AGRIGENTO – Bimbo di 5 anni perde il telefonino e il padre lo picchia

Un bimbo di 5 anni, figlio di una coppia di agrigentini  davanti al gip Stefano Zammuto, ha raccontato che, affidato al padre nel periodo estivo per problemi di salute della madre, sarebbe stato picchiato con calci e pugni dal genitore. La causa della viuolenza subita , aver perso il telefonino.

La madre, dopo aver notato i lividi, avrebbe  portato in ospedale il bimbo per essere medicato e gli furono refertati traumi e lividi guaribili in sei giorni.

Da qui la decisione di denunciare l’uomo, il quale è stato messo sotto inchiesta per l’accusa di lesioni aggravate.

Il piccolo, dopo la denuncia, è stato ascoltato in aula durante l’incidente probatorio. Adesso sarà la neuropsichiatra infantile Marta Calderaro ad occuparsi dell’attendibilita dei fatti raccontati dal piccolo. La visita si terrà il 19 novembre.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.