Archive | novembre, 2017

REGIONE – E’ il primo giorno della giunta Musumeci

Ecco la giunta Musumeci per la prima riunione a meno 24 ore dalla firma dei decreti di nomina. I dodici assessori e il presidente si presentano davanti a una folla di giornalisti a Palazzo d’Orleans.

“Questa giunta vuole mantenere un profilo basso – ha detto Nello Musumeci – Vi stupiremo ma vogliamo parlare con i fatti, anche in questo vogliamo rimarcare il cambiamento”.

Tra i primi ad arrivare Vittorio Sgarbi che reggerà l’assessorato ai Beni culturali anche se solo per un breve periodo: “Abbatteremo le pale eoliche che non funzionano. Carlo Rubbia sarà il commissario delegato”. Poi ha annunciato: “Creerò la figura di un commissario per le Arti del Mediterraneo, un’autorità della bellezza che affiderò a un grande nome del calibro di Renzo Piano”.

Governo fatto. Nello Musumeci ha la sua squadra. Il presidente della Regione siciliana, proclamato 11 giorni fa in Corte d’appello a Palermo, ha trovato i nomi.

Nel frattempo Patrizia Monterosso ha salutato il personale di Palazzo d’Orleans: il segretario generale della Regione è in uscita dopo avere ricoperto l’incarico coi governi Lombardo e Crocetta. Al suo posto è in arrivo Maria Mattarella, al momento responsabile dell’ufficio legale e legislativo della Presidenza. Il governatore Nello Musumeci ha scelto lei per l’incarico più alto della burocrazia della Regione. La nomina è al vaglio della giunta, appena riunita dal presidente Musumeci.

Questa la composizione del Governo Musumeci:

Gaetano Armao (Ind.) Avvocato, Docente universitario.
Delega: Vicepresidenza, Economia.

Edgardo Bandiera (Forza Italia) Agronomo.
Delega: Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea.

Salvatore Cordaro (Popolari e Autonomisti) Avvocato.
Delega: Territorio e Ambiente.

Marco Falcone (Forza Italia) Avvocato.
Delega: Infrastrutture e Mobilità.

Vincenzo Figuccia (Udc) Dottore in Scienze Politiche.
Delega: Energia e Servizi di pubblica utilità.

Bernadette Grasso (Forza Italia) Avvocato.
Delega: Autonomie locali e Funzione pubblica.

Mariella Ippolito (Popolari e Autonomisti) Farmacista, Presidente dell’Ordine dei farmacisti della Provincia di Caltanissetta, Presidente provinciale di Federfarma.
Delega: Famiglia, Politiche sociali e Lavoro.

Roberto Lagalla (Idea Sicilia) Docente universitario.
Delega: Istruzione e Formazione professionale.

Sandro Pappalardo (Fratelli d’Italia – Noi con Salvini) Dottore in Scienze Politiche, Ten. col. dell’Esercito, vicepresidente del Cocer (Consiglio centrale di rappresentanza militare).
Delega: Turismo, Sport e Spettacolo.

Ruggero Razza (Diventerà Bellissima) Avvocato penalista.
Delega: Salute.

Vittorio Sgarbi (Indipendente) Dottore in Filosofia, critico d’arte.
Delega: Beni culturali e Identità siciliana

Girolamo Turano (UDC) Avvocato.
Delega: Attività produttive.

Nessun esponente per la Lega e conseguenti malumori. Il partito di Salvini aveva chiesto un riconoscimento per il risultato elettorale, ma alla fine nel governo è entrato Sandro Pappalardo, esponente di Fratelli d’Italia, il partito della Meloni con cui Noi con Salvini aveva fatto lista comune alle regionali, superando lo sbarramento del 5%, che ha permesso l’elezione all’Assemblea del leghista Tony Rizzotto. Il parlamentare andrà ora al gruppo Misto.

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

COPPA ITALIA – Capolavoro Libertas, rimonta in 7 minuti sul Camp. di Mazara e qualificazione ai Quarti

E’ successo di tutto allo stadio Giuseppe La Mantia nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia Promozione.La Libertas Racalmuto all’83’ è ad un passo dall’eliminazione ma accade quello che non t’aspetti con una qulificazione miracolosa ai quarti di finale. La gara di andata conclusa 2-1 per il Campobello di Mazara dava una sola possibilità alla Libertas di qualificazione : vincere anche con il minim o scarto. La partita si mette subito in salita per gli uomini di Lillo Capraro che, al 6′ subiscono contro un calcio di rigore per un fallo di La Mendola su Scappini ritenuto da sanzionare. Dal dischetto Rustico trasforma spiazzando Giardina. La reazione della Libertas è macchinosa. Ci prova al 18′ con Pino con il tiro che lambisce il palo e al 20′ con Cozma la cui conclusione finisce di poco a lato. Al 27′ il Campobello potrebbe chiudere ogni discorso, con Rustico servito in piena area, a tu per tu con Giardina, con il numero uno racalmutese che compie una parata miracolosa che si rivelerà decisiva ai fini della qualificazione. Nella ripresa, è una Libertas arrembante che non concede più metri al Campobello . Gli ospiti anche complice l’espulsione per doppia ammonizione di Calandrino  al 52′ rimangono per quasi tutto il  secondo tempo in inferiorità numerica e non riescono più a pungere. Il portiere Napoli salva i suoi con 3-4 interventi decisivi ma nulla può all’83’ su un diagonale imprendibile di Alessio La Mendola che si insacca all’angolino per l’1-1. A questo punto la Libertas continua ad accelerare e capisce che può ancora costruire il miracolo e poco prima del 90′ segna con Pino servito da Ruggieri bravo ad involarsi sulla fascia sinistra. Nel secondo dei tcinque minuti di recupero ci pensa Cozma con uno dei suoi tocchi a regalare una qualificazione miracolosa e impensabile ai quarti di finale.

LIBERTAS RACALMUTO: Giardina, Toure Moussa Cino, Yallow Basiru, Kouyo, Toure Yaya(52′ Ruggieri), Jammeh(70′ Bojang), La Mendola, Pino, Agozzino, Cozma. Allenatore Lillo Capraro

CAMP. DI MAZARA: Napoli, Bonino, Scappini, Siragusa, Montepiano, Calandrino, La Bella, Sparacia, Rustico, Nizzola, Rallo. Allenatore: Stefano Pizzitola

RETI: Rustico (rig) al 7′, La Mendola 83′ , Piuno 89′ Cozma 92′

ARBITRO C cristoforo Cristian De Caro di Agrigento . ASssistenti: Gallea e Bennici di Agrigento

 

Postato in In evidenza, RACALMUTO, Sport0 Comments

LICATA – Piantagione di marijuana a Torre di Gaffe, due patteggiamenti di condanna

Lo scorso 4 settembre I poliziotti del Commissariato di Licata, coordinati da Marco Alletto, e della sezione antidroga della Squadra Mobile di Agrigento, diretta da Vincenzo Di Piazza, hanno scoperto a Torre di Gaffe una piantagione di marijuana e hanno sequestrato piante già fiorite, fino a un metro e 90 centimetri, per circa 244 chili. Sono stati arrestati ai domiciliari Francesco Cottitto, 40 anni, e suo nipote, Emanuele Burgio, 24 anni, di Palma di Montechiaro, braccianti agricoli. Adesso, innanzi al giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Sfefano Zammuto, Cottitto e Burgio hanno patteggiato la condanna a 1 anno e 11 mesi di reclusione, pena sospesa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

GELA – Il Sindaco azzera la giunta dopo aver rischiato la sfiducia

Il sindaco di Gela, Domenico Messinese, ex M5s ora indipendente, ha deciso stamani di azzerare la sua giunta.

Messinese, che in consiglio comunale non dispone di propria rappresentanza, ha rischiato la sfiducia il 27 ottobre, e quindi la decadenza quando sono state raccolte le 12 firme (su un plenum di 30 consiglieri) necessarie a portare in consiglio la proposta.

All’ultimo momento, però, uno dei 12 (un indipendente, ex Megafono) ha ritirato la propria adesione, facendo saltare la convocazione della seduta consiliare che il presidente dell’assemblea, Alessandra Ascia, si accingeva a firmare.

Ora il sindaco, partendo da zero, cerca una maggioranza che lo sostenga, magari dopo aver raggiunto un accordo per una “giunta di larghe intese”.

Postato in CALTANISSETTA, In evidenza, Politica0 Comments

PADOVA – Riina jr, revocata libertà vigilata un anno in colonia lavoro

Il tribunale di sorveglianza di Padova ha deciso la revoca della libertà vigilata e la misura di un anno di colonia di lavoro per Giuseppe Salvatore Riina, figlio del boss di Cosa Nostra, Totò Riina.

Il giudice Linda Arata ha accolto in parte le richieste della Procura di Padova, che aveva sollecitato una misura di tre anni dopo l’inchiesta avviata dalla Dda che aveva portato alla luce i contatti che Riina jr avrebbe avuto negli ultimi mesi con alcuni spacciatori di droga, già noti alle forze dell’ordine, violando di fatto i limiti della libertà vigilata.

Postato in Cronaca, Dall'Italia0 Comments

OMICIDIO LORIS – Chiesta conferma condanna a 30 anni per Veronica

Confermare la condanna a 30 anni di reclusione, emessa in primo grado dal Gup di Ragusa il 17 ottobre del 2016, per Veronica Panarello per l’omicidio e l’occultamento del cadavere del figlio Loris, di 8 anni.

E’ la richiesta dal sostituto Procuratore generale Maria Aschettino alla Corte d’assise d’appello di Catania a conclusione della requisitoria.

Il delitto avvenne nella casa della famiglia a Santa Croce Camerina, nel Ragusano, il 29 novembre 2014, con il ragazzino strangolato con fascette di plastica.

L’udienza del processo si è conclusa, ma non la requisitoria, che proseguirà il prossimo 15 febbraio con in aula il sostituto procuratore generale Maria Aschettino e il pm Marco Rota. 

Postato in Cronaca, In evidenza, RAGUSA0 Comments

AGRIGENTO – Seconda edizione della “giornata francofona” all’Itcet Sciascia [VIDEO]

Ad Agrigento, all’Istituto tecnico, commerciale e turistico “Sciascia”, diretto da Patrizia Marino, si è svolta la seconda edizione della giornata francofona. Protagonisti sono stati gli studenti del triennio dell’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing e dell’indirizzo Turismo, coordinati dalle docenti di francese Francesca Galatioto e Rosalia Cacciatore. Nel corso della manifestazione gli studenti hanno presentato riflessioni, poesie, canzoni, e tracciati di ricerca in francese, al fine di promuovere non solo la lingua straniera ma i valori quali tolleranza, pace e democrazia che sono insiti nella cultura francese, e di cui gli studenti devono esserne i custodi. Ospiti della giornata sono state Anita Walther, Presidente dell’Associazione Francofona di Agrigento, sezione di Canicattì, e Bina Catalano, rappresentante ufficiale dell’Istituto Francese di Palermo.

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, In evidenza, Scuola, Video0 Comments

IOPPOLO GIANCAXIO – Sorpreso mentre sversava i reflui della molitura delle olive.

È tempo della molitura delle olive e sul territorio di Joppolo Giancaxio (Ag), in aperta campagna, i Carabinieri del locale Comando Stazione, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento, hanno sorpreso un operaio, mentre spargeva illegalmente su un terreno i reflui risultato della lavorazione delle olive. Lo spargimento aveva già creato sul terreno delle pozze di liquido ed un ruscello. I militari dell’Arma, nella circostanza, hanno sequestrato l’autocarro utilizzato ed il recipiente metallico contenente il liquido, della capacità complessiva di 4.000 litri, nonché un tubo lungo circa 25 metri, utilizzato per porre in essere lo sversamento illegale, accertando che l’uomo sorpreso a sversare era dipendente di un frantoio.

Per l’amministratore del frantoio in questione, C.G. 58 enne, inoltre, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Agrigento, in concorso con l’operaio dipendente, L. C. 48 enne, residente ad Agrigento, colto nella flagranza del reato.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

LICATA – Spedizione punitiva in un bar: chieste condanne pesanti

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, la Procura, tramite la pubblico ministero Paola Vetro, a conclusione della requisitoria, ha invocato la condanna a 9 anni di reclusione ciascuno a carico di quattro imputati per lesioni personali aggravate. Si tratta di Salvatore Sortino, 29 anni, Angelo Sortino, 54 anni, Rosa Monachello, 53 anni, e Giuseppe Faraci, 37 anni, tutti di Licata. I quattro si sarebbero resi protagonisti di una brutale aggressione, con gravi ferite, a danno di un barista, “colpevole”, tra virgolette, di essersi rifiutato di servire una birra a uno di loro perché ubriaco

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Inchiesta “Duty Free”, assolto l’imprenditore Marco Campione

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Miceli, ha emesso la sentenza su 11, tra i 24 imputati, che hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato nell’ambito dell’inchiesta “Duty Free”, sostenuta dalla Procura di Agrigento e dalla Guardia di Finanza, che hanno ipotizzato, tra l’altro, interessi illeciti coltivati all’Agenzia delle Entrate di Agrigento. A fronte della richiesta di condanna a 2 anni di reclusione, proposta dal pubblico ministero, Andrea Maggioni, il giudice ha invece assolto, con formula piena, l’imprenditore agrigentino Marco Campione. In proposito ha diffuso un intervento di apprezzamento la società Girgenti Acque, di cui Campione è presidente, e in cui si legge: “La Dirigenza e il Personale tutto della Girgenti Acque S.p.A. esprime grande soddisfazione per l’assoluzione, con formula piena, del Presidente Marco Campione. Il pronunciamento dei Giudici ha affermato il principio di verità che ha reso giustizia all’incessante lavoro svolto in questi anni, restituendo serenità anche all’ambiente aziendale che per due anni ha dovuto soffrire per un’accusa paradossale”.

sentenza-duty-free-28-11-2017

Ad Agrigento, al processo di primo grado nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Duty Free”, oltre Marco Campione, sono stati altrettanto assolti “perché il fatto non sussiste”, Michele Daina, dipendente di Girgenti Acque, e poi Aurelio Bruno e Francesco Caci, funzionari dell’Agenzia delle Entrate. Assolti anche Dario Peretti, a capo dell’Università telematica UniPegaso, insieme a Vincenza Rubino e a Salvatore Trupia, imputati di avere commesso dei presunti favoritismi nel superamento di esami universitari a favore di dipendenti dell’Agenzia delle Entrate. Poi, l’ex direttore dell’Agenzia delle Entrate di Agrigento, Pasquale Leto, è stato assolto dall’accusa di corruzione, ed è stato condannato ad 1 anno e 4 mesi per abuso d’ufficio. E’ stata assolta la figlia di Pasquale Leto, Francesca Leto, assunta a Girgenti Acque. Poi sono stati inflitti 8 mesi di reclusione ciascuno ai dirigenti dell’Agenzia delle entrate, Tonino Migliaccio e Vincenza Lombardo.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98