AGRIGENTO – Chiusi 6 locali della movida: poche mascherine e assembramenti

Sei locali della movida chiusi e multe a passanti che non indossavano la mascherina. E’ il bilancio del maxi controllo congiunto – effettuato ieri sera da Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Municipale – nei luoghi di aggregazione di Agrigento, tra via Atenea e via Pirandello. 

Le forze dell’ordine hanno vigilato sull’eventuale rispetto delle norme anticovid alla luce dell’ingresso negli scorsi giorni della Sicilia in zona gialla. Il che impone, ad esempio, l’obbligo di mascherina anche all’aperto e un numero di commensali a tavola non superiore a quattro (a meno che non si tratti di persone conviventi). 

I carabinieri della Compagnia di Agrigento hanno proceduto alla sospensione provvisoria di 5 giorni dell’attività del Mojo, Bar Athenea e Ciaula per assembramenti non regolarizzati. Sono stati sanzionati anche 20 avventori perché non indossavano le prescritte mascherine. Un autoveicolo è stato sequestrato in quanto sprovvisto della copertura assicurativa obbligatoria. Analoghi provvedimenti di chiusura sono stati adottati per il bar Girasole, Cantunera e Caffè San Pietro ad opera della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.  La Prefettura valuterà e disporrà i giorni di chiusura effettiva delle varie attività in base alle recidiva o meno.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.