Archive | ottobre 10th, 2017

REGIONALI 2017 – M5s, Cancelleri presenta il quarto assessore designato

E’ Salvo Corallo, già assessore comunale della giunta di Federico Piccitto a Ragusa, l’assessore designato alle Infrastrutture del M5S, in caso di vittoria alle regionali di novembre. A presentarlo con un video su Fb, mentre viaggia in auto percorrendo la Siracusa-Gela, è il candidato presidente del M5S Giancarlo Cancelleri.

Corallo, 50 anni, sposato, due figli, imprenditore del settore turistico-alberghiero, è il quarto assessore designato di una eventuale giunta Cinquestelle; da assessore comunale ai Lavori Pubblici ha rassegnato le dimissioni ad agosto scorso, per avviare la campagna elettorale a fianco di Cancelleri, che ha cominciato la campagna alla conquista della Sicilia proprio da Marina di Ragusa.

 

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

REGIONALI 2017 – Micari designa il figlio di Pio La Torre come assessore alla Legalità

 Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana, include nella squadra del suo eventuale governo il figlio Franco La Torre, figlio del parlamentare del Pci ucciso a Palermo nell’82 dalla mafia.

La Torre, 61 anni, avrà la delega alla Legalità, assessorato che Micari intende creare.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

NARO – Tragedia Diga Furore: due indagati e lutto cittadino [VD TG]

Gaetano Valastro, 52 anni di Catania, dirigente regionale del Dipartimento acqua e rifiuti presso l’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità e Francesco Mangione, 53 anni di Raffadali, titolare della ditta che si occupa di manutenzione degli impianti della Diga Furore di Naro (e datore di lavoro delle vittime), sono indagati del reato di omicidio colposo per aver provocato la morte di Francesco Gallo, 61 anni di Naro e Gaetano Cammilleri, quasi 56 anni (li avrebbe compiuti il mese prossimo) di Favara, in quanto avrebbero violato le norme per la prevenzione degli infortuni consentendo alle due vittime di operare nell’opera di manutenzione ordinaria di una torre di controllo della diga Furore di Naro e senza adottare i sistemi di protezione previsti per legge.

In particolare, viene contestato ai due indagati di aver consentito che Gallo e Cammilleri fossero trasportati da un montacarichi (non idoneo per trasportare persone) e non da un apposito cestello realizzato secondo le norme di sicurezza.
L’intera area interessata dal tragico e gravissimo episodio è stata sequestrata ad opera del sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento, Salvatore Vella che coordina le indagini.

A Favara e a Naro sarà lutto cittadino quando saranno celebrati i funerali di Gaetano Cammilleri, 56 anni da compiere il mese prossimo, a Favara, e di Francesco Gallo, 61 anni compiuti giovedì scorso, a Naro. Il sindaco di Naro, Lillo Cremona, conferma: “Ciccio era una delle poche persone vere, è stato mio amico di giochi, era un appassionato della vita e in comune avevamo la passione per le moto. Abbiamo percorso 20 mila chilometri assieme. Anche domenica scorsa eravamo in giro per la Sicilia. Ho il cuore spezzato. Spero davvero che sia morto per caso. Non si può morire per sciatteria, per noncuranza da parte di chi avrebbe dovuto controllare. A Naro sarà lutto cittadino”.
E così anche Anna Alba: “Favara si fermerà il giorno dei funerali del nostro concittadino Gaetano Cammilleri, per essere vicini ai suoi familiari. Chiamerò il sindaco di Naro, per fare in modo di essere presenti alla celebrazione del funerale di Francesco Gallo”. Nel frattempo, da Palermo, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, invoca giustizia: “Non si può morire di lavoro, chi ha delle responsabilità deve pagare. Sono vicino ai familiari, sapendo che nessuna parola potrà lenire il loro dolore. Nominerò immediatamente una commissione regionale d’inchiesta per accertare le responsabilità. Giustizia deve essere fatta”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

CANICATTI’ – Incidente sul lavoro fatto passare per incidente stradale: in cinque rinviati a giudizio

Un incidente sul lavoro fatto passare per un incidente stradale: rinviate a giudizio, all’udienza fissata per l’8 gennaio prossimo, cinque persone di Canicattì accusate a vario titolo di omicidio colposo e simulazione di reato in concorso, in merito al decesso del muratore Giuseppe Gioacchino Bordonaro, 52 anni, avvenuto nell’estate di tre anni fa.

A processo andranno: Maria Grazia Cuva ed Antonio Ferraro (moglie e marito di 52 e 55 anni, di Canicattì committenti dei lavori al tetto di una casa di loro proprietà); Roberto Lauricella Donisi, 47 anni, titolare dell’impresa; Giovanni Garlisi, 36 anni, e Gioacchino Caracciolo, 40 anni, colleghi della vittima.

Le ipotesi di reato contestate, a vario titolo in concorso, sono di omicidio colposo, simulazione di reato, favoreggiamento personale, abusivismo edilizio e violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro.

L’incidente avvenne in una casa ai margini del centro storico di Canicattì, il 24 giugno 2014, ma Bordonaro morì all’ospedale di Messina dove fu trasferito nel centro neuro lesi il successivo 16 luglio.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SELINUNTE – La macchina si schianta e si ribalta, muore un 34enne

Un automobilista di 34 anni, Antonino Puleo, è morto nella notte in seguito a un incidente stradale lungo la statale 115 per Selinunte, a circa un chilometro dalla borgata marinara. Il giovane viaggiava da solo su una Renault Clio in direzione di Selinunte quando, per cause in fase di accertamento da parte dei carabinieri, è finito su una recinzione prima in muratura e dopo in ferro abbattendola. Nell’impatto il veicolo si è ribaltato e il conducente è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. 

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

SAN CATALDO – Corruzione al Comune, arrestati l’imprenditore e funzionario Utc

Un imprenditore e un funzionario del Comune di San Cataldo sono stati arrestati e messi ai domiciliari dalla Guardia di Finanza per corruzione. I provvedimenti sono stati firmati dal gip del Tribunale di Caltanisetta su richiesta della Procura nissena. Sono anche stati sequestrati 46.550 euro che sarebbero il provento del reato. Perquisizioni sono state eseguite al Comune di San Cataldo e nella società Ediltecnica Costruzioni s.r.l.

Le indagini della Guardia di Finanza hanno preso il via a seguito dell’operazione Perla Nera che, nell’aprile del 2016, aveva portato all’arresto di tredici persone tra funzionari pubblici e imprenditori nisseni per reati contro la pubblica amministrazione. Tra gli arrestati anche all’epoca figuravano Salvatore Ficarra, rappresentante legale della Ediltecnica Costruzioni s.r.l., e Daniele Silvio Baglio, funzionario dell’Ufficio tecnico del Comune di San Cataldo, tutti e due indagati in relazione ad un rapporto corruttivo intrattenuto con l’ing. Giorgio Salamanca, ex dirigente dell’Utc di Caltanissetta. Le indagini svolte dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Caltanissetta e dirette dalla Procura della Repubblica, hanno consentito al Gip di Caltanissetta di sottoporre ancora a misura cautelare personali l’imprenditore Salvatore Ficarra e il funzionario comunale Daniele Silvio Baglio.

Secondo l’accusa Baglio era socio occulto della Ediltecnica Costruzioni s.r.l. e si era attivato per far ottenere vari appalti pubblici nel Comune di San Cataldo in cambio del pagamento di somme di denaro. In particolare, Ficarra pagava “in nero” mensilmente somme di denaro al Baglio in cambio dell’affidamento di lavori pubblici, con procedure amministrative semplificate, in favore della Ediltecnica Costruzioni s.r.l., impresa nella cui compagnie sociale figurava peraltro la moglie di Baglio.

Si tratta di circostanze emerse dall’esame di una contabilità in “nero”, da cui risultava che nel corso degli anni il funzionario dell’Utc di San Cataldo aveva percepito poco meno di 50 mila euro dall’imprenditore. La somma è stata sequestrata. La tecnica era ormai collaudata. Daniele Silvio Baglio, in palese conflitto di interessi, assumeva il ruolo di Rup di diversi e numerosi procedimenti amministrativi relativi all’affidamento, senza gara pubblica, di lavori alla Ediltecnica Costruzioni s.r.l., anche sottoscrivendo provvedimenti di liquidazione di fatture emesse dalla società e così rivestendo contemporaneamente il ruolo di “controllore” e quello di “controllato”. In definitiva, è stato accertato il completo asservimento della funzione pubblica affidata al Baglio agli interessi privati propri e del suo socio.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

GELA – Uccide la madre a bastonate e tenta di ammazzare il padre [VIDEO]

Un uomo affetto da turbe psichiche, Giuseppe Di Dio, di 54 anni, ha assassinato alle prime luci del giorno l’anziana madre, Nunzia Minardi, di 75 anni. L’ha assassinata al culmine dell’ennesima lite scoppiata nell’abitazione a piano terra di via Livorno,15 – nel popoloso quartiere Sant’Ippolito, dove il matricida era tornato da qualche giorno dopo essersi allontanato dalla casa protetta lo scorso fine settimana. 

Erano le 7 quando l’uomo si è avventato contro l’anziana madre, colpendola con un ventilatore e un bastone, infine, soffocandola. L’anziano genitore, Emanuele di 84 anni, ha cercato di difendere la moglie dalla furia omicidi del figlio. E l’ha scampata grossa. Giuseppe Di Dio ha tentato di colpire anche il padre che è riuscito a divincolarsi e trovare riparo fuori. Sul posto, allertati dai vicini, sono intervenuti gli agenti del Commissariato che hanno bloccato il matricida e trasportato in ospedale, dove è piantonato.

L’anziano padre è stato trasferito al pronto soccorso ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni. La salma della povera donna è invece ancora all’interno dell’appartamento, teatro della macabra uccisione, in attesa dell’arrivo del medico legale.

I vicini che hanno sentito le grida degli anziani e poi dato l’allarme, raccontano che il figlio ha aggredito la madre in cucina, forse con un bastone. Tracce di sangue sono state trovate a terra e su un ventilatore.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98