l’alleanza con Forza Italia in Sicilia in vista delle elezioni regionali del 5 novembre prossimo: «Le mie considerazioni rilasciate stamane a un’emittente radiofonica – precisa – sono state strumentalizzate. Vero che ho sentito al telefono Berlusconi, ma non gli ho affatto manifestato alcuna intenzione di correre con Forza Italia. Ho solo registrato le sue preoccupazioni per i voti che “Rinascimento” e ‘Mir’ porteranno via al centrodestra. Resta dunque salda l’alleanza con il Mir, i Moderatri in rivoluzione di Giampiero Samorì e continuiamo nella composizione delle liste per le quali ci stanno arrivando numerose candidature».

Postato in In evidenza, Politica, Video0 Comments

LICATA – “Da Agrigento a Palermo per comprare l’eroina”, due arrestati

Da Agrigento a Palermo per comprare l’eroina. I carabinieri di Cefalù hanno arrestato oggi Salvatore Bongiorno e Salvatore Famà, due licatesi di 37 e 28 anni accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono stati fermati all’altezza del bivio per Scillato e trovati in possesso di 10 grammi di polvere bianca. I militari si trovavano sulla Palermo-Catania quando hanno notato, nella carreggiata in direzione del capoluogo etneo, una Renault Clio di colore argento sulla quale viaggiavano due uomini, “volti noti alle forze dell’ordine”. Dopo un controllo sulla banca dati delle forze dell’ordine è scattata la perquisizione.

 All’interno dell’abitacolo, sotto la moquette del sedile anteriore lato passeggero, c’erano i due involucri di sostanza stupefacente. I due sottoposti al giudizio con il rito direttissimo, e dopo la convalida dell’arresto, sono stati sottoposti all’obbligo di firma.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

REGIONE – L’assessore Vermiglio ad un passo dalle dimissioni

A 54 giorni dalle elezioni e dunque dalla chiusura della legislatura, Carlo Vermiglio annuncia di volersi dimettere dalla carica di assessore regionale ai Beni Culturali.

Vermiglio ha preso carta e penna e ha scritto al presidente della Regione: «Sono entrato nel governo come tecnico indicato dall’area ex Ncd – oggi AP – ed ho svolto la delega assessoriale senza mai far prevalere meri interessi politici. Come in più occasioni precisato, avrei proseguito l’esperienza di governo dei Beni Culturali finché avessi goduto del sostegno tuo e del gruppo politico che mi ha indicato. Apprendo tuttavia dalla stampa che sarebbe tua intenzione propormi alternativamente la candidatura in una delle tue liste ovvero di lasciare la giunta di governo. Se venissero confermate le dichiarazioni a te attribuite – è il punto cruciale della lettera di Vermiglio a Crocetta – provvederei a consegnare le mie dimissioni domani stesso».

Vermiglio conclude così la sua lettera a Crocetta: «Non ho mai preso parte a competizioni elettorali, non ho tessera di partito e ho improntato unicamente la mia azione al raggiungimento di obiettivi di qualità nell’interesse della Sicilia e del suo patrimonio culturale. Anche in questo momento non intendo introdurre deroghe a questo principio. Ti ringrazio per avermi consentito questo esaltante percorso».

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

VIABILITA’ – Statale Agrigento-Caltanissetta, apertura di un nuovo tratto lungo 9 km il 25 settembre

Il 25 settembre aprirà un altro tratto, lungo 9 chilometri, della nuova strada statale 640 Porto Empedocle-Caltanissetta.

Da quella data sarà percorribile il tratto compreso tra le contrade Grottarossa e Favarella, a cavallo delle province di Agrigento e Caltanissetta.

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

CASTELVETRANO – Sequestrato complesso turistico, soci cooperativa condannati dalla Corte dei conti a pagare 5 milioni di euro

Una società cooperativa di Castelvetrano (Tp) che operava nel settore turistico ricettivo  e’ stata messa sotto sequestro dalla guardia di Finanza nell’ambito dell’attività istituzionale anticorruzione e di contrasto alla mala gestione delle risorse pubbliche. Il provvedimento è stato, richiesto dalla Procura regionale della Corte dei conti siciliana. I titolari sono i tre soci M.I., A.G.C. e S.A. Sono accusati di truffa aggravata “per il conseguimento di erogazioni pubbliche ed emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, correlati ai lavori di ampliamento e ristrutturazione della struttura alberghiera”. I giudici contabili li hanno condannati al pagamento 4.689.480 euro in favore dell’Assessorato regionale e di 416.667 euro. Sequestrati due rapporti bancari riconducibili a due dei tre soci, per un valore pari ad oltre 57 mila euro, nonché un complesso alberghiero a Marinella di Selinunte (Tp) per un controvalore complessivo pari ad oltre 5 milioni di euro.

Postato in Cronaca, TRAPANI0 Comments

VERSO LE REGIONALI – M5s, tribunale sospende le regionarie

A poco meno di due mesi dalle elezioni regionali in Sicilia, un’altra tegola sul Movimento Cinque Stelle: la quinta sezione civile del tribunale di Palermo ha sospeso la validità e gli effetti delle cosiddette “regionarie” siciliane, le elezioni on line che hanno incoronato Giancarlo Cancelleri candidato del Movimento a governare la Sicilia.

Il provvedimento cautelare emesso dal giudice sospende l’elezione e rinvia la causa al 18 settembre per l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei candidati classificatisi in posizione utile per entrare in lista. Il ricorso è stato presentato da Mauro Giulivi, un militante siciliano, difeso dagli avvocati Lorenzo Borrè e Riccardo Gentile. Giulivi era stato escluso per non aver firmato un documento che gli era stato sottoposto dal Movimento e dallo staff, necessario per potersi candidare. Si tratterebbe di uno di quei testi ad hoc che M5s fa firmare ai candidati chiamandoli codici etici, ma che in realtà sarebbero clausole contrattuali.

Il giudice del tribunale di Palermo che ha accolto il ricorso sulle Regionarie del M5s presentato da Mauro Giulivi non riconosce al momento il testo che il candidato avrebbe dovuto firmare come codice etico e scrive nel provvedimento: “Poiché non risulta (né è stato allegato) che detta adesione dovesse intervenire prima della candidatura proposta on line, e al contrario risulta che nella precedente procedura per le comunarie detta adesione è stata richiesta solo all’esito delle primarie, e poiché il Giulivi è stato escluso da detta procedura, senza formalizzazione di alcun invito alla relativa sottoscrizione, deve escludersi la sussistenza della causa ostativa alla candidatura (mancata sottoscrizione del c.d. codice etico) prospettata dall’associazione resistente”.

Mauro Giulivi, l’attivista del M5s che ha presentato il ricorso, è compagno della parlamentare nazionale Chiara Di Benedetto, vicina all’ala dei cosiddetti “monaci” guidata da Riccardo Nuti, l’ex leader palermitano del M5s sospeso in seguito all’inchiesta sulle firme false per le elezioni amministrative del 2012.

Il legale che assiste Giulivi, l’avvocato Lorenzo Borrè, è lo stesso che ha intentato cause in passato contro il M5s, l’ultima in ordine di tempo per la candidata genovese Marika Cassimantis. Giulivi, che cinque anni fa si era candidato nella lista del M5S all’Assemblea Regionale Siciliana, risultò dopo l’ex senatore del M5S Francesco Campanella (primo dei non eletti) oggi esponente di Mdp – Art 1, il più votato nel collegio di Palermo. Dopo le dimissioni del deputato regionale Giorgio Ciaccio, anche lui rinviato a giudizio per l’affaire firme false, dovrebbe subentrare al suo posto. Le dimissioni di Ciaccio non sono però state ancora votate dall’aula.

Postato in Cronaca, In evidenza, Politica0 Comments

SICULIANA – Sbarco di migranti in spiaggia fra i bagnanti [VIDEO]

Sbarco fra i bagnanti nell’Agrigentino. Un barcone con una settantina di persone si è fermato a pochissimi metri dalla spiaggia di Giallonardo in contrada Pietre Cadute, nel tratto di mare fra Siculiana a Realmonte.

In 38 sono stati fermati dalle forze di polizia dopo che intorno alle 13.30 alcuni bagnanti avevano lanciato l’allarme. I militari della guardia costiera, i carabinieri, la polizia e la guardia di finanza hanno collaborato per fermare i fuggitivi.

Nelle immagini divulgate dall’associazione Mareamico si vede l’imbarcazione di legno lunga circa 10 metri stracarica di migranti che si avvicina alla battigia e subito dopo lo sbarco.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Video0 Comments

FAVARA – Incontro dibattito:”Emigrazione ed integrazione degli italiani all’estero”

Proseguono le attività della Fondazione Italiani in Europa presieduta dal professor Giuseppe Arnone e finalizzata a promuovere e valorizzare le eccellenze siciliane e italiane all’estero. A Favara, giovedì prossimo, 14 settembre, al Castello Chiariamone, alle ore 10, si svolgerà un incontro – dibattito sul tema “Emigrazione ed integrazione degli italiani all’estero”. Interverranno il ministro della famiglia, salute ed integrazione Tedesco, Monika Bachmann, i sindaci della provincia agrigentina, e Giacomo Santalucia, presidente dell’Istituto dell’Istruzione e della Cultura Italiana e Tedesca. Durante l’incontro sarà stipulato un protocollo d’intesa al fine di valorizzare le attività dei nostri connazionali emigrati in Germania. Interventi artistici a cura di Nenè Sciortino. Altre informazioni sul sito www.fondazioneitalianineuropa.it .

Postato in Cronaca, Cultura, Eventi, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Processo “Discount”, depone per 3 ore l’imprenditore Giuseppe Burgio

“Non ho mai sottratto neppure un euro dalle mie società, ho sempre cercato di salvare le mie aziende anche nei momenti più duri. Le banche ci hanno azzerato i fidi e aumentato il tasso di scopertura, per le imprese del gruppo è stato un colpo mortale”. L’imprenditore Giuseppe Burgio, arrestato il 27 ottobre dell’anno scorso, con l’accusa di avere provocato una bancarotta fraudolenta da 20 milioni di euro, ha chiesto di essere sentito e rilasciare spontanee dichiarazioni e si è difeso su tutti i fronti. L’imprenditore, ha parlato per circa tre ore difendendosi dalle pesanti accuse che gli sono state rivolte dalla Procura. L’ex re dei supermercati ha replicato alla deposizione fatta all’udienza precedente dal curatore fallimentare della Gestal. L’imprenditore ha smentito inoltre di avere distratto dalla cassa contanti  della stessa Gestal e ha detto di averla trovata vuota indicando un suo collaboratore come possibile responsabile. Dopo la sua lunghissima difesa è stato ascoltato il commercialista Salvatore Grisafi, curatore di un’altra impresa del gruppo, la Ingross. Si torna in aula il 23 ottobre.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

BASKET – 3°posto al torneo di Monfalcone per la Fortitudo Agrigento

Terzo posto al torneo di Monfalcone per la Fortitudo Moncada Agrigento. I biancazzurri battono Udine con il punteggio di 86 a 74. Nel primo quarto è Udine ad iniziare bene, bianconeri a più 4 e Fortitudo pronta a rimontare. Nel secondo periodo di gioco la Moncada con i colpi di Evangelisti e Williams pareggia i conti.

Da lì Agrigento sale in cattedra e vince convincendo. Il terzo periodo si chiude con il punteggio di 66 a 57 per Agrigento. Nel finale Udine prova a reagire ma la Fortitudo chiude i conti e porta a casa la coppa che vale il terzo posto.

 

 

Postato in AGRIGENTO, Sport0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98