Archive | gennaio 11th, 2018

AGRIGENTO – Spedizione punitiva per uno studente davanti all’istituto Nicolò Gallo

Uno studente diciottenne agrigentino è stato picchiato davanti alla sua scuola, l’istituto “Nicolò Gallo”. Si sarebbe trattato – secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia – di una vera e propria “spedizione punitiva”, dietro alla quale ci sarebbero screzi legati a vicende personali.

La “banda” composta da almeno cinque ragazzi, che non frequentano la stessa scuola, ha sorpreso il giovane davanti all’ingresso dell’istituto, colpendolo con calci e pugni, davanti ad alcuni amici. Gli aggressori si sono subito dileguati, mentre il giovane è stato soccorso e medicato. I genitori avrebbero già sporto denuncia all’autorità giudiziaria.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – “Litiga con il padre e poi lo accoltella”, 32enne finisce in manette

Un agrigentino è stato arrestato per tentato omicidio. Intorno alle 19 di ieri, l’uomo, avrebbe accoltellato il padre per futili motivi, provocando diverse ferite da taglio. Il padre del ragazzo è stato trasferito d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”.

Sul posto le Volanti della questura di Agrigento che hanno tratto in arresto il ragazzo. Il fatto è accaduto in una abitazione della scalinata in via Santo Spirito. Il 32enne, difeso dell’avvocato Daniele Re, sarebbe affetto da disturbi psichici. Dopo gli adempimenti di rito, è stato condotto agli arresti domiciliari in una struttura sanitaria.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Auto in fiamme, indagano i Carabinieri

Brucia un’autovettura, una Mercedes classe A, di proprietà di una casalinga 60enne. E’ accaduto all’alba, in via Botticelli a Palma di Montechiaro. Sul posto i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e anche i Carabinieri. Nel sopralluogo non sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile , nè taniche sospette. Le cause del rogo, sono, pertanto,  da accertare. Annerito anche il prospetto del palazzo sotto il quale la vettura era stata lasciata posteggiata.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Avvicendamento di funzionari alla Squadra Mobile

Avvicendamenti di funzionari alla Squadra mobile di Agrigento. Lunedì scorso, il commissario capo della polizia Giovanni Franco ha preso servizio in Questura, come funzionario addetto alla Squadra mobile, subentrando a Vincenzo Di Piazza che, dopo quasi quattro anni di permanenza ad Agrigento, è stato trasferito al compartimento della polizia postale di Palermo.

Giovanni Franco, trentuno anni, originario di Mistretta, ma ennese di adozione, con in tasca l’abilitazione alla professione di avvocato, proviene dalla Questura di Imperia dove era stato assegnato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza al termine della frequenza del 105esimo corso di formazione per commissari della polizia di Stato, presso la Scuola superiore di polizia.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza0 Comments

FAVARA – Ferimento con l’accetta, aperta inchiesta

Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Agrigento sulla rissa che si è scatenata fra tre persone, due fratelli trentenni e un quarantenne loro familiare, in via Di Salvo che è una traversa della ben più nota via Capitano Callea. I Carabinieri della Tenenza di Favara continuano a sentire dei testimoni o delle persone informate sui fatti. Non è escluso che si continui anche nei prossimi giorni. Non ci sono ancora certezze categoriche , ma sembra che i due fratelli, uno dei quali è finito in ospedale, si siano scontrati  con il 40enne loro familiare per motivi di soldi. Il commerciante ambulante ferito è stato raggiunto ad un gluteo da un colpo di accetta. I militari stanno cercando di fare chiarezza su quanto accaduto nella tarda mattinata di martedi e poter dunque  contestare i reati alle persone coinvolte.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

ROMA – Sorpresi in auto con 4 kg di cocaina, arrestati canicattinese e la moglie

Sono stati trovati con 3,7 chili di cocaina in una auto e sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione di Fiano Romano con l’aiuto di quelli della Radiomobile della Compagnia di Monterotondo. Per una coppia di italiani, residenti nell’agrigentino ma domiciliati in Olanda, sono scattate le manette ai polsi con l’accusa di concorso in detenzione ai fini di spaccio di un grosso quantitativo di cocaina.

I militari, impegnati in ordinari controlli alla circolazione stradale nei pressi della barriera autostradale A1 Roma Nord, hanno proceduto al controllo di un Suv, con a bordo un 54enne di Canicatti’ (AG), e la moglie di 53, originaria dell’Azerbaijan. Insospettiti dal nervosismo manifestato dalla coppia, i militari hanno deciso di perquisire l’autovettura, rinvenendo nell’imbottitura dei sedili posteriori ben tre pacchetti ricoperti di cellophane per complessivi 3,7 kg di cocaina. I due sono stati arrestati e portati in caserma, successivamente l’uomo e’ stato condotto presso il carcere di Rieti mentre la donna presso la casa circondariale di Roma Rebibbia, entrambi a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria. di Rieti. Lo stupefacente sequestrato, una volta immesso sul mercato avrebbe fruttato oltre 400.000 euro.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

COPPA ITALIA ECCELLENZA – Festa dal dischetto, Licata in finale

Il    Licata è in finale, ha vinto al Nino Vaccara di Mazara dopo i calci di rigore, considerato che dopo 95 minuti regolamentari vinceva per 2-0, identico risultato conquistato dal Mazara al Dino Liotta nella partita di andata. Ai calci di rigore l’ha spuntata la squadra di Campanella grazie anche all’ex portiere del Mazara Pietro Iacono, che ha parato ben tre tiri dagli undici metri, per il Mazara è andato a segno soltanto il portiere Dolenti, mentre per il Licata hanno fatto centro Corsino, Dama e Canavvà, ha fallito Favero, parato il tiro di Rizzo. Nei tempi regolamentari per il licata ha segnato il gol del vantaggio Cannavò al 24 del primo tempo, e un autogol di Mercurio al 53’. In finale che si disputerà a Troina, il Licata se la vedrà contro il Sant’Agata che ha eliminato il Paternò all’ultimo assalto.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport, Video0 Comments

SCIACCA – Maxi sequestro di armi e munizioni. In manette un anziano 80 enne [VIDEO]

I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno arrestato un anziano di Sciacca (Ag) trovato in possesso di un vero e proprio arsenale di armi e munizioni. Durante un blitz, condotto con unità cinofile e metal detector, i militari hanno scovato 12 pistole semiautomatiche e revolver, un fucile di fabbricazione artigianale ed oltre 400 cartucce.

Di fatto lo stavano pedinando già da qualche mese i Carabinieri della Compagnia di Sciacca, che avevano notato degli strani incontri tra l’uomo 80 enne ed alcuni soggetti di interesse operativo. Ma a tutto pensavano, fuorchè di trovare nel corso del blitz  all’interno della sua abitazione, un arsenale di pistole e munizioni nascosto nei luoghi più impensabili. L’operazione, frutto di una intensa attività informativa sviluppata sul territorio saccense, è stata portata a termine all’alba, da una dozzina di Carabinieri che hanno fatto irruzione nel domicilio dell’anziano e durante la perquisizione, svolta con unità cinofile e metal detector, sono saltate fuori 12 Pistole di vari calibri, revolver e semiautomatiche, tra cui alcune con matricola abrasa, un fucile di fabbricazione artigianale, oltre 400 cartucce e dispositivi per la pulizia e manutenzione delle armi.

Le pistole erano nascoste in vari punti della casa, alcune dentro dei calzini, altre  dentro un paio di stivali ed altre ancora all’interno di un barattolo di vernice.

Una pistola è stata subito trovata nella giacca che l’uomo indossava al momento del blitz. I Carabinieri, grazie anche all’aiuto di un’unità cinofila anti-esplosivo, hanno scovato centinaia di munizioni di diverso calibro, numerosi caricatori ed un kit per la pulizia delle armi, il tutto ben nascosto all’interno di una cuccia dove l’anziano teneva il suo cane.

Le armi, risultate perfettamente efficienti, sono state inviate ai Carabinieri del RIS di Messina, per le successive verifiche ed analisi balistiche, allo scopo di verificare se le stesse siano state utilizzate in recenti fatti di sangue avvenuti in Sicilia.

Per l’uomo, sono subito scattate le manette con l’accusa di “Illegale detenzione di armi e munizioni”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

AGRIGENTO – Cattedrale, aperto il cantiere

Ad Agrigento sono iniziati i lavori di mitigazione dei rischi incombenti sulle abitazioni e le strutture nelle strade a valle della Cattedrale. Il Comune spiega: “Si è proceduto alla formale consegna delle aree da parte del Comune di Agrigento e della Forestale, che cura la gestione del boschetto, alla Protezione Civile, che ha affidato i lavori all’impresa Cogemala lo scorso 28 dicembre. La struttura sarà composta da quattro barriere in rete metallica resistente, ancorata a pali di acciaio di diversa lunghezza con un’altezza di intercettazione di tre metri. Il costo dell’intervento con Fondi della Protezione Civile regionale sarà di 174 mila euro. L’intervento di salvaguardia della popolazione è stato sollecitato fortemente dal Comune di Agrigento con in testa il sindaco Lillo Firetto”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK




ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO




STASERA IN TV




Calendario

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  




STATISTICHE

Site Info

TRS98