AGRIGENTO -Appalto “Tetris”, dall’anonimo al processo: carabiniere racconta le indagini

E’ durata quasi 3 ore l’escussione del maresciallo dei carabinieri Leonardo Samaritano che ha indagato sull’appalto dei servizi sociali del Comune di Agrigento ritenuto truccato e aggiudicato dalla cooperativa “Tetris”. Il processo è stato originato da una lettera anonima che preannunciava che la gara d’appalto sarebbe stata vinta dalla “Tetris”. Al termine della deposizione del sottufficiale dei carabinieri, il dirigente comunale Lattuca ha reso spontanee dichiarazioni spiegando di aver organizzato il servizio perché in Municipio non c’era personale idoneo per svolgere le funzioni richieste ed obbedendo ad un atto di indirizzo dell’allora assessore comunale Giacomo Traina.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.