AGRIGENTO – Blitz “Self service”: cinque imputati patteggiano

Cinque imputati dell’inchiesta “Self Service”, il recente blitz al Comune di Agrigento che ha scoperto un giro di tangenti all’interno dell’ufficio tecnico comunale di Agrigento, avranno ratificato la pena concordata con i Pm della procura di Agrigento il prossimo 7 marzo dato che hanno ottenuto il consenso al patteggiamento.  Sarà il Gip Stefano Zammuto a decidere, dunque sul patteggiamento chiesto dall’architetto Salvatore Troisi (2 anni), dal suo socio Giuseppe Callo Carrabba (un anno e undici mesi), dal geometra Giuseppe Gallo (un anno e due mesi), dall’imprenditore Pasquale Farruggia (un anno, un mese e dieci giorni) e dall’architetto Giorgio Parrino (un anno e dieci mesi). Al Gip Zammuto il compito di  verificare la congruità della pena.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.