Tag Archive | "cocaina"

PALERMO – La cocaina dal Sud America alla Sicilia, blitz di Polizia e Finanza con 19 misure cautelari [Vd Tg]


Dall’ecstasy comprata in Germania e venduta nei locali notturni alla cocaina importata dal Sud America. Alessandro Bono, 38 anni, originario di Carini, di strada ne avrebbe percorso parecchia. Sette anni anni dopo il suo arresto per il giro di “pasticche”, i finanzieri del Goa e i poliziotti della Squadra mobile lo piazzano alla guida di un’associazione che riempiva di polvere bianca le piazze di Palermo, Carini, Capaci, Partinico, Trapani, Salemi, Mazara del Vallo e Marsala. Un giro in grande stile andato avanti fino al maggio scorso. Sono diciassette le ordinanze di custodia cautelare emesse dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della Procura di Palermo: tredici in cella e quattro agli arresti domiciliari. Ci sono anche delle persone raggiunte da misure alternative al carcere.
Bono sarebbe riuscito ad attivare dei canali diretti con i narcos sudamericani. La cocaina, comprata a 30 mila euro al chilo, giungeva da Colombia, Venezuela, Ecuador e Costarica. Gli investigatori hanno anche monitorato le trasferte dei grossisti stranieri in Sicilia per chiudere gli affari. A volte la polvere bianca passava dalla Calabria dove Bono aveva trovato in Rocco Morabito, omonimo del trafficante arrestato alcuni giorni fa in Uruguay, il punto di riferimento.
Si erano inventati ogni stratagemma per i traffici illeciti. Di cocaina erano state intrise le pagine di un libro, un regalo spedito via posta dal Venezuela. Poca roba rispetto ai 4 chili all’interno di una pedana con del parquet, o gli undici chili nascosti dentro il blocco motore di un’automobile. Un’alta volta la droga era stata nascosta nel macinino da caffè. Il tutto caricato nei container dei corrieri espressi all”oscuro di tutto.
Un’indagine difficile quella coordinata dal procuratore Francesco lo Voi, dall’aggiunto Salvatore De Luca e dal sostituto Maurizio Agnello, visto che indagati usavano la chat degli smartphone “Black Berry”, un sistema difficile da decifrare. E adesso si indaga per scoprire la rete di contatti di Bono che non è un mafioso, ma di certo aveva grandi disponibilità di denaro. 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – In casa con 500 kg di cocaina. arrestato 33enne dopo un tentativo di fuga


Gli agenti della squadra mobile di Agrigento – nel corso di un’attività di polizia giudiziaria finalizzata al contrasto del traffico degli stupefacenti – hanno arrestato Mohamed El Yahimid, 33 anni, di origine marocchine perché trovato in possesso all’interno della sua abitazione di 500g di cocaina.

Gli agenti, durante la perquisizione, hanno trovato un involucro avvolto con della plastica all’interno del cassone della finestra: al suo interno c’era *mezzo kg di cocaina*. Qui il colpo di scena: prima di essere trasportato presso il carcere di Agrigento il 33enne ha tentato la fuga per la rampa di scale della sua abitazione nascondendosi dietro una siepe.

Nel tentativo di bloccarlo è nata una colluttazione tra gli agenti e il 33enne. Dopo le formalità di rito il 33enne, difeso dall’avv. Daniele Re del foro di Agrigento, è stato portato in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Hashish e cocaina, denunciato un bracciante agricolo


A Licata la Polizia ha denunciato a piede libero alla Procura di Agrigento un bracciante agricolo di 32 anni sorpreso, nel corso di una perquisizione domiciliare, in possesso di 3 involucri contenenti hashish per 7,75 grammi e altri 2 con dentro cocaina per 1,05 grammi. All’uomo, A B sono le iniziali del nome, sono stati sequestrati anche 2 bilancini di precisione ed un cutter.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

OPERAZIONE “H/24” – Cocaina alla “Palermo bene” a qualunque ora del giorno e della notte


In due mesi 35 mia chiamate e 700 potenziali clienti. Sono questi i numeri dell’operazione “H 24” messa a segno dalla Squadra Mobile di Palermo che ha arrestato 5 persone i componenti di due gruppi criminali che rifornivano di cocaina la cosiddetta Palermo Bene. L’organizzazione si serviva di due cellulari sempre accesi – da qui il nome H 24 – per essere in grado a qualunque ora del giorno e della notte di procurare la droga ai clienti.

Ciascuno all’interno del singolo sodalizio, si alternava nell’espletamento di veri e propri “turni di lavoro”, scanditi dal passaggio di un cellulare “di servizio” sul quale convergevano telefonate finalizzate alla compravendita di cocaina. Secondo gli investigatori i due gruppi piazzavano almeno 60 grammi di cocaina al giorno, che diventavano anche il doppio nei week-end e dunque circa due chili di droga al mese per un volume d’affari, di almeno 300 mila euro

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMOCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Scoperto con cocaina in casa: arrestato James Burgio


A Porto Empedocle, i poliziotti del locale Commissariato, capitanati dal vice Questore, Cesare Castelli, hanno arrestato James Burgio, 24 anni, di Porto Empedocle, sorpreso in flagranza di reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. James Burgio, già detenuto ai domiciliari per altra causa, è stato sottoposto ad una perquisizione domiciliare indotta dalla presenza nell’abitazione di un soggetto pregiudicato. I poliziotti hanno scoperto addosso a Burgio e sequestrato 2 involucri con dentro complessivamente circa 75 grammi di cocaina. L’ empedoclino è stato trasferito in carcere, a Petrusa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CANICATTI’ – Possesso ai fini di spaccio di cocaina: arrestata 45enne


I Carabinieri di Canicattì in questi giorni hanno intensificato i controlli in città e ieri pomeriggio hanno arrestato la 45enne D.S. che, a seguito di perquisizione, è stata trovata in possesso di 14 involucri termosaldati, contenenti complessivamente circa 6 grammi di cocaina, già confezionati. Per lei sono scattati gli arresti domiciliari, in attesa della “direttissima”, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

VILLAFRANCA SICULA – 16enne scoperto con ovuli di cocaina del valore di 5 mila euro, arrestato


A Burgio i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato un ragazzino di 16 anni sorpreso a passeggiare lungo il corso Umberto primo in possesso di 50 grammi di cocaina, già divisi in 16 ovuli avvolti da cellophane, pronti per lo spaccio, e che avrebbero fruttato circa 5 mila euro. Il minore è strato condotto nel carcere minorile di Palermo, in attesa dell’udienza di convalida, e a disposizione della Procura dei minori.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

FAVARA – Denunciato conducente auto dopo avere assunto cocaina.


I poliziotti della Stradale di Agrigento, capitanati dal vice questore aggiunto, Andrea Morreale, hanno denunciato alla Procura un uomo di 24 anni di Favara, sorpreso, in territorio di Favara, al volante della propria automobile dopo avere assunto cocaina. Il passeggero è stato invece sorpreso in possesso di meno di 2 grammi di marijuana ed è stato segnalato alla Prefettura come consumatore. Il conducente è stato sottoposto ai controlli per accertare l’eventuale alterazione dello stato psicofisico, provocata dall’ abuso di sostanze stupefacenti o alcoliche. Ebbene, l’esito dell’ esame ha rilevato la recente assunzione di cocaina.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

“Legalizzerei cocaina e quartieri a luci rosse”


“A Messina un quartiere a luci rosse lo farei. Molto meglio il quartiere hot che tutto quello che succede per le strade”.

Il sindaco di Messina Renato Accorinti a La Zanzara su Radio 24. “Ognuno – dice – deve avere la libertà di usare il proprio corpo. Questa cosa va rispettata totalmente, poi è ovvio che la donna non va sfruttata. Se oggi potessi decidere di aprire i bordelli e togliere le puttane dalla strada lo farei”.

“Non ho mai fumato -spiega- una sigaretta normale. In India mi sono ritrovato in un posto dove c’era un rituale e mi sono fatto un cannone, ma in Italia no. Legalizzerei la droga leggera, su questo non c’è alcun dubbio. E poi in India i novantenni fumano la marijuana, per loro è come bere un bicchiere di vino da noi. La marijuana fa meno male dell’alcol, e in alcuni casi può fare bene”.

E la cocaina?: “Si, legalizzerei anche quella. Ovviamente aiutando le persone dipendenti con un percorso di uscita. E poi con la legalizzazione bruciamo gli affari della mafia che hanno inquinato tutte le altre cose. Gli bruciamo tutti gli affari”. Per il sindaco “i rom rubano molto meno dei siciliani mafiosi”.

“Molto meglio loro – dice – di tutti quei siciliani mafiosi e collusi con la mafia, o di quei politici che in modo lucido hanno devastato l’Italia”.

Postato in Cronaca, In evidenza, MESSINACommenti (0)

AGRIGENTO – Hashish e cocaina, arrestato empedoclino


Ad Agrigento i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato Francesco Di Stefano, 40 anni, di Porto Empedocle, sorpreso lungo la statale 640, in contrada Gasena, a bordo di un’ automobile, possesso di un involucro contenente 8,7 grammi di hashish, un altro involucro con dentro 89 grammi di cocaina. Di Stefano è recluso nel carcere Petrusa a disposizione dell’ autorità giudiziaria.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98