AGRIGENTO – Blitz “Demetra” su truffe a Inps e Inail: chiusa l’inchiesta

Sono in tutto 86 gli indagati coinvolti nell’inchiesta denominata “Demetra” ai quali i magistrati della Procura della Repubblica di Agrigento hanno fatto notificare nelle scorse ore l’avviso di chiusura delle indagini preliminari. Gli indagati adesso hanno 20 giorni di tempo per presentare documenti a loro discolpa, per farsi interrogare o per suggerire nuovi filoni d’inchiesta. Gli indagati, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbero dato vita a società fantasma con l’unica finalità di assumere lavoratori e poi attraverso documenti sanitari rilasciati da medici compiacenti riuscivano a dimostrare un infortunio sul lavoro. Proprio dalla prima società fantasma creata “Demetra” ha preso il nome l’inchiesta che portò al blitz dei carabinieri con la notifica di provvedimenti restrittivi per Giuseppe Vincenzo Terrazzino, 64 anni, di Raffadali, Salvatore Conti, 56 anni, Salvatore Russo, 35 anni, di Agrigento, Giorgio Lo Presti, 59 anni, di Porto Empedocle, Salavotore Borsellino, 33 anni, di Porto Empedocle,  Giuseppe Gangarossa, 37 anni, di Porto Empedocle, Daniele Moscato 31 anni, di Porto Empedocle, Luca Distefano, 30 anni di Porto Empedocle.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.