AGRIGENTO – Morì in ospedale, sarà riesumata la salma

Dopo il sequestro delle cartelle cliniche la Procura dispone anche la riesumazione della salma di Maria Concetta Taglialavore , la donna di 57 anni, morta il 9 maggio all’ospedale San Giovanni di Dio a di un infarto che- sostengono i parenti – sarebbe stato scambiato per asma. Il marito e la giovane foglia della casalinga si sono rivolti all’avvocato Giuseppe Scozzari che ha presentato una denuncia alla magistratura chiedendo il sequestro della cartella clinica e dell’intera documentazione sanitaria e addirittura la riesumazione del cadavere della donna che è stata sepolta il 10 maggio , un giorno dopo il decesso. L’accertamento della causa della morte sarà il primo passo per verificare eventuali responsabilità dei sanitari.

 

 

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.