Archive | dicembre 11th, 2017

AGRIGENTO – Carcinoma della mammella e “Breast unit”

Ad Agrigento, lunedì prossimo 11 dicembre, e poi martedì 12, all’Hotel della Valle, in via Crispi, si svolgerà un convegno sul tema: “Controversie e nuovi scenari del carcinoma della mammella: perché è necessaria una Breast Unit”. Si tratta di una due giorni di approfondimento sul tema al fine di conoscere, da un lato, le novità nel campo della diagnosi e della terapia del carcinoma della mammella e, dall’altro, i punti di forza e le criticità nella gestione di tale patologia all’interno dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. In particolare, infatti, con i fondi di un progetto di Piano Sanitario Nazionale, di cui è Referente Aziendale l’Oncologo Antonino Savarino, la Direzione Strategica dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha allestito all’Ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì una chirurgia dedicata ai Tumori della mammella, dove opera, con un contratto di collaborazione professionale, il Professor Mario Mesiti (Chirurgo Senologo Esperto). E’ stato così iniziato un percorso che dovrebbe portare alla creazione di una Breast Unit certificata Eusoma all’interno della provincia agrigentina.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

REGIONE – Margherita La Rocca Ruvolo eletta nuovo capogruppo dell’Udc all’Ars

I deputati regionali dell’Udc hanno eletto oggi a Palazzo dei Normanni la deputata Margherita La Rocca Ruvolo nuovo capogruppo. I parlamentari eletti alle elezioni del 5 novembre scorso si sono riuniti alla presenza del presidente nazionale del partito Antonio De Poli. Margherita La Rocca Ruvolo, alle consultazioni regionali, è stata eletta nel collegio di Agrigento.

E’ alla seconda legislatura all’Assemblea regionale siciliana. Laureata in psicologia e teologia, docente di professione. E’ sindaco del comune di Montevago. L’Udc è rappresentato in Giunta regionale dagli assessori Mimmo Turano e Vincenzo Figuccia.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

SCIACCA – Il sindaco chiede sostituzione Girgenti Acque

Sulla posta elettronica certificata dell’Assemblea Territoriale Idrica c’è oggi un’istanza con cui il sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, forte di alcuni articoli della convenzione di concessione della rete idrica, chiede ufficialmente un’ispezione e la sostituzione del gestore del servizio idrico integrato Girgenti Acque. Per il primo cittadino soltanto con la sostituzione del gestore si può assicurare la continuità e l’efficienza del servizio e garantire l’igiene e la sicurezza pubblica in città. L’iniziativa è di ieri, giornata festiva, caratterizzata ancora una volta da numerose segnalazioni di cittadini su disservizi in vari punti del centro abitato. La Valenti non ha atteso l’inizio della settimana per dare vita a questa nuova e forte protesta nei confronti di Girgenti Acque. Oggi e domani sarà fuori città ed ha quindi voluto imprimere una ulteriore spinta al percorso che l’ente che rappresenta ha intrapreso da alcuni mesi, in seno all’Ati, per chiudere ogni rapporto con Girgenti Acque.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

PALERMO – Francesco Cascio assolto, ritorno flash all’Ars

“Sono stato reintegrato nella mia funzione di parlamentare regionale”. Soddisfatto il deputato Francesco Cascio, assolto in secondo grado dalla Corte d’Appello di Palermo “perché il fatto non sussiste” nel processo dove era imputato per corruzione. Sospeso nell’ottobre 2016 per effetto della legge Severino in seguito alla condanna in primo grado per corruzione, dal giorno della lettura della sentenza di secondo grado, 29 novembre 2017, la sospensione è decaduta.

Con l’assoluzione, infatti, non valgono più gli effetti della legge Severino e Cascio, quindi, torna di diritto tra i banchi dell’ Assemblea regionale siciliana, così come stabilito anche da una nota firmata dal presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone. Contestualmente, Giuseppe Di Maggio, che era subentrato a Cascio, deve lasciare Palazzo dei Normanni.

La XVI legislatura si concluderà tra pochi giorni, l’insediamento dei nuovi parlamentari regionali è previsto per il prossimo venerdì, 15 dicembre. “Sapevo di essere innocente e che prima o poi la verità sarebbe venuta a galla – afferma Cascio – ho atteso con fiducia, e nella riservatezza della mia vita privata, che la magistratura svolgesse il proprio lavoro”.

“Mi sono fatto da parte in politica e sono tornato con dedizione alla medicina. Questo periodo lontano dalla luce dei riflettori, se così si può dire, mi ha aiutato a ristabilire le priorità e oggi mi sento più forte e consapevole. Non tornerò tra i banchi dell’Ars nella prossima legislatura, questa fase della mia vita per il momento si è chiusa e non voglio lasciare di nuovo il mio lavoro di medico. Lasciamo spazio a chi verrà dopo di noi, ma il riconoscimento della mia innocenza è un risultato che mi fa stare bene”.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

SANITA’ – Le tensioni di fine anno protestano medici e infermieri

Si profila un fine anno caldo dal punto di vista sindacale sul fronte della sanità siciliana, il nuovo assessore della Salute Ruggero Razza avrà molta carne al fuoco da affrontare e soprattutto sui tavoli di concertazione con le sigle sindacali di categoria. Il primo vero banco di prova domani alle ore 10, quando davanti la sede dell’assessorato in piazza Ottavio Ziino è in programma un sit-.in di protesta in occasione dello sciopero nazionale , proclamato dall’intersindacale  medica. Nell’intera giornata verranno garantiti solamente i servizi essenziali di emergenza. Tutte le attività programmate  e le attività ambulatoriali saranno sospese. In un primo momento l’assessore alla Salute Ruggero Razza e il presidente della Regione, Nello Musumeci avevano pensato di convocare i 18 tra commissari e manager delle aziende Asp e ospedali per mercoledi 13, poi hanno deciso di spostare il vertice regionale dopo il 15, giorno dell’insediamento della nuova Ars. Diversi i temi che saranno affrontati: dalle linee guida , alle liste di attesa, al pornto soccorso.

 

Postato in Cronaca, Salute0 Comments

Morto Don Antonino Riboldi prete paladino dei terremotati del Belice

Si è spento ieri a Stresa a 94 anni don Antonino Riboldi, prete a Santa Ninfa all’epoca del terremoto del Belice; fu megafono degli emarginati nelle baracche. E poi da Vescovo di Acerra combattè la camorra, lì si svolgeranno i funerali e la sepoltura.

 

Postato in Cronaca, Dall'Italia0 Comments

PROMOZIONE – E’ una Libertas Racalmuto spietata e cinica, violato il Nino Novara di Ribera

Arriva il quinto risultato utile consecutivo in campionato che equivale al sesto posto in classifica. Per la Libertas Racalmuto il giusto coronamento dello spirito di sacrificio messo in campo sin da inizio stagione e un risultato che ha ha stentato ad arrivare complice un pò la sfortuna di inizio stagione. Ora, mister Lillo Capraro sembra aver treovato le giuste misure ad un collettivo che ha sempre creduto alle sue qualità e potenzialità. La Libertas Racalmuto grazie a questi mezzi si aggiudica il derby dell’agrigentino in una buona gara di calcio che ha vista, per falli, un espulso e 12 atleti ammoniti  dall’arbitro Melodia. L’Atletico Ribera, complici anche alcune assenze pesanti, dopo due vittorie consecutive torna a perdere. La Libertas gioca bene a centrocampo, sfrutta un calcio di rigore con Gabriele Russo ritornato a casa dopo l’esperienza a Grotte e la prima parte di toprneo a Palma di Montechiaro con la Gattopardo, e nel finale con Touray passa in vantaggio. sfiorando il terzo gol, negato dal portiere Allegro che viene espulso all’89’ per doppia ammonizione. Al 28’ì del primo tempo, il primo calcio di rigore in favore dell’Atletico Ribera per atterramento su Geraci, ma lo stesso giocatore  calcia il pallone fuori. Al 33′ Allegro esce su Russo lanciato a rete, per l’arbitro è rigore: dagli 11 metri Gabriele Russo non sbaglia per il vantaggio ospite. Al 45′ Geraci si fa perdonare l’errore del rigore e inventa una rete con un gran tiro da fuori area, una bomba che si infila all’incrocio dei pali. Inizia b ene la rirpesa per la squadra di mister Montalbano che, sfiora in un paio di occasioni la rete del vantaggio. La Libertas gioca in contropiede e al 78′ Touray beffa Allegro con un tiro sotto la traversa. Una prodezza che permette alla Libertas di portare a casa tre punti da alta classifica con un doppio tuirno casalingo da sfruttare contro il Ravanusa e la capolista Partinicaudace.   

Postato in In evidenza, RACALMUTO, Sport0 Comments

CASTROFILIPPO – Carbonizzate 2 auto di una casalinga

Due automobili di proprietà di una casalinga di 44 anni, di Castrofilippo, ma in uso ai due figli, rispettivamente di 20 e 24 anni, sono rimaste semidistrutte da un incendio verificatosi nella notte fra sabato e domenica in via Fermi, in pieno centro abitato.

Sul posto, verso le 3 circa, sono giunti i vigili del fuoco allertati da una segnalazione, che hanno lavorato non poco prima di riuscire a domare il rogo. A bruciare sono state un’Audi A4 e un’Alfa 156.

 Del fatto si stanno occupando i carabinieri della Compagnia di Canicattì che ha effettuato i rilievi di rito per accertare le cause che hanno scatenato il rogo. Non si esclude che possa di trattarsi di un incendio doloso, ma tutte le piste restano valide.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

BASKET – La Fortitudo non riesce a vincere,il derby di Sicilia sorride al Trapani 87-77

Il derby di Sicilia va al Trapani, i padroni di casa si impongono con il punteggio di 87 77. E’ stata una partita bella e combattuta, top scorer della Moncada, Simone Pepe. Coach Ciani si affida al quintetto composto da: Cannon, Zugno, Evangelisti. Williams e Guariglia. In partita è Trapani ad iniziare meglio, i padroni di casa si affidano alla velocità. Renzi sotto canestro mette il fisico e porta avanti la sua squadra. I granata impongono il primo parziale di 10-4, ma Agrigento alza la testa. Zugno porta palla e disegna geometrie giuste combinando bene con Cannon, ma Trapani allunga nel finale e la chiude. Il primo periodo di gioco termina con il punteggio di 21 a 16.

Nel secondo quarto coach Ciani si affida ad Ambrosin, Pepe e Lovisotto. Il ritmo sale, Pepe azzecca la tripla ed Evangelisti fa lo stesso. Jefferson prende per mano Trapani e tiene più che mai aperta la gara. I padroni di casa non scappano via e la Moncada è lì. Il secondo periodo di gioco si chiude con il punteggio di 41-39, top scorer Jalen Cannon.

 

Nel terzo periodo di gioco coach Ciani manda in campo: Cannon, Zugno, Evangelisti, Williams e Guariglia. E’ il capitano a realizzare i primi due punti, ma la tripla arriva da Jefferson: 48-41. Trapani porta via il vantaggio, tecnico di Guariglia e tre tiri liberi: Perry fa tre su tre e Trapani tenta la fuga. Il terzo periodo di gioco si chiude con il punteggio di 64-55.

 

L’ultimo periodo si apre con una “bomba” di Pepe, ma a rispondere è Ganeto: 71-58. Pepe chiama l’aiuto del pubblico, il biancazzurrppè scatenato, mettendo tre triple in una manciata di minuti. Trapani si chiude bene e mette centimetri sotto canestro, i padroni di casa non sbagliano e Agrigento perde con il punteggio di 87 a 77.

 

Lighthouse Trapani: Brandon Jefferson 25 (4/5, 4/10), Andrea Renzi 18 (6/7, 0/0), Jesse Perry 13 (4/11, 0/0), Gabriele Ganeto 10 (4/6, 0/3), Stefano Spizzichini 9 (4/5, 0/0), Kenneth Viglianisi 7 (2/5, 1/1), Stefano Bossi 5 (1/2, 1/2), Filippo Testa 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Guaiana 0 (0/0, 0/0), Marco Mollura 0 (0/0, 0/0), Nenad Simic 0 (0/0, 0/0), Davide Fontana 0 (0/0, 0/0). All Ducarello

 

Moncada Agrigento: Simone Pepe 23 (3/6, 5/7), Jalen Cannon 19 (7/10, 1/1), Marco Evangelisti 18 (6/9, 0/2), Pendarvis Williams 8 (2/4, 0/2), Ruben Zugno 7 (3/6, 0/2), Isacco Lovisotto 2 (1/5, 0/2), Tommaso Guariglia 0 (0/1, 0/3), Lorenzo Ambrosin 0 (0/0, 0/2), Giuseppe Cuffaro, Giuseppe Magro. All Ciani

Postato in AGRIGENTO, Sport0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK




ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO




STASERA IN TV




Calendario

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031




STATISTICHE

Site Info

TRS98