AGRIGENTO – La stele di Livatino “dimenticata” dalla nuova strada

Tra meno di un anno sarà pronta la nuova super strada statale 640 che renderà più facile spostarsi da Agrigento a Caltanissetta. Ma che nello stesso tempo rischia di cancellare, passandoci sopra, il luogo della memoria di Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre del 1990. Fino a qualche giorno fa, percorrendo la vecchia ss 640, era possibile al km 10 raggiungere in contrada Gasena il luogo in cui Livatino, mentre andava a lavoro senza scorta, fu raggiunto da una raffica di colpi di pistola. Proprio lì, due anni fa, a spese dei genitori, fu realizzata una piazzola di sosta con una stele in ricordo del “ giudice ragazzino”. L’appello arriva da Salvatore Cimino, direttore dell’Inail di Agrigento  che ottiene subito il sostegno di Cgil e Legambiente.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.