Tag Archive | "meningite"

CALTANISSETTA – Secondo caso di meningite in un mese al Sant’Elia


Secondo caso di meningite in un mese a Caltanissetta. All’ospedale “Sant’Elia” è stato ricoverato un uomo di 60 anni di San Cataldo, affetto da sintomi di meningite batterica, forma più grave rispetto a quella virale. Il sessantenne presentava i classici sintomi: rigidità nucale, febbre alta ed era in stato di agitazione. Gli esami clinici hanno confermato che si trattava proprio di meningite. I medici hanno già avviato la profilassi prevista in questi casi e per il paziente è stato disposto il ricovero nella divisione di malattie infettive dell’ospedale nisseno. La prognosi al momento è riservata. Lo scorso 22 dicembre si era registrato un altro caso di meningite, quando fu ricoverato un uomo di 70 anni, poi dichiarato fuori pericolo.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Pensionato ricoverato per meningite


Un pensionato di 70 anni, originario di Santa Caterina Villarmosa (CL) è stato ricoverato la scorsa notte all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta perché affetto da una meningite batterica. Presentava febbre, rigidità degli arti ed era in preda a un forte stato di agitazione. A confermare la diagnosi di meningite batterica l’esame del liquor.

E’ il secondo caso in Sicilia a distanza di pochi giorni dopo quello di Piazza Armerina, ma la forma batterica è più grave rispetto a quella virale.

Nella notte è stato cercato un posto letto in un reparto di malattie infettive, ma in tutta la Sicilia non ce ne sarebbero di liberi. La prognosi è attualmente riservata; i medici hanno provveduto a somministrare la terapia di prevenzione ai parenti del pensionato e anche alle persone presenti al pronto soccorso al momento dell’arrivo del paziente.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza, SaluteCommenti (0)

Meningite a Piazza Armerina


Un caso di meningite virale è stato accertato all’ospedale Chiello di Piazza Armerina, in provincia di Enna. Venerdì scorso un uomo di 33 anni si è presentato all’ospedale con forte cefalea e rigidità muscolare.

Il paziente, dopo essere stato sottoposto agli accertamenti che hanno confermato i sospetti dei sanitari, è stato trasferito al reparto di malattie infettive dell’ospedale Umberto I di Enna. E’ sposato e padre di due figli. Una cinquantina di persone, entrate in contatto con l’uomo, i familiari, tutto il personale medico e paramedico e quanti si trovavano al pronto soccorso e nell’astanteria dell’ospedale Chiello sono stati sottoposti alla profilassi. Le condizioni del paziente sono definite “serie” mentre sono in corso gli accertamenti per risalire alla possibile fonte di contagio.

Il paziente risponde bene alle terapie. I medici del pronto soccorso di Piazza Armerina hanno subito riconosciuto i classici sintomi della meningite: febbre, cefalea e disorientamento.

La circostanza che il paziente abbia risposto positivamente ai farmaci fa escludere che si possa trattare di meningite meningococcica, quella del tipo più letale. L’uomo, che è stato trattato con antibiotici e antiedemigeni, potrebbe essere dimesso tra qualche giorno.

Postato in Cronaca, ENNA, In evidenza, SaluteCommenti (0)

LICATA – Rientrato allarme meningite sulla ragazzina di 15 anni


Allarme rientrato nell’ agrigentino : la ragazzina di 15 anni di Licata, ricoverata prima in ospedale a Licata e poi trasferita a Palermo al “Di Cristina” per sospetta meningite, non è affetta da meningite. Il direttore dell’unità operativa “Servizio sanità pubblica, epidemiologia e medicina preventiva” dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Gaetano Geraci, afferma : “Secondo i nuovi accertamenti è da escludere la meningite quale causa del malessere che ha recentemente costretto una giovane studentessa di Licata al ricovero ed alle cure ospedaliere. La giovane paziente licatese riceverà adesso le cure necessarie e sarà sottoposta ad ulteriori accertamenti per individuare le cause del suo problema di salute che, è bene ribadire, non sono riconducibili ad un caso di meningite. Peraltro ci risulta che la ragazza sia già stata vaccinata in passato proprio contro questa patologia”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, SaluteCommenti (0)

PALAGONIA – Muore un bimbo di 18 mesi «Aveva appena fatto il vaccino contro la meningite»


Un bimbo di 18 mesi al quale tre giorni fa era stato somministrato il vaccino antimeningococco del tipo C -contro la meningite – è morto la notte scorsa in un’abitazione di Palagonia (Catania). La Procura della Repubblica di Caltagirone ha aperto un’inchiesta per stabilire le cause del decesso. Il sostituto procuratore Fabio Salvatore Platania ha disposto l’autopsia. Indagano i carabinieri del Nas di Catania, che dovranno accertare se la causa della morte del bimbo sia è attribuibile al vaccino oppure se il decesso sia stato dovuto ad un’altra causa.

Postato in CATANIA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Vaccino contro meningite richiesto anche per anestesisti e rianimatori


«Il vaccino tetravalente contro la meningite deve essere esteso a tutti gli operatori sanitari delle rianimazioni, sia medici che infermieri». Lo chiede Emanuele Scarpuzza presidente regionale dell’ associazione anestesisti rianimatori. La circolare del 17 agosto dell’assessorato regionale alla Salute prevede la vaccinazione solo per il personale del 118.

«Non si comprende per quale motivo – aggiunge Emanuele Scarpuzza – non venga esteso il vaccino ad altri operatori sanitari che sono a contatto con i pazienti per molto più tempo degli operatori del 118, più esposti al possibile contagio e garantiscono la continuità assistenziale». La richiesta del vaccino gratuito è stata avanzata anche dal dottor Antonio Nicosia rappresentate dei radiologi dell’associazione Fassid-Snr. 

Postato in Cronaca, In evidenza, SaluteCommenti (0)

Allarme meningite a Catania Ma l’ospedale smentisce: “Falso” [VIDEO]


Una donna di Niscemi e la figlioletta neonata, venuta alla luce prematuramente il mese scorso, sarebbero state poste sotto osservazione medica, all’ospedale Garibaldi di Catania, per l’accertata presenza, in entrambe, del batterio della meningite. Sarebbe stata la madre a trasmetterlo alla bambina. Non si tratterebbe di un caso in fase acuta, anche se la neonata sarebbe sottoposta a profilassi specifica e monitorata costantemente.

La donna, già guarita e tornata a casa, ha dichiarato che potrebbe avere contratto il batterio del “meningococco” mangiando dei latticini. Le autorità sanitarie, a scopo precauzionale, hanno perciò sequestrato e fatto analizzare i prodotti indicati dalla stessa paziente. Non se ne conoscono ancora i risultati di laboratorio.

La notizia rilanciata dalla stampa è stata poi ridimensionata dall’Arnas Garibaldi di Catania che in una nota ha ritienuto necessario precisare “che non esiste in atto alcun caso di infezione da meningococco in alcuna delle strutture dell’Azienda”.

“Non sappiamo come certe notizie possano finire sui giornali – afferma il direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito – ma occorre subito tranquillizzare i cittadini sulla loro insussistenza. In questo momento non vi sono casi da meningococco né in adulti né in bambini, ma qualora dovesse presentarsi tale eventualità i nostri ospedali sarebbero pronti a rispondere efficacemente, sia a Nesima con la struttura dedicata alle malattie infettive diretta da Bruno Cacopardo che e al Centro con i percorsi di biocontenimento già efficacemente sperimentati e apprezzati dalla stessa Organizzazione mondiale alla sanità”.

Postato in Cronaca, In evidenza, SaluteCommenti (0)

Ricoverata 22enne a Firenze per meningite, è stata a Palermo


Una 22enne di Firenze è ricoverata dalla notte scorsa, nel reparto di malattie infettive dell’ospedale fiorentino di S.M.Annunziata, per una meningite da meningococco.

La Asl invita a sottoporsi a profilassi quanti hanno avuto contatti con la giovane e i passeggeri dei mezzi usati dalla 22enne tra il 25 luglio e il 4 agosto, periodo in cui da Grosseto è partita per Palermo, passando per Firenze e Roma.

La Asl si rivolge ai passeggeri del bus Rama Grosseto-Firenze del 25 luglio delle 15.30; della carrozza 6 del treno Italo Firenze-Roma Termini delle 8:13 del 28 luglio; del bus navetta Atm Roma Termini-Fiumicino, con partenza 11.30 circa, sempre del 28; del volo Ryanair Roma-Palermo delle 13 del 28 luglio; dell’aereo Ryanair Palermo-Roma, partenza 14.50, del 4 agosto; del bus navetta Terra Vision Fiumicino-Roma Termini, partenza 17.15 del 4 agosto; del treno Italo Roma Termini-Firenze delle 19.50 del 4 agosto, carrozza 9.

Già scattate le procedure per la profilassi dei familiari della giovane che, spiega ancora l’Asl, non aveva fatto alcuna vaccinazione contro il meningococco

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, PALERMO, SaluteCommenti (0)

CALTANISSETTA – Nuovo caso di meningite: ricoverato d’urgenza 28enne [VIDEO]


 Un nuovo caso di meningite si è registrato ieri mattina all’ospedale Sant’Elia. Un giovane nisseno di 28 anni, che accusava da qualche giorno mal di testa e che domenica sera ha avuto un forte aumento della temperatura, è stato trasportato in pronto soccorso dove, poco dopo, è arrivata la diagnosi: meningite batterica.

Il ragazzo, le cui condizioni non destano preoccupazioni, è stato sottoposto all’esame del liquor che, fatto analizzare immediatamente dal laboratorio dell’ ospedale Sant’Elia, è risultato torbido dando la certezza ai medici che si trattava di una meningite batterica, più grave rispetto a quella virale. Il giovane è già ricoverato da ieri al reparto di Malattie Infettive, dove sta eseguendo la terapia.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza, VideoCommenti (0)

PALERMO – Meningite, si è svegliata dal coma la ragazza empedoclina ricoverata


Migliorano visibilmente le condizioni di Noemi, la ragazza affetta da una meningite di tipo b che da giovedì è ricoverata in terapia intensiva all’ospedale Civico.

Ieri la giovane è stata svegliata dal coma farmacologico e dopo un primo controllo è stata staccata dalle macchine per la ventilazione e respira autonomamente.

Vent’anni,  originaria di Porto Empedocle, la giovane ha, adesso, buone possibilità di guarigione anche se la prognosi non è stata sciolta. Il suo è il secondo caso accertato di meningite su tre sospetti nell’ultimo mese a Palermo. Noemi risponde alle sollecitazioni. Continua la terapia antibiotica ma non è più intubata e gli sono stati sospesi i farmaci che la tenevano sedata.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, PALERMO, SaluteCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

marzo: 2017
L M M G V S D
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98