AGRIGENTO – Conclusa la campagna solidale di raccolta di farmaci per l’Ucraina

Il 5 maggio si è conclusa la campagna solidale di raccolta di farmaci per l’Ucraina promossa dall’Ordine dei Farmacisti della A.T.I.F.A.R. (Associazione Titolari di Farmacia), dall’Ufficio Diocesano per l’Ecumenismo della Diocesi di Agrigento e dal Comando Provinciale dei Carabinieri, tra le farmacie della provincia di Agrigento. Attraverso questa iniziativa è stata data la possibilità alla cittadinanza di acquistare una vasta gamma di farmaci da banco, integratori, e dispositivi medici destinati alla popolazione ucraina tramite l’intervento del C.I.S.O.M.- di Agrigento e Caltanissetta (Corpo Italiano Soccorso Ordine di Malta)-  che si è occupato della distribuzione sui territori colpiti dagli eventi bellici. Consistente il materiale sanitario raccolto:

  • 254 confezioni di cotone idrofilo
  • 828 confezioni di garze
  • 14 confezioni di guanti
  • 137 confezioni di siringhe
  • 11 confezioni di ligasano (medicazioni per piaghe da decubito)
  • 18 pacchi di biscotti
  • 137 confezioni di cerotti
  • 193 confezioni di Dispositivi di protezione individuali
  • 10 flacone di sapone intimo
  • 282 flaconi di disinfettante per la cute
  • 21 pacchi di ghiaccio istantaneo
  • 24 confezioni di igienizzante per le mani
  • 11 confezioni di fazzoletti imbevuti
  • 8 confezioni di pannolini
  • 25 apparecchi per il rilevamento del tasso glicemico
  • 64 integratori a base di calcio
  • 10 integratori a base di creatinina
  • 13 flaconi di soluzione fisiologica
  • 26 flaconi di creme per medicazioni
  • 18 flaconi di sciroppo per la tosse
  • 160 integratori multivitaminici
  • 20 flaconi di collirio
  • 35 lacci emostatici
  • 20 termometri
  • 2 kit per ossigenoterapia
  • 347 confezioni di paracetamolo
  • 88 confezioni di antibiotici
  • 44 confezioni di antidolorifici
  • 22 confezioni di cortisone
  • 55 flaconi di ibuprofene
  • 57 confezioni di fermenti lattici

Un particolare ringraziamento all’Ordine dei Farmacisti di Agrigento, presieduto dal dr. Maurizio Pace, all’Ufficio Diocesano per l’Ecumenismo con a capo il delegato Don. Luca Camilleri, all’–ATIFAR- guidati dal dr. Pietro Amorelli.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.