AGRIGENTO – Burgio:”Se mi portate in carcere, mi ammazzano”.

Emergono altri particolari nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “Discount” della Guardia di Finanza e della Procura di Agrigento che ha provocato l’ arresto, per bancarotta fraudolenta, dell’ imprenditore agrigentino, Giuseppe Burgio, per il quale vi è stata l’esigenza cautelare del carcere, perché ricorre un pericolo di inquinamento probatorio e di ulteriore aggravamento di tale situazione”. E all’ atto dell’ arresto, Giuseppe Burgio, rivolgendosi ai Finanzieri, ha dichiarato : “Sono un collaboratore di giustizia che ha fatto arrestare i mafiosi. Se mi portate in carcere, mi ammazzano”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.