AGRIGENTO – CUPA, i sindacati incontrano il Presidente Armao

Ad Agrigento i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil di Agrigento, Massimo Raso, Maurizio Saia e Gero Acquisto, si sono recati in contrada Calcarelle, in via Quartararo, e al Polo universitario hanno incontrato il presidente. L’ avvocato Gaetano Armao, che si è appena insediato a capo del Consiglio di amministrazione dell’ Università, e il vice presidente, Giovanni Di Maida, hanno discusso con i sindacati puntando il dito verso l’orizzonte. E a termine della conversazione sulle prospettive di navigazione, Raso, Saia e Acquisto concordano e hanno scritto nero su bianco : “Vi è assoluta comunanza di vedute”. E poi Cgil, Cisl e Uil agrigentine spiegano : “Abbiamo esposto al neo Presidente del Consorzio universitario di Agrigento qual è la nostra visione del Polo universitario e come andrebbe rilanciato, ed abbiamo registrato un’assoluta comunanza di vedute. Abbiamo salutato la nomina dell’ avvocato Armao con favore perché gli riconosciamo grandi capacità, e può davvero rappresentare la persona in grado di rilanciare il Consorzio Universitario. E’ un compito non facile poiché i problemi che preesistevano alla sua nomina sono ancora sul tappeto, a cominciare da quello delle risorse. La ex Provincia e la Regione debbono ancora fare la loro parte, in ottemperanza delle norme che la stessa Regione si è data. Ci hanno colpito positivamente la grande capacità d’ascolto ed il ruolo che il Presidente riconosce alle organizzazioni sindacali quali interlocutori privilegiati delle questioni attinenti lo sviluppo. Conveniamo col Presidente Armao sul fatto che è finito un ciclo del Consorzio universitario e che occorre costruirne un altro con una nuova visione : e in questa nuova visione gli attori economici e sociali ed il territorio hanno un ruolo determinante. Riconoscere ciò ed averne consapevolezza ci fa guardare con speranza al futuro, ma ci pare davvero un buon inizio”.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.