Tag Archive | "ricettazione"

FAVARA – “Scoperti con pistole detenute illegalmente”, 2 arresti


Sono stati scoperti durante un controllo con due pistole detenute illegalmente e sono finiti in manette, arrestati dai carabinieri. Nel mirino dei militari due favaresi di 44 e 27 anni, accusati di detenzione e porto illegale di arma clandestina e munizioni e di ricettazione.

I carabinieri della tenenza di Favara e del Nucleo operativo e radiomobile di Agrigento, durante un controllo della circolazine stradale, hanno fermato i due favaresi trovati in possesso di una pistola “Smith & Wesson” calibro 38 special con matricola abrasa e con 5 colpi in canna e di un’altra pistola “Taurus” modello “tracker” calibro 357 magnum” con all’interno sette cartucce.

Quest’ultimo revolver – fanno sapere i carabinieri – risulta, inoltre, essere rubato. Le armi sono state sequestrate e gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati condotti nel carcere di Agrigento, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Ritrovate 122 maioliche del ‘700 rubate, una denuncia per ricettazione


Le 122 maioliche decorative che compongono l’intera facciata della tomba gentilizia “Virgadamo” – rubata all’inizio del 2000 a Burgio – sono state ritrovate dalla Guardia di finanza. Un saccense è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura per ricettazione e illecito impossessamento di reperti di interesse storico-artistico. Tre settimane fa, le Fiamme Gialle avevano ritrovato e sequestrato a casa di un medico pensionato di Sciacca (Ag) numerosi reperti d’età bizantina. Adesso sono state ritrovate le 122 maioliche decorative che unite al materiale già sequestrato consentono l’intera ricostruzione della facciata della sepoltura “Virgadamo”. La tomba gentilizia “Virgadamo”, quale espressione unica di artigianato locale, era stata tutelata con un decreto della Sovrintendenza ai Beni culturali di Agrigento perché ritenuta di interesse storico-artistico ed etnoantropologico. L’attività investigativa è stata coordinata dal procuratore di Sciacca Roberta Buzzolani e dal sostituto Christian Del Turco.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – In possesso di 42 bottiglie di liquore: 2 denunciati


Con l’ipotesi di reato di ricettazione, due conviventi, un canicattinese e una donna di origine romena, sono stati denunciati poichè trovati in possesso di ben 42 bottiglie di liquore dal valore di 600 euro.

I poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro, hanno sorpreso i due a bordo di un’auto con altri soggetti che risultavano avere precedenti. Da qui sarebbe scattata la perquisizione che avrebbe permesso di scoprire tre capienti buste all’interno delle quali vie erano i liquori. Alcol che è stato dichiarato appartenere alla coppia e acquistato poco alla volta per l’organizzazione di una festa.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

FREE FUEL – Carburanti rubati e venduti sottocosto in due anni danno da tre milioni di euro


La polizia di Ragusa ha disarticolato una banda specializzata di ricettatori e contrabbandieri di carburante rubato a società che commercializzano prodotti petroliferi e venduto sottocosto, grazie alla complicità di autisti di autocisterne di una ditta di trasporto estranea alla vicenda.

Agenti della squadra mobile di Ragusa, che hanno svolto le indagini avvalendosi di pedinamenti e intercettazioni, hanno arrestato 16 persone, 15 in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare e una in flagranza nel ‘punto vendita’ abusivo realizzato ad Agusta (Siracusa).

Denunciati per ricettazione 65 ‘clienti’ che acquistavano i carburanti in nero. I circa due milioni di litri rubati in due anni hanno creato un danno di quasi 3 milioni di euro alle società vittime del furto, costrette a dover alzare i prezzi al pubblico per compensare le perdite. Sottoposti a sequestro preventivo due aziende, migliaia di euro e quasi 1.000 litri di gasolio.

Postato in Cronaca, In evidenza, RAGUSACommenti (0)

GELA – Ruba arnesi dalla ditta per la quale lavora, in manette operaio


I carabinieri della sezione radiomobile di Gela hanno arrestato in flagranza Angelo Iapichello, 58 anni, operaio di una ditta dell’indotto Eni, per furto aggravato e ricettazione. Al termine del proprio turno di lavoro stava lasciando la raffineria, quando, insospettiti dal suo modo di camminare, gli addetti alla sicurezza hanno chiamato il 112. I carabinieri gli hanno trovato in auto un grosso quantitativo di materiale utilizzato nell’impianto: 180 manicotti di ottone per un valore complessivo di 6.000 euro. Nell’abitazione, poi, sono stati trovati centinaia di utensili da lavoro (punte da trapano, chiavi, cannelli per fiamma ossidrica).

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

GELA – Dalle auto rubate all’usato “pulito”


Un traffico di automobili e motocicli rubati è stato scoperto, a Gela, dalla polizia, che ha denunciato per ricettazione cinque persone (tra cui un minorenne) sequestrato cinque auto, un ciclomotore, decine di pezzi di ricambio, libretti, targhe, punzoni per modificare i numeri di telai e un’autocarrozzeria.

L’officina, sulla Statale 117 bis, gestita da un carrozziere di 33 anni, sarebbe stata la base operativa della banda. Il “centro di taroccamento” delle macchine rubate che venivano smontate e i cui pezzi venivano poi assemblati per ricomporre altri autoveicoli da riciclare come “usato pulito”.

All’arrivo degli agenti si stava lavorando su una Smart, una Renault Twingo e un autocarro Ducato. Secondo gli investigatori, uno dei denunciati, un uomo di 27 anni, con precedenti per furto, aveva trasformato la sua abitazione (garage e due piani) in “negozio per autoricambi”.

A una coppia di gelesi sono stati sequestrati un autocarro Iveco e una Fiat 500. Il ciclomotore, di provenienza illecita, è stato trovato in possesso al minorenne segnalato.

Nei giorni scorsi, la polizia aveva scoperto e sequestrato una moto da cross rubata a Ragusa che era stata nascosta tra decine di pacchi in un furgone diretto in Germania.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CANICATTI’ – “Ricettava refurtiva di un 16enne”, arrestato romeno


La polizia ha arrestato un romeno di 40 anni, Benedek Vasile, residente da tempo a Canicattì, su provvedimento del Gip di Agrigento, accusato di essere il ricettatore della refurtiva informatica ed elettronica del «ladro seriale» di 16 anni arrestato venerdì notte sempre dagli agenti del commissariato di Canicattì.
L’uomo si trova agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Nella sua casa i poliziotti hanno trovato materiale proveniente da furti in abitazioni, uffici pubblici e privati ed esercizi commerciali.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CANICATTI’ – Denunciate 2 donne per ricettazione


A Canicattì due ragazze di 20 e 29 anni sono state denunciate alla Procura di Agrigento per ricettazione. Nel corso di un controllo sono state sorprese in possesso di 2 borse rubate in un negozio a Sommatino. Gli agenti hanno riconosciuto una delle due ragazze dalla felpa indossata al momento del controllo, risultata essere la stessa indossata il giorno del furto all’interno dell’esercizio commerciale.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – 42enne assolta dal reato di ricettazione


La giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Agata Genna, ha assolto, “perché il fatto non costituisce reato”, l’agrigentina Guglielmina Liotta, 42 anni, imputata del reato di ricettazione per essere stata sorpresa dai Carabinieri in possesso di un telefono cellulare di marca Motorola il cui furto è stato denunciato 4 anni addietro da un cittadino di Partinico durante la sfilata dei carri allegorici al carnevale di Sciacca. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna della donna a 2 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 300 duro. I difensori, gli avvocati Marco Padùla e Daniele Re, hanno dimostrato la totale infondatezza dell’impianto accusatorio.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Arresto per detenzione illegale di armi e munizioni


A Licata, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno arrestato ai domiciliari Luigi Bonello, 46 anni, di Butera, commerciante, per detenzione illegale di arma clandestina, detenzione abusiva di munizioni e ricettazione. In particolare, i Carabinieri hanno compiuto una perquisizione in una casa di proprietà di Bonello, in località “Falconara”, a Butera, a 500 metri dal confine con Licata, nei pressi di un esercizio commerciale lungo la statale 115, accanto al Castello di Falconara, dove, ben nascosto dentro una gabbia per volatili, è stato scoperto un revolver calibro 38 di fabbricazione brasiliana, introdotto clandestinamente in Italia, oleato e perfettamente funzionante. Inoltre, nel corso della perquisizione, estesa ad una casa rurale e in un podere poco distante dall’abitazione di Luigi Bonello, i Carabinieri hanno scoperto e sequestrato 30 cartucce calibro 38 special, 12 cartucce calibro 9 corto, tutte per pistola, 73 cartucce calibro 12 a pallini e 5 cartucce calibro 12 a pallettoni, nonché 2 ottiche di precisione per fucile ed un giubbotto antiproiettile.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98