ACIREALE – Impiegate modello di mattina, prostitute nel tempo libero, scatta inchiesta con 13 indagati

Di giorno irreprensibili impiegate con ruoli di responsabilità in settori pubblici, nel tempo libero prostitute e tenutarie di uno strutturato ed efficiente giro di squillo che esercitavano in appartamenti presi in affitto in centro città e nell’immediata periferia acese, dove intrattenevano facoltosi imprenditori, commercianti e impiegati provenienti da tutta la Sicilia, in cambio di denaro e costosi regali.

Trema l’Acireale bene finita nell’inchiesta della magistratura etnea che ha indagato 13 persone accusate, a vario titolo, di favoreggiamento e induzione alla prostituzione. Contatti e luoghi di incontro venivano gestiti telefonicamente. I rapporti si consumavano in appartamenti messi a disposizione da una delle indagate. Più raramente in auto, in qualche caso nel retro bottega di attività commerciali.

L’articolo per esteso sull’edizione cartacea e on line de La Sicilia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.