Archive | novembre 12th, 2017

BASKET – A2, Fortitudo Agrigento ko contro Scafati

Vince Scafati, alla fine di una partita bella ed equilibrata, la Fortitudo Moncada non riesce a portare a casa i due punti. I biancazzurri lottano, ma perdono con il punteggio di 83 a 76. Non bastano i 24 punti di Penny Williams, Scafati riesce ad allungare nel finale e vincere l’incontro.

Dopo una prima fase di studio, le due squadre scelgono di giocare a viso aperto. Nel primo quarto Agrigento imposta la manovra con Zugno, il play ispira per Williams e la Fortitudo prova a imbrigliare la manovra di Scafati. I padroni di casa non si lasciano intimorire e grazie ai colpi di Miles e Sherrod vincono il primo periodo di gioco. Nel secondo quarto è Agrigento a partire forte, grazie a Lorenzo Ambrosin, due “bombe” del biancazzurro mettono in sesto la Fortitudo, ma non basta perché Miles e Spizzichini svegliano Agrigento, portando a casa anche il secondo periodo di gioco: 42-38. La Fortitudo non demorde, la partita è assai equilibrata e Agrigento riesce anche a portarsi a -1 grazie a Penny Williams. Agrigento tenta il sorpasso e ci riesce bene. Evangelisti subisce fallo, conquistando tre tiri liberi.

Il capitano ne indovina due e Ambrosin fa il resto: + 3 per la Moncada. La Givova non si scompone, sotto canestro è lotta tra Cannon e Miles, i campani recuperano e portano a casa anche il terzo periodo di gioco: 5-7-54. Nell’ultimo quarto è Scafati a “monetizzare” punti, accumulando un + 10, massimo vantaggio in partita, grazie a Ranuzzi. Williams e Ambrosin provano a partire in contropiede ma è Spizzichini a imporsi: 75 a 64, nuovo massimo vantaggio. Zugno va via in palleggio, servendo Cannon che prova a diminuire lo svantaggio. Nel finale Agrigento con il “solito” Pepe, prova a rimediare, ma la Givova non perde palloni velenosi e porta a casa l’incontro.

Franco Ciani: “E’ stata una partita di grande ritmo e intensità. Era uno scontro diretto tra due squadre a pari punti in classifica. Scafati è stata lucida e cinica. Da parte nostra siamo stati colpevolmente poco capace di attaccare con ritmo, cercando di creare una maggiore rapidità ed esplosività. La sconfitta nasce per qualcosa che non abbiamo fatto, dobbiamo riprendere a soffrire e lavorare”.

Givova Scafati 83

Spizzichini 17, Santiangeli 2, Sherrod 24, Romeo 8, Ranuzzi 7, Trapni, Di Palma, Giordano, Pipitone, Antoniaci, Crow 3, Mlillo, Ammannato 11, Milles 12. All Perdichizzi

Fortitudo Agrigento 76

Guariglia 6, Ambrosin 14, Evangelisti 7, Williams 24, Cannon 8, Savoca, Lovisotto 2, Zugno 6, Cuffaro, Pepe 9. All Ciani

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport0 Comments

GELA – Il contadino si apposta, i ladri gli sparano

Per porre fine ai continui danneggiamenti e ai furti dei prodotti agricoli del suo podere, un contadino di Gela aveva pensato bene di appostarsi di notte per scoprire i ladri, ma non aveva previsto che i malviventi potevano essere armati.

La notte scorsa, infatti, appena arrivati sul posto lo hanno visto e, nel darsi alla fuga, gli hanno sparato un colpo di pistola ferendolo alla gamba destra. L’agricoltore si chiama Rocco Cauchi, 40 anni.

È stato ricoverato nell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela per essere sottoposto a intervento chirurgico. Le sue condizioni non sono gravi. Una denuncia è stata presentata ai carabinieri.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

ECCELLENZA – “Marsala – Licata” 0-0 [Video hightlights]

Il Licata strappa un punto d’oro in casa della capolista Marsala. Al “Lombardo Angotta” matura uno 0-0 giusto al termine di una gara equilibrata e con pochissime occasioni da gol. Si è giocato su un terreno pessimo. Entrambe le squadre hanno chiuso in dieci uomini per le espulsioni di Giardina e Librizzi. All’ultimo dei quattro minuti di recupero, insidiosa punizione dai 35 metri di Civilleri, sventata in angolo dal portiere marsalese. Licata e Marsala che allungano sul Dattilo sconfitto 6-1 in casa del Canicattì.

Postato in In evidenza, Sport, Video0 Comments

SERIE B – Palermo super a Cremona: è primo.

Il Palermo vince a Cremona e sale sul gradino più alto della classifica di Serie B: Rispoli e Chochev ribaltano lo svantaggio iniziale (gol di Dos Santos) e permettono ai siciliani di arrivare a 25 punti in classifica (la squadra di Tedino rischia nel finale con un palo di Almici e un assalto pazzesco della Cremonese).

CREMONESE-PALERMO 1-2Marcatori: Dos Santos (C) al 21′, Rispoli (P) al 23′ p.t.; Chochev (P) all’8′ s.t.

Lo scontro tra i paggetti della (ex) capolista non delude le attese: partita mozzafiato che il Palermo fa sua in rimonta conquistando il primo posto in graduatoria. La Cremonese esce tra gli applausi: sul piano del gioco ha dominato, solo gli episodi gli hanno dato contro. Intanto per due dormite della difesa, e quindi occorre recitare il mea culpa, e nel finale per due situazioni in bilico tra sfortuna (palo di Almici a portiere battuto) e bravura altrui: il portiere Pomini, sostituto di Posavec (in nazionale), ha tolto dalla rete un siluro a fil di palo di Pesce, il migliore in campo. Inoltre la Cremonese reclama giustamente per una svista arbitrale: in un rinvio Struna colpisce di mano in area. Vedono tutti tranne il signor Abbatista che da quel momento non controlla più la sfida. I meriti del Palermo sono nella tenuta difensiva e nella capacità di tesorizzare le due palle gol costruite. La prima, due minuti dopo il vantaggio colto di testa da Clayton Dos Santos, vede protagonista Rispoli, lesto a smarcarsi sulla destra dell’area e a chiudere con un destro sul palo difeso da Ujkani. Difeso maluccio, il portiere tocca ma non respinge. La seconda azione vede protagonista Embalo che controlla in area, sul fondo, alza la testa e serve nel mezzo il liberissimo Chochev che non può sbagliare la conclusione: chi avrebbe dovuto marcarlo? I tre punti che proiettano in alto i rosanero sono un premio esagerato se rapportato alla loro prestazione però è quando vinci le partite che non dovresti vincere che poi raggiungi la tua meta. Qui allo Zini il Palermo ha dato un nuovo segnale di solidità nel giorno in cui il suo cannoniere si è segnalato soltanto per atteggiamenti provocatori. Nel posta partita, il duro sfogo di Tesser negli spogliatoi: “L’arbitro rideva in faccia ai miei giocatori che protestavano per il rigore non dato, un fallo clamoroso visto da tutti. Lui rispondeva dicendo che a Parma non ne aveva fischiato un altro contro di noi: ma questo signore come fa il suo lavoro?” (Nicola Cecere) GAZZETTA.IT

Postato in In evidenza, PALERMO, Sport0 Comments

SERIE C – Due ex condannano l’Akragas alla quinta sconfitta di fila: 2-0 a Francavilla

L’Akragas è stata punita dai due ex in campo, Saraniti e Madonia. L’Akragas  a Francavilla colleziona la quinta sconfitta consecutiva (la settima nelle ultime nove partite) con il successo che ormai manca dal 23 settembre. Nove i gol segnati, 21 quelli subiti. Un disastro che ha un’origine lontana e cioè l’instabilità societaria che ha addirittura avuto come risultato l’esilio a Siracusa per la mancanza dell’impianto di illuminazione allo stadio Esseneto.

L’Akragas è insomma in caduta libera sia dal punto di vista dei risultati ma anche dal punto di vista del gioco, anche se il secondo tempo di Francavilla non è tutto da buttare. Il problema è che in campo si cambia modulo ogni venti minuti e dunque la squadra perde certezze.

VIRTUS FRANCAVILLA – AKRAGAS 2 – 0

VIRTUS FRANCAVILLA: Albertazzi 6, Prestia 6, Biason s.sv (dal 30’ Buono 6,5), Saraniti 6,5 (dal 76’ Madonia 6), Viola 6 (dal 62’ Ayina 6), Pino 5,5, Albertini 6 (dal 62’ Abruzzese 6), Sicurella 6, Mastropietro 6 (dal 76’ Folorunsho s.v.), Maccarrone 6, Agostinone 5,5. All. D’Agostino 6. A disp.: Battaiola, De Toma, Gallù, Valotti, Delvecchio, Di Nicola, Monaco.

AKRAGAS: Vono 6,5, Russo 5 (dal 62’ Longo 5,5), Mileto 6, Carrotta 5 (dal 76’ Gjuci 6), Vicente 6, Parigi 5, Salvemini 5 (dal 71’ Moreo s.v.), Danese 6, Pisani 5,5, Saitta 5 (dal 76’ Franchi s.v.), Sepe 6. All.: Di Napoli 5,5. A disp.: Lo Monaco, Caternicchia, Ioio, Navas, Canale, Bramati.

ARBITRO: Mantelli (Brescia) 6; ass.: Severino e Carrelli (Campobasso)

MARCATORI: Saraniti (V) al 41’, Madonia (V) al 94′

NOTE: ammoniti Danese, Vicente, Salvemini (A), Buono, Mastropietro, Sicurella (V). Espulso Folorunsho. Angoli 9 a 4. Recupero 3 + 5

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport0 Comments

SERIE D – Troina la favola continua allungo a +6 sulla Nocerina: risultati e classifica 12^giornata

Prosegue la meravigliosa favola del Troina di mister Pagana. Ancora un successo ottenuto in trasferta, in terra calabra, a Palmi, in un risultato rocambolesco dove è successo di tutto. Gli ennesi passano in vantaggio con Diop, i locali pareggiano poco dopo e si portano in vantaggio nel giro di sei minuti ribaltano il risultato. Ma il Troina ha carattere, e nella ripresa, trova il gol del pareggio con Ott Vale, poi, ripassa in vantaggio con Alves Da Silva, e infine, mette al sicuro il risultato con Vazquez poco prima del triplice fischio, il successo equivale ad un’ulteriore allungo in classifica, più sei sulla seconda la Nocerina che batte il Portici. L’Acireale esc e sconfitto nel derby del Valentino Mazzola contro la Sancataldese  e scivola in terza posizione dove viene raggiunto dal Gela che, passa nell’altro derby vintoi a Paceco . Ritorna al successo l’Igea Virtus di misura sul Roccella e zona play-off sempre a portata di mano. Buon pari esterno del Messina ad Ercolano 1-1 e con lo stesso risultato il Palazzolo ferma in casa la corazzata Vibonese.

Ebolitana – Gelbison Vallo della Lucania 2-2
Ercolanese – Messina 1-1
Igea Virtus Barcellona – Roccella 1-0
Isola Capo Rizzuto – Cittanovese 0-1
Nocerina – Portici 1-0
Paceco – Città di Gela 2-3
Palmese – Troina 2-4
Sancataldese – Acireale 3-1
Sport Club Palazzolo – Vibonese 1-1

Classifica

Troina 29
Nocerina 23
Acireale 22
Ercolanese 22
Città di Gela 22*
Igea Virtus Barcellona 21
Sancataldese 19
Cittanovese 19
Vibonese 17*
Gelbison Vallo della Lucania 16
Sport Club Palazzolo 15
Portici 12
Roccella 11
Ebolitana 10
Messina 10
Palmese 8^^
Paceco 6^
Isola Capo Rizzuto 5

*Una partita in meno
^Un punto di penalizzazione
^^Cinque punti di penalizzazione

Prossimo turno – 19/11/17

Acireale – Nocerina
Città di Gela – Sport Club Palazzolo
Cittanovese – Portici
Ercolanese – Igea Virtus Barcellona
Gelbison Vallo della Lucania – Paceco
Messina – Ebolitana
Roccella – Sancataldese
Troina – Isola Capo Rizzuto
Vibonese – Palmese

Postato in In evidenza, Sport0 Comments

ECCELLENZA A – Finisce senza gol la supersfida “Marsala – Licata”: risultati e classifica 10°turno

Come spesso accade, le partite di cartello e molto temute alla vigilia finiscono con un nulla di fatto. Senza reti l’attesa super sfida  tra Marsala e Licata e vertice della classifica che rimane immutato. Il Dattilo perde con un punteggio tennistico al Carlotta Bordonaro contro un rigenerato Canicattì, inseritosi di prepotenza in zona play-off, come il Mazara, bravo ad espugnare il campo del Casteldaccia. Por segue l’ottimo momen to della Pro Favara che batte l’Alcamo e si avvicina al centro classifica, graziue anche ai tre punti ricevuti a tavolino, in settimana, nella gara contro il Mazara. Risale il Campofranco che supera il Cus Palewrmo, exploit esterno del Mussomeli in trasferta contro la Parmonval che, forse ha risentito delle vicende legate al suo patron. Brutta sconfitta interna del Kamarat nello scontro salvezza contro il Monreale perso di misura, con la classifica che si complica parecchio. Spicca il successo esterno del Castelbuono a Caccamo contro la vera rivelazione del torneo. 

Atletico Campofranco – C.U.S. Palermo 3-2
Canicattì – Dattilo Noir 6-1
Città di Casteldaccia – Mazara 2-3
Kamarat – Monreale 0-1
Marsala Calcio – Licata 0-0
Nuova Città di Caccamo – Polisportiva Castelbuono 0-1
Parmonval – Mussomeli 1-2 giocata sabato
Pro Favara – Alba Alcamo 4-2

Classifica

Marsala Calcio 23
Licata 22
Dattilo Noir 21
Mazara 17
Canicattì 17
Nuova Città di Caccamo 16
Alba Alcamo 15
Parmonval 15
Pro Favara 15
C.U.S. Palermo 13
Atletico Campofranco 13
Polisportiva Castelbuono 10
Monreale 10
Mussomeli 8
Kamarat 7
Città di Casteldaccia 4

Prossimo turno – 19/11/17

Alba Alcamo – Città di Casteldaccia
C.U.S. Palermo – Canicattì
Dattilo Noir – Nuova Città di Caccamo
Kamarat – Marsala Calcio
Mazara – Parmonval
Monreale – Atletico Campofranco
Mussomeli – Licata
Polisportiva Castelbuono – Pro Favara

Postato in Sport0 Comments

PROMOZIONE – Decimo successo di fila della Partinicaudace: risultati e classifica 10°turno

Non sembrano esserci avversari in grado di poter impensierire la Partinicaudace, almeno in questo primo terzo di campionato, arriva il decimo successo consecutivo, vittima di oggi il Vallelunga che subisce una cinquina di reti. Reggono alla distanza le due inseguitrici: il Castellammare 94′ , vittoria pesante nel derby vinto in trasferta col 5 Torri Trapani, e il Salemi che viola il Nino Novara di Ribera, entrambe rimangono a quattro lunghezze dalla capolista. Prosegue il buon momento della Gattopardo di mister Alotto che vince in trasferta il derbyssimo con il Ravanusa. Exploit esterno con il botto del Casteltermini con il Città di Castellammare. Finisce senza reti l’anticipo dell’Olimpic Serradifalco contro la Don Bosco Partinico. Primo successo casalingo per la Libertas Racalmuto contro una ottima Nuiova Sancis dei giovanissimi dove in campo prevale la classe 2000.

Atletico Ribera – Salemi 1930 1-2
Campobello – Altofonte Football Club 3-0 giocata sabato
Cinque Torri Trapani – Castellammare Calcio 94 2-3
Città di Castellammare – Casteltermini 0-1
Libertas 2010 – Nuova Sancis 1-0
Olimpic Serradifalco – Don Bosco Partinico 0-0 giocata sabato
Partinicaudace – Vallelunga 5-1
Ravanusa – Football Club Gattopardo 0-1

Classifica

Partinicaudace 30
Castellammare Calcio 94 26
Salemi 1930 26
Altofonte Football Club 18
Città di Castellammare 14
Cinque Torri Trapani 14
Vallelunga 13
Campobello 12
Football Club Gattopardo 12
Don Bosco Partinico 11
Ravanusa 9
Libertas 2010 9
Olimpic Serradifalco 8
Nuova Sancis 7
Atletico Ribera 6
Casteltermini 6

Prossimo turno – 19/11/17

Altofonte Football Club – Cinque Torri Trapani
Castellammare Calcio 94 – Partinicaudace
Don Bosco Partinico – Libertas 2010
Football Club Gattopardo – Campobello
Nuova Sancis – Atletico Ribera
Olimpic Serradifalco – Città di Castellammare
Salemi 1930 – Ravanusa
Vallelunga – Casteltermini

Postato in Sport0 Comments

La Libertas torna nella sua Racalmuto e batte la giovanissima Nuova Sancis [1-0]

Contava vincere ma soprattutto contava sfatare il tabù interno. Nel suo rientro allo stadio Giuseppe La Mantia di Racalmuto ristrutturato dopo diversi anni d’esilio, la Libertas bagna il suo debutto interno con la prima vittoria casalinga che mancava dall’inizio della stagione. 1-o il risultato finale grazie ad un fortunoso colpo di testa di Oliver Cozma, bravo a correggere una staffilata di Kouyo, direttamente da calcio di punizione tirato da 40 metri, al 34′ del primo tempo. E’ stato un primo tempo scarno di azioni. Oltre al gol, da segnalare al 43′ una ghiotta occasione tra i piedi di Pino che, mira il suo tiro forte, dall’altezza del dischetto di rigore, con Scibetta bravo a neutralizzare con un volo respingendo il tiro in corner. La Nuova Sancis nei primi 45 minuti tiene bene il campo, con ordine e con le incursioni sulla fascia di Di Marco, cerca di creare panico alla retroguardia racalmutese, come sempre, ben diretta dal difensore centrale Kouyo. Nella ripresa mister Calafiore passa dal 3-5-2 iniziale al 4-3-3 togliendo Scalia e inserendo Sucameli. Ma la Libertas, forte del vantaggio trovato nel primo tempo gioca una buona partita su un campo ancora in non perfette condizioni e soprattutto contro un avversario duro a morire e tosto, in cui il più grande ha appena 22 anni di età, sicuramente da prendere da esempio complimenti alla società di Ribolla. Al 56′ ci prova Baba con un tiro dai 20 metri, ma Scibetta, il migliore in campo dei suoi, è bravo a respingere, Agozzino sulla ribattuta termina in fuori gioco, inutile la sua conclusione che, in ogni modo era stata respinta sempre dall’attento numero uno palermitano. Al 61′ è Basiru a provarci ancora dalla lunga distanza, ma il tiro finisce altro sopra la traversa. Al 65′ Cozma, ci prova con un tiro telefonato che non può impensierire Scibetta. Al 67′ la Nuova Sancis usufruisce di una punizione dal limite, ma Giardina blocca sul suo palo. Al 74′ la Nuova Sancis spreca la sua migliore occasione da rete con Sucameli che calcia incredibilmente alle stelle. All’80’ Cozma lanciato in profondità con un pallonetto debole spreca una buona occasione davanti a Scibetta che non si fa sorpendere. All’84’ è Pino a sprecare, servito in piena area di rigore, in posizione defilata, non riesce ad angolare e il suo tiro sorvola tutta l’area dove non c’è nessuno. All’85’ si assiste a sprazzi di buon calcio, iniziativa di La Mendola sulla fascia, dribbla un paio di avversari, serve Cozma, il cui tiro ad effetto finisce a lato. All’89 Kouyo potrebbe chiuderla su calcio di punizione da 30 metri, il suo tiro forte , viene tolto dall’incrocio dall’ottimo numero 1 Scibetta. Dopo 4 minuti di recupero il triplice fischio e la vittoria che arriva come una liberazione in casa Libertas,  la seconda in dieci giornate e già con il pensiero rivolto alla gara di andata di Coppa Italia a Campobello di Mazara.

LIBERTAS RACALMUTO: Giardina, Faija, Jallow Baba, Jallow Basiru, Kouyo, Kujabi, Agozzino(80′ De Marco), La Mendola(85′ Toure Ousman), Pino, Touray(57′ Ruggieri), Cozma. Allenatore Lillo Capraro

NUOVA SANCIS: Scibetta, Bartolotta, Di Marco, Mandala’, Scalia(46′ Sucameli), Capuano, Cammilleri, Schillaci, Fiore, Gallina, Fruci. Allenatore: Calafiore.

RETE. Cozma al 34′

ARBITRO: Carlo Averna di Caltanissetta coadiuvato dagli assistenti agrigentini: Antonino Giambrone e Emanuele Padalino. [ Una delle migliori terne viste negli ultimi anni]

Postato in In evidenza, RACALMUTO, Sport0 Comments

RACALMUTO – Azzeramento giunta, lista Borsellino:”Scelta condivisa”

La Lista Borsellino ringrazia il Sindaco Emilio Messana per aver accolto l’invito che ripetutamente in questi ultimi nove mesi gli è stato rivolto dal gruppo dei propri Consiglieri Comunali,  e cioè quello di aprire tanto alle forze politiche presenti in consiglio quanto a quelle rimaste fuori nelle ultime elezioni.
Trincerarsi dietro alle proprie coalizioni politiche non porta da nessuna parte.
La leadership condivisa è l’unica chiave di successo , e dopo la sfiducia noi abbiamo inaugurato questo nuovo modello di governo.
I traguardi finora raggiunti sono già tanti ma Racalmuto attende altre importanti risposte.
Fondamentale in questi mesi la collaborazione e la condivisione delle scelte amministrative tra la Giunta e i due gruppi di riferimento politici del PD e della Lista Borsellino, ma il braccio di ferro in Consiglio Comunale rischia di danneggiare pesantemente i cittadini.
La scelta  del sindaco di azzerare è stata una scelta condivisa all’interno della Giunta e concordata.
Adesso è il momento di lavorare nella massima trasparenza, rendendo   partecipe l’intera comunità delle scelte che si intendono fare, all’insegna della pacifica convivenza politica.

Postato in In evidenza, Politica, RACALMUTO0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98