Archive | novembre 5th, 2017

BASKET – Alla Fortitudo Agrigento il derby delle isole contro Cagliari 99 a 87

Ad Agrigento il derby delle Isole, i biancazzurri vincono con il punteggio di 99 a 87. Dopo un avvio di gara equilibrato la Fortitudo Moncada accumula punti chiave nel finale e porta a casa la partita. Agrigento torna alla vittoria alla fine di un incontro bello e dai punteggi alti. Prestazione corale di un gruppo che nei momenti topici del match ha saputo “ringhiare” spaccando di fatto la partita. Sontuosa la prestazione di uno scatenato Ruben Zugno cento per cento dai tre punti.

Zugno, Cannon, Evangelisti, Williams, Guariglia è, questo il quintetto iniziale di coach Franco Ciani.  Nel primo quarto regna l’equilibrio, le due squadre si studiano bene, nei primi minuti impatto importante di Tommaso Guariglia autore di giocate giuste. La Fortitudo porta  a casa il primo quarto con il punteggio di 26 a 24. Cagliari non ci sta e nel secondo periodo di gioco sfrutta i fisico della coppia di americani che dalla distanza sbagliano poco e niente. Agrigento sta a galla grazie a Zugno e Williams, ma anche alle triple di un ispirato Lorenzo Ambrosin, ma Cagliari nel finale trova il momentaneo vantaggio (28-26).

Nel terzo periodo di gioco, inizio out per Agrigento, Cagliari parte bene e piazza il + 7. Ciani chiama time-out, da lì la partita cambia volto: Zugno non sbaglia mai, Agrigento in una manciata di minuti ribalta il punteggio e si porta a + 11, grazie a Simone Pepe. Impatto devastante del biancazzurro che si prende gli applausi di tutto il “palazzo”. La verve di Pepe spiazza Cagliari, canestri e fisico portano Agrigento almassimo vantaggio in partita. Nell’ultimo periodo di gioco la Moncada imposta e vince la partita imponendosi con il punteggio di 99 a 87.

Franco Ciani: “Mi aspettavo da parte nostra la capacità di essere un po’ più consistenti in difesa, soprattutto nei primi due quarti. Abbiamo studiato la difesa di Cagliari. In attacco, noi, siamo stati abili a costruire diversi tiri agevoli. Sapevamo, però, di avere sofferto la loro verve offensiva, 52 punti nei primi due quarti in casa nostra sono troppi. Sono contento della grande mentalità e del grande atteggiamento, siamo stati bravi a spaccare la partita”.

Fortitudo Moncada – Pasta Cellino Cagliari

Parziali: (26-24);(26-28);(31-20);(16.15)

Arbitri: Sahin, Maschietto, Perocco

Fortitudo Moncada Agrigento 99

Cuffaro 2, Evangelisti 6, Cannon 9, Zugno 16, Williams 19, Savoca, Magro 0, Lovisotto 7, Ambrosin 15, Pepe 13, Guariglia 12. All Ciani

Pasta Cellino Cagliari 87

Bonfiglio, Stephens 13, Rovatti 5, Turel 13, Keene 27, Matrone 6, Bucarelli 5, Rullo 11, Ebeling 7, Ibba. Paolini

Postato in AGRIGENTO, Sport0 Comments

REGIONALI 2017 – Exit poll, testa a testa Musumeci-Cancelleri

Aggiornamento: secondo exit poll di Piepoli e Emg

Si allarga di poco il divario tra Musumeci e Cancelleri stando al secondo exit poll diffuso da Piepoli per la Rai. Il campione è adesso del 100 per cento e il candidato del centrodestra riceverebbe un consenso compreso tra il 36 e il 40 per cento, un punto in più rispetto al primo rilevamento. Cancelleri conferma il dato tra il 33 e il 37 per cento. Confermato anche il dato di Micari tra il 16 e il 20 per cento. Perde un punto Fava che si attesta tra il 6 e il 10 per cento.

Per Emg percentuali molto simili: Musumeci è tra il 36,5 e il 40,5, Cancelleri tra il 33,5 e il 37,5, Micari tra il 16 e il 20, Fava tra il 6 e il 9, La Rosa tra lo 0 e il 2.

Il primo exit poll

Diffusi gli exit poll relativi alle elezioni regionali siciliane. Secondo Piepoli, che ha curato la rilevazione per la Rai, il candidato del centrodestra Nello Musumeci è in testa con una percentuale compresa tra il 35 e il 39 Secondo, il candidato del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri con un dato compreso tra il 33 e il 37.

Staccati i due candidati della sinistra, che si presentava divisa. Fabrizio Micari si attesterebbe tra il 16 e il 20 mentre Claudio Fava è accreditato di un risultato tra il 7 e l’11.

Si tratta di exit poll, per i dati reali bisognerà attendere domani. Lo spoglio comincerà dalle otto del mattino. L’affluenza alle urne è stata bassa e dovrebbe attestarsi più o meno intorno al dato di cinque anni fa, quando più di un elettore su due disertò le urne.

Anche La 7 ha diffuso degli exit poll realizzati da EMG. Nello Musumeci qui è accreditato di un 36-40%, Giancarlo Cancelleri è tra il e il 34 e il 38, Fabrizio Micari tra 16 e 20, Claudio Fava tra 6 e 9, Roberto La Rosa tra lo 0 e il 2.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

REGIONALI 2017 – Alle 19 ha votato il 30,19 per cento degli agrigentini

Alle 19, gli agrigentini che si sono recati ai seggi e hanno espresso la loro preferenza per il nuovo presidente della Regione e per i componenti all’Ars sono stati 146.109 pari al 30,19 per cento. Cinque anni prima – ossia nel 2012 – sempre alle ore 19 erano stati 153.974 gli agrigentini recatisi alle urne, pari al 32,07 per cento. C’è dunque – almeno per il momento – una flessione dell’1,88 per cento. Per questa tornata elettorale, gli agrigentini chiamati alle urne sono complessivamente 483.996, mentre cinque anni fa erano 480.190. 

Alle 19, ad Agrigento  hanno votato 21.219 elettori su 52.894 pari al 40,12 per cento, mentre nel 2012 l’affluenza si era fermata al 37,92 per cento. A Canicattì si sono recate alle urne 10.603 persone su 32.265 aventi diritto, pari al 32,86 per cento, mentre cinque anni prima l’affluenza era stata del 30,41 per cento. A Favara hanno votato 11.047 elettori su 34.778, pari al 31,76 per cento. Nel 2012 avevano invece votato il 34,19 per cento. A Porto Empedocle sono andate alle urne 6.092 persone su 16.716 pari al 36,44 per cento, mentre cinque anni prima l’affluenza era stata del 36,01. A Sciacca hanno votato 13.705 elettori su 35.783 aventi diritto, pari al 38,3 per cento. Cinque anni prima avevano votato il 40,64 per cento.

Alle ore 19, il Comune Agrigentino che ha avuto una maggiore affluenza è stato quello di Sambuca di Sicilia dove si sono recati ai seggi 2.378 elettori su 5.645, pari al 42,13 per cento. Ma proprio Sambuca di Sicilia è anche quel Comune che rispetto al 2012 registra un meno 7 per cento circa di affluenza. Allora, infatti, votarono il 49,41 per cento degli aventi diritto.

Flessione di circa il sette per cento, rapportando l’affluenza alle ore 19 delle due competizioni elettorali, anche a Cammarata dove, oggi, hanno votato 2.147 elettori su 5.395, pari al 39,8 per cento.

Alle ore 12, sui 483.996 agrigentini aventi diritto avevano votato in 39.189, pari all’8,1 per cento. Cinque anni prima gli elettori aventi diritto erano 486.157 e anche allora furono 39.307 gli elettori andati alle urne entro mezzogiorno, pari all’8,09 per cento.  

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

REGIONALI 2017 – Alle 19 alle urne il 36,39%: lieve calo rispetto al 2012

In Sicilia per le elezioni regionali, alle 19, dopo il riepilogo di tutte le sezioni, ha votato il 36,39% degli elettori (1.695.182 su 4.661.111) con un lieve calo rispetto alle regionali del 2012 quando alla stessa ora aveva votato il 37,66%.

Postato in Politica0 Comments

METEO – In Sicilia è allerta gialla

Proseguono gli effetti della perturbazione in corso ieri sulle regioni del Centro-Nord, che nelle prossime ore si sposterà verso Sud: lo rende noto la Protezione Civile che ha emesso una nuova allerta di condizioni meteo avverse a partire da questa sera, con allerta rossa per la Basilicata, che viene confermata ancora per il Veneto.

Allerta arancione su buona parte del Friuli Venezia Giulia, della Campania e della Basilicata tirrenica. L’avviso prevede precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania e Sicilia. Da domattina, lunedì 6 novembre, i fenomeni si estenderanno anche a Calabria e Puglia.

I temporali saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. sempre dalle prime ore di domani sono previsti venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, sulla Sicilia e dai quadranti meridionali su Calabria e Puglia, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Nel dettaglio la Protezione civile siciliana ha diffuso una allerta meteo giallo per condizioni avverse con riferimento alle prossime ore. In particolare, per quanto riguarda il settore “C” della regione che comprende anche l’area urbana di Palermo, viene segnalata la possibilità di “precipitazioni sparse e diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. Fenomeni accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica, grandinate e raffiche di vento. Dalle prime ore di domani e per 18-24 ore, venti forti di burrasca”.

Postato in Cronaca, In evidenza0 Comments

SERIE D – Il Troina non si ferma più + 4 sull’Acireale: risultati e classifica

Giornata positiva l’undicesima di Serie D per le numerose siciliane. E’ andata male al Paceco sconfitto 3 a 2 dal Cittanova e all’Igea Virtus che ha dovuto arrendersi nel derby contro il rigenerato Messina, la cura di Giacomo Modica inizia a dare i suoi frutti. In testa alla classifica, il Troina sembra non volersi fermare più. La terribile matricola ennese batte l’Ebolitana  e tenta una prima fuga più 4 dall’Acireale che ha superato l’Isola Capo Rizzuto. Bene anche il Gela 2-1 sulla Nocerina e ingresso nella griglia dei play-off. Buon punto esterno della Sancataldese con la Gelbison. Insomma, anche in questa stagione edizione 2017/2018, le siciliane sembrano poter recitare un ruolo da protagoniste, con il Troina sulla buona strada di potere inseguire l’impresa della scorsa stagione della Sicula Leonzio ed entrare tra i professionisti.

Acireale – Isola Capo Rizzuto 1-0
Città di Gela – Nocerina 2-1
Cittanovese – Paceco 3-2
Gelbison Vallo della Lucania – Sancataldese 1-1
Messina – Igea Virtus Barcellona 1-0
Portici – Sport Club Palazzolo 08/11/17
Roccella – Palmese 3-1
Troina – Ebolitana 2-1
Vibonese – Ercolanese 2-2

Classifica

Troina 26
Acireale 22
Ercolanese 21
Nocerina 20
Città di Gela 19*
Igea Virtus Barcellona 18
Sancataldese 16
Vibonese 16*
Cittanovese 16
Gelbison Vallo della Lucania 15
Sport Club Palazzolo 13*
Portici 11*
Roccella 11
Ebolitana 9
Messina 9
Palmese 8^^
Paceco 6^
Isola Capo Rizzuto 5

*Una partita in meno
^Un punto di penalizzazione
^^Cinque punti di penalizzazione

Prossimo turno – 12/11/17

Ebolitana – Gelbison Vallo della Lucania
Ercolanese – Messina
Igea Virtus Barcellona – Roccella
Isola Capo Rizzuto – Cittanovese
Nocerina – Portici
Paceco – Città di Gela
Palmese – Troina
Sancataldese – Acireale
Sport Club Palazzolo – Vibonese

Postato in In evidenza, Sport0 Comments

CASTELVETRANO – Cadavere senza nome, esame del Dna durante l’autopsia

È ancora senza un nome il cadavere che ieri pomeriggio è stato recuperato alla foce del fiume Belice, a Selinunte, nella zona del ponte di ferro. I familiari di Paolo Giovanni Privitera, l’operaio 50enne scomparso da cinque giorni e al quale non si esclude che il corpo possa appartenere, non hanno formalmente riconosciuto il proprio congiunto. Il corpo, infatti, per via della lunga permanenza in acqua, si è deteriorato e l’identificazione appare difficile.

I congiunti di Privitera si sono pertanto riservati di richiedere nel corso dell’autopsia, che la Procura di Marsala deve fissare per la prossima settimana, che vengano effettuati gli esami utili alla comparazione del Dna per capire se il morto è Privitera.(ANSA).

Postato in Cronaca, TRAPANI0 Comments

ELEZIONI SICILIA – Alle 12 affluenza al 10,8%, in lieve calo rispetto a cinque anni fa

Lieve calo dell’affluenza alle elezioni regionali in Sicilia rispetto al 2012. A mezzogiorno aveva votato il 10,8 per cento degli aventi diritto a scegliere il successore di Rosario Crocetta. Cinque anni fa il dato si era fermato all’11,23%. La provincia con l’affluenza più bassa è stata finora Enna con il 7,43 per cento, quella con l’affluenza più alta Catania con il 12,69 per cento. Solo a Ragusa, dove ha votato l’11,24%, il dato è superiore rispetto al 10,82% del 2012.

Postato in Politica0 Comments

AGRIGENTO – Terremoto giudiziario sullo Iacp, al Direttore generale notificata una misura cautelare, ma respinge le accuse

Terremoto all’istituto autonomo case popolari di Agrigento. Il 31 ottobre scorso i militari della Guardia di Finanza di Agrigento, sezione Tutela Finanza Pubblica hanno notificato all’ente regionale l’applicazione della misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’ufficio per sei mesi  dell’attuale direttore generale , Ulisse Sajeva. Il provvedimento di allontanamento dal posto di lavoro del dirigente rientra  in un’inchiesta condotta  dall’autorità giudiziaria agrigentina che avrebbe rilevato alcune presunte irregolarità  sul fronte del contratto che lega Sajeva all’Iacp con conseguente percezione di denaro da parte del dipendente pubblico per diverse migliaia di euro. Un’accusa che il diretto interessato respinge con estrema forza contattato dall’ottimo giornalista de La Sicilia, Gioacchino Schicchi, che si è occupato per primo dell’inchiesta.

“Il provvedimento giudiziale che dispone la mia sospensione dalle funzioni apicali – spiega- è il frutto di una erronea interpretazione delle norme dello Stato che concernono il rapporto di lavoro ed è conseguentye ad una omessa valutazione di atti e di documenti che benchè forniti al giudice, non sono stati presi in alcuna considerazione, sebbene essi chiariscano in maniera inequivocabile i fatti che mi vengono addebitati”. Sajeva, confermando la propria estraneità alle questioni addebitategli ha annunciato che  impugnerà innanzi al Tribunale del Riesame l’ordinanza.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

REGIONALI 2017 – Alle urne 4,6 milioni di siciliani per decidere il futuro: seggi aperti dalle 8 alle 22

Sono 4,6 milioni gli elettori siciliani che oggi potranno scegliere il futuro della loro isola. Dalle 8 alle 22, infatti, urne aperte per eleggere il nuovo presidente della Regione e i 70 parlamentari che andranno a sedere all’Assemblea regionale. Cinque i candidati che si contendono la presidenza della Regione, quasi 900 gli aspiranti deputati. Chiuse le urne, si attendono gli exit poll. Lo scrutinio,infatti, scatterà soltanto alle 8 di domani e la cosa, per quanto nota da tempo, non ha mancato ieri di scatenare le ultime polemiche , per il rischio, paventato da qualcuno ma perentoriamente escluso dalle autorità, che possano esserci durante la notte manomissioni delle urne conservate nelle sezioni e tentativi di brogli.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98