AGRIGENTO – Carmelo Settembrino eletto nuovo Presidente del Consiglio

Carmelo Settembrino è il nuovo presidente del Consiglio comunale di Agrigento.
E’ stato eletto nel corso della seduta di ieri pomeriggio con 14 voti su 27 consiglieri presenti. A sostenere Settembrino i voti di Ncd, Mpa e indipendenti. “Mi metterò subito al lavoro per la città”, le prime
parole pronunciate dal neo presidente. Settembino prende il posto di Aurelio Trupia, che ha presentato le dimissioni il 16 luglio scorso.

“Una persona di esperienza, equilibrata e capace”. Il gruppo consiliare Mpa, composto da Alfonso Vassallo, Aurelio Trupia e Riccardo Mandracchia, esprime apprezzamento per l’elezione a presidente del Consiglio comunale di Agrigento di Carmelo Settembrino.

“Si tratta di una scelta di responsabilità – affermano i tre esponenti del Movimento per l’Autonomia  – Settembrino rappresentava la soluzione migliore rispetto al quadro che si era venuto a delineare dopo il vuoto creatosi al vertice dell’Assise e in considerazione anche della fase delicata dell’Ente nella quale il Consiglio comunale è chiamato a svolgere un ruolo di primo piano nella interlocuzione con il Commissario Straordinario. Il Movimento per l’Autonomia e il Nuovo Centro Destra, assieme ad altri consiglieri – osservano Vassallo, Trupia e Mandracchia – hanno mostrato grande sensibilità istituzionale trovando un punto di incontro per risolvere una vicenda che rischiava di trascinarsi stancamente, in modo stucchevole e anche dannoso per l’economia generale dei lavori d’aula. Un ritardo, tra l’atro, senza alcuna plausibile giustificazione agli occhi dei cittadini. Dopo quasi un mese e mezzo è arrivata così la fumata bianca, che ridefinisce l’assetto dell’Ufficio di Presidenza e restituisce all’Assise una nuova guida sicura, in grado di coordinare l’attività del Consiglio impegnato ad esaminare e votare questioni di notevole interesse sociale: su tutte incombe la proposta dell’ Ufficio Ragioneria di portare al massimo le aliquote Tasi e Imu 2014.  Ncd e Mpa hanno avviato responsabilmente questo nuovo percorso, nella consapevolezza che l’interesse collettivo debba sempre prevalere, specie nei momenti di emergenza democratica” – concludono Alfonso Vassallo, Aurelio Trupia e Riccardo Mandracchia.

NOTA GRUPPO CONSILIARE NCD- Dietro l’elezione di Carmelo Settembrino a Presidente del Consiglio Comunale non si nasconde nessuna alchimia politica, ma piuttosto la convergenza di sane forze politiche ed espressioni consiliari intorno ad un nuovo percorso amministrativo all’insegna del risanamento, dello sviluppo e del sereno traghettamento verso le elezioni della prossima primavera.

Conscio del delicato momento sociale ed economico che vive la città, il Gruppo Consiliare del Nuovo Centro Destra, rivolgendo un plauso ai colleghi Spinnato e Di Rosa per la sobrietà e l’equilibrio con cui hanno gestito il periodo di vacatio, aveva già deciso di non offrire una propria candidatura alla presidenza, lavorando piuttosto affinchè, nell’esclusivo interesse della cittadinanza, si trovasse un’intesa finalizzata soltanto (si fa per dire) alla gestione delle spinose e drammatiche emergenze all’ordine del giorno dei lavori consiliari (tasse, rifiuti e programmazione dell’attività amministrativa per i prossimi nove mesi) in un clima di serietà, responsabilità ed ibernazione dei bollenti spiriti.

Il timido dialogo che pareva stesse avviandosi con Forza Italia è stato rapidamente interrotto a causa delle smanie di egemonia nonchè della pretesa di vincolare odierne intese sui punti di cui s’è detto alla bramosia di acquisire sin d’ora accondiscendenze ad ipotesi di sindacature di là da venire.

Quanto all’elezione del Presidente del Consiglio Comunale, finalizzata soprattutto a garantire il regolare funzionamento dei lavori dell’assise, le proposte avanzate da Forza Italia erano francamente – e fors’anche volutamente – irricevibili.

Ancor prima che dentro il perimetro del centro-destra, anche e soprattutto ad Agrigento il nostro partito – in ossequio alle ragioni che ne hanno determinato la fondazione – intende muoversi nel perimetro della serietà, del buon senso e del bene collettivo. Il nostro sincero auspicio è che Forza Italia voglia condividere il nostro percorso.

Forza Italia su elezione Settembrino e dichiarazioni Ncd– Il gruppo consiliare di Forza Italia al Comune di Agrigento replica a quanto dichiarato dal gruppo del Nuovo centrodestra nel merito dell’ elezione del Presidente del Consiglio comunale, e afferma : “non è vero che da parte nostra vi è stata la pretesa di legare l’intesa sul presidente del Consiglio alle future ipotesi di candidature a sindaco. La nostra volontà, dichiarata e manifesta, è stata quella invece di occuparci subito di alcune questioni più importanti e urgenti, come la pressione fiscale e la definizione delle aliquote Tasi. Ed ecco perché abbiamo chiesto opportunamente un rinvio dell’ elezione del Presidente del Consiglio. La nostra richiesta non è stata però accolta, quando invece l’ Ncd si era dichiarato favorevole al rinvio, ma evidentemente la serietà non ha spazio in politica.  Allora abbiamo invocato la scelta di un presidente che fosse condivisa da tutto il Consiglio comunale, senza spaccature. Quando invece ci siamo resi conto che è maturato un accordo solo di parte, tra Alfano, Di Mauro e Partito Democratico, allora abbiamo votato scheda bianca”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.