AGRIGENTO – Annullato in una scuola precetto natalizio per rispetto delle minoranze

Niente messa natalizia per i bambini dell’istituto comprensivo di Agrigento-Centro. La decisione arriva dalla preside Anna Gangarossa che ha progettato una serie di manifestazioni alternative al precetto natalizio al fine di rispettare “la laicità e le minoranze” dopo la richiesta di un gruppo di famiglie. Gli altri genitori non hanno ritenuto giusta questa scelta ed è nata  la polemica..
Ad avere la meglio è  lo sparuto gruppo di genitori. La messa infatti è stata annullata e si è scatenata la polemica, anche  sul piano politico.

“Mi giunge notizia che è stato annullato il precetto natalizio perché ritenuto offensivo della sensibilità dei ragazzini che professano religioni diverse da quella cattolica – scrive Nuccia Palermo, della Lega – A mio giudizio, una scuola che si piega, che cancella con un colpo di spugna le tradizioni del nostro popolo e della nostra terra è una scuola che dà un cattivo insegnamento. La Dirigente Gangarossa, che è persona ragionevole, torni sui suoi passi e permetta ai ragazzi che vogliono farlo di partecipare alla Santa Messa di Natale così come sempre è avvenuto senza che nessuno si sia mai sentito offeso”.”È inaccettabile subire la censura di una minoranza di integralisti presunti laicisti – continua Nuccia Palermo – che agitando lo spettro di una asserita discriminazione non fanno altro che cancellare le nostre preziose tradizioni e svuotare di ogni valore le nostre stesse esistenze.

Il passo indietro della preside, chiesto dalla consigliera leghista, non è arrivato per via dei tempi stretti. Invece della messa si è andati a visitare una mostra.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.