AGRIGENTO – “Giornata Europea dei Parchi”, l’assessore Lo Bello festeggia con gli studenti della Quasimodo [video]

L’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, ha festeggiato  la Giornata Europea dei Parchi insieme agli studenti dell’istituto comprensivo “Salvatore Quasimodo” di Agrigento. L’iniziativa – durante la quale sono intervenuti il sindaco di Agrigento Marco Zambuto e il dirigente scolastico Salvatore Di Carlo – si è svolta nel plesso della scuola elementare “Alessio Di Giovanni” di Villaseta. 

La Giornata Europea dei Parchi, a cui ha aderito la scuola agrigentina,
viene celebrata in tutta Europa con numerose iniziative ed è promossa dalla
Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) per ricordare il giorno in
cui, nell’anno 1909, venne istituito in Svezia il primo parco europeo.
Complessivamente sono 77 le riserve e le aree protette siciliane,
“perle verdi” dove il paesaggio mediterraneo è stato solo in minima parte manomesso
dall’uomo e dalle sue attività. Mentre i parchi regionali siciliani sono sei
il Parco dell’Etna, delle Madonie, dei Nebrodi e, il Parco Fluviale
dell’Alcantara e il nascente Parco dei Monti Sicani.

“E’ di grande pregio – ha detto l’assessore Lo Bello rispondendo ai
cronisti – il patrimonio ambientale e naturalistico della Sicilia che oggi
celebriamo insieme a tutti i parchi e le riserve d’Italia e d’Europa. In provincia
di Agrigento, dove con gli studenti abbiamo festeggiato la Giornata
Europea dei Parchi, ci sono delle zone davvero eccezionali che siamo impegnati a
valorizzare, come le riserve naturali orientate di Torre Salsa, della
foce del Platani, dell’Isola dei Conigli a Lampedusa, e ora anche il parco dei
Monti Sicani.

Ritengo siano molto importanti iniziative di sensibilizzazione come
questa perché sono utili a formare una nuova coscienza ambientale nelle nuove
generazioni. Parchi e riserve – ha aggiunto l’assessore al Territorio e
Ambiente della Regione siciliana – sono luoghi incontaminati di cui è
possibile godere solo grazie a chi prima di noi ha pensato alla loro tutela, ora
è compito nostro lavorare per mantenere intatta la bellezza dei luoghi e
ciò significa anche rispettare la nosta storia”.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.