Archive | ottobre 21st, 2017

SERIE C -Il De Simone è indigesto per l’Akragas: passa la Juve Stabia in rimonta [1-2][VIDEO]

Non porta bene il De Simone all’Akragas. Costretta a giocare le gare interne a Siracusa a causa della mancanza di una deroga per l’Esseneto, la squadra di Di Napoli sconta la mancanza di un vero fattore campo: dopo la sconfitta col Siracusa e il pari con Bisceglie, ecco un nuovo passo falso con la Juve Stabia.

A un primo tempo noioso con rare sortite offensive da una parte e dall’altra segue una ripresa decisamente più animata. Fanno tutto gli stabiesi, che prima sfiorano la rete due volte con Canotto e Berardi, ben stoppato da Vono, e poi regalano il vantaggio al Gigante con un autogol di Viola, autore di un intervento maldestro su cross di Gjiuci.

L’Akragas conserva il vantaggio per soli 6 minuti. Il protagonista è ancora Viola con l’assist per il tiro vincente di Canotto. La Juve Stabia insiste e raddoppia sfruttando un errato disimpegno di Rotulo: Canotto s’invola verso la porta avversaria e serve Simeri, che firma il 2-1.

I padroni di casa vanno subito vicini al pari con Parigi, rischiano di incassare il tris su tentativo di Berardi e nel finale vanno in forcing senza però riuscire a riequilibrare il risultato nonostante due spunti di Longo.

Akragas – Juve Stabia 1-2 . Il Tabellino

AKRAGAS : Vono; Mileto, Danese, Russo; Saitta (2′ st Gjuci), Scrugli (22′ st Rotulo), Carrotta, Longo, Sepe; Salvemini (22′ st Moreo), Parigi. All.: Di Napoli.

A disp.: Amella, Caternicchia, Ioio, Navas, Greco, Franchi, Canale.

JUVE STABIA : Branduani; Nava, Morero, Bachini, Crialese; Mastalli, Viola, Matute (14′ st Simeri); Canotto, Paponi, Strefezza (32′ pt Berardi). All.: Caserta-Ferrara.

A disp.: Bacci, Polverino, Dentice, Capece, Costantini, Redolfi, Lisi, Zarcone, Calò, D’Auria.

ARBITRO: Eduart Pashuku di Albano Laziale

ASSISTENTI: Pietro Guglielmi e Daniele Colizzi di Albano Laziale

AMMONITI: Bachini, Crialese (JS); Salvemini, Gjuci (A)

MARCATORI: 10′ st aut. Viola (A); 17′ st Canotto, 25′ st Simeri (JS)

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport, Video0 Comments

GELA – Lancio di sassi dal cavalcavia: denunciato un ragazzino, si cercano i complici

La polizia ha posto fine al pericoloso gioco di alcuni ragazzini che a Gela, per diversi giorni, si sono divertiti a lanciare sassi dal cavalcavia di via Venezia contro le automobili che transitavano nella strada sottostante. Almeno tre le autovetture danneggiate, tanta paura tra gli occupanti dei veicoli ma per fortuna nessun ferito. I vandali si rifornivano di pietre dalla vicina ferrovia Gela-Licata. Gli uomini del commissariato, dopo numerosi appostamenti, sono riusciti a bloccare uno dei giovanissimi autori della bravata che è stato denunciato alla procura dei minori, in concorso con i complici ancora da identificare, avendo tutti insieme “messo in pericolo la sicurezza dei trasporti su terra”. Il ragazzino è stato affidato ai genitori.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

SICILIA – Faraone:” Meloni e Musumeci? Ignoranti e sfascisti”

“Se c’è qualcuno fa propaganda e anche male, visto che si dimostrano ignoranti e sfascisti, sono la Meloni e Musumeci”. Lo dice Davide Faraone, sottosegretario alla Salute, commentando il flash mob sul viadotto Petrusa di Fratelli d’Italia. “Il viadotto – aggiunge – è stato demolito con il cantiere ‘Empedocle 1’ perché non più sicuro e c’è un nuovo progetto, già pubblicato, con una conferenza di servizio fissata il 7 novembre. Il Comune si è impegnato di apporre il vincolo per eventuali espropri e appena autorizzato si partirà speditamente con un appalto per 3 milioni e mezzo di euro. In questo momento sono attivi i percorsi alternativi con un allungamento dei tempi di circa 5 minuti su una sola carreggiata dell’Agrigento-Caltanissetta”. “Insomma – conclude Faraone – siamo noi che facciamo i fatti, lasciamo agli altri i flash mob e gli spot elettorali”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica0 Comments

MILANO – L’agrigentina Floriana Russo Introito consigliere nazionale Cisl Fp

Durante il Consiglio nazionale della Cisl Funzione pubblica che si è svolto dal 18 al 19 ottobre a Milano, la segretaria generale della Cisl Funzione Pubblica di Agrigento, Caltanissetta ed Enna, Floriana Russo Introito è stata eletta Consigliere nazionale insieme ad altri tre siciliani in rappresentanza dell’organizzazione regionale. La stessa Floriana Russo Introito commenta: “Essere stata eletta mi rendere molto soddisfatta ma al contempo mi grava di ulteriori responsabilità in merito alle istanze da portare avanti per i lavoratori tutti. In particolare sull’adozione di indirizzi da adottare relativamente alla stesura dei prossimi contratti nazionali e alla riorganizzazione di una Pubblica Amministrazione rapportata ai vari livelli di fabbisogno, giacché sono fermamente convinta, in controtendenza con gran parte dell’opinione pubblica, che la sopravvivenza e il rilancio del nostro territorio passi obbligatoriamente dal “Pubblico”, poiché in un contesto dove la percentuale di incidenza del lavoro disponibile è del 52% , vessare, bistrattare, sottopagare il dipendente pubblico significa conseguentemente fermare il resto del sistema economico di quest’area. Ci tengo inoltre, a sottolineare che il primo punto all’ordine del giorno del neo eletto segretario nazionale Cisl Funzione Pubblica, Maurizio Petriccioli, è l’eliminazione del precariato”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dall'Italia, Eventi, In evidenza0 Comments

GROTTE – E’ morto l’On. Salvatore Caltagirone

E’ morto l’onorevole Salvatore Caltagirone, originario di Grotte, 71 anni, imprenditore, da sempre impegnato in politica. Totò Caltagirone è stato consigliere comunale e vice sindaco a Grotte, tra l’altro anche componente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda delle Terme di Sciacca, e deputato regionale con Alleanza nazionale. Lo si ricorda come personalità politica presente nel territorio, attenta alle istanze locali, con costanza ed efficacia. I funerali si svolgeranno lunedì prossimo a Grotte. Alla famiglia Caltagirone le condoglianze da parte dello Staff di Studio 98.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi0 Comments

LICATA – Con le dosi di droga nei giardini della villa comunale, arrestato 61enne

Stava osservando in modo sospetto i giovani che frequentano i giardini della villa comunale di Licata durante la movida dell’inizio del fine settimana ma da alcuni giorni era monitorato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Licata. E’ scattato così il controllo nei suoi confronti. Cinque militari in borghese, hanno fatto dapprima allontanare dall’area alcuni giovani presenti e poi hanno accerchiato il sospetto pusher. A seguito di una prima perquisizione personale sono saltate fuori dalle sue tasche una dose di “cocaina”, una di “hashish” ed una di “marijuana”.  Immediatamente dopo, i Carabinieri hanno esteso le operazioni di perquisizione presso l’abitazione del soggetto, ove hanno rinvenuto e sequestrato altre due dosi di “cocaina”, un bilancino di precisione, 6 grammi di “hashish” e circa un etto di “marijuana”.

Sono cosi’ scattate le manette per MOSCATO Filippo, 61 enne, operaio licatese, già noto alle forze dell’ordine, per il quale si sono aperte le porte del carcere di Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

SERIE C – Akragas definitivamente condannata all’esilio

L’Akragas è stata condannata con sentenza definitiva a giocare fuori casa le partite in casa perchè allo stadio Esseneto manca l’impianto di pubblica illuminazione. Il Consiglio federale della Lega calcio ha confermato il rispetto della normativa vigente in materia di criteri infrastrutturali e, pertanto, l’impossibilità di concedere deroghe. Firmato Carlo Tavecchio, presidente federale. A nulla dunque è valso l’appello a concedere una deroga che il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, incontrando lo stesso presidente Tavecchio, ha proposto per salvare le partite interne dell’Akragas. E invece no. Esilio forzato. Si gioca allo stadio di Siracusa. Del resto, sono già due anni che l’Akragas è stata beneficiata dalla deroga, e nel frattempo non si è stati capaci di installare l’illuminazione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Sport0 Comments

MAFIA – Processo “Trattativa”, il boss Graviano non risponde

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il capomafia palermitano Giuseppe Graviano, citato al processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. Al boss di Brancaccio è stata riconosciuta la facoltà di non rispondere perché è indagato in un procedimento connesso. Graviano avrebbe dovuto riferire su alcune sue conversazioni in carcere col detenuto Umberto Adinolfi. I dialoghi, intercettati per mesi, sono stati ritenuti rilevanti per il processo sulla presunta trattativa. Infatti, durante le conversazioni, Graviano ha accennato a presunti favori ricevuti da Silvio Berlusconi a fronte di cui Cosa Nostra avrebbe compiuto le stragi. In un altro dialogo il boss avrebbe inoltre rivelato di avere concepito in carcere suo figlio nonostante fosse ristretto al regime del 41 bis .

Postato in Cronaca, PALERMO0 Comments

SCIACCA – Mariella Lo Bello: “Terme al Comune, pronto l’atto per la giunta”

“Consegnero’ personalmente lunedi’ in giunta l’atto che trasferisce le Terme al comune di Sciacca”. Lo ha affermato oggi Mariella Lo Bello, vice presidente della Regione Siciliana che ha aggiunto: “mesi di lavoro ci hanno permesso finalmente, di reimmettere nel circuito produttivo, un bene che significa turismo, ricchezza del territorio, storia e cultura. Sciacca ritorna in possesso di una delle strutture che la rende famosa nel mondo e che potra’ cosi’ sostenere l’economia locale e il mondo del lavoro”.

Lo Bello, assessore regionale delle Attivita’ Produttive ha comunicato di avere emanato il decreto che fissa il calendario dei saldi per il biennio 2018/2019.”Partiranno il primo sabato del mese di gennaio 2018 ovvero giorno 6 – spiega – i saldi invernali di fine stagione che termineranno il 15 marzo, mentre quelli estivi potranno essere effettuati dal primo sabato del mese di luglio 2018 e fino al 15 settembre. Il provvedimento – aggiunge Lo Bello – e’ stato concordato con le organizzazioni di categoria, con le quali abbiamo anche stabilito che le vendite promozionali per il biennio 2018-2019 possono essere effettuate dal giorno 16 marzo al 30 giugno e dal 16 settembre al 31 dicembre. I siciliani potranno dunque avere la possibilita’ di acquistare a prezzi ridotti, praticamente tutto l’anno – conclude Lo Bello – , si traduce in un aiuto a imprese e consumatori che potranno cosi’ avere maggiori opportunita’ di movimentare il fatturato e la spesa”. (ITALPRESS)

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FAVARA – Albergo vince premio internazionale di architettura e design

L’ALBA PALACE HOTEL A FAVARA, NEL CUORE DELL’AUTENTICA SICILIA TRA TRADIZIONE E MODERNITÀ VINCE IL PREMIO INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA E DESIGN 2017

Alba Palace Hotel vince il Primo Premio Internazionale di Architettura e Design 2017 “BAR/RISTORANTI/HOTEL D’AUTORE”.

177 in totale i progetti esaminati dalla giuria composta da Renato Arrigo IN/ARCH, Paolo Desideri Dipartimento Architettura-Università degli Studi di Roma Tre, Paolo Cuccia Gambero Rosso, Massimiliano Tonelli Artribune, Ferdinando Napoli Archilovers, Simona Greco Fiera di Milano, Patrizia Di Costanzo ADI, Andrea Margaritelli FederlegnoArredo.

La giuria ha apprezzato la capacità del progetto di coniugare allo stesso tempo la conservazione e la valorizzazione per mezzo di una continua azione di misurato bilanciamento tra progetto di restauro e progetto di nuova costruzione, e di superare così la falsa dialettica tra antico e moderno.

Gli architetti Gaetano Manganello e Carmelo Tumino dello Studio Architrend di Ragusa e la committenza sono riusciti a coniugare e a raggiungere a pieno gli obiettivi del premio.

Il 24 ottobre 2017 alle ore 11.30 a HOST Milano si terrà la cerimonia di assegnazione del Premio.

A soli 7 Km da Agrigento, dal 2010 il suggestivo borgo di Favara è diventato il nuovo centro artistico contemporaneo del Sud Italia grazie al Farm Cultural Park, centro culturale e polo artistico polifunzionale, primo parco turistico costruito in Sicilia, vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. In questo clima di forte rinnovamento nasce il progetto dell’Alba Palace, il primo e unico Hotel 4 stelle di Favara. Il completo recupero in chiave contemporanea di un palazzo ottocentesco rappresenta un altro tassello importantissimo nella crescita del borgo d’arte a due passi dalla Valle dei Templi.

Alba Palace è stato il nuovo progetto della famiglia Alba che si occupa di accoglienza dal 2004, e che ha creduto fortemente che da un sogno potesse nascere il coraggio di affrontare un percorso di rinascita culturale ed economica del centro storico di Favara, un borgo d’arte a due passi dalla Valle dei Templi di Agrigento. A soli sei mesi dall’apertura dell’Hotel Alba Palace, questo premio internazionale è una grandissima soddisfazione e dimostrazione che dal degrado e dall’abbandono è possibile realizzare qualcosa di grande, e che i progetti contemporanei, nel rispetto del passato possono dare vita a nuovi volani economici che puntino sempre sull’alta professionalità e qualità dei servizi offerti posizionandosi già dal primo anno tra gli hotels di charme emergenti nel panorama turistico siciliano.

Il rapporto dialettico tra il riuso-restauro del fabbricato storico e la creazione di innesti contemporanei sulla facciata esistente costituisce il tema dominante di questo progetto. L’intervento progettuale si configura come una proposta che oscilla tra “tradizione” e “modernità”, tramite la conservazione delle parti autentiche dell’edificio in modo da mantenerne inalterate le

caratteristiche originarie, e l’utilizzo di materiali contemporanei, come la lamiera di acciaio per gli elementi aggettanti sulla facciata, di forte impatto architettonico. La facciata sulla corte interna è caratterizzata dal nuovo corpo scala in cemento armato a vista. Gli ambienti delle 20 camere al primo e al secondo livello, vengono fortemente caratterizzati dalla presenza del solaio con travi di legno lamellari a vista e lamiera grezza come intradosso. La demolizione dell’ultimo livello ha permesso la costruzione di un padiglione, destinato alle esclusive suite, al lounge bar e ad unaveranda panoramica con una piccola sala ristorante. Da questo padiglione con ampie pareti vetrate e dalle due terrazze, si ha una vista suggestiva della Chiesa Madre e del Castello Chiaramontano.

L’intervento progettuale si pone come proprio fine quello di Conservare l’autentico e aggiungere, tenendolo distinto, il Contemporaneo, ai fini del riuso, per far rivivere il contenitore storico.

Un progetto quindi che crea un legame tra la storia antica dell’edificio, il suo presente ed il suo futuro. Alba Palace un’esperienza da non perdere.

Postato in AGRIGENTO, ENNA, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98