Tag Archive | "condanna"

PALMA DI MONTECHIARO – Condannato per 3mila piante di marijuana


Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Alfonso Malato, ha condannato a 3 anni di reclusione Calogero Allegro, 29 anni, di Palma di Montechiaro, arrestato lo scorso 18 agosto 2016 dai Carabinieri per coltivazione, produzione e detenzione a fini di spaccio di marijuana. A Palma, in località “Giacobbe”, nel fondo agricolo di proprietà di Allegro, all’interno di una serra agricola, è stata scoperta in 9 campate una maxi piantagione di marijuana di circa 3 mila metri quadri, con 3 mila piante di canapa indiana fiorite ed in ottimo stato di vegetazione, dell’altezza variabile dai 2 ai 5 metri, pronte per essere raccolte, e per un valore di mercato stimato intorno ai 2 milioni di euro.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

RIBERA – Maltrattamenti a danno di ex convivente, condannato


Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca ha condannato a 1 anno e 2 mesi di reclusione Stefan Giovinco, 27 anni, di Ribera, imputato di maltrattamenti a danno della sua ex convivente.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Condannato a 14 anni di reclusione per numerose imputazioni di reato


La prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Giuseppe Melisenda Giambertoni, ha condannato a 14 anni e 6 mesi di reclusione, per numerose imputazioni di reato, tra rapina, truffa e abusi sessuali, Luigi Nicastro, 43 anni, di Porto Empedocle.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

RIBERA – Per la rapina in una villa, 8 anni e mezzo per un serbo


Definitivamente condannato a 8 anni e 6 mesi di carcere il serbo Mija Zivkovic, riconosciuto responsabile della rapina in villa, consumata il 13 ottobre 2013, ai danni di un noto imprenditore di Ribera, Salvatore Cacioppo, nell’assalto picchiato selvaggiamente. La sentenza è stata emessa dalla Cassazione, che ha di fatto confermato la decisione della Corte di Appello di Palermo e del Tribunale di Sciacca. Era accusato di rapina aggravata in concorso, lesioni personali aggravate, detenzione e porto abusivi  in luogo pubblico di pistola. Subito dopo il fatto le indagini dei carabinieri della Compagnia di Sciacca, consentirono di individuare  il gruppo criminale di riferimento, composto da cittadini slavi di etnia rom.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

BURGIO – Rapina sanguinosa, condannata finisce in carcere


La Cassazione ha confermato la condanna, frutto di patteggiamento, a 3 anni e 4 mesi di reclusione, ed è stata pertanto arrestata Francesca Dina Iacobelli, 27 anni, originaria della Russia e residente a Burgio. La donna ha fornito indicazioni ad un suo ex fidanzato, un romeno, per compiere una rapina rivelatasi poi mortale. La vittima è stata Liborio Italiano(nella foto), 90 anni, di Burgio. E per omicidio e rapina sono stati condannati in primo grado, in abbreviato, a 18 anni di carcere ciascuno i romeni Mihai Catalin Simion, di 23 anni, e Adrian Ciubotariu, di 25 anni.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Nuova condanna per l’ex Sindaco De Rubeis


Una nuova condanna per l’ex Sindaco di Lampedusa, Bernardino De Rubeis a 6 mesi di carcere. Stessa pena in Cassazione per il geometra del Comune, Giovanni Giammona.  Confermata la sentenza dei primi due gradi di giudizio. L’accusa, per tutti, era di violazione di sigilli per i presunti abusi legati alla realizzazione di un parcheggio.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

FAVARA – Violazione misura prevenzione, condannato Alessandro Caramanno


Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, la giudice monocratico Maria Teresa Moretti, associandosi alla richiesta della Procura, ha condannato a 8 mesi di reclusione Alessandro Caramanno, 39 anni, di Favara, difeso dagli avvocati Daniele Re e Marco Padula, per violazione della misura di prevenzione che gli è stata imposta in ragione di altre ipotesi di reato a lui contestate, e, in particolare, maltrattamenti a danno dell’anziana madre al fine di ottenere soldi.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – “Cibo scadente per l’ospedale”: condannata imprenditrice


Due anni e sei mesi di reclusione sono stati inflitti ad una imprenditrice , Rocchina Pace,. 46 anni, legale rappresentante  di una ditta socia di un consorzio, che ha gestito i servizi di ristorazione all’ospedale “Giovanni Paolo II di Sciacca”. Con la pronuncia della Corte di Cassazione, la condanna della donna diventa definitiva.  L’imputata era chiamata a rispondere di frode in pubbliche forniture e tentata frode nell’esercizio del commercio, perché avrebbe utilizzato cibi di qualità inferiore rispetto agli standard previsti dal contratto di gestione del servizio al presidio ospedaliero saccense. La vicenda risale al 2010.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

RIBERA – Dose di eroina letale: 9 anni per Valerio Zinerco


La Cassazione ha confermato la sentenza di condanna a 9 anni di reclusione emessa dalla Corte d’Appello di Palermo il 23 maggio 2016, a carico di Valerio Zinerco, 30 anni, di Ribera, ritenuto il personaggio chiave dell’ inchiesta antidroga cosiddetta “Veleno” che il 16 luglio 2014 ha provocato 53 misure cautelari, tra carcere, domiciliari e obblighi di dimora. Zinerco avrebbe ceduto la dose di eroina che si sarebbe rivelata mortale per Jessica Miceli, una ragazza di Ribera di 20 anni. A favore del padre, la madre e la sorella dio Jessica Miceli, costituiti parte civile e assistiti dall’avvocato Rino Messina, è stato riconosciuto un risarcimento di 250mila euro più le spese legali, quantificate in 5 mila euro.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

TORINO – Condannato il “Boss dei due Mondi” di Siculiana


La Corte d’Assise d’Appello di Torino ha condannato a 21 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti Alfonso Caruana, originario di Siculiana in provincia di Agrigento, ritenuto, già tra gli anni ’80 e ’90, “il boss dei due mondi”, in ragione dei suoi affari oltre oceano. Caruana sarebbe socio di Pasquale Cuntrera, anche lui di Siculiana e altro presunto storico esponente della omonima famiglia di Cosa Nostra. La Procura Generale ha invocato la condanna di Caruana a 30 anni di reclusione e la custodia cautelare in carcere per scongiurare il pericolo di fuga. Alfonso Caruana è stato estradato dal Canada dopo anni di battaglie legali, ed è attualmente detenuto in Sicilia a seguito di un altro processo. Nell’ambito dell’indagine che ha determinato l’attuale condanna, nel 1994 i Carabinieri sequestrarono un tir con un carico di oltre 5 tonnellate di cocaina proveniente dal Sud America e destinato a Borgaro Torinese.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dall'Italia, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98