Archive | gennaio 12th, 2018

FAVARA – Padre arrestato si difende: “Non ho mai violentato mia figlia”

Il netturbino di Favara, accusato di avere abusato della figlia, risponde alle domande del gup, Alfonso Malato, nell’interrogatorio di garanzia,  e respinge le accuse. “ Ha detto l’uomo -, sono sempre stato un padre amorevole e non ho mai picchiato mia figlia, tanto meno violentato”.

Il favarese, cinquantenne, è  accusato di essere  responsabile di violenza sessuale e maltrattamenti commessi ai danni della figlia e per questo è finito nei giorni scorsi in manette. I fatti risalgono al periodo gennaio 2016 – settembre 2017, quando la vittima, a seguito della sua separazione coniugale, aveva deciso di fare ritorno nella casa paterna.

Le indagini dei Carabinieri, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dr.ssa Alessandra Russo, sono state avviate a seguito della denuncia fatta dalla povera donna lo scorso mese di settembre, stanca dei continui soprusi subiti dal padre, che avrebbe persino abusato di lei alla presenza dei suoi tre figli, tutti in tenera età. La vittima, all’indomani della denuncia, era stata subito trasferita, assieme ai figli, in una località protetta. Per l’indagato, invece, si sono aperte le porte del carcere “Petrusa” di Agrigento.

L’ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dal GIP del locale Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica,

Ora la difesa si rivolgerà al Tribunale del Riesame per ottenere l’annullamento del provvedimento emesso nei confronti dell’uomo.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

CASTROFILIPPO – Super ospite al centro commerciale “Le Vigne”, arriva Gianni Morandi

Gianni Morandi incontra i fan e firme le copie del suo nuovo cd “D’amore d’autore”. Morandi continua a scalare le classifiche, il suo brano e tra più ascoltati di sempre. Uno dei cantanti più celebri d’Italia sarà il super ospite del centro commerciale “Le Vigne”. L’evento si terrà il 20 gennaio. Morandi sarà a disposizione dei fan e canterà per i suoi estimatori. L’ingresso sarà gratuito.

 

 

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenza, Musica, Spettacolo0 Comments

PALERMO – Gli interessi della mafia sulla benzina, impianti manomessi e prestanome: 9 arresti e sequestri

Le mani della mafia sui distributori di carburante a Palermo. La guardia di finanza di Palermo ha scoperto un vasto sistema di frode. Nove persone sono state arrestate (per due è stato disposto il carcere per 7 i domiciliari), tra questi Cosimo Vernengo ritenuto vicino agli ambienti di cosa nostra.

I finanzieri del gruppo e del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Palermo hanno anche sequestrato 5 distributori di carburante capoluogo e notificato 13 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria, 8 dei quali integrati dall’obbligo di dimora a Palermo, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale.

Gli indagati avrebbero manomesso il sistema di misurazione delle quantità erogate dai distributori di carburanti,  in modo da far apparire di aver venduto un numero di litri superiore rispetto a quello effettivamente consegnato al cliente a Palermo. Gli accertamenti dei finanzieri  hanno confermato l’esistenza di una associazione per delinquere che, attraverso la fittizia intestazione a compiacenti prestanome di una serie di distributori stradali di carburanti.

E’ stata accertata anche una frode fiscale particolarmente consistente se si pensa che sono state emesse fatture per operazioni inesistenti per quasi 38 milioni di euro e, in conseguenza, è stato causato un danno allo Stato derivante dal mancato incasso di Iva per quasi 7 milioni di euro.

Inoltre, i finanzieri hanno verificato anche una evasione delle accise dovute su carburanti e lubrificanti per circa 2,5 milioni realizzata attraverso l’alterazione dei misuratori degli impianti di distribuzione, l’importazione illecita di olio lubrificante dall’Albania e la vendita di gasolio destinato al rifornimento delle navi, che è  esente da accisa, come normale carburante.

Sono stati condotti in carcere Danilo Lazzarotto, di 35 anni di Bagheria, e Rosario Montagna, di 32 anni  di Palermo mentre sono stati posti agli arresti domiciliari Cosimo Vernengo, di 53 anni, Giorgio Vernengo, di 52 anni,  Natale Di Cristina, di 69 anni , Carmelo Munzone, di 61 anni,  Filippo Tirendi , di 74 anni, Alessandro Primo Tirendi, di 35 anni e Eugenio Barbarino, di 33 anni.

Sono stati sequestrati cinque distributori di carburanti del capoluogo: in Via Roccella 161, in Via Leonardo da Vinci n. 392, in Viale Campania, in Corso Tukory n. 169, in Via Messina Marine, n. 435.

Le indagini hanno consentito di evidenziare l’interesse di  Cosa nostra nel settore della distribuzione dei carburanti. E’ emerso il ruolo importante ricoperto da Cosimo Vernengo ritenuto un personaggio vicino a cosa nostra, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Cosimo insieme al fratello Giorgio  avrebbero gestito realmente i distributori di carburante e ideato la frode.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Palermo, hanno permesso alle fiamme gialle di denunciare 43 persone, ritenute essere in gran parte i membri di una associazione per delinquere dedita al trasferimento fraudolento di valori, alla frode in commercio, alla frode fiscale e alla commissione di altri reati. Le investigazioni hanno avuto origine da una verifica fiscale condotta nel 2013 nei confronti di uno dei distributori stradali coinvolti. I finanzieri hanno scoperto che il sistema di misurazione delle quantità erogate era stato manomesso, così da far apparire di aver venduto un numero di litri superiore rispetto a quello effettivamente consegnato al cliente.

Inoltre, è stata scoperta molta documentazione, dal cui primo esame è maturata l’idea dell’esistenza di una vera e propria “centrale” dedita alla frode in commercio di carburanti e a quella fiscale.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

AGRIGENTO – Meritevole iniziativa di quattro giovanissimi per la città

Ad Agrigento, quattro giovanissimi sedicenni, animati dalla comune meritevole volontà di promuovere l’immagine turistica di Agrigento, hanno allestito un sito web sulla città, all’indirizzo https://ilcentrostoricodiagrigentoag.jimdo.com/ .
Il sito contiene pagine descrittive della Valle dei Templi, una sezione “itinerari” sul centro storico di Agrigento, una stazione radio “Il centro storico”, una redazione per la sezione “news”, le storie dei Santi Gerlando e Calogero, il link alla pagina facebook e molto altro. I quattro autori, Mattias Lo Pilato, Stefano Mangione, Libertino Gabriele Burgio e Sandro Capizzi, affermano: “Siamo un gruppo di ragazzi che amano la propria terra, per le bellezze che abitano in essa. La nostra storia nasce il 29 luglio 2014 quando dei turisti arrivavano dalla Valle dei Templi per salire sul Colle di Girgenti. Il problema non era tanto la salita, ma era come arrivare alla salita, per raggiungere il Colle. E quindi ci siamo chiesti: che cosa possiamo fare? Abbiamo stampato dei fogli, con cui fornivamo le spiegazioni su come raggiungere la Cattedrale; poi abbiamo creato una pagina Facebook ‘Il Centro Storico di Agrigento’. Sono arrivati i primi like. Per offrire mappe online, abbiamo creato un account di posta elettronica con cui inviamo anche gli aggiornamenti sugli eventi, sulle aperture straordinarie dei monumenti del centro storico. Infine abbiamo creato questo sito web, che oggi conta un milione di visitatori all’anno”.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cultura, Eventi, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Intervento salva-vita della Chirurgia vascolare all’ospedale San Giovanni di Dio

Non sempre è malasanità, c’è anche e soprattutto la buona sanità.

Ad Agrigento, all’ospedale “San Giovanni di Dio”, un delicato intervento di chirurgia vascolare in urgenza ha consentito di salvare la vita ad un giovane romeno giunto al pronto soccorso in stato di incoscienza a causa di un gravissimo shock emorragico per lesione arteriosa. L’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento spiega: “Il paziente, probabilmente vittima di un incidente sul lavoro, presentava una profonda ferita da punta, verosimilmente un coltello, nella regione inguinale. Immediatamente trasportato in sala operatoria, è stato sottoposto dall’equipe di chirurgia vascolare dell’ospedale di Agrigento ad un intervento che ha comportato, in urgenza, l’isolamento dell’arteria femorale destra che era stata recisa. Grazie alla professionalità dello staff sanitario ed alla tempestività terapeutica, il paziente si trova adesso in buone condizioni ed è stato già trasferito in reparto di degenza ordinario. Come ben noto, da circa un anno presso l’ospedale di Agrigento sono in corso i lavori di ristrutturazione dei locali della ex neurologia (al secondo piano della scala A) destinati ad accogliere il reparto di chirurgia vascolare. Il trasferimento è imminente ed i nuovi ambienti consentiranno il potenziamento dell’Unità al fine di garantire la più completa risposta, nell’ambito delle patologie vascolari, sia per le attività cliniche e chirurgiche programmabili che per quelle in urgenza”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Salute0 Comments

AGRIGENTO – “Non luogo a procedere” per due ispettori del Lavoro

La giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha disposto “il non luogo a procedere” a favore di due ispettori del Lavoro agrigentini. Si tratta di Giacomo Bacino, 67 anni, di Burgio ma residente a Realmonte, e di Salvatore Curto, 59 anni, di Racalmuto ma residente ad Agrigento. I due, difesi dagli avvocati Daniela Posante e Francesco Mangione, sono stati imputati di violazione della legge sul pubblico impiego perché avrebbero dovuto controllare eventuali abusi commessi da altri sul posto di lavoro e, invece, avrebbero favorito le proprie assenze scambiandosi vicendevolmente il badge di ingresso.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PALMA DI MONTECHIARO – Tentato omicidio Diego Provenzani: 18 anni a Domenico Sambito

A Palma di Montechiaro, lungo la strada verso la frazione balneare di Marina di Palma, il 13 dicembre del 2015 è stato bersaglio di colpi di pistola calibro 9, Diego Provenzani, 51 anni, già presunto componente della Stidda, mai condannato per mafia, durante la sanguinosa faida contro le famiglie di Cosa nostra ai primi anni 90. Provenzani, a bordo di uno scooter, è stato affiancato da un’automobile e dall’auto hanno sparato almeno 3 volte. Diego Provenzani è stato ferito all’addome e a un braccio, è stato soccorso da alcuni automobilisti e trasportato in ospedale. Il 24 ottobre 2016 la Polizia ha arrestato i due presunti esecutori del tentato omicidio il cui movente sarebbe stato un debito non pagato e che si è protratto per quasi 30 anni. In manette Domenico Sambito, 69 anni, e Salvatore Ingiaimo, 28 anni. Lo scorso 8 luglio 2017, il Tribunale di Agrigento, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato a 9 anni di reclusione Salvatore Ingiaimo. Adesso, invece, il Tribunale di Agrigento, presieduto da Luisa Turco, a conclusione del processo ordinario, ha condannato Domenico Sambito a 18 anni e 6 mesi per tentato omicidio e detenzione illegale di armi.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Immigrati, San Giusippuzzu protesta contro trasferimenti

Ad Agrigento, in contrada San Giusippuzzu, in via Venezuela, sono insorti disordini in un centro d’accoglienza per migranti minorenni. Un gruppo di ex minorenni,  nel frattempo hanno compiuto la maggiore età, ha protestato vivacemente contro la decisione, obbligata, di trasferirli in un altro centro d’accoglienza per maggiorenni. Sul posto sono stati costretti ad intervenire i poliziotti della Squadra Volanti, al fine di sedare le escandescenze in corso.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Indagine della Procura su Girgenti Acque: 4 indagati

I Carabinieri e la Guardia di Finanza dei Comandi provinciali di Agrigento, su delega della Procura della Repubblica di Agrigento, hanno eseguito delle perquisizioni congiunte negli uffici di Girgenti Acque e di Hydortecne, una società anch’essa operante nel settore idrico. Le indagini al momento sarebbero a carico di quattro indagati, tra cui Marco Campione, difeso dall’avvocato Lillo Fiorello, e Pietro Arnone, difeso dal fratello Giuseppe. Tra le ipotesi di reato per le quali si indaga vi sono l’associazione a delinquere, corruzione, falso in bilancio e l’inquinamento ambientale. Le perquisizioni hanno interessato anche le abitazioni degli indagati. I provvedimenti ispettivi sono firmati dal Procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, e dal pool costituito dai sostituti procuratori Salvatore Vella, Alessandra Russo e Paola Vetro.

La società Girgenti Acque interviene a seguito dell’indagine avviata dalla Procura della Repubblica di Agrigento nei confronti della stessa società. Girgenti Acque afferma: “Manifestiamo massima fiducia negli Organi Inquirenti e confidiamo sulla celerità delle verifiche e degli accertamenti ritenuti necessari che possano diradare ogni ombra sulla gestione della società. La dirigenza della Girgenti Acque è serena, in quanto ritiene di avere agito sempre in buona fede e nel rispetto della legge in un settore alquanto complesso”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

RACALMUTO – Partono i lavori di riqualificazione del Parco “Filippo Villa”

Partiranno a brave i lavori per la riqualificazione del parco Filippo Villa. L’amministrazione Messana ha investito una parte dei fondi Anas per l’abbattimento dei muri esterni e la separazione della piscina all’aperto. Le ringhiere e i cancelli saranno spostati all’interno, all’altezza della piscina, e dalla via Filippo Villa e dalla Via Garibaldi l’accesso al Parco sara dato da lunghi e larghi gradini, che funzioneranno anche come panchine . “Si creerà un’area aperta, a vista, che darà prospettiva e respiro ad uno dei tratti maggiormente frequentati del nostro corso. – dichiara il sindaco di Racalmuto Emilio MessanaVede la luce un altro dei progetti finanziati con i fondi Anas e approntati da questa amministrazione quando assessore era l’ing.Paolo Alessi. Segue quelli della piazza Barona, del Viale della Vittoria, dello stadio Mantia, della strada e della fontana del Raffo, dell’atrio del Castello, dell’illuminazione nella zona industriale, dell’aggiudicazione dei lavori per la riqualificazione della “piazzetta” Crispi e della strada antistante il Teatro e il Municipio, Tanti investimenti che stanno migliorando il volto della nostra città
L’ex campo sportivo Filippo Villa è stato interessato da numerosi interventi, che lo hanno di fatto sottratto alla comunità per oltre un decennio. A metà degli anni Novanta venne realizzato un campo polivalente con le gradinate e un parco antistante con giochi per bambini e una grande fontana al centro e piccoli e stretti viali. Al posto del campo venne poi realizzata la piscina, mai entrata in funzione. La Commissione straordinaria ottenne un finanziamento Pon sicurezza per metterla in esercizio, che rischiava di perdersi e che venne appaltato dalla giunta Messana
Completata la certificazione degli impianti, realizzati in tempi diversi in seguito ai due distinti appalti, la piscina potrà entrare in funzione.
Durante la programmazione dei fondi Anas – ricorda il consigliere Salvatore Manigliaabbiamo sostenuto la scelta di abbattere i muri esterni, per ragioni estetiche e funzionali, quei muri isolavano il parco dal contesto urbano. La soluzione progettuale adottata lo aprirà alla vista, senza soluzione di continuità, come una grande piazza.”
Il sindaco Emilio Messana, insieme all’impresa appaltatrice, all’assessore Salvatore Petruzzella, al consigliere Giuseppe Guagliano hanno fatto un sopralluogo, nel corso dell quale hanno richiesto al Responsabile del procedimento geom. Dino Falcoabramo, che li accompagnava per illustrare e verificare i dettagli progettuali, di quantificare i lavori necessari per togliere dal parco Filippo Villa la fontana centrale e rendere pianeggiante tutta l’area antistante alla piscina, mantenendo gli alberi esistenti. Una parte dei ribassi d’asta dei fondi Anas serviranno così a creare una grande piazza, con annessa area attrezzata per i più piccoli, all’interno del parco Filippo Villa. Sarà un nuovo punto d’incontro, dove potranno organizzarsi eventi, giochi o semplicemente farsi una passeggiata.

Postato in Cronaca, In evidenza, Politica, RACALMUTO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK




ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO




STASERA IN TV




Calendario

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  




STATISTICHE

Site Info

TRS98