AGRIGENTO – Danneggiamento tensostruttura “Porta Aperta”, confermate le condanne ma solo per lesioni

La Corte d’Appello di Palermo, in parziale riforma della sentenza emessa dal Tribunale di Agrigento il 9 luglio del 2015, ha condannato a 4 anni e 8 mesi di carcere Davide Cipolla, 29 anni, e a 3 anni di reclusione Biagio Licata, 31 anni, entrambi di Agrigento, imputati di lesioni aggravate, danneggiamento, ingiuria e percosse perché il 25 gennaio del 2009, ad Agrigento, al Viale della Vittoria, sarebbero entrati dentro la tenda della Comunità missionaria Porta Aperta in piazza Cavour, aggredendo il custode eritreo con calci e pugni, e usando come arma anche una grossa croce di legno.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.