AGRIGENTO – Abuso e calunnia: indagato consigliere De Francisci

La Procura di Agrigento ha notificato l’avviso della conclusione delle indagini, che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, per il consigliere comunale del Mpa Giuseppe De Francisci, 30 anni. L’uomo e’ accusato dal sostituto procuratore Arianna Ciavattini di violenza privata, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico e calunnia nei confronti di un panificatore di Agrigento verso il quale, secondo quanto emerso nel corso delle indagini preliminari, nutriva rancore personale. Secondo la Procura De Francisci, nella sua qualita’ di consigliere comunale del Comune di Agrigento, e dunque di amministratore locale, avrebbe agito violando il principio di imparzialita’ della pubblica amministrazione anche perche’, con una comunicazione diretta agli organi di polizia tributaria e competenti in materia di sicurezza del lavoro, pur consapevole della sua innocenza, avrebbe attribuito falsamente al suo rivale illeciti nel settore tributario e della sicurezza del lavoro. De Francisci, sempre secondo la procura, avrebbe anche attestato falsamente di aver ricevuto- con riferimento al panificio – dichiarazioni di cittadini in ordine all’assenza di autorizzazione amministrativa ed alla presenza di violazioni della normativa igienico-sanitaria, nonche’ della normativa sulla sicurezza sul lavoro proponendo, con una richiesta ufficiale, un accertamento urgente sull’attivita’ commerciale esclusivamente per finalita’ personali. Inoltre e’ accusato di avere provocato al titolare del panificio un danno ingiusto per averlo costretto a subire reiterate ispezioni amministrative ostacolandone l’ativita’ lavorativa.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.