Tag Archive | "film"

RACALMUTO – Domani la proiezione del film “Spes contra spem”


Spes contra spem – liberi dentro“: domani alla Fondazione Sciascia la proiezione del film sui condannati all’ergastolo.

 

Il docufilm “Spes contra spem – liberi dentrodomani 19 aprile, alle ore 16:30, sarà proiettato nella sala convegni della Fondazione Leonardo Sciascia di Racalmuto. Il lavoro, diretto da Ambrogio Crespi, presentato alla 73° edizione della biennale del cinema di Venezia e alla Festa del Cinema di Roma, è stato girato nel carcere di Opera a Milano e vuole essere un manifesto contro la criminalità, attraverso le parole di chi ha commesso reati gravi. “Spes contra spem – liberi dentro” sgretola il mito del criminale stesso, senza nessuna clemenza, nessun buonismo e nessuna posizione ideologica preconcetta.

E’ insieme “un film contro la criminalità organizzata, un messaggio contro la mafia, un lenzuolo bianco. Un film che parla del cambiamento e del mutamento dell’uomo”. L’opera è già stata presentata in diverse città italiane, da Brescia a Reggio Calabria, da Milano a Roma, passando per Parma e Siena. Diverse le location scelte per la presentazione al pubblico, dalle aule dei tribunali, alle scuole ma anche cinema e teatri.

Tanti gli esponenti della magistratura, gli avvocati e i docenti secondo cui il docufilm tocca l’anima. “Questo documentario fa riflettere – ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando -. Credo che il suo primo significato sia proprio questo: un invito alla riflessione sul significato della pena più gravosa. Il documentario non discute le questioni di diritto: ne mostra però il senso, per nulla astratto, ma in grado di incidere sulle vite di coloro che, per dirla con i versetto paolino citato da Pannella e scelto come titolo del film, “sperano contro ogni speranza”.

LA TRAMA – Il film racconta la sfida di chi è condannato all’ergastolo ostativo, quello del “fine pena mai”, che nega al detenuto ogni beneficio penitenziario e non lascia prospettive di una vita fuori dal carcere. Un viaggio guidato da Sergio D’Elia e Elisabetta Zamparuti, attraverso la voce di chi ha vissuto questa esperienza sulla propria pelle. Detenuti, ma anche agenti e operatori dell’amministrazione penitenziaria, che, grazie ai programmi di recupero dei condannati, provano a restituire a queste persone un’aspettativa per il futuro. Le parole chiave della narrazione sono “colpa” ed “espiazione”, ma anche, appunto, “speranza” e “cambiamento”. “Spes contra spem – liberi dentro” è prodotto da Indexway in collaborazione con “Nessuno Tocchi Caino” e Radio Radicale. E’ andato in onda su Sky Atlantic in prima serata, su Sky cinema e Sky on demand.

In Sicilia, in questi giorni, il film è proiettato anche nelle città di Palermo e Gela. Nel corso della manifestazione a Racalmuto interverranno, dopo i saluti istituzionali, Rita Bernardini, Maria Brucale, Sergio D’Elia ed Elisabetta Zamparutti di “Nessuno tocchi Caino”.

Postato in Cinema, Cronaca, Eventi, RACALMUTOCommenti (0)

Dal 13 ottobre al Cine Mezzano di Porto Empedocle il film di Giovanni Volpe [Vd Tg]


Un film “tutto agrigentino” che esalta la bellezza selvaggia e autentica del territorio. “Sul’amuri”, scritto oltreché diretto da Giovanni Volpe, da giovedì 13 ottobre 2016 è in programmazione al Cine Mezzano di Porto Empedocle con due proiezioni giornaliere, alle ore 18 e alle ore 20,30. Una produzione indipendente, che con una scelta di qualità di attori, musicisti, maestranze locali racconta una donna ancora attualissima attraverso alcuni dei luoghi della Sicilia più suggestivi e densi di storia.

 

Questa mattina, martedì 11 ottobre, ad Agrigento, l’amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, e il regista del lungometraggio, nella sede distrettuale di Viale della Vittoria, hanno presentato alla stampa l’attenta selezione delle locations, degli attori, delle musiche, delle tradizioni e delle maestranze locali che hanno determinato il patrocinio della Film Commission del Distretto. Presenti anche numerosi attori e i tanti che a vario titolo hanno contribuito alla riuscita del film.

 

 “Sul’amuri” è liberamente tratto dalla “Lupa” di Verga. Prima, spettacolo teatrale col titolo “Malerba e la Lupa”, poi, la versione cinematografica “Sul’amuri”. Un lavoro pregevole che ha ricevuto premi e riconoscimenti a Verona, Arezzo e Pistoia. Tra questi il “Giogo d’oro”, Premio del Parlamento Europeo. Nel film gli attori Giorgia Flora (figlia del noto musicista Pippo Flora de “I promessi Sposi” di Michele Guardì), la quale interpreta la “Lupa”, e l’affascinante Angelo Costanza nel ruolo di “Nanni Lasca”: grazie ai due protagonisti, già maturi delle rispettive esperienze teatrali e televisive, passione e emozione entrano in perfetto connubio con i profumi della Sicilia.

 

Il film rappresenta una scommessa, intanto dal punto di vista produttivo, perché si tratta di cinema indipendente e giovane, poi per la forza delle idee e per la selezione dei talenti: dagli attori, al progettista del sonoro, dalla ricerca musicale allo studio delle location, naturali scenografie, che accentuano fortemente la forza del racconto e della autenticità del rapporto con una Sicilia che sotto molti aspetti riesce ancora a conservare la sua genuinità e la sua bellezza naturalistica.

 

Il film racconta storie che benché affondino le proprie radici nella letteratura di fine Ottocento, hanno ancora un forte legame con la contemporaneità. La Lupa è forte, fragile, generosa, appassionata, spietata. La figura femminile che ne emerge, con le violenze subite, con le sue contraddizioni, con la sua voglia di libertà e il senso di oppressione di una cultura patriarcale è ancora di grandissima attualità. Nanni Lasca è incapace di governare i suoi istinti e crede di dover difendere il suo ruolo virile, mentre è invece incapace di gestire il suo rapporto con la donna, al punto da decidere di sopraffarla. Il tema diventa così attualissimo e riporta alla memoria storie recenti di violenza sulle donne.

 

Interessante anche la scrittura, che propone un Malerba simile al coro della tradizione tragica, più che il popolare cantastorie, in quanto sintetizza attraverso la sua bocca le voci che emergono dal passato che riportano gli eventi molti anni dopo la morte della “Lupa”.

 

Scenografia del film è quella Sicilia dell’Agrigentino che è meta del turismo dell’esperienza: quel turismo relazionale che tanti operatori del nostro territorio riescono a proporre ai visitatori (le gite a cavallo nella Valle dei Templi, i percorsi a piedi attraverso borghi, corsi d’acqua, boschi, colline d’ulivi, le esperienze enogastronomiche presso le cantine, i percorsi in mountain bike, le meravigliose attività delle fattorie didattiche, cooking show tra pasticcerie e forni, etc.), o quel turismo che viene oggi definito anche “valoriale”, perché crea un valore aggiunto all’appeal del territorio, coagulando sensibilità, nuove energie, tendenze.

 

Questa Sicilia emerge ad ogni fotogramma ed è frutto sapiente di una regia che porterà l’immagine più vera della nostra terra nelle sale cinematografiche italiane. Le musiche sono state composte e orchestrate da Accursio Antonio Cortese. La produzione è SAC&T realizzata da ArTesia.

 

E’ un prodotto, questo film, che è frutto del lavoro di siciliani, di artisti, che con generosità sanno regalare l’immenso patrimonio di storia e di cultura, autenticamente e nobilmente popolare, che hanno dentro.

La colonna sonora è eseguita da diversi musicisti locali, con la splendida voce di Antonella Infantino e quella di Antonio Zarcone, cantore della sicilianità.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cinema, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

‘Ti si legge in faccia’, il film racconta i giovani e la crisi [VIDEO]


Mettere a disposizione la propria pelle come uno spazio per affissioni commerciali, sostituendo i consueti cartelloni pubblicitari con un più originale tatuaggio sulla fronte che riporta il logo di una compagnia di assicurazioni: così decide di sbarcare il lunario il giovane protagonista di Ti si legge in faccia, un film prodotto da CF-film con un cast di under 30 che si è costituito in associazione e ha messo di tasca propria i fondi per la realizzazione del film. La prima nazionale è fissata per il 24 novembre alle 21.30 al cinema Mexico, in via Savona 57 a Milano, con un party post proiezione aperto al pubblico al Just Cavalli. Realizzato in poche settimane di riprese tra la provincia siciliana, Milano e Arcore con tutte le difficoltà imposte dal budget ridotto di una produzione indipendente, il film ha l’obiettivo di far riflettere sull’attuale situazione dei giovani italiani, spesso costretti a vendere anche la propria dignità per far fronte ai colpi della crisi. La regia è dell’esordiente Andrea Castoldi, che ha firmato anche la sceneggiatura, e il ruolo principale è affidato a Mauro Lamantia, mentre la colonna sonora – curata da RiverRecords – comprende brani del trio Los Chitarones e del duo Doppio Malto (Lucia Landoni)

FONTE: REPUBBLICA.IT

Postato in Attualita', Cinema, Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, VideoCommenti (0)

Iniziate le riprese di …ti fa vivere. Un film di Andrea Sardo


La storia vede come protagonista un bambino introverso di 6 anni di nome
Danny  interpretato dal piccolo Daniel Bordonaro  che a seguito della
perdita di un oggetto a lui molto caro, sviluppa una particolare forma
di paranoia.
Attraverso quest’episodio Danny inizierà  a conoscere i vari aspetti
della vita riuscendo a trasformare la sua fobia in quella che diventerà
la sua più  grande passione.

“E’ da molto tempo – dice Sardo – che volevo realizzare un lavoro tutto
mio. Come prima cosa –  spiega – ho ideato il soggetto, ispirato ad una
storia vera. Ho iniziato a far leggere la mia storia e ho trovato dei
professionisti nel settore che hanno creduto in me e nel mio progetto. 

Prima di iniziare quest’impresa ci ho pensato molto ma sentivo di avere
una storia vera, da raccontare con urgenza, la storia giusta con cui
iniziare il mio viaggio nel mondo del cinema. Una sfida avvincente –
sottolinea – soprattutto perchè si tratta di un lavoro autoprodotto che
si sta finalmente concretizzando grazie all’aiuto di un’equipe
straordinaria. In particolare colgo l’occasione per ringraziare
l’Accademia ‘Le Muse’ di Favara per il supporto tecnico e per il
sostegno alla realizzazione dei casting”.
Oltre a Daniel Bordonaro  il cast è composto da Adriana Tuzzeo, Fabio
Florio, Alberto Zucchetto e Lillo Conte.
“Daniel Bordonaro – prosegue Sardo – l’ho voluto fin dal primo momento
per il modo con cui si rapportava con la videocamera. In questi giorni
di riprese sta sorprendendo tutta la troupe per la sua capacità espressiva.”
Le riprese si stanno svolgendo tra Racalmuto, Naro e Agrigento e
termineranno la seconda settimana di settembre. La prima del film è
prevista per il periodo natalizio.
M.P.
Di seguito l’intero cast di “…ti fa vivere!”.
*Regia e soggetto*: Andrea Sardo;
*Sceneggiatura*: Manuel Puma; *Direttore della fotografia*: Lillo
Sorce *Assistente alla fotografia*: Gero Bellavia; *Colonna Sonora*:
Giacomo Castellano *Produttore esecutivo*: Lillo Vaccaro *Segretario di
edizione*: Giuseppe Guarneri; *Capo elettricista*: Salvo Lo Re
*Storyboard*: Laura Sorce *Fonico*: Andrea Mendola *Operatore crane*:
Lorenzo Maira *Fotografo di scena*: Danilo Sguali, Gianmarco
Conte *Costumi*: Dalila Conte *Trucco*: Fabiana Brucculeri, Adriana
Cino *Assistente di scena*: Stefania Chiodo *Casting*: LE MUSE

Postato in Cinema, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

AGRIGENTO – Il regista Trupia in corsa per il David di Donatello


Il regista agrigentino Toni Trupia in corsa per il «David di Donatello», con il film “Itaker – Vietato agli italiani”, sceneggiato in collaborazione con Michele Placido. Trupia è già stato impegnato in produzioni di successo come “Vallanzasca”, “L’Uomo Giusto”, “Incidenti” e “Romanzo Criminale”.

Postato in Cinema, In evidenzaCommenti (0)


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98