Tag Archive | "condanna"

FAVARA – Condanna in Cassazione per Parello contiguo all’ex Capo di Cosa Nostra Falsone


La Corte di Cassazione, confermando la sentenza della Corte d’Appello di Caltanissetta, ha condannato a complessivi 11 anni di carcere, senza vincolo della continuazione, Vincenzo Parello, 55 anni, di Favara. Nel dettaglio, i giudici della Suprema Corte hanno inflitto a Parello 5 anni per associazione mafiosa, e 6 anni per estorsione aggravata. Vincenzo Parello è ritenuto contiguo a Giuseppe Falsone, l’ex capo provincia di Cosa Nostra agrigentina.

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PALERMO – Pacca sul sedere alla dipendente condannato ex capo Agenzia entrate


La Corte d’appello, riformando la sentenza di assoluzione di primo grado, ha condannato a due anni e mezzo Domenico Lipari, ex direttore dell’Agenzia delle entrate Palermo 1, per aver molestato due dipendenti.

I giudici hanno accolto le richieste del pg Domenico Gozzo. Lipari era accusato di avere molestato due impiegate del suo ufficio: a una avrebbe dato una lieve pacca sul sedere, all’altra mise il dito sul bottoncino della camicetta, all’altezza del seno.

Per il tribunale il gesto era segno di “immaturità”, ma il reato non c’era. Diverso il giudizio dei giudici d’appello che hanno disposto il risarcimento, da stabilire in sede civile, per una delle dipendenti che si è costituita parte civile nel processo.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMOCommenti (0)

AGRIGENTO – Dalla tratta di rumene alla droga: condannati 4 favaresi per detenzione


L’inchiesta è partita da un giro di rumene fatte arrivare dalla Romania a Favara per essere impiegate in nero in pub della zona. Dalle intercettazioni si è poi scoperto, invece, un giro di droga. La Corte di Cassazione, rendendo definitiva la sentenza di condanna, ha inflitto 3 anni e 4 mesi di reclusione a Martino Tinaglia, 46anni, Carmelo Tinaglia, 37 anni, Giovanni Bennardo, 41 anni, e Giovanni Valenti, 43 anni, tutti residenti a Favara e accusati, a vario titolo, di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Confermata, dunque, la sentenza della Corte di Appello di Palermo del 2016 che a sua volta aveva confermato la condanna emessa dal Tribunale di Agrigento in primo grado. Da precisare che ai quattro non è stato contestato alcun addebito circa la vicenda delle ragazze rumene.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Diede hashish a due giovani, condannato


Il Tribunale di Sciacca ha condannato a 8 mesi di reclusione, di cui 4 da scontare con lavori sociali, Marco Di Giovanna, 22 anni, di Sciacca, imputato di avere ceduto hashish, nel maggio 2016, a due giovani, in località Stazzone. Di Giovanna è stato giudicato in abbreviato.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – Torture e violenza sessuale su 20 donne, la Cassazione conferma condanna a 30 anni per un somalo


La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di carcere inflitti, in primo grado, dal Tribunale di Agrigento, a Elmi Mouhamed Muhidin, originario della Somalia. Il 27enne è stati ritenuto colpevole dei reati di associazione a delinquere, sequestro di persona a scopo di estorsione, tratta di esseri umani, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e violenza sessuale. Fu tratto in arresto nel novembre del 2013 a seguito delle testimonianze dei sopravvissuti del naufragio del 3 ottobre 2013, avvenuto al largo di Lampedusa, naufragio che costò la vita a 366 migranti. I testimoni lo riconobbero al centro di accoglienza dell’isola delle Pelagie come l’autore di stupri e violenze che avevano preceduto lo sbarco. L’uomo era accusato anche di torture e di aver violentato sessualmente una ventina di donne.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CAMASTRA – Inchiesta “Vultur”, condannato a 2 anni Angelo Prato


A Palermo, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Ermelinda Marfia, ha condannato a 2 anni di reclusione Angelo Prato, 38 anni di Camastra, inquisito nell’ambito dell’inchiesta antimafia cosiddetta “Vultur”, e per il quale la pubblico ministero, Alessia Sinatra, ha invocato la condanna a 3 anni. Angelo Prato è difeso dall’avvocato Daniele Re.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Condannato per 3mila piante di marijuana


Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Alfonso Malato, ha condannato a 3 anni di reclusione Calogero Allegro, 29 anni, di Palma di Montechiaro, arrestato lo scorso 18 agosto 2016 dai Carabinieri per coltivazione, produzione e detenzione a fini di spaccio di marijuana. A Palma, in località “Giacobbe”, nel fondo agricolo di proprietà di Allegro, all’interno di una serra agricola, è stata scoperta in 9 campate una maxi piantagione di marijuana di circa 3 mila metri quadri, con 3 mila piante di canapa indiana fiorite ed in ottimo stato di vegetazione, dell’altezza variabile dai 2 ai 5 metri, pronte per essere raccolte, e per un valore di mercato stimato intorno ai 2 milioni di euro.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

RIBERA – Maltrattamenti a danno di ex convivente, condannato


Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca ha condannato a 1 anno e 2 mesi di reclusione Stefan Giovinco, 27 anni, di Ribera, imputato di maltrattamenti a danno della sua ex convivente.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Condannato a 14 anni di reclusione per numerose imputazioni di reato


La prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Giuseppe Melisenda Giambertoni, ha condannato a 14 anni e 6 mesi di reclusione, per numerose imputazioni di reato, tra rapina, truffa e abusi sessuali, Luigi Nicastro, 43 anni, di Porto Empedocle.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

RIBERA – Per la rapina in una villa, 8 anni e mezzo per un serbo


Definitivamente condannato a 8 anni e 6 mesi di carcere il serbo Mija Zivkovic, riconosciuto responsabile della rapina in villa, consumata il 13 ottobre 2013, ai danni di un noto imprenditore di Ribera, Salvatore Cacioppo, nell’assalto picchiato selvaggiamente. La sentenza è stata emessa dalla Cassazione, che ha di fatto confermato la decisione della Corte di Appello di Palermo e del Tribunale di Sciacca. Era accusato di rapina aggravata in concorso, lesioni personali aggravate, detenzione e porto abusivi  in luogo pubblico di pistola. Subito dopo il fatto le indagini dei carabinieri della Compagnia di Sciacca, consentirono di individuare  il gruppo criminale di riferimento, composto da cittadini slavi di etnia rom.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98