AGRIGENTO – «La carica delle 104», nuovi filoni: gli insegnanti vanno in Questura

Ben lungi dall’essere conclusa, l’inchiesta della Digos e della Procura di Agrigento sugli abusi commessi nelal concessione delle 104 in provincia di Agrigento continua spedita prefigurando in un futuro non troppo lontano, nuovi interessanti sviluppi. I poliziotti sono infatti al lavoro per incrociare atti e documenti che hanno a che fare non solo con la quota parte che interessa prettamente l’Asp, per cui decine di persone sono finite in carcere o insono dagate, ma anche con ciò che è di competenza Inps e Ufficio scolastico provinciale.

E proprio su questo ultimo versante, l’attenzione di chi si è sentito leso nel proprio diritto, è altissima. Domani pomeriggio alle 17, negli uffici della Questura di grigento, il comitato degli «Insegnanti in movimento» danneggiati dall’uso distorto della legge 104, e, tra loro, che sono circa 500, il docente Tonino Butticè, incontrerà il capo della Digos, Patrizia Pagano, che ha sostenuto le indagini sfociate poi lo scorso 22 settembre nell’ operazione «La carica delle 104».

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.