AGRIGENTO – Al via progetto sperimentale “Lo sport prepara a superare gli ostacoli della vita”

Ha preso avvio oggi  per la classe prima E della scuola secondaria di primo grado Vincenzo Reale  il corso ad “indirizzo sportivo” nell’ambito del progetto sperimentale  “Lo sport prepara a superare gli ostacoli della vita” fortemente voluto dall’Istituto comprensivo statale   “Anna  Frank” DI Agrigento che, aderendo alla rete nazionale delle scuole ad “ indirizzo sportivo”,  ha voluto attivare questa nuova  progettualità, che vuole promuovere la cultura del movimento e la ricerca dei valori positivi dello sport, perché fare attività motoria e sportiva significa anche vivere in prima persona la convivenza civile e forme di cittadinanza attiva, mettendo in atto regole e comportamenti, che stimolino all’altruismo, alla cooperazione, all’integrazione e alla solidarietà.

Questa nuova progettualità (ad oggi unica nel suo genere, soltanto 15 Istituti in Italia), ha come obiettivo strategico degli interventi modulari (tre ore di sport da aggiungere alle due di Educazione fisica curricolari alla settimana) e una serie di approfondimenti pluridisciplinari, su base triennale, per la valorizzazione del movimento, del gioco e dello sport come espressioni della corporeità, dell’educazione motoria, fisica, della pratica sportiva e di tutte le educazioni specifiche, tali da concorrere a garantire la salute dei giovani studenti di oggi (i futuri cittadini di domani) e la loro integrità morale e fisica.

Il modello orario, a partire dal modulo del tempo normale di 30 ore, è stato incrementato di  3 ore settimanali dedicate interamente alle attività pratico sportive. In questo modo, la classe svolgerà un numero minimo di 5 ore settimanali dedicate all’Educazione fisica, due in orario antimeridiano, secondo la tabella settimanale della classe, e tre in orario pomeridiano, con due incontri di un’ora e mezza dedicati ad una specifica disciplina sportiva.

Gli alunni, per due pomeriggi a settimana, effettueranno la pausa pranzo nei locali della scuola, con un docente tutor, referente della scuola, che li seguirà anche per lo svolgimento della pratica sportiva pomeridiana affiancando un esperto della disciplina.

Le attività si svolgeranno a scuola, o presso gli impianti sportivi delle società convenzionate.

Per il primo bimestre gli alunni praticheranno la ginnastica artistica e la pallamano per poi cambiare discipline nei bimestri successivi fino a praticare ben otto specialità sportive.

Nella foto allegata: La classe prima E della scuola secondaria di primo grado della Vincenzo Reale con gli insegnanti tutor Gero Falci,  Silvana Vaccaro, Bernardo Milisenda,  il preside Alfio Russo,  la vicepreside Gabriella Conti e Antonella Attanasio presidente provinciale del Coni

Condividi
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    20
    Shares
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.