Archive | gennaio 13th, 2018

RIBERA – Spaccio di droga, condannato un giovane

Il 23 settembre del 2016, militari della Guardia di Finanza sono risaliti a Santa Margherita Belice, sull’autobus che collega Palermo a Ribera e un cane delle fiamme gialle ha fatto rinvenire, nella cappelliera , 54 grammi di hashish. Per le fiamme gialle questa droga apparteneva a Sandro Andreatto, di 22 anni, di Ribera , che è stato condannato dal giudice monocratico del Tribunale di Sciacca a 6 mesi di reclusione e 1500 euro di multa con pena sospesa. Il giovane ha sempre respinto le accuse e anche il suo difensore, l’avvocato Francesco Di Giovanna, al processo, ha sostenuto l’estraneità di Andreatto ai fatti che gli venivano contestati.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

LICATA – Le ruspe tornano in azione, firmate 3 ordinanze per la demolizione

L’abusivismo edilizio non si ferma a Licata. Nel Comune dell’ex sindaco antiabusivismo, Angelo Cambiano, sfiduciato dal Consiglio comunale nell’agosto del 2017 proprio perché aveva avviato il programma di demolizioni, c’è ancora chi continua a costruire in assenza di concessione edilizia o in difformità rispetto al permesso di costruire ottenuto dal Comune. E sono tre le ingiunzioni di demolizione in appena dodici giorni di questo nuovo anno.

Nei giorni scorsi il dipartimento Lavori Pubblici ed Urbanistica aveva già firmato le prime due ordinanze di demolizione, ieri la terza. A rilevare quelli che, almeno secondo i controlli, sono abusi edilizi, sono stati gli agenti della Polizia Municipale, nel corso dell’azione di contrasto al fenomeno che viene eseguita ogni giorno. Gli incartamenti sono stati poi trasmessi all’Urbanistica.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

LICATA – Madre si distrae e bimbo di 3 anni si allontana col cane per 5 km

Gli ha tolto gli occhi di sopra per una manciata di secondi, e ad un certo punto, non ha più visto il figlioletto di 3 anni, e il cagnolino di famiglia. Presa dal panico e dopo vane ricerche nella zona ha dato l’allarme. Le forze dell’ordine dopo due ore e passa hanno ritrovato il piccolo sano e salvo a quasi 5 chilometri di distanza. Il posto dove è stato ritrovato non è lontanissimo dalla località “Falconara”, nelle vicinanze della strada statale 115. Teatro della vicenda, conclusasi fortunatamente a lieto fine fra le località “Poggio di Guardia” e “Falconara, al confine con il comune di Butera. Il fatto è successo l’altro giorno all’ora di pranzo. E’ stato un attimo. Mentre la madre, verosimilmente si è distratta un attimo, il figlioletto approfittando di quel momento, correndo lungo la strada, è sparito improvvisamente in pochi secondi. E con lui il cagnolino. Poco dopo la donna non vedendolo più, ha capito che, il bimbo si era perso. La vicenda si è risolta per il meglio e il bambino non ha avuto bisogno di alcuna cura medica.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

PD – La rivolta di Caltanissetta

E’ arrivato al limite di rottura, fino alla minaccia di occupare la segreteria nazionale, il braccio di ferro tra il Pd nisseno e i vertici dello stesso partito sulla controversa definizione delle candidature locali alle elezioni politiche del 4 marzo. Nel mirino della contestazione resta la terza candidatura alla Camera di Daniela Cardinale, figlia dell’ex ministro Salvatore, fondatore e leader del movimento “Sicilia futura” schierato col centrosinistra.

Dopo il “No a candidature dinastiche” opposto alle scelte di Renzi dalle segreterie provinciali di Pd e Giovani democratici e dopo la lettera-appello all’apertura di un confronto inviata allo stesso leader dai segretari dei circoli dei 21 comuni della provincia, scende in campo la direzione dell’unione comunale del capoluogo.

“Il gruppo dirigente di Caltanissetta – si legge nella lettera – intende avere la possibilità di scegliere e indicare, unitamente alle altre comunità della provincia, i propri candidati tanto al proporzionale quanto al maggioritario e non subire supinamente indicazioni che sono frutto di accordi estranei alle logiche territoriali e allo stesso gruppo dirigente”.

C’è il rischio di chiudere i circoli e rinunciare persino a sostenere la campagna elettorale: “Non ci sentiamo di sostenere una campagna elettorale per candidature che non siano in sintonia con la nostra gente”, dicono i componenti della direzione dell’unione comunale di Caltanissetta. “Vogliamo vincere le elezioni – scrivono – ma se i nostri appelli rimarranno inascoltati, saremo costretti a manifestare il nostro dissenso a Roma, presso la direzione nazionale. E se ciò non bastasse ci sarà una logica conclusione: il nostro disimpegno”.

Postato in CALTANISSETTA, In evidenza, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Furto infissi al “Fermi”, arresti convalidati

Il Tribunale di Agrigento, a conclusione dell’udienza di convalida, ha convalidato l’arresto di Salvatore Avarello, 43 anni, di Favara, difeso dall’avvocato Fabio Inglima Modica, e di Gioacchino Ripellino, 50 anni, di Favara, entrambi sorpresi dalla Polizia intenti a rubare infissi all’interno dell’Istituto scolastico “Fermi” di Agrigento. Avarello è ristretto ai domiciliari. Ripellino è libero in attesa del processo per direttissima.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SICILIA – Confesercenti, Giovani imprenditori Ezio Lauricella presidente

Ezio Lauricella, dottore in Economia, 33 anni, è stato nominato presidente dei Giovani Imprenditori della Confesercenti Sicilia. Il coordinamento dei giovani imprenditori è composto da Salvatore Basile, Antonio Bottone, Vincenzo Di Salvo, Giovanni Selinunte, Dario Traina, Paolo Carilli, Piergiorgio Martorana, Veronica Vasques, Luca Castrogiovanni, Vincenzo Maggio e Leonardo Janko.

Postato in Eventi0 Comments

NARO – Giunta, Stefano Schembri nominato assessore

Stefano Schembri, consigliere comunale di maggioranza e già vicepresidente del consiglio comunale è stato nominato nuovo assessore del Comune di Naro con delega a impianti e servizi sportivi, commercio, digitalizzazione e informatizzazione, bilancio, Annona e Mercati, verde pubblico e manutenzione patrimonio comunale.

Postato in Politica0 Comments

SCIACCA – Trovato con pistole e fucili, anziano resta ai domiciliari

Nell’udienza di convalida dell’arresto che si è svolta al palazzo di Giustizia di Sciacca, Vito Gennaro, 84 anni, saccense non ha detto una parola sull’arsenale che gli è stato sequestrato dai carabinieri, ma ha solo chiesto al giudice di potersi recare, lunedi 15 gennaio , dal medico, dall’analista, in banca e al supermercato. Il giudice Alberto Davico, ha convalidato l’arresto, mantenuto i domiciliari ed autorizzato l’anziano a recarsi, lunedi, nei luoghi che ha indicato. Il pubblico Ministero, Carlo Boranga, non si è opposto all’autorizzazione . Gennaro, che vive da solo, teneva le armi anche nei calzini ed i carabinieri della compagnia di Sciacca gli hanno trovato nel corso di un blitz nella sua abitazione, 12 pistole semiautomatiche e revolver, un fucile da fabbricazione artigianale e 400 cartucce.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – La DDA chiede la sorveglianza speciale per Liborio Militello

Liborio Militello, 50 anni, presunto braccio destro del boss Antonio Massimino, secondo la Dda è socialmente pericoloso e deve essere sottoposto alla sorveglianza speciale che prevede alcune restrizioni della libertà personale come il divieto di uscire da casa negli orari serali, quello di frequentare pregiudicati e l’obbligo di rientrare a casa la notte. Il procedimento, in un primo momento, era stato fissato al tribunale di Agrigento ma gli atti sono stati poi trasmessi ai giudici del palazzo di giustizia di Palermo perché lo prevede una recentissima legge dello scorso mese per le richieste che arrivano dalla Dda. Nei prossimi giorni sarà fissata una nuova udienza.

Nel frattempo è stato notificato il nuovo avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che prelude al nuovo processo. Militello, difeso dagli avvocati Giovanni Castronovo e Carmelita Danile, lo scorso 8 novembre è tornato libero per effetto di un problema legato alla mancata notifica dell’avviso di conclusione delle indagini che è stato rilevato durante l’udienza preliminare.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

REGIONE – Formazione, ecco i nuovi bandi: approvato quello sull’obbligo formativo

Boccata d’ossigeno per gli enti di formazione in Sicilia. E’ stato, infatti, approvato l’Avviso pubblico n.1/2018 per la realizzazione dei percorsi formativi di istruzione e formazione professionale, sostitutivi dell’obbligo scolastico, per l’anno 2017-2018.

Il bando, che sarà pubblicato a breve nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, sostiene l’attuazione e il finanziamento dei corsi di prima, seconda, terza e quarta annualità.

Con un intervento regionale di 20 milioni di euro, saranno coinvolti oltre 5.000 giovani di età compresa tra 18 e i 24 anni, che intendano conseguire un titolo professionale in grado di aumentarne le prospettive occupazionali. “Il bando, si legge in una nota dell’assessore, rappresenta, in particolare, uno strumento per combattere la dispersione e l’abbandono scolastico, sia in termini preventivi che di recupero”.
“E’ un primo passo utile a restituire continuità al sistema della formazione professionale in obbligo scolastico – dichiara Lagalla – attraverso un graduale processo di rinnovamento e miglioramento della qualità dell’offerta formativa. L’obiettivo di questo bando sarà quello di agevolare l’inserimento lavorativo dei giovani, con particolare attenzione ai soggetti svantaggiati, con una proposta didattica e formativa conformata sulle specifiche esigenze, da realizzare con ampio ricorso al tirocinio in impresa, finalizzando quest’ultimo all’acquisizione di competenze che facilitino il successivo inserimento occupazionale”.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, Politica0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO

STASERA IN TV

Calendario

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic   Feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Site Info

TRS98