Archive | ottobre 11th, 2017

SANT’ANGELO MUXARO – Furto in un deposito rurale

A Sant’Angelo Muxaro, i Carabinieri indagano a seguito del furto perpetrato in un fabbricato di campagna, utilizzato come deposito di attrezzature agricole. Sono stati rubati due fustoni da 250 litri ciascuno di diesel, una motozappa, una smerigliatrice, un trapano, attrezzi da giardino e attrezzi da saldatura. Il bottino è ingente.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Tracce organiche sulla stele danneggiata di Livatino

Gli investigatori hanno scoperto delle tracce organiche su parte della stele sul luogo dell’agguato mortale al giudice Rosario Livatino, ad Agrigento, danneggiata da ignoti, al momento, lo scorso 18 luglio. Si confida pertanto in tale rilievo al fine di una svolta nelle indagini in corso.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

PALERMO – Omicidio dell’Arenella, migliorano le condizioni del ferito: dichiarazioni spontanee della 20 enne fermata

Muove tutti e quattro gli arti, la prognosi è ancora riservata ma secondo i medici «non è più in imminente pericolo di vita». Arrivano buone notizie dall’ospedale Villa Sofia sulle condizioni di Giuseppe Bua, il fratello di Leonardo, ucciso sabato nel quartiere dell’Arenella al culmine di una lite. L’uomo è ricoverato nel reparto di rianimazione, con dei miglioramenti lenti ma che comunque fanno ben sperare sul suo recupero, definito dagli stessi sanitari «confortante».

Intanto, la 20enne accusata dell’omicidio , Alessandra Ballarò, ha reso dichiarazioni spontanee davanti al Gip del Tribunale di Palermo.

alessandra-ballaro

«Ho avuto paura che i Bua ammazzassero me e le mie sorelle, ma soprattutto mio padre. Sono le uniche persone che mi sono rimaste».

Così, ha spiegato al gip Maria Cristina Sala le ultime fasi della lite che ha portato – sabato scorso – all’omicidio di Leonardo Bua e al ferimento del fratello, colpito ad un fianco, che è ancora in rianimazione in coma farmacologico.

A sparare, con una pistola non ancora ritrovata, sarebbe stata la Ballarò che ha spiegato,cosa è accaduto sabato e nei mesi precedenti.

«Sono disperata e pentita, ma non si può tornare indietro. Questa tragedia mi ha distrutto», ha aggiunto.

Tra le due famiglie i dissidi per questioni economiche hanno radici lontane. Alessandra Ballarò, assistita dall’avvocato Giuseppe Di Stefano, ha raccontato al gip e al pm Amelia Luise che già a febbraio scorso i Ballarò avevano trovato le ruote dell’auto tagliate e il parabrezza rotto. Qualche tempo dopo il fratello era stato picchiato e la famiglia aveva fatto una denuncia contro ignoti.

Successivamente due colpi di pistola sarebbero stati sparati a maggio scorso contro l’abitazione della famiglia di piazzetta Caruso e da allora la tensione è salita fino a esplodere sabato scorso quando Alessandra Ballarò ha sparato. «Mio padre è stato preso a schiaffi – ha raccontato Alessandra Ballarò – e poi i Bua hanno preso degli attrezzi, tra cui un bastone, da una moto ape». In quel momento la ragazza avrebbe deciso di agire.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

GELA – Aveva tentato di uccidere anziano, telecamere lo incastrano

La sezione di pg della guardia di finanza presso la procura di Gela ha eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere per tentativo di omicidio a carico del gelese Gaetano Davide Alfieri, di 41 anni, con precedenti penali. All’inizio del mese scorso, durante un tentativo di furto che stava compiendo in un villino di campagna, in contrada «Femmina Morta», a ovest della città, Alfieri fu sorpreso dal proprietario, un anziano di 90 anni, e si nascose sul terrazzo della casa da dove, per aprirsi una via di fuga, lanciò un pesante concio di tufo sul suo inseguitore colpendolo alla testa e alla scapola sinistra. Così riuscì a dileguarsi.

L’anziano riportò ferite che i medici del pronto soccorso dell’ospedale «Vittorio Emanuele» giudicarono guaribili in 40 giorni. Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza dello stesso villino, la guardia di finanza, incaricata delle indagini, è riuscita a identificare Gaetano Davide Alfieri che oggi è stato rinchiuso nel locale carcere di contrada «Balate». 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

MAZARA DEL VALLO – A “Chi l’ha visto” una nuova foto di Denise Pipitone

Il prossimo 26 ottobre è il giorno del 17esimo compleanno di Denise Pipitone. E alla redazione di “Chi l’ha visto”, su Rai Tre, è stata indirizzata la fotografia di una ragazza che risulta simile all’immagine in età progressiva così come è stata elaborata dai Carabinieri del Ris. La puntata sarà in onda questa sera, mercoledì 11 ottobre, alle ore 21:15. In studio sarà presente la madre, Piera Maggio, insieme al suo avvocato, Giacomo Frazzitta, e sarà mostrata la fotografia di Denise di cui a Mazara del Vallo non vi è più traccia dal primo settembre 2004.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, TRAPANI0 Comments

NARO – Operai morti in cisterna nelal diga Furore, oggi i funerali

I funerali dei due operai morti lunedi nella cisterna del “sovrappieno” della diga Furore di Naro Francesco Gallo e Gaetano Cammilleri si svolgeranno , alle 16, alla chiesa di Sant’Agostino di Naro (Ag).

Ad annunciarlo è stato il sindaco di Naro, Lillo Cremona. Sarà presente anche il sindaco di Favara(Ag) Anna Alba.

I due amministratori per la giornata di oggi hanno proclamato il lutto cittadino. Le salme dei due lavoratori sono state dissequestrate.

La Procura, avendo acquisito ormai un quadro chiaro, non ha ritenuto di dover disporre l’autopsia. Per avere certezza delle cause della morte del sessantunenne e del cinquantacinquenne è bastata, infatti, l’ispezione cadaverica.

Nel registro degli indagati sono stati iscritti il dirigente regionale del dipartimento acque e rifiuti, Gaetano Valastro di 52 anni di Catania, e il titolare della ditta che si occupa della manutenzione degli impianti della diga Furore: Francesco Mangione, 53 anni, di Raffadali.

A coordinare l’inchiesta è il sostituto procuratore Salvatore Vella. L’indagine, al momento, ruota su un unico fulcro: il montacarichi utilizzato che non era idoneo – stando a quanto è stato accertato da investigatori e inquirenti – a trasportare persone.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

LAMPEDUSA – Nuovo sbarco di migranti, oltre 600 nel centro di accoglienza

Ieri sera intorno alle 22 sono sbarcati a Lampedusa 170 tunisini, condotti nell’isola da una motovedetta della Guardia costiera. Nel pomeriggio ne erano arrivati altri 78. Sono 519 i magrebini giunti negli ultimi tre giorni nella più grande delle Pelagie; attualmente nel centro d’accoglienza di Lampedusa ci sono oltre 600 migranti.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

MAFIA – Nessuna prova del summit con Lombardo, le motivazioni della sentenza

Lo scorso 31 marzo 2017 la Corte d’Appello di Catania ha assolto l’ex presidente della Regione, Raffaele Lombardo, dall’accusa di concorso esterno all’associazione mafiosa condannandolo a 2 anni di reclusione, pena sospesa, per corruzione elettorale aggravata dal metodo mafioso ma senza i caratteri dell’intimidazione e della violenza. Ebbene, adesso sono state depositate le motivazioni della sentenza, e i giudici della Corte, tra l’altro, affermano: “Il contestato summit tra i vertici mafiosi e Raffaele Lombardo nel giugno del 2003 a casa dell’ex presidente della Regione è un fatto assolutamente privo di riscontro probatorio, ed è certamente errata la collocazione temporale assegnata dal giudice di primo grado dato che Carmelo Puglisi, che secondo le dichiarazioni del boss pentito Santo La Causa sarebbe stato presente al summit, nell’estate del 2003 era ancora detenuto”. Le motivazioni sono accolte con soddisfazione da due legali di Raffaele Lombardo, gli avvocati Alessandro Benedetti e Filippo Dinacci, che commentano: “La sentenza rende giustizia delle tante fantasiose ricostruzioni operate dal giudice di primo grado facendo verità sui nodi più spinosi del processo. E dimostreremo in Cassazione l’insussistenza anche delle residuali accuse ancora a carico di Raffaele Lombardo”.

 

Postato in CATANIA, Cronaca, In evidenza0 Comments

CAMASTRA – Incendiata automobile a testimone del processo “Vultur”

A seguito di alcuni recenti attentati intimidatori, da ultimo l’incendio di un’automobile, compiuti a Camastra a danno di testimoni del processo in corso cosiddetto “Vultur”, per estorsioni aggravate dal metodo mafioso, sono intervenute l’associazione Fai antiracket e SicIndustria con Ance Agrigento. Fai antiracket afferma: “Fai Antiracket Agrigento esprime la massima vicinanza ai testimoni del processo cosiddetto “Vultur” in relazione ai recenti atti intimidatori subiti. La nostra è una condanna incondizionata verso il subdolo tentativo di pochi di sovvertire l’ordine dello Stato che altro non fa se non sensibilizzare ulteriormente la società civile avvicinandola, se possibile ancor di più, a chi ha scelto la linea della legalità. Anche in questa circostanza siamo certi le Forze di Polizia sapranno comprendere e agire per assicurare normalità”. E SicIndustria con Ance costruttori edili Agrigento afferma: “Le intimidazioni non possono sovvertire le regole dello Stato e non scoraggiano chi ha scelto la strada della normalità ed è determinato ad andare fino in fondo e a non lasciarsi condizionare. Condividiamo la presa di posizione di FAI Agrigento, che ha voluto sottolineare come simili condotte da parte di chi è contro lo Stato producono un solo effetto: avvicinare ancor più le vittime alla legalità, consapevoli di trovare nelle Istituzioni tutto il supporto di cui necessitano”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FAVARA – “Turni oltre 10 giorni”, la sindaca Alba diffida Girgenti Acque

La sindaca di Favara, Anna Alba, ha inviato una lettera di diffida a Girgenti Acque, la società che gestisce il servizio idrico in città. La stessa Anna Alba spiega: “A seguito di numerose segnalazioni ricevute da parte dei cittadini, oggi ho inviato una nuova diffida a Girgenti Acque, e per conoscenza all’Ati, l’Assemblea territoriale idrica, e ho lamentato i gravi e continui disservizi nella distribuzione idrica nei vari quartieri, che in alcuni casi supera i 10 giorni.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98