Archive | ottobre, 2017

CALTANISSETTA – Presunto caso di meningite batterica: 39enne ricoverata al Sant’Elia

Un presunto caso di meningite batterica si sarebbe registrato nelle ultime ore a Caltanissetta. Una donna di 39 anni è stata ricoverata all’ospedale Sant’Elia con sintomi che fanno sospettare la presenza del virus. La donna si è presentata al pronto soccorso con febbre alta, cefalea, rigidità nucale e iperestesia. I sanitari, dopo aver effettuato gli esami ematici, avrebbero confermato i sospetti,  possibile meningite batterica. La donna è stata messa in quarantena nel reparto di Malattie Infettive,  la prognosi rimane riservata. Avviata la  profilassi per tutte le pesone che sono entrate in contatto con la paziente negli ultimi cinque giorni.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

RACALMUTO – Protesta degli studenti della Media contro la legge che obbliga il prelevamento dalla scuola

Sciopero questa mattina degli alunni della Scuola Media Leonardo Sciascia di Racalmuto, contro la legge che obbliga da parte dei genitori di prelevare i ragazzi fino a 14 anni dalle scuole. Gli studenti con diversi cartelloni allestiti hanno espresso il loro disappunto alla legge prima sostando davanti l’Istituto scolastico e dopo recandosi anche al Comune di Racalmuto.

E, intanto, dopo le polemiche dei giorni scorsi su questa legge arriva,  la proposta di legge per permettere anche ai ragazzi minori di 14 anni di uscire da scuola e tornare a casa da soli alla fine delle lezioni.Ad avanzarla l’Onorevole Simona Malpezzi – responsabile scuola del Partito Democratico.

I genitori i tutori dei minori di 14 anni quando sarà approvata la   proposta di legge possono autorizzare le istituzioni del sistema nazionale di istruzione a consentire l’uscita autonoma dei minori dai locali scolastici al termine dell’orario delle lezioni”.

 Per far sì che la proposta diventi realtà il prima possibile probabilmente verrà inserita come emendamento alla Legge di Bilancio o al Decreto Fiscale.

protesta-studenti2

 

 

Postato in Cronaca, In evidenza, RACALMUTO, Scuola0 Comments

Operazione antidroga “STREET FOOD” : “Carciofetto” e “Papà’” erano i riferimenti

Tra gli indagati nell’operazione antidroga “Street Food” condotta dai carabinieri, spiccano le figure di Giuseppe Sanzone, detto “papà” e Daniel Tabbone, detto “carciofetto”, entrambi menfitani, rispettivamente di 40 e 23 anni, destinatari delle due ordinanze di custodia cautelare in carcere, che gestivano il sodalizio criminale mettendo a disposizione auto e cellulari per il trasporto della sostanza stupefacente.

Gi altri destinatari delle misure cautelari, per i quali sono stati disposti gli arresti domiciliari, sono Giulia Nigrelli, di 20 anni, di Menfi; Calogero Friscia, di 22 anni, di Menfi, Emanuele Gambino, di 31 anni, di Sciacca, Giovanni Pilo, di 22 anni, di Menfi.

Gli indagati, utilizzando un collaudato “modus operandi”, organizzavano con cadenza quasi giornaliera delle sortite nel capoluogo regionale, solitamente partecipandovi in prima persona o delegando i propri collaboratori, a volte anche minori, per effettuare l’acquisto dello stupefacente, in media almeno 1-2 panetti di hashish ed alcuni grammi di cocaina per ciascun viaggio.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Terremoto nella notte nel Palermitano, paura a Bompietro

Una scossa di terremoto di intensità 2.5 nella scala Richter è stata registrata dai sismografi dell’Istituto di Geofisica e vulcanologia nella notte nel Palermitano.

La scossa è stata avvertita chiaramente dagli abitanti d Bompietro che sono in parte scesi in strada. L’evento sismico ha avuto epicentro a 3 chilometri ad Est dal Paese e si è verificata ad una profondità di circa 10 chilometri sotto la soglia terrestre.

il sisma è stato registrato alle 3,42 della notte. L’ora tarda ha evitato che fosse avvertita in altri paesi e città del circondario. Non si registrano danni a cose o persone

 

 

Postato in Cronaca, Eventi, In evidenza, PALERMO0 Comments

AGRIGENTO – Prima seduta della neo Consulta per Tassa di Soggiorno

Ad Agrigento, al Comune, si è svolta la prima seduta della Consulta del Turismo, appositamente costituita per decidere come utilizzare il ricavato della tassa di soggiorno, imposta ad Agrigento dallo scorso 15 luglio (sono già disponibili oltre 200mila euro) e con destinazione vincolata a finalità di incremento turistico. Il presidente è il sindaco, Lillo Firetto, e sono intervenuti, anche l’assessore comunale al Bilancio, Giovanni Amico, i rappresentanti delle varie associazioni e i titolari di strutture ricettive. E poi il presidente del Consorzio Turistico Valle dei Templi, Emanuele Farruggia, l’amministratore del Distretto turistico, Gaetano Pendolino, il presidente di Federalberghi, Francesco Picarella, il presidente di AssoHotel, Paolo Pullara, e di Abba, Carmelo Cantone, poi Giuseppe Lo Pilato del Fai-Kolimbetra, Enzo Sinatra, albergatore, Enzo Camilleri del Distretto turistico, Cristian Moncada di “City of the Temples”, Arianna Nicosia, Elvira Mangione, titolari di b&b, e Michele Buggea titolare di camping. Sono state lette e approvate le linee guida per l’organizzazione interna della Consulta. Arianna Nicosia, titolare di un b&b, è stata eletta vice presidente della Consulta. La seduta è stata aggiornata al prossimo 7 novembre.

Postato in AGRIGENTO, Economia, Eventi, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Processo antidroga “Bazar”, requisitoria della Procura

Ad Agrigento al palazzo di giustizia, innanzi alla giudice monocratico del Tribunale, Maria Alessandra Tedde, si è svolta un’udienza del processo a carico di 14 imputati nell’ambito dell’inchiesta antidroga cosiddetta “Bazar”, sostenuta dalla Squadra Mobile di Agrigento. Il pubblico ministero, a conclusione della requisitoria, ha chiesto la condanna a 6 anni di reclusione ciascuno per tre tunisini: Toumi Faouzi, Haitaim Aidi e Amemi Walid, difesi dagli avvocati Giuseppina Ganci e Salvatore Collura, e 5 mesi di reclusione a carico degli altri imputati difesi dagli avvocati Giuseppe Sodano, Sebastiano e Valentina Bellanca, Emanuele Dalli Cardillo, e Teresa Alba Raguccia. Prossima udienza il 27 novembre per le arringhe dei difensori.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FIUME NARO – Scarti dei frantoi, allarme inquinamento [VIDEO]

L’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, coordinata da Claudio Lombardo, ha diffuso un video, registrato da un drone, che testimonia il grave disastro ambientale provocato, anche quest’anno come i precedenti, da alcuni dissennati imprenditori del settore oleario che hanno versato le acque di vegetazione nei torrenti e nei fiumi, e, nel caso specifico mostrato dal video, nel fiume Naro, nel cui bacino idrico ricadono i frantoi di Canicattì, Naro e Favara.

Le acque di vegetazione sono le acque reflue derivanti dalla lavorazione dell’olio di oliva. L’immissione nei torrenti di tali scarti oleosi, che sottraggono ossigeno all’acqua, causano la morte dei pesci. L’attuale normativa prevede che tali acque inquinanti siano accumulate dentro vasche sigillate e poi inviate presso i depuratori abilitati o versati nei terreni di proprietà, con una modalità ben definita, per non danneggiare l’ambiente.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

Anche Racalmuto aderisce al Distretto Turistico Valle dei Templi

E’ in espansione il Distretto turistico regionale Valle dei Templi, sia come soci pubblici che privati. Sono adesso 23 i Comuni che sono parte dell’area distrettuale. I Comuni di Naro e di Racalmuto, dopo aver manifestato da tempo tale volontà condividendo appieno finalità e progetti, hanno aderito formalmente al Consorzio. All’ottantina di soggetti, tra imprese di servizi e di ricettività turistica e associazioni, si sono aggiunte recentemente 7 strutture ricettive turistiche, tra affittacamere, b&b, case vacanze e un ostello. Quattro sono di Agrigento, due di Caltanissetta e uno di Mussomeli. Significativa è l’adesione del primo ostello di Agrigento che consente di completare l’offerta ricettiva della città dei Templi con alloggi confortevoli a prezzo contenuto rivolgendosi principalmente ai giovani. L’adesione al Distretto comporta la condivisione degli obiettivi di promozione e rilancio di un’area che ha la sua centralità nella Valle dei Templi, ed è in grado di presentare un’offerta variegata per il turismo culturale, scolastico, della terza età, enogastronomico, balneare, letterario, religioso, naturalistico e per il cineturismo. Con Naro si assicura una continuità territoriale sulla fascia costiera, da Realmonte a Gela, a cui manca solo Licata, da cui si attende l’adesione ufficiale. Con Racalmuto si suggella la partecipazione concreta di una delle tappe fondamentali della Strada degli Scrittori.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Cultura, Eventi, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – 3 cardiologi assunti con urgenza all’Asp

Altri dirigenti medici sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato dall’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Si tratta di tre cardiologi che, in atto, prestano servizio a tempo determinato negli ospedali di Agrigento e Canicattì. Il provvedimento urgente con cui l’Azienda ne ha disposto l’assunzione, oltre a consentire la stabilizzazione per i professionisti garantendone l’uscita dal precariato, evita gravi criticità nei reparti ospedalieri interessati. I tre cardiologi, infatti, avrebbero dovuto lasciare già dal primo novembre gli ospedali agrigentini per assumere servizio all’Azienda sanitaria di Siracusa dove sono stati convocati per essere assunti in conseguenza dello scorrimento di una graduatoria a tempo indeterminato. Dunque, l’ Azienda sanitaria di Agrigento, diretta da Gervasio Venuti, dopo aver acquisito la disponibilità dei professionisti a continuare a esercitare il proprio mandato all’Asp di Agrigento, ha avviato, come previsto dall’Assessorato Regionale della Salute in una recente circolare, un virtuoso esempio di dialogo interistituzionale con l’Azienda di Siracusa, finalizzato all’utilizzo condiviso della graduatoria.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Decesso Vincendo Rigoli: ennesimo rinvio del processo penale per omicidio colposo

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, in Tribunale si è svolta un’altra udienza del processo a carico dei medici Sergio Sutera Sardo e Salvatore Napolitano, imputati di omicidio colposo a seguito della morte di Vincenzo Rigoli, 19 anni, di Agrigento, vittima di un incidente stradale e poi deceduto in ospedale, al San Giovanni di Dio, ad Agrigento, in sala operatoria, a causa di uno shock emorragico, nella notte tra il 16 ed il 17 dicembre 2012. La giudice monocratico Maria Alessandra Tedde ha rinviato la seduta a causa dell’assenza del dottor Ragazzi, cofirmatario della perizia d’ufficio redatta insieme al dottor Rinella su incarico del pubblico ministero. Prossima udienza il 13 novembre per ascoltare, oltre Ragazzi, anche i testimoni di parte civile, e i genitori di Vincenzo Rigoli, Giuseppe Rigoli e Michela Frasca, che affermano: “Sono trascorsi quasi cinque anni dal decesso di Vincenzo ed è a dir poco straziante ritrovarsi alle udienze e dover assistere inermi alle defaillances della burocrazia: per paritetiche situazioni procedimentali subiamo l’ennesimo rinvio del processo. Rimaniamo, tuttavia, fiduciosi nella magistratura giudicante, affinchè si possa dare risposta univoca alla richiesta di giustizia che esercitiamo nei confronti di nostro figlio, con utilizzo di tempistica breve, nella speranza che quanto accaduto a Vincenzo non abbia più a verificarsi”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98