Tag Archive | "morta"

Nota blogger muore per lo scoppio di una bomboletta spray per la panna che l’ha colpita al petto


Rebecca Burger, 33 anni, blogger francese , è morta dopo un incidente domestico: lo scoppio di una bomboletta per montare la panna che le ha colpito violentemente il petto. Nonostante l’intervento dei medici, la donna è morta per un arresto cardiaco.

Rebecca Burger, 33 anni, blogger francese , è morta dopo un incidente domestico: lo scoppio di una bomboletta per montare la panna che le ha colpito violentemente il petto. Nonostante l’intervento dei medici, la donna è morta per un arresto cardiaco.

Sempre secondo «Le Point» questo incidente non è un caso isolato: dal 2013 tra oltre 60 milioni di consumatori ci sono stati più di 20 incidenti simili. Per la precisione si tratta di un modello francese di sifone per panna.

Rebecca Burger era una blogger esperta di fitness nota in Francia: si occupava di sport e benessere ed aveva oltre 150mila follower su Instagram. Molti fan hanno commentato con dolore la sua scomparsa. «Rebecca era un modello e una fonte di ispirazione per molte persone», uno dei commenti.

Postato in Cronaca, Dal Mondo, In evidenzaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – E’ giallo su una 70 enne trovata morta a casa


Una donna di 70 anni – da anni “perseguitata dalla propria figlia” – è stata trovata senza vita all’interno della sua abitazione. A lanciare l’allarme, chiamando i vigili del fuoco, sono stati alcuni vicini di casa. Empedoclini che non riuscivano più ad avere sue notizie e che dunque erano preoccupati. I pompieri hanno aperto la porta ed hanno dunque trovato la salma della donna. 

Sembra verosimile che la settentenne sia stata colta da un malore. Ma trattandosi di una donna che, in passato, ha subito stalking, sembra essere altrettanto indispensabile stabilire le cause del decesso. La Procura della Repubblica di Agrigento, riporta oggi il quotidiano La Sicilia, avrebbe disposto l’autopsia.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Muore a 9 anni per un tumore: gara di solidarietà per il rientro della salma


Morire a 9 anni di tumore al cervello. E’ successo a una bambina di Gela, e i compagni di scuola, insieme alla direttrice e agli insegnanti, hanno dato il via a una gara di solidarietà con la raccolta dei fondi necessari alla famiglia per riportare a casa la salma della bambina, deceduta a Firenze durante un intervento chirurgico, dopo un anno di sofferenze.

Servirà denaro anche per i funerali e la tumulazione, ma la famiglia sembra non averne e per questo sta intervenendo anche l’amministrazione comunale con l’assessore Licia Abela che ha promesso un contributo. La raccolta di fondi nel frattempo si è allargata a comitati e associazioni e alla scuola di danza che la piccola frequentava con grande passione. La morte della piccola ha destato commozione in città.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

FAVARA – Donna cade dalle scale e muore


Una donna di Favara ha perso la vita, questa mattina, a seguito di un incidente domestico. Sembra che la donna stesse salendo le scale per recarsi nella sua dimora, quando, per cause in fase di accertamento, sarebbe precipitata dalle stesse andando a sbattere contro un muro. L’incidente è avvenuto in via La Marmora, luogo dove la donna viveva da sola. Sul posto si sono portati i soccorsi che, purtroppo sono risultati inutili.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

BARCELLONA POZZO DI GOTTO – Bimba di due anni ingoia un palloncino e muore


Una bambina di due anni, figlia di una coppia di stranieri, è morta la scorsa notte a Barcellona Pozzo di Gotto nel Messinese soffocata da un palloncino gonfiabile che aveva messo in bocca mentre giocava. E’ accaduto intorno alle 22,30. I genitori hanno cercato di estrarre il palloncino ma non ci sono riusciti; sono corsi all’ospedale della città, dove la piccola è arrivata in condizioni disperate ed è morta. Indagano i carabinieri.

Postato in Cronaca, MESSINACommenti (0)

E’ morta Pina Maisano, vedova dell’imprenditore ucciso Libero Grassi


Scompare una delle figure più emblematiche della rivolta contro il pizzo e la mafia. È morta Pina Maisano Grassi, vedova dell’imprenditore ucciso per la sua rivolta contro il racket. Laureata in architettura, fino all’ultimo impegnata nelle battaglie civili, aveva 87 anni. Colta da malore, è stata accompagnata dai figli Davide e Alice all’ospedale Villa Sofia dove si è spenta.
Libero Grassi aveva sposato nel 1956 l’imprenditore Libero Grassi che all’inizio degli anni Novanta era stato cercato e minacciato da un esattore della mafia. Grassi aveva denunciato il tentativo di estorsione e poi aveva scritto una pubblica lettera al «geometra Anzalone», nome di copertura dell’emissario, per lanciargli una sfida: non avrebbe mai pagato. Il caso ebbe una forte risonanza mediatica e provocò anche una divisione nella Confindustria. Il 31 agosto 1991 Libero Grassi venne ucciso.

 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMOCommenti (0)

LICATA – Morta una bambina di 8 anni: disposta l’autopsia [VIDEO]


I carabinieri di Licata stanno indagando sulla morte di una bambina di 8 anni che frequentava la scuola Angelo Parla dell’istituto comprensivo Quasimodo. La ragazzina stamattina doveva andare a scuola ma i genitori l’hanno trovata in fin di vita. Immediato il trasporto all’ospedale San Giacomo d’Altopasso dove la bimba è giunta già morta. Si sospetta possa essersi trattato di aneurisma. Il magistrato ha disposto l’autopsia.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, VideoCommenti (0)

PARIGI – Valeria Solesin è morta


“Purtroppo Valeria è morta”. Con voce distrutta dal dolore Corrado Ravagnani ha comunicato la notizia del ritrovamento del corpo di Valeria Solesin, compagna di suo figlio Andrea.

Valeria, 28 anni di Venezia, era borsista alla Sorbona venerdì sera si trovava all’interno del teatro Bataclan di Parigi nel momento dell’attacco terroristico. Assieme a Valeria c’erano anche il fidanzato Andrea Ravagnani, 30 anni di Dro, rimasto leggermente ferito ad un orecchio, Chiara Ravagnani, 25 nni sorella di Andrea e il suo fidanzato Stefano Peretti di Verona, tutti e due rimasti illesi.

La giovane connazionale risultava irreperibile dal momento della carneficina. Non risultava nella lista dei deceduti e questo aveva in qualche modo mantenuto viva una speranza. Speranza che adesso si è spezzata.

“A nome mio personale e di tutta la Città di Venezia esprimo il cordoglio più profondo per la morte di Valeria Solesin. #preghiamoassieme”, ha scritto in un post su Twitter il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

Dario, fratello di Valeria Solesin sarebbe in viaggio per la capitale francese per le formalità necessarie per portare la salma in patria. Lo si apprende da fonti vicino alla famiglia, che al momento si è chiusa nel massimo riserbo. Nel frattempo l’amica che da subito si era attivata per le ricerche, anche attraverso Facebook, ha deciso a sua volta il silenzio. In lacrime dice solo “sono distrutta, non voglio parlare”. Sul suo profilo Fb parla però di Valeria: “Domani ci sarà un domani. E dopo, ci sarà un dopo. E noi, resteremo in piedi: liberi, democratici, umani. Lei avrebbe voluto così? – si interroga parlando di Valeria – No, lei non pensava ad un dopo. Lei voleva solo vivere”.

“Era una persona meravigliosa, è l’unica cosa che ci preme ricordare di lei in questo momento, ricordate che era una persona, un cittadina, una studiosa meravigliosa”. Lo ha detto Luciana Milani, madre di Valeria Solesin.

Postato in Cronaca, Dal Mondo, Dall'Italia, In evidenzaCommenti (0)

CANICATTI’ – Trovata morta 46enne


Una donna di 46 anni, Angela Farraguto, è stata trovata morta all’interno della propria abitazione in via dei Labirinti a Canicattì.

Sono stati i vicini, preoccupati perchè da tempo non la vedevano, a dare l’allarme, dato anche il cattivo odore che fuoriusciva dall’appartamento della 46enne.

Sul posto sono, quindi, giunti gli agenti del commissariato cittadino unitamente ai vigili del fuoco che hanno provveduto a sfondare la porta e ad entrare dentro l’abitazione.

Angela Farraguto era riversa per terra in avanzato stato di decomposizione. Il medico legale ha ispezionato il cadavere non riscontrando alcun segno di violenza.

Probabile un malore per la canicattinese che secondo quanto accertato dalla Polizia viveva da sola ed in forte stato di disagio sociale.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

AUGUSTA – Giovane mamma muore per evitare un gatto


Incidente stradale mortale questa mattina intorno alle 8.30 ad Augusta. Jessica Milardo, che proprio oggi compiva 24 anni, è deceduta quasi sul colpo per le gravi ferite. 

Gli agenti di polizia municipale stanno ricostruendo la dinamica: la ragazza, a bordo della sua Fiat 500, stava percorrendo via Barone Zuppello, in contrada Monte Tauro, quando per cause da accertare, forse per evitare un gatto in strada, ha perso il controllo dell’auto, che è finita contro il cordolo e si è ribaltata più volte finendo nelle campagne.

Il corpo della giovane è sbalzato fuori dall’abitacolo. Immediato l’arrivo del 118 e poi dell’elisoccorso, ma la ragazza è deceduta in strada.

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSACommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98