AGRIGENTO – L’Assostampa solidale con i colleghi licenziati a TVA

La Segreteria provinciale dell’Assostampa è solidale con i colleghi di Tva Giovanni Siracusa e Annarita Di Leo e con il tecnico Pippo Sicurelli, oggetto ieri di lettere di licenziamento. L’Assostampa,per quanto coinvolta solo in questa ultime fasi nella vicenda, ha già garantito il proprio sostegno ai lavoratori attraverso l’assistenza legale e sindacale. Tutti ci auguriamo, adesso, che la vertenza possa trovare una giusta ricomposizione nelle opportune sedi.

Intanto, gli altri dipendenti di Tva, in segno di solidarietà ai colleghi licenziati si sono astenuti dal lavoro. Prima edizione del Tg andata in onda alle ore 14.45 con 45 minuti di ritardo condotto in studio da Christian Lo Zito. Successivamente segue la nota su facebook di uno dei giornalisti licenziati, Giovanni Siracusa: “Mentre i giornalisti contrattualizzati e il personale tecnico contrattualizzato ha deciso di astenersi dal lavoro in segno di solidarietà nei confronti dei colleghi licenziati,colleghi non contrattualizzati hanno preparato il tg.  Ordine dei giornalisti e Assostampa,sarebbe opportuno un intervento”.

tva notizie

Sulla vicenda è intervenuto anche il segretario provinciale Cisl Maurizio Saia:

Esprimo il mio rammarico per come si sta evolvendo la situazione. In questi mesi abbiamo provato a ricomporre la vicenda. Evidentemente il ricorso agli ammortizzatori sociali e la riduzione del l’orario di lavoro, non sono serviti a migliorare la situazione economica precaria in cui versa l’azienda. È auspicabile che l’azienda accetti l’ulteriore proposta dei lavoratori, che spinti da grande senso di solidarietà hanno proposto una ulteriore modifica dell’orario di lavoro, allo scopo di far rientrare i licenziamenti. La crisi che sta attraversando il territorio non sta risparmiando nessun settore. Anche altre emittenti vivono momenti di grande difficoltà.

LETTERA LICENZIAMENTO

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.