Tag Archive | "centro accoglienza"

PORTO EMPEDOCLE – Centro accoglienza chiude, la Coop lascia dopo le proteste


Da Porto Empedocle la cooperativa “Il Delfino”, che gestisce il tanto polemizzato Centro d’accoglienza per minori stranieri in via Genuardi, a ridosso di via Roma, getta la spugna. La cooperativa ha infatti diffuso poche righe alla stampa, e si legge: “A seguito del susseguirsi delle note vicende, la cooperativa ‘Il Delfino’ annuncia la volontà a voler chiudere il centro”. Peraltro, la stessa struttura è stata dichiarata al momento non agibile dalla Prefettura per alcune carenze legate soprattutto alla sicurezza dei locali.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Marcia di protesta contro il centro d’accoglienza


I commercianti di Porto Empedocle e l’amministrazione comunale della città dicono “no” al centro di accoglienza per migranti sorto a pochi passi dalla via Roma, viale commerciale della cittadina marinara.

Più di cento persone hanno sfilato per la via, partendo dal centro d’accoglienza fino ad arrivare alla sede del Comune, dove il corteo si è fermato. In prima fila il portavoce dei commercianti e organizzatore della protesta Alfonso Lazzara, il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina, il vicesindaco di Siculiana Enzo Zambito, la candidata regionale con il partito “Diventerà Bellissima” Giusy Savarino e il deputato Ars Gaetano Cani.

Al termine della manifestazione ha parlato anche il primo cittadino di Porto Empedocle, Ida Carmina: “I commercianti hanno dimostrato che se i cittadini si riuniscono, qualcosa si ottiene. Noi stiamo lanciando alla politica regionale e nazionale, questi problemi vanno risolti senza ideologie politiche. Non siamo razzisti ma siamo contro un sistema che alimenta mafia e malaffare, affarismo e soldi, siamo per l’accoglienza diffusa e compatibile con il territorio”.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

AGRIGENTO – Operatrice di un centro d’accoglienza palpeggiata da un minore ghanese


È stata palpeggiata mentre distribuiva dei prodotti ai giovani di una comunità d’accoglienza del Villaggio Mosè. Protagonista, suo malgrado, dell’accaduto è stata un’operatrice della struttura. Una giovane donna che, mentre era abbassata per prendere i prodotti da distribuire ai migranti ospiti, sarebbe stata, all’improvviso, avvicinata e ripetutamente palpeggiata sul fondoschiena.

L’operatrice ha subito allontanato il ghanese diciassettenne e dalla struttura d’accoglienza è stato lanciato l’Sos alle forze dell’ordine. Sul posto, è giunta la polizia di Stato. Gli agenti della sezione «Volanti» hanno ascoltato il racconto della giovane donna ed identificato il presunto molestatore. Si tratterebbe, appunto, di un diciassettenne ghanese, ospite del centro d’accoglienza per minorenni non accompagnati. Non è escluso che, adesso, il ghanese venga trasferito in un’altra struttura e finisca anche sotto processo.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

CANICATTI’ – Nigieriano accoltella ghanese in centro d’accoglienza: arrestato


A Canicattì, in via Saetta, all’ interno di un centro d’accoglienza, un immigrato dalla Nigeria si è scatenato in escandescenze, ha danneggiato gli arredi nei locali, e con un coltello ha ferito un immigrato ghanese ospite della stessa struttura, soccorso poi in ospedale. I Carabinieri, giunti sul posto, lo hanno arrestato in flagranza di reato. Risponderà di danneggiamento, lesioni personali, porto abusivo d’armi e resistenza a pubblico ufficiale, perché si è opposto all’identificazione. Si tratta di Kingsley Omoregie, 20 anni.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Incendio al centro d’accoglienza, fermati 7 tunisini


Sette tunisini sono stati fermati dalla polizia di Stato nell’ambito del violento rogo divampato nell’hotspot di Lampedusa. Sono indagati per incendio, tentata strage, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo la ricostruzione della squadra mobile di Agrigento, due sere fa i fermati avrebbero inveito contro altri migranti sub-sahariani ospiti del centro, minacciandoli con bottiglie di vetro in frantumi ed armi improprie. Subito dopo, avrebbero dato alle fiamme, in due differenti punti del padiglione, dei materassi, consapevoli della presenza in loco di alcuni migranti e del grave pericolo creato.

Durante le fasi della loro individuazione avrebbero reagito con violenza agli operatori delle forze dell’ordine. I sette sono stati trasferiti prima a Porto Empedocle e poi condotti nella Circondariale di Agrigento, a disposizione della locale Procura della Repubblica.

I sette tunisini fermati dalla squadra mobile di Agrigento, diretta da Giovanni Minardi, sono: Amine Hari, di 21 anni, Aymen Mehdi, di 28, Karim Bagdadi, di 21, Houssen Eddeni Sayari, di 23, Nejmeddine Melky, di 31, Ala Eddine Assali, di 20, e Mohammed Laarbi, di 18.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

LICATA – Spacciava nel centro di accoglienza: arrestato migrante 24enne


A Licata un migrante dal Gambia, ospite di una Comunità per rifugiati e richiedenti asilo, avrebbe trasformato la stessa Comunità in un mercato dello spaccio di hashish. Ecco perché i Carabinieri della Compagnia di Licata hanno arrestato Ebrima Ceesay, 24 anni, richiedente asilo politico, ospite della “Cooperativa Sole”, in via Riesi. L’africano è stato sorpreso in possesso di uno zaino, nell’ armadio all’ interno della struttura,  con dentro 3 panetti di hashish, 4 coltelli per il taglio dello stupefacente e 235 euro in contanti.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

FAVARA – Rissa centro accoglienza: un arresto, due denunciati


Sono adesso definiti gli esiti sanitari e giudiziari della violenta rissa che si è scatenata a Favara in un centro di accoglienza in corso Vittorio Veneto. Un nigeriano è stato arrestato dai Carabinieri, e altri due suoi connazionali sono stati denunciati. I 3, che hanno usato anche dei coltelli, risponderanno dei reati di lesioni, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere. Gli stessi nigeriani, feriti dalla coltellate, sono stati soccorsi in ospedale, ad Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – In agitazione 25 lavoratori Centro accoglienza


Sono in stato di agitazione  i 25 lavoratori impiegati presso il centro di identificazione di Lampedusa, che adesso rischiano di perdere il posto a causa di cambiamento di gestione della struttura. A comunicarlo è il segretario della Filcams Cgil Franco Castronovo, che annuncia la possibilità nei giorni a venire di proteste da parte degli operatori, che da 12 anni prestano servizio presso il Cspa, centro di primo soccorso e accoglienza. “ Nel nuovo bando di gara – spiega il sindacalista- non è stata inserita la clausola di salvaguardia per i lavoratori, con il risultato che la nuova cooperativa ha assunto altro personale e noi rischiamo oggi una guerra tra poveri”.

Postato in Cronaca, EconomiaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Nuova lettera intimidatoria al centro di accoglienza


“Si respira un clima pesante attorno alla struttura di prima accoglienza di Lampedusa”. Lo dice il presidente di Legacoop Sicilia, Elio Sanfilippo che esprime solidarietà agli operatori della struttura. “Oggi al Centro – dice – è stata recapitata una nuova lettera anonima di carattere intimidatorio, ‘gemella’ nella forma, di quella arrivata il 2 gennaio al Centro di Accoglienza di Lampedusa e indirizzata al direttore Federico Miragliotta. Come allora, nella busta recapitata stamattina e indirizzata al presidente dimissionario di Lampedusa Accoglienza, Cono Galipò c’era un tovagliolo sporco di una sostanza marrone”. “Non è la prima volta che sugli operatori e sul Cpsa di Lampedusa – aggiunge – si concentrano attacchi, danneggiamenti e intimidazioni. Ma oggi tutto ciò appare ancora più grave per il contesto di tensione che si è determinato negli ultimi tempi”. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine a cui è stata consegnata anche la busta con il contenuto.

Postato in CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Scontri tra migranti, ferito poliziotto


Un poliziotto è rimasto ferito durante gli scontri fra due gruppi di migranti, scoppiati all’interno del centro d’accoglienza in contrada Imbriacola a Lampedusa (Ag). Il poliziotto, che non è ferito gravemente, è finito in ospedale, ad Agrigento. Gli scontri fra migranti di diverse etnie sono scoppiati per futili motivi. Al centro d’accoglienza ci sono, al momento, 977 persone, a fronte di una capienza per un massimo di 300. 

E intanto altri due gommoni, oltre a quello soccorso dalla Marina militare con 50 persone a bordo, sono stati intercettati, nelle ultime ore, nel canale di Sicilia. Il primo, con 90 persone, è stato soccorso a 107 miglia a Sud di Lampedusa e sono giunti sull’isola alle intorno alle 7. A 110 miglia a Sud le motovedette della guardia costiera hanno appena soccorso un’imbarcazione con a bordo una ventina di migranti che dovrebbero giungere a Lampedusa nel tardo pomeriggio.

Postato in CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO

STASERA IN TV

Calendario

febbraio: 2018
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

STATISTICHE

Site Info

TRS98